Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post

Puglia: ucciso a coltellate per non aver dato la precedenza

ANDRIA - Dramma nella Bat, dove un uomo di 28 anni di Trani, Giovanni Di Vito, è deceduto dopo essere stato accoltellato durante un litigio per una mancata precedenza ad una rotatoria ad Andria. Il dramma si è consumato in serata in via Puccini, poco distante dal centro della città. 

Indaga sull'accaduto la polizia che sta verificando quanto riferito da alcuni testimoni che hanno visto un automobilista a bordo di una Mercedes allontanatosi dopo il ferimento. 

Gli agenti stanno visionando anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. Identificato e sottoposto a fermo un 50enne con precedenti penali, sospettato di avere ucciso il 28enne.

Bambina si traveste da Samara: aggredita da passanti con bastoni e spranghe

di PIERO CHIMENTI - Poteva finire in tragedia lo scherzo di due donne trentenni, che avevano deciso di tirare un tiro mancino agli abitanti di Lesina, facendo travestire la figlia più piccola di una di loro in Samara di The Ring per mandarla in giro per il paese. La notizia ha fatto avuto un tom tom mediatico, con i ragazzi che si sarebbero armati per darle la caccia. Solo l'intervento dei Carabinieri, che hanno individuato la bimba con la madre e l'amica, ha evitato il peggio. Le donne sono state denunciate per procurato allarme.

Traffico internazionale di cocaina: perquisizioni e arresti in Puglia


BARI - Scacco ad un organizzazione dedita al traffico di cocaina dall'Olanda all'Italia. In queste ore i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, supportati dai reparti speciali del Nucleo Cinofili e del 6° Elinucleo CC di Bari, stanno eseguendo diverse ordinanze di custodia cautelare e perquisizioni nei confronti di pregiudicati di Barletta e Manfredonia, ritenuti responsabili di Associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, misure disposte dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Dia, a seguito di indagini svolte dalla Compagnia Carabinieri di Barletta.

L'indagine riguarda l'importazione di ingenti quantitativi di cocaina proveniente dall'Olanda ed è strettamente collegata con l'omicidio del manfredoniano Saverio Tucci, ucciso ad Amsterdam il 10 ottobre 2017 e col quadruplice omicidio di Apricena-San Marco in Lamis del 9 agosto 2017, che provocò la tragica morte anche dei fratelli Luciani. 

Non si apre paracadute: muore 45enne barese

di PIERO CHIMENTI - Un uomo di 45 anni di Bari è morto dopo l'impatto al suolo che non gli ha lasciato scampo. L'incidente è avvenuto nei pressi di Lavello, provincia di Potenza, dove la vittima si era lanciata da un aereo a quota 1500 metri, ma qualcosa non ha funzionato dato che il paracadute non si è aperto. Sul caso indagano i carabinieri, che hanno sequestrato l'oggetto incriminato per capire cosa abbia tradito il barese.

Lo chef Carra l'11 agosto a Castellaneta per la "Far nedd"

Quest’anno la sagra "da far nedd", in programma il prossimo 11 agosto a Castellaneta, vive un piacevole restyling. 
Stiamo parlando principalmente della presenza dello chef internazionale, maestro dell’ospitalità e dell’enogastronomia internazionale, nonché Ambasciatore indiscusso  della gastronomia pugliese nel mondo: il Corporate chef di casa Divella, Donato Carra. 
18 candeline da spegnere, quindi, per una sagra che diventa maggiorenne. Castellaneta si prepara per l’evento più importante dell’estate dedicata alla valorizzazione della farina di ceci, prodotto tipico della zona e di numerose prelibatezze gastronomiche locali.  
A patrocinare la sagra, l’assessorato comunale alla cultura. Prevista la presenza di migliaia di turisti che si delizieranno nella degustazione di buon cibo accompagnato da musica e visite culturali tra vicoli, chiese e palazzi storici di Castellaneta. 
In rappresentanza della F. Divella S.p.A., come già  anticipato, ci sarà il nostro Ambasciatore della cucina pugliese nel mondo e Corporate Chef di casa Divella, Donato Carra. 
"La presenza del nostro corporate chef Donato Carra" spiega Domenico Divella, coordinatore biscottificio e pasta fresca F. Divella S.p.A "sottolinea che l’azienda, giunta oggi alla quarta generazione, guarda al futuro senza dimenticare le tradizioni popolari tipiche della nostra terra. Rappresenta per certi aspetti il percorso che la nostra famiglia ha compiuto nel tempo per giungere oggi a risultati importanti soprattutto nella ricerca di elevati standard qualitativi. Oggi lo stabilimento è in grado di macinare quotidianamente 1200 tonnellate di grano duro, 400 di grano tenero e 1000 tonnellate di pasta secca, 35 di fresca e 90 tonnellate di biscotti. Risultati di tutto rispetto considerato che si tratta del connubio perfetto tra tradizione e innovazione". 
Questa sagra è considerata dal cuore verde, ovvero ecosostenibile: saranno, infatti, utilizzati piatti, bicchieri e posate in pura cellulosa. Una scelta oculata e rispettosa che Unicomart ha deciso di prendere nonostante l’impegno di spesa.

Sergio Adamo nominato Vicario regionale per U.Di.Con. Puglia

BARI - L'U.Di.Con. Puglia ha il suo Vicario Regionale: si tratta dell’avvocato Sergio Adamo, che resterà in carica sino al 31 dicembre 2019, fatta salva la possibilità di proroga con determinazione dell'Organo delegante, nel quadro degli interessi generali degli associati: "Ringrazio il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con., Denis Nesci e tutta l’U.Di.Con. per questa nomina di Vicario Regionale. Metterò a disposizione la mia professionalità per portare avanti con diligenza, professionalità e onore, l’incarico affidatomi. Il mio obiettivo sarà quello di sensibilizzare i cittadini consumatori in merito alle tutele apprestate dall’Ordinamento giuridico in loro favore, attraverso pubblicazioni, organizzazione di eventi e la diffusione di materiale utile a sensibilizzare ed informare i consumatori sui loro diritti. Grande attenzione sarà, inoltre, rivolta ai problemi pratici che l’utente si trova a dover affrontare nella sua vita quotidiana. Il mio compito sarà anche quello di traslare a livello regionale e periferico gli obiettivi di tutela prefissati dalla Presidenza Nazionale mettendo in rete ed a sistema tutte le sedi provinciali e sezionali esistenti in Puglia, valorizzando le professionalità e l’apporto dei singoli volontari, al fine di creare una squadra forte e coesa con la guida imprescindibile del Nostro Presidente Nazionale, Denis Nesci" ha dichiarato il neo Vicario Regionale, Sergio Adamo.

Puglia: giovane madre muore dopo bendaggio gastrico


BARI - Morta a soli 35 anni dopo un intervento di bendaggio gastrico presso la clinica barese Mater Dei, lascia un figlio di sei anni. Questa la terribile notizia, pubblicata dal Quotidiano di Puglia, che sta balzando sulle testate regionali e nazionali.

Vittima della triste vicenda una giovane madre di Ostuni, ricoverata giovesì scorso presso la clinica del capoluogo pugliese, per sottoporsi ad un intervento chirurgico di riduzione delle dimensioni dello stomaco, per perdere peso.

Secondo quanto appreso, la donna sarebbe entrata in sala operatoria intorno alle 9, senza però uscirne viva. Immediata la denuncia dei familiari ai carabinieri.

Dal Regno Unito al Salento, il messaggio d'amore arriva dal mare: "Figlia mia, ci rincontreremo"


LECCE - Quello che stiamo per raccontare non esce da una bella penna di un autore di storie romantiche, ma dalla realtà, che in fatto di storie sa come superare di gran lunga ogni più fervida fantasia. Sulla spiaggia di Torre Vado a Morciano di Leuca, in provincia di Lecce, un operaio intento a ripulire il tratto di costa ha trovato una bottiglia che risale all’attentato di Manchester. La bottiglia, con tappo in sughero e chiusa con la cera, conteneva al suo interno il messaggio della madre di una delle vittime dell’attentato. 

Era il 22 maggio 2017 quando Salman Abedi, un 22enne inglese di origine libica, fece esplodere una bomba al termine di un concerto di Ariana Grande, uccidendo 22 persone, sette minori e 15 adulti, e facendo più di cento feriti. A più di due anni di distanza, il mare del Salento ha restituito un ricordo di quella triste serata. Una bottiglia gettata in mare, sigillata ermeticamente con un tappo di cera, contenente l'immagine di una ragazza sorridente, un braccialetto con incisi due cuori e una scritta: «In memoria di Sorrell Leczkowski, 5 febbraio 2003 - 22 maggio 2017». E una lettera, con le parole di una madre tormentata dal dolore. 

«Nell’attimo in cui sei morta, recita il messaggio, il mio cuore si è spezzato a metà. Un lato è pieno di dolore, l’altro è morto con te. Mi sveglio spesso di notte quando il mondo è addormentato e cammino lungo il viale dei ricordi con le lacrime sulle guance. Ricordarsi di te è facile. Lo faccio ogni giorno, ma la tua mancanza è un dolore al cuore, che non se ne va mai via. Ti tengo stretta nel mio cuore e lì rimarrai, fino a quando arriverà il giorno gioioso che ci incontreremo di nuovo. Mamma».

La bottiglia con il suo contenuto, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stato recuperato questa settimana da un operaio comunale di Morciano di Leuca, intento a ripulire la spiaggia della località balneare di Torre Vado. Il sindaco ha fatto sapere che inviterà i familiari di Sorrell nel Salento e riconsegnare loro quella bottiglia, giunta nel tacco d’Italia dopo avere percorso oltre 2'000 miglia in mare.

Foggia, 32enne uccisa dal fidanzato

di PIERO CHIMENTI - Una 32enne è stata uccisa dal proprio fidanzato al culmine di un litigio. Il corpo della donna è stato trovato nella vasca da bagno del suo appartamento a San Severo, in provincia di Foggia. Il giovane di 37 anni si è presentato in Questura accompagnato dal padre e dall'avvocato per confessare le proprie responsabilità.

Puglia: operaio muore folgorato


di PIERO CHIMENTI - Un operaio di 57 anni è morto folgorato mentre era impegnato con i colleghi, nei pressi della stazione ferroviaria di Brindisi, per il potenziamento dei cavi di alimentazione. Gli altri due operai, feriti, sono stati ricoverati all'ospedale Perrino.

ArcelorMittal, Di Maio: "Non torna immunità"

ROMA - Quanto alla reintroduzione dell'immunità penale per gli amministratori dello stabilimento ex Ilva di Taranto oggi ArcelorMittal, "voglio essere ben chiaro, anche in ragione di quanto ho appena espresso. Non esiste alcuna possibilità che torni". Così il ministro Luigi Di Maio al tavolo con azienda e sindacati. 

L'azienda aveva annunciato che, senza la reintroduzione dell'immunità, lo stabilimento tarantino avrebbe chiuso entro il 6 settembre prossimo. In merito al contratto siglato con ArcelorMittal, Di Maio ha precisato che non c'è "affatto" una "esimente penale, una modifica della quale legittimerebbe Mittal a sciogliere il contratto, preciso che non è affatto così".

Abusi sessuali su figli, arrestata coppia nel Barese


BARI - Ancora una brutta storia di violenze su minori dal Nord Barese. Il Tribunale di Bari ha condannato rispettivamente alle pene di 12 anni e 3 anni di reclusione marito e moglie del Nord Barese, ritenuti responsabili a vario titolo di violenza sessuale pluriaggravata e maltrattamenti sui figli minorenni di 5 e 9 anni.

Secondo le indagini dei Carabinieri, coordinate dal pm, fin dalla loro tenerissima età i due bambini, affetti da disagio psichico, sarebbero stati indotti a compiere e subire atti sessuali, ad assistere ai rapporti dei genitori e in alcune occasioni coinvolti attivamente negli stessi, a guardare film pornografici e a subire quotidianamente maltrattamenti fisici, botte, schiaffi e morsi, e facendoli vivere in una condizione di scarsa igiene e non sana nutrizione.

I bimbi sarebbero stati trattati come "oggetti", veri e propri "strumenti di piacere" nelle mani dell'uomo che li definiva "di sua proprietà" è scritto nelle imputazioni.

Seimila firme contro ArcelorMittal


di PIERO CHIMENTI - Un esposto di oltre 6 mila firme è stato consegnato alla Procura della Repubblica di Taranto, dove sono denunciate con foto e video le emissioni cancerogene di ArcelorMittal; allegata alla documentazione anche la dichiarazione del Ministero dell'Ambiente per attestare con forza il rilascio da parte del siderurgico di emissioni non convogliate sia di giorno che di notte, soprattutto da parte di reparti come cokeria, Acciaierie e altiforni che nel 2012 sono stati sequestrati dalla magistratura.

Abusarono di una quindicenne disabile: condannati due baresi

BARI - Sono stati condannati i due baresi accusati di aver abusato sessualmente di una disabile 15 enne, all’epoca dei fatti. I due furono arrestati nel 2017, con l’accusa di aver violentato una 16enne con disagio socio-ambientale per quasi un anno e mezzo, costringendola a subire atti sessuali in garage e in campagna e a vedere in loro compagnia film pornografici.

I due avrebbero poi anche minacciato di morte la 16enne per farla tacere. A raccontare tutto agli inquirenti baresi, «alternando momenti di totale disperazione e pianto» riferisce la Procura, è stata proprio la vittima, la cui querela ha dato avvio alle indagini. 

«È emersa tutta la sua sofferenza, si legge in una nota - unitamente al sentimento di colpa per quanto accaduto e per la sua incapacità di sottrarsi alle malsane voglie dei due indagati, probabilmente divenuti correi per mera coincidenza, ma accomunati dalla loro perversione, dai quali era quasi soggiogata, insieme alla paura per le future reazioni del padre, nell'ipotesi in cui avesse scoperto tutto».

Il primo dovrà scontare 11 anni e nove mesi di reclusione, mentre il secondo 7 anni e tre mesi di reclusione. Ancora una volta l’associazione GensNova dell’avvocato   Antonio La Scala ha concorso a far condannare bruti e violenti. Un grazie particolare – le parole dell’avvocato La Scala – ai magistrati Baresi.

Vigile del fuoco morto sul lavoro, distaccamento prende nome


TARANTO - Vuoto incolmabile tra i colleghi per la scomparsa di Antonio Dell'Anna, il vigile del fuoco che ha perso la vita in servizio. "Presto intitoleremo a suo nome il distaccamento di Grottaglie". Ad annunciarlo il sottosegretario all'Interno con delega ai Vigili del Fuoco, Stefano Candiani, dopo aver partecipato il 15 giugno a Fragagnano ai funerali a Dell'Anna. A lui ora si vuole intitolare il distaccamento dove lavorava.

Era "doveroso essere presente per rendere omaggio ad un valoroso Vigile del Fuoco che ha perso la vita in servizio - sottolinea il sottosegretario - per evitare ad altri di rischiare la propria. I Vigili del Fuoco sono una grande famiglia che con emozione si è stretta attorno alla famiglia di Antonio Dell'Anna. Nei prossimi giorni - conclude Candiani - avvieremo le pratiche per intitolare alla sua memoria il suo distaccamento di Grottaglie".

Tragico incidente a Bari: morto 19enne

BARI - Un terribile incidente è avvenuto a Bari, lungo la statale 16, nei pressi di Palese. Un motociclista di 19 anni è morto in uno scontro con una Renault Twingo, guidata da un 48 enne. La moto, condotta da Fabio Serino, è finita sul guard rail e, per cause ancora da accertare, è scoppiato un violento incendio che ha coinvolto il giovane, il cui corpo è rimasto carbonizzato.

Sul posto i sanitari del 118 e i vigili del fuoco. Intanto, mentre la Polizia stradale è al lavoro nelle indagini, non si esclude che a provocare il tragico incidente sia stata la fuoriuscita di carburante.

Taranto, vigile del fuoco muore sul lavoro

BARI - Un vigile del fuoco di 54 anni di Fragagnano, in servizio presso il distaccamento di Grottaglie, è morto la notte scorsa durante un intervento nei pressi di una masseria nelle campagne tra San Giorgio Jonico e Pulsano.



Lutto nel Corpo nazionale. È deceduto stanotte un collega vigile del fuoco mentre operava per l’incendio di un autocarro a San Giorgio Jonico (TA). Il Capo del Corpo Dattilo e tutti i colleghi si stringono alla famiglia in questo momento di dolore

Il presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo esprime il più sentito cordoglio, anche a nome dell’intera Assemblea, per la tragica scomparsa del vigile del fuoco Antonio Dell'Anna, che questa notte ha perso la vita nel corso di un intervento urgente per circoscrivere l’incendio di un automezzo in un circolo ippico a San Giorgio Ionico. Aveva 54 anni. 

“Una vita stroncata per circostanze avverse in uno dei tanti interventi compiuti da un operatore esperto”, ha detto il presidente Loizzo, nell’esprimere riconoscenza per l’impegno del vigile Dell’Anna, partecipazione al dolore dei familiari e vicinanza al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Mafia foggiana sotto scacco, decine di arresti


FOGGIA - Gli agenti delle squadre mobili di Foggia e Bari, dello Sco e dei reparti prevenzione crimine hanno eseguito dalle prime ore ore del giorno alcune decine di arresti nei confronti di soggetti appartenenti o legati ai clan operanti nel territorio di San Severo. 

I provvedimenti, emessi dal gip di Bari su richiesta della Dda sono stati eseguiti in Puglia e nelle province di Milano, Rimini, Fermo, Ascoli Piceno, Campobasso, Pescara, Teramo, Napoli e Salerno. 

Le accuse vanno, a vario titolo, dall'associazione di tipo mafioso, estorsione, tentata estorsione, associazione finalizzata al traffico di droga, spaccio, danneggiamento, reati in materia di armi, lesioni personali e tentato omicidio, aggravati dalle finalità mafiose.

Frattura alla spina dorsale per carabiniere: arrestati due georgiani


di PIERO CHIMENTI - Due georgiani hanno aggredito i carabinieri intervenuti in Via Bari, ad Altamura (Ba), dopo essere stati sorpresi nel tentativo di furto degli uffici di Alleanza Assicurazioni e antinfortunistica BCE, siti in uno stabile. Uno dei militari durante l'aggressione sarebbe stato colpito da calci e pugni con la conseguente frattura della spina dorsale, guaribile in 30 giorni.

Foggia, lite nel ghetto: ferito gambiano

FOGGIA - Momenti di paura all'interno della baraccopoli di Borgo Mezzanone, nel Foggiano, dove un cittadino gambiano di 22 anni è stato ferito con un'arma da taglio ad un gluteo e ad un braccio durante un litigio avvenuto ieri sera con altri africani. Il giovane è stato immediatamente medicato e giudicato guaribile in 15 giorni. 

Secondo quanto riporta l'Ansa, alla base dell'accoltellamento ci sarebbero futili motivi. Indagano sul caso i carabinieri di Foggia. Nel baraccopoli abusiva del Foggiano sono da tempo in corso, da parte delle forze di polizia, operazioni di abbattimento delle baracche che porteranno, entro un anno, al definitivo smantellamento dell'agglomerato.