Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post

Scandalo Sanità lucana, dg Asl Bari: totale estraneità ai fatti

MATERA - Il direttore generale dell'Asl di Bari, Vito Montanaro, ha "rivendicato la sua totale estraneità a qualsivoglia fatto di reato". A riferirlo l'avvocato Giuseppe Modesti al termine dell'interrogatorio di garanzia che si è concluso ieri nel Palazzo di giustizia di Matera: il legale ha chiesto la revoca della misura cautelare.

Montanaro è ai domiciliari dallo scorso 6 luglio nell'ambito dell'inchiesta sulle raccomandazioni e sui concorsi truccati nella sanità lucana.

Cristiani uniti per un Medio Oriente di pace?

di NICOLA ZUCCARO - Un crocefisso sul palco della rotonda Giannella del lungomare di Bari e un tavolo ovale posto all'interno della Basilica di San Nicola. Due elementi che, corrispondenti alle altrettanti virtù teologali quali fede e carità - hanno riproposto, al di là della comune volontà di pregare per la pace nel Medio Oriente, la necessità di un dialogo permanente fra le confessioni cristiane.

Da Bari, dalla città che custodisce le reliquie di Nicola, Vescovo di Myra e Santo che fa da cerniera fra Oriente e Occidente, nella giornata del 7 luglio è partita una nuova stagione che potrebbe portare ad una riunificazione dei Cristiani? Una domanda che lascia spazio alla terza virtù teologale: la speranza. Essa è stata richiamata a supporto dell'implorazione "Su te sia pace" ed espressa da Papa Francesco con il supporto dei bambini. Per costoro, sotto la protezione di San Nicola nonchè del loro Patrono Santa Claus, dovrà essere garantito un mondo ed in particolare un Medio Oriente migliore - come auspicato - con il lancio di colombe da parte del Papa e dei Patriarchi dal sagrato del tempio nicolaiano di Bari.

Papa Francesco a Bari: "In Medioriente le radici delle nostre stesse anime"

(credits: Ladisa)
di LUIGI LAGUARAGNELLA - Il monito del Papa all’inizio della preghiera ecumenica con i patriarchi in largo Giannella è un vero e proprio incitamento alla pace, a guardare al Medioriente, perché “lì c’è un tesoro da custodire con tutte le nostre forze, lì ci sono le radici delle nostre stesse anime”.

Il Pontefice ha continuato: “Da lì si è propagata nel mondo intero la luce della fede. Lì sono sgorgate le fresche sorgenti della spiritualità e del monachesimo; si conservano riti unici e ricchezze inestimabili dell’arte sacra e della teologia”.

Accenna, poi, a quello che il Medioriente sta vivendo: “Su questa regione si è addensata, una fitta coltre di tenebre: guerre, violenze, distruzioni e forme di fondamentalismo, migrazioni forzate e abbandono e abbandono, il tutto nel silenzio di tanti e la complicità di molti”. In modo deciso afferma: “Un Medioriente senza cristiani non sarebbe Medioriente”.

La preghiera di questa giornata, continua Bergoglio, “è luce divina che diradi le tenebre del mondo. I cristiani sono luce del mondo, non solo quando tutto intorno è radioso, ma anche quando nei momenti bui della storia non si rassegnano all’oscurità che tutto avvolge e alimentano lo stoppino della speranza con l’olio della preghiera e dell’amore. Perché quando si tendono le mani in preghiera e quando si tende la mano al fratello senza cercare il proprio interesse, arde e risplende il fuoco dello Spirito”.

E conclude: “Su di te sia pace: è il grido dei tanti Abele di oggi che sale al trono di Dio. Vogliamo dare voce a chi non ha voce, a chi può solo inghiottire lacrime, perché il Medioriente tace, piange e soffre, mentre altri lo calpestano in cerca di potere e ricchezze”.

Palagiustizia Bari, Migliucci invita Bonafede al dialogo istituzionale

di NICOLA ZUCCARO - "Il ministro Bonafede ha scritto ai penalisti attraverso Facebook. Impari il ministro che esistono le sedi istituzionali". All'indomani dell'inutilità evidenziata dall'attuale Guardasigilli sulla 3 giorni di astensione dalle udienze dei penalisti italiani, Beniamino Migliucci ha così replicato al massimo responsabile del dicastero di via Arenula, da Bari, dove l'Unione delle Camere penali d'Italia è al fianco dei colleghi baresi per l'inagibilità della sede di via Nazariantz e per tutte quelle conseguenti determinazioni che vorranno intraprendere.

Migliucci, nel ribadire la solidarietà ai penalisti del capoluogo pugliese, ha sottolineato a margine dell'assemblea svoltasi nella mattinata di martedì 26 giugno presso l'Aula Magna della Corte d'appello in piazza Enrico De Nicola che la permanenza della tendopoli nello spazio antistante la sede del Tribunale penale è il simbolo di una malagiustizia che caratterizza non solo Bari ma l'Italia intera.

Sulla stessa lunghezza d'onda, il suo omologo barese Gaetano Sassanelli che, durante il suo intervento assembleare, ha richiamato l'attenzione della politica nazionale alla priorità di costruire dei Palagiustizia pienamente efficienti e funzionali e, prima ancora, dei moderni istituti penitenziari.

Comunali: il centrodestra trionfa in Toscana

Nei ballottaggi delle comunali '18 il centrosinistra è stato travolto in Toscana e in Emilia. I Cinque Stelle si affermano ad Avellino e Imola, ma perdono Ragusa. Avanzano Lega e centrodestra un po' ovunque.

Debacle del centrosinistra anche in Toscana dove Pisa, Siena e Massa passano in blocco al centrodestra. A Pisa il nuovo sindaco è Michele Conti candidato di Lega, FI e FdI, che ha battuto Andrea Serfogli. A Siena Luigi De Mossi, con il 50,8% batte di misura il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) fermo al 49,2%. A Massa Francesco Persiani è al 56,6% e batte senza problemi Alessandro Volpe, sindaco uscente, fermo al 43,4%.

Dura sconfitta anche per Maurizio Perinetti, candidato sindaco del centrosinistra a Ivrea: qui la sinistra amministrava ininterrottamente dal Dopoguerra. Ad Ancona, unico capoluogo di Regione al voto, si riconferma la sindaca uscente, Valeria Mancinelli, di centrosinistra.

Ad Avellino si impone a sorpresa Vincenzo Ciampi candidato M5S che strappa la cittadina campana finora guidata dal centrosinistra. Il M5S espugna anche Imola, governata per oltre 70 anni dal centrosinistra.

Da Brindisi una delle poche consolazioni per il centrosinistra: vince Riccardo Rossi, che ribalta così i risultati del primo turno che vedevano favorito Roberto Cavalera del centrodestra. Brindisi era uno dei comuni guidati dal Commissario straordinario.  Rossi vince col 56 per cento. Con il 56,61 per cento e 16.658 voti Riccardo Rossi, ingegnere dell'Enea, alla testa di una coalizione composta da Brindisi Bene Comune, Liberi e Uguali, Pd e Ora Tocca a Noi, è il nuovo sindaco di Brindisi“

Infiltrazioni clan in economia: 104 arresti a Bari

BARI - Vasta operazione dei carabinieri del Ros che stanno eseguendo, a Bari e in altre località del territorio nazionale, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 104 presunti affiliati ai clan "Mercante-Diomede" e "Capriati".

Il provvedimento scaturisce da un'indagine coordinata dalla Dia di Bari, che ha ricostruito gli assetti organizzativi, le attività criminali e la capacità di infiltrazione dei clan nel tessuto economico e sociale della città e della provincia di Bari.

DECARO: “STRAORDINARIO RISULTATO DELLA GIUSTIZIA NONOSTANTE LE DIFFICOLTÀ IN CUI OPERA” - In queste ore a Bari sono in corso le operazioni di arresto di oltre 100 persone affiliate a vari clan mafiosi baresi. Le indagini sono state condotte dalla Direzione antimafia barese e dai Carabinieri.

“Questo importante colpo alle organizzazioni criminali baresi - dichiara il sindaco Antonio Decaro - è stato inferto da Magistratura e Forze dell’ordine, spesso costretti a lavorare in condizioni di grande difficoltà. La vicenda del Palagiustizia è solo l’esempio più eclatante. Davanti a questi risultati noi chiediamo in modo ancor più forte che lo Stato si faccia carico in termini prioritari di garantire il funzionamento della Giustizia in condizioni dignitose, decretando lo stato di emergenza per velocizzare le procedure di trasferimento delle funzioni giudiziarie in un’altra sede.

Ad oggi non possiamo che ringraziare ancora una volta per lo straordinario lavoro che la Magistratura inquirente sta portando avanti nonostante le condizioni assurde in cui è costretta a operare”.

Palagiustizia Bari, Bonafede respinge il Commissario per l'urgenza

di NICOLA ZUCCARO - "Non è concepibile che in uno Stato di diritto un Ministro entri in una tenda". Risuona ancora all'interno del palazzo di Giustizia di Bari quanto affermato da Alfonso Bonafede. Al debutto da Guardasigilli nel capoluogo pugliese, e all'indomani della fiducia incassata alla Camera dal Governo Conte, il neo ministro della Giustizia ha anticipato alla stampa la tempistica richiesta per uscire dall'emergenza che rende difficoltosa, da 2 settimane, la gestione dell'attività giudiziaria.

E, nello smentire prontamente quelle indiscrezioni trapelate già nella mattinata di giovedì 7 giugno durante il sopralluogo in via Nazariantz sulla possibile nomina di un Commissario per la gestione dell'emergenza, Bonafede ha aperto alla possibilità di un decreto legge per lo smontaggio delle tende e per la contestuale sospensione dei termini relativi al rinvio delle udienze. Quanto alle possibili sedi alternative per l'amministrazione della giustizia penale, Bonafede ha escluso Modugno e via Brigata Regina a Bari, accennando alla disponibilità di altri immobili proposti durante l'incontro tenutosi il 7 giugno con magistrati, avvocati e personale amministrativo, presso la presidenza della Corte d'appello di Bari.

Per martedì 12 giugno, all'indomani della scadenza dei termini per la ricerca di mercato utile a ricevere offerte di immobili adatti a ospitare un tribunale penale e fissata a lunedì 11 giugno 2018, si avrà - informa Bonafede - un quadro più chiaro che favorisca un intervento risolutivo e, in tempi rapidi, da parte del Governo, l'emergenza giudiziaria a Bari.

Ministro Bonafede atteso per domattina a Bari

di NICOLA ZUCCARO - Dopo l'anticipazione nell'edizione serale di martedì 5 giugno 2018 del Giornale di Puglia, fonti vicine al M5S confermano l'arrivo a Bari di Alfonso Bonafede.

Il neo Ministro della Giustizia è atteso in via Nazariantz per le ore 11.00 di domani, giovedì 7 giugno 2018, dove effettuerà con i parlamentari pentastellati un sopralluogo presso la Tendopoli allestita nello spazio antistante la sede della Procura della Repubblica di Bari (a rischio crollo) e che ospita, da due settimane, le udienze penali. Per il nuovo Guardasigilli sarà anche l'occasione per fare il punto della situazione sul futuro delle strutture giudiziarie da istituire nel capoluogo pugliese.

Costa Crociere in aiuto dei più poveri

di PIERO CHIMENTI - È stato presentato sulla Costa Deliziosa il progetto di Costa Crociere a sostegno della associazione Onlus Fondazione Opera Santi Medici Cosma e Damiano di Bitonto. La compagnia di crociera donerà i pasti avanzati la domenica quando la nave attraccherà nel porto di Bari, dopo aver provveduto a conservarli in contenitori alimentari in alluminio che conserveranno perfettamente gli alimenti.


Taranto, muore operaio di 28 anni. Sindacati proclamano sciopero

(ANSA)
TARANTO - Dramma nella ditta di carpenterie metalliche Ferplast dell'appalto Ilva di Taranto. L'operaio Angelo Fuggiano, di 28 anni, è deceduto in seguito a un incidente avvenuto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal Siderurgico.

Durante il cambio funi per la macchina scaricatrice DM 6, un cavo sarebbe saltato durante la fase di ancoraggio della parte finale travolgendo il lavoratore.

Del tutto inutili sono risultati i tentativi di rianimazione da parte degli operatori del 118. Ad intervenire sul posto anche vigili del fuoco, carabinieri, Guardia di finanza e ispettori del lavoro.

A seguito dell'incidente costato la vita al 28enne, le segreterie territoriale Fim, Fiom, Uilm e Usb di Taranto hanno proclamato lo sciopero dei dipendenti diretti e dell'appalto dalle 11 di oggi fino a tutto il primo turno di domani. L'azienda in una nota afferma che "sono in corso da parte dell'azienda tutte le indagini per poter risalire alle cause dell'evento". L'Ilva esprime "profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Angelo Fuggiano e a tutti i suoi cari".

"Si è superato qualsiasi qualunque limite di sopportazione è una strage continua. La parola emergenza nazionale ormai è riduttiva rispetto a quanto sta avvenendo". Lo ha detto la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, a margine dell'assemblea dei pensionati dello Spi Cgil. "C'è bisogno - ha concluso - che il Parlamento prenda la parola" su questo tema.

Centrella (Cisal Metalmeccanici): “Mobilitazione generale per sicurezza sul lavoro” - “Il doloroso ripetersi degli incidenti sul lavoro è diventato insostenibile. Riteniamo che una mobilitazione generale sui temi della prevenzione e della sicurezza nei luoghi di lavoro possa contribuire a sensibilizzare in maniera capillare tutti i cittadini, qualsiasi attività essi svolgano, e ad esigere una urgente e decisa azione delle istituzioni per porre fine a queste disgrazie”. Così il Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, dopo l’ennesimo incidente mortale, toccato questa volta ad un giovane lavoratore di una ditta in appalto all’Ilva di Taranto.

“Questo lutto – aggiunge il sindacalista – richiama ancor di più la necessità di giungere presto ad un accordo che permetta all’Ilva, oltre che di produrre a pieno regime nel rispetto della salute e dell’ambiente, anche di elevare i parametri di sicurezza sia per i dipendenti diretti sia per quelli delle imprese in appalto, nonché – conclude – di garantire adeguati dispositivi per la sicurezza personale ed una ottimale manutenzione degli impianti”.

Turco: “Ora basta! Non si può morire per il lavoro!” - “Non si può morire a 28 anni! Non si può morire di lavoro e per il lavoro. E è arrivato il momento di dire “basta!” con la politica dei fiumi di inchiostro e di parole. La classe politica, tutta, abbia un sussulto di indignazione. Perché Angelo, come gli altri martiri di questa infinita battaglia, sono figli nostri, sono figli della Puglia!”.
Così il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, commenta l’ultimo incidente mortale nello stabilimento Ilva di Taranto.

“Sulla sicurezza nei posti di lavoro – sottolinea Turco - occorre un serio programma di prevenzione e di misure ad alto impatto. Ma con fatti concreti, non con intenti e spot! Per questo mi auguro che il prossimo Governo, qualunque esso sia, ci dica chiaramente cosa intende realizzare non solo per l’Ilva ma per combattere la piaga delle morti sul lavoro. Perché non si può morire per portare il pane a casa. Non si può morire a soli 28 anni!”

A Bari il 'Condominio Day'

BARI - Si terrà a Bari, il prossimo 19 maggio, dalle 08.45 alle 18.00, presso l’Hotel Excelsior di Via Giulio Petroni 15, il CONDOMINIO DAY organizzato da ARCO, Amministratori e Revisori Contabili Condominiali.

Un’intera giornata dedicata alle tematiche di maggiore attualità che caratterizzano la quotidianità degli addetti ai lavori del comparto “condominio”.

L’evento è patrocinato sia dalla Regione Puglia che dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari. Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari riconoscerà ai partecipanti 4 crediti formativi ordinari.  Hanno concesso il loro patrocinio anche Confinternational, Aciform ed Asmef.

Ad inizio lavori si terrà una tavola rotonda con i rappresentanti di numerose associazioni: ALAC, ANAPI, HELP! CONDOMINIO, AIC, CONFABITARE, AP, FIGIAC, NACA, VALORE AGGIUNTO e la stessa ARCO.

Durante la giornata si terranno 14 relazioni a cura di esperti provenienti da tutta Italia: dalla gestione del tempo ai doveri di riscossione dell’amministratore, dalla gestione delle morosità agli animali in condominio, dalla revoca dell’amministratore al nuovo regolamento europeo sulla privacy (GDPR), dalla reputazione dell’amministratore ai bonus fiscali 2018, dai profili processuali alle ADR, dalle obbligazioni parziarie alla comunione ereditaria, per finire con la disciplina del condhotel e i criteri di tenuta della contabilità condominiale.

Durante la giornata sarà assegnato il Premio Condominio Italia 2018.

Per altre info e partecipazione: www.condominioday.it

Dramma a Gioia del Colle, sottufficiale ucciso da spazzatrice

di PIERO CHIMENTI - Un incidente mortale avvenuto nella base militare di Gioia del Colle ha visto come sfortunato protagonista un sottufficiale. Secondo le prime ricostruzioni, il militare era da poco sceso dalla spazzatrice parcheggiata in leggera pendenza, che forse per mancato inserimento del freno a mano lo ha travolto uccidendolo sul colpo. Il pm del Tribunale di Bari ha disposto il sequestro dell'area e del mezzo con cui è avvenuto la fatalità, non escludendo al momento che possa approfondire le indagini, richiedendo l'autopsia sul corpo dell'uomo.

Americana morta in Puglia, forse cause naturali

BARI - Sarebbe stato causato da cause naturali il decesso della donna americana di 65 anni, morta in una casa vacanze del quartiere Carbonara, a Bari. E' stato il marito della donna, trovata riversa per terra in camera da letto, a dare l'allarme un ambiente in ordine che non presenta segni di effrazione.

Quanto alle presunte ecchimosi sul corpo, non è escluso che possano essere state prodotte dalla caduta. Ma sono in corso i rilievi del medico legale e della Sis dei carabinieri. Sul posto è giunto il pm di turno Marco D'Agostino. La struttura è una casa-vacanze, in strada Giardinelli. Nella zona ci sono numerose villette.

Secondo quanto si è saputo, la donna era a Bari per un periodo di vacanza insieme con il marito. La struttura dove è stata trovata morta la turista americana, che aveva 65 anni, è una casa-vacanze, in strada Giardinelli. Nella zona ci sono numerose villette.

Sul posto sono presenti gli uomini della sezione investigazioni dei Carabinieri che stanno facendo rilievi all'interno della stanza dove è stato rinvenuto il cadavere. Il marito della donna si trova all'interno della villetta. 

Lecce, niente scuola a bambino perchè diabetico

di PIERO CHIMENTI - Un bambino di 9 anni di Galatina, provincia di Lecce, dopo una querelle durata circa un mese, è potuto a tornare in classe a seguire le lezioni. Il tutto ha avuto inizio lo scorso aprile, quando l'Istituto 1° Polo ha rifiutato il bimbo in quanto diabetico.

La vicenda fortunatamente ha avuto un lieto fine, con l'impegno della mamma di rimanere accanto al figlio per tutto il tempo per monitorarne i livelli di glicemia. La dirigente scolastica non accetta però le critiche dichiarando che la scuola avrebbe chiesto solo tempo perché non pronta a supportare tali emergenze.

Paura a Brindisi, atterraggio di emergenza: illesi i passeggeri

(ANSA)
BRINDISI - Momenti di paura ieri all'aeroporto di Brindisi a causa di un atterraggio di emergenza da parte di un 757 della compagnia Condor partito dalla Grecia e con destinazione Francoforte in difficoltà a causa di problemi di pressurizzazione. I 164 passeggeri e gli otto membri di equipaggio sono in salvo e illesi. Il personale dell'aeroporto di Brindisi è stato in costante contatto con il comandante e ha seguito le procedure dell'atterraggio di emergenza.

Il presidente della Regione Puglia ha appreso da Aeroporti di Puglia che ieri è stato effettuato un atterraggio di emergenza nello scalo di Brindisi di un B757 della Condor, in emergenza per problemi di pressurizzazione. L’aereo partito dalla Grecia con destinazione Francoforte aveva a bordo 164 passeggeri più 8 membri dell’equipaggio.

Il presidente Michele Emiliano dichiara: “Vorrei esprimere gratitudine e un plauso a tutti gli addetti dell’aeroporto di Brindisi e al personale di Aeroporti di Puglia oggi (ieri, ndr) impegnati in questa complessa operazione, che ha avuto esito positivo. C’è tanta professionalità e dedizione dietro questo lavoro, mi fa piacere sottolinearlo non solo per i risultati raggiunti nel quotidiano, ma anche in una situazione critica come quella odierna che è stata gestita davvero alla perfezione”.

Terrorismo: espulso marocchino a Foggia

di PIERO CHIMENTI - La Digos di Bari ha espulso un marocchino di 40 anni mentre all'aeroporto di Bologna si apprestava a lasciare il territorio italiano. L'uomo, irregolare, molto vicino ad Abdel Rahman, arrestato a Foggia per terrorismo internazionale, è accusato di aver collaborato col presidente dell'associazione culturale foggiana 'Al Dawa' nell'indottrinamento al martirio dei giovanissimi.

Lecce, aggressore ritorna dalla sua vittima

di PIERO CHIMENTI - Una dottoressa di 35 anni che appena due mesi fa aveva subito degli approcci poco graditi da un 43enne di Racale è ripiombata nel panico quando al citofono della Guardia medica di Taviano, in provincia di Lecce, ha riconosciuto la voce del suo aggressore, chiamando i vigilanti.

Agli uomini di sicurezza, l'uomo ha spiegato che aveva bisogno di una consulenza medica, prontamente esaudita dalla dottoressa, sotto la supervisione del vigilante.

Bari, uomo accoltellato dinanzi a scuola

(ANSA)
BARI - Escalation criminale nel capoluogo pugliese, dove un uomo di 45 anni, della provincia di Bari e senza fissa dimora, è stato soccorso dagli operatori del 118 dopo essere stato accoltellato da persone non ancora identificate davanti all'ingresso della scuola media Amedeo D'Aosta al quartiere Japigia. L'uomo è ferito e non sarebbe in pericolo di vita.

Secondo le prime ricostruzioni la cruenta aggressione sarebbe avvenuta tra le sette e le otto di questa mattina.

E' stato un passante che ha visto il corpo dell'uomo, colpito al torace e riverso per terra, a chiamare i soccorsi che sono prontamente intervenuti.

Molti dei ragazzi che già si trovavano a scuola hanno telefonato ai genitori allarmati e hanno chiesto di poter ritornare a casa. Un folto gruppo di genitori si trova tuttora nei pressi dell'ingresso della scuola.


Gallipoli, successo del giornalista Marino Bartoletti alla presentazione del suo libro


GALLIPOLI (LE) - Grandissimo successo in terra salentina del famosissimo giornalista Marino Bartoletti, che nella suggestiva location di Borgo Rossoterra, in Contrada Masseria Bianca, a Gallipoli (LE), nelle giornate del 25 e 26 aprile, ha presentato il suo libro: “BarToletti così ho sfidato Facebook”.

Un pomeriggio culturale che ha visto i tantissimi presenti, rimanere ammirati nell’ascoltare uno dei più stimati giornalisti e conduttori televisivi in Italia, che ha raccontato diversi aneddoti che hanno caratterizzato una carriera professionale lunga cinquant’anni. Un salto nel passato, a rimembrare ricordi sbiaditi col tempo, con quel pacato romanticismo proprio di chi ha da sempre considerato il proprio lavoro una passione. Al termine dell’evento, che ha visto anche la presenza di Idris Sanneh, amico storico di Bartoletti, c’è stato anche spazio per uno stimolante dibattito, in cui i presenti hanno posto diverse domande, riguardanti sia il programma “Quelli che il Calcio”, di cui Bartoletti è stato ideatore e conduttore, sia le esperienze che più hanno segnato il giornalista.

A chiudere la serata un delizioso aperitivo salentino, offerto da Borgo Rossoterra, un Resort immerso tra ulivi secolari, muretti e antiche masserie. Nel suo volume di 187 pagine, Bartoletti ha raccolto quelli che sono i suoi pensieri, affidati inizialmente, soltanto alle pagine di Facebook, che spaziano da racconti e aneddoti su uomini di sport, a ricordi di vecchi amici, alcuni, come l’indimenticabile Fabrizio Frizzi, tragicamente scomparsi. Ma c’è anche spazio per la musica, uno dei grandi amori del giornalista forlivese; in particolare, è nota la sua passione per il Festival di Sanremo.

Puglia: esplosione in fabbrica fuochi d'artificio, 2 feriti

di PIERO CHIMENTI - Una serie di esplosioni sono avvenute nella mattinata nella fabbrica di fuochi d'artificio in Contrada Casone a San Severo, Foggia. Dalle prime informazioni vi sarebbero due feriti del quale non si conoscono le condizioni di salute. I vigili del fuoco stanno operando affinché l'area dell'azienda dei fratelli Del Vicario venga messa in sicurezza e permettere ai carabinieri di procedere con le indagini.