Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post

Bari, al via le giornate di 'Oncologia Muscoloscheletrica'

BARI - Il prossimo 22 settembre presso la Sala Convegni dell’Istituto Oncologico ‘Giovanni Paolo II’ di Bari si terrà il primo convegno dedicato esclusivamente alla patologia oncologica dell’apparato muscolo-scheletrico.

L’incontro, promosso ed organizzato dal dott. Umberto Orsini, Ortopedico, Responsabile dell’Ortopedia Oncologica dell’Istituto ‘Giovanni Paolo II’,  è rivolto a Medici di Medicina Generale e a Medici Specialisti in Ortopedia, Radiologia, Radioterapia, Medicina Fisica e Riabilitativa,  Medicina Nucleare, Anatomia Patologica, Chirurgia Generale  Chirurgia Plastica.

La faculty è composta da Medici dell'IRCCS barese che illustreranno chiaramente alcuni concetti di base nonché quello che l'Istituto è in grado di offrire all'utenza e da Medici provenienti dall'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma che condurranno l'auditorio verso un primo approccio ragionato e consapevole ad una patologia così vasta e complessa.

La sanità pugliese, ci spiega il dott. Orsini, ha da sempre registrato una carenza nell'offerta terapeutica integrata dei tumori primitivi e secondari dell'apparato muscolo scheletrico, determinando un esodo dei pazienti affetti da queste patologie verso centri specializzati siti in altre regioni. Questo ha portato ad un aumento della spesa sanitaria con disagi e notevole impegno economico per i pazienti.

Con l'intento di fornire un’assistenza sanitaria più articolata riducendo costi e disagi per i pazienti, la Regione Puglia ha promosso l'avvio del Centro di Ortopedia Oncologica presso l'Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari ed ha stipulato una convenzione con l'U.O. di Ortopedia Oncologica dell'Istituto Regina Elena di Roma per un supporto nell'avvio dell'attività clinica.

La patologia oncologica dell'apparato muscolo scheletrico è vasta e complessa, con una moltitudine di istotipi diversi che rendono la diagnosi ed il trattamento particolarmente difficili, appannaggio di centri e di professionisti con preparazione specifica.

Il razionale di questo primo incontro è quello di iniziare a parlare di Ortopedia Oncologica, fornendo informazioni di base chiare e dettagliate su questa patologia, e su quello che il centro può offrire in termini di diagnostica e di terapia, con particolare attenzione alle tecnologie più moderne (diagnostiche terapeutiche e riabilitative).

I Medici di Medicina Generale in particolare rappresentano il primo fondamentale passaggio che porterà il paziente ad essere instradato nel giusto percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale, ed è per questo che si intende coinvolgerli in modo consapevole e informato creando un legame stretto di collaborazione.

COORDINATORE EVENTO: 

DR. UMBERTO ORSINI - RESPONSABILE ORTOPEDIA ONCOLOGICA ISTITUTO GIOVANNI PAOLO II- BARI

Lecce, voti in cambio di case: arrestati ex amministratori

LECCE - Stamani sono stati arrestati dalle Fiamme Gialle gli ex amministratori comunali, consiglieri comunali, alcuni dei quali ancora in carica, e dirigenti del Comune di Lecce. Gli arresti sono stati richiesti dai Pm Massimiliano Carducci e Roberta Licci.

Quarantasei le persone indagate, tutte a vario titolo accusate per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale, abuso d'ufficio e falso ideologico. Secondo l'accusa voti elettorali sarebbero stati 'scambiati' con alloggi popolari.

Compare anche il nome del senatore leccese della Lega Roberto Marti tra i 34 indagati che non sono stati raggiunti da alcun provvedimento restrittivo nell'ambito dell'inchiesta sui voti elettorali ottenuti in cambio di case popolari che oggi ha portato a Lecce all'arresto di ex amministratori comunali, di consiglieri comunali, alcuni dei quali ancora in carica, e di dirigenti del Comune.

Il senatore, dal 2004 al 2010, è stato assessore a Lecce ai Servizi sociali, ai progetti mirati e alle pari opportunità. Il reato contestato é abuso d'ufficio e falso ideologico.

Ilva, Di Maio: raggiunto accordo, ma adesso pensare a Taranto


ROMA - Le parole del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio al termine del tavolo su Ilva, con il raggiungimento dell'accordo tra Arcelor Mittal e i sindacati. Così il ministro: ''Questo accordo è il miglior risultato che si potesse ottenere nelle peggiori condizioni possibili. I miglioramenti che sono stati raggiunti durante le trattative dimostrano che, oggi come negli scorsi anni, i rilanci in materia ambientale e occupazionale erano possibili e anzi doverosi per garantire la tutela dell'interesse pubblico. I responsabili di questo scempio pagheranno".

Ilva, Fitto: tanto tuonò che non piovve, retromarcia grillina anche sul siderurgico

BARI - Dichiarazione del presidente di Noi con l’Italia, on. Raffaele Fitto. “Tanto  tuonò che… non piovve! Oggi è una bella giornata su Taranto: l’Ilva non solo non chiude, ma viene assegnata al gruppo Acelor Mittal che aveva vinto la gara. Bravi i sindacati che sono riusciti a spuntare qualche centinaio di posti di lavoro in più.

“Dopo i vaccini - prosegue Fitto - anche sull’Ilva  il Movimento 5 Stelle fa retromarcia rispetto alle promesse della campagna elettorale. Ricordate? Niente vaccini obbligatori e un parco a tema sul più grande siderurgico d’Europa. La sensazione è che a breve la retromarcia avverrà anche sulla Tap.

“Quando si governa ci si rende conto che la realtà è diversa dalle sciocchezze che vengono raccontate in campagna elettorale. Benvenuto nel mondo reale Movimento 5 Stelle”, conclude Fitto.

Lecce, call center licenzia 113 dipendenti

LECCE - Giornate nere per i 113 dipendenti del call center pugliese Progetto Vendita, con sedi a Gallipoli e a Maglie, licenziati in tronco dopo avere perso la commessa principale di Mediaset-Premium. La sede di Gallipoli ha ha già chiuso i battenti, mentre quella di Maglie manterrà i lavoratori subordinati fino al compimento di alcune pratiche e, infine, solo i lavoratori a progetto che sono circa un centinaio. La procedura di licenziamento collettivo si è chiusa con un mancato accordo e nella giornata di ieri i dipendenti hanno ricevuto le lettere di licenziamento, mentre sono state avviate le procedure per l'accesso alla Naspi (l'indennità mensile di disoccupazione).

A rivelarsi fatale la perdita della commessa principale, quella di Mediaset-Premium: "Purtroppo quel che temevamo si è concretizzato in queste ore", sostiene il segretario generale della Slc-Cgil di Lecce e Brindisi, Tommaso Moscara, "abbiamo da molto tempo denunciato l'atteggiamento irresponsabile dell'azienda che, nonostante i ripetuti solleciti, si è sempre sottratta al confronto. Un atteggiamento confermato anche recentemente, quando in prefettura, alla presenza di esponenti del governo regionale, l'azienda ha tentato di coinvolgere un altro soggetto nel proprio business. Un incontro al quale è stata preclusa la presenza dei sindacati. Sembrava aprirsi uno spiraglio, ma in realtà il tentativo, i cui contenuti restano un mistero, è caduto nel vuoto".

Ilva, "10.300 assunti entro 2021"

ROMA - "Per l'Ilva "verrà formulata una proposta di assunzione a tempo indeterminato a 10.300 lavoratori". E' quanto si apprende nella bozza di verbale di accordo sul tavolo al Mise, dove è in corso la trattativa in ristretta, in cui si specifica che le assunzioni saranno ripartite in 10.100 entro il 31 dicembre 2018 e 200 entro il 31 dicembre 2021.

In un altro passaggio della bozza di accordo si legge inoltre l'impegno di Am InvestCo a formulare "una proposta di assunzione" ai lavoratori Ilva in esubero rimasti "non prima del 23 agosto 2023" , che non abbiano già "beneficiato di altre misure o opportunità", come l'incentivo all'esodo, e non abbiano "già ricevuto una proposta di assunzione presso un'affiliata".

Per l'Ilva - ha dichiarato il ministro Luigi Di Maio a Radio Radicale - "queste sono ore delicatissime". Di Maio ha parlato di "un tavolo che può dare buono risultati. Io credo che ci siano i presupposti".

Governo, Lega: “Vergognoso attacco al Ministro Lezzi, solita doppia morale della sinistra”

ROMA - “Ciò che è avvenuto nelle scorse ore, a danno del Ministro per il Sud Barbara Lezzi, è da ritenersi un inqualificabile e vergognoso attacco ad una delle più importanti cariche dello Stato. Il fatto che questo vile affronto arrivi da un uomo di Stato quale è l’Assessore regionale Giannini è già grave di per sé, ma dimostra anche la solita doppia morale della sinistra italiana. Quando le radical chic o “pasionarie” benpensanti vengono raggiunte da offese ben minori, si leva alto un coro di indignazione. Quando invece ad essere colpita da affronti del genere non è una donna di sinistra, tutto prende un valore diverso. Da segnalare anche il fatto che il Sindaco Decaro, quando si parla di “prendere a schiaffoni” una ministra, non ha battuto ciglio né si è indignato. Come mai?
Oltre a dare la nostra piena solidarietà al Ministro Lezzi, restiamo in attesa delle scuse del Partito Democratico.”
Lo dichiarano in una nota congiunta i parlamentari pugliesi della Lega Anna Rita Tateo, Rossano Sasso e Roberto Marti, insieme al coordinatore regionale Lega Andrea Caroppo.

Ilva: indetto sciopero in tutti gli stabilimenti


TARANTO - Una mobilitazione dei lavoratori è stata proclamata in tutti gli stabilimenti dell'Ilva e un presidio sotto il Mise l'11 settembre. Ad annunciarlo i sindacati in una lettera inviata al premier Conte e al ministro dello Sviluppo economico Di Maio. "Dal 6 agosto attendiamo notizie per la ripresa del negoziato e la valutazione di legittimità da parte del ministero della gara per l'aggiudicazione del gruppo Ilva", secondo Marco Bentivogli (Fim Cisl), Francesca Re David (Fiom Cgil), Rocco Palombella (Uilm Uil) e Sergio Bellavita (Usb). "Lunedì 27 agosto abbiamo sollecitato unitariamente il governo a convocare tutte le parti e a oggi non abbiamo ancora avuto risposta", considerando che il 15 settembre scade l'amministrazione straordinaria e le risorse finanziarie "sono quasi esaurite".

Previsto invece per il 5 settembre al ministero dello Sviluppo economico il tavolo sulla situazione dell'azienda. A partecipare all'incontro saranno oltre ai sindacati, la società AmInvestco, il ministro Luigi Di Maio e i commissari straordinari di Ilva. Poco prima i sindacati, in una lettera a Conte e Di Maio, avevano minacciato lo sciopero in tutti gli stabilimenti dell'Ilva e un presidio sotto il Mise l'11 settembre.

Ad Ostuni il 'Concorso Internazionale Trofeo Città bianca'


OSTUNI - Dalla stretta collaborazione tra Rassegna Italia s.a.s. e l’Associazione Culturale “Espressioni d’Arte”, nasce Il progetto ”Concorso Internazionale TROFEO CITTA’ BIANCA” che ha lo scopo di affiancare e promuovere il talento emergente in campo artistico e culturale, offrendo agli artisti italiani ed esteri occasioni di visibilità, in una logica di sostegno che mira a favorirne l’ingresso nel mercato dell’arte. Il Premio, patrocinato dal Comune di Ostuni, intende stimolare la riflessione sull’arte contemporanea nel territorio italiano.

Il progetto si sviluppa attraverso l’organizzazione di un Concorso/Mostra annuale che consente agli artisti, operanti nelle categorie della pittura, scultura, grafica e fotografia, di essere esaminati da una giuria composta da due affermati e riconosciuti esperti nel campo delle Arti plastiche e visive, e un noto esperto nel campo della fotografia mentre un componente segretario legato all’associazione verbalizzerà l’operato dei giurati. Inoltre agli artisti partecipanti al concorso viene data la possibilità di esporre le proprie opere in un periodo in cui il flusso turistico raggiunge tantissime presenze.

Il Premio è aperto ad artisti professionisti, emergenti, giovani artisti e principianti di qualsiasi nazionalità che operano sul territorio nazionale o estero. Il premio incoraggia la partecipazione di artisti di ogni livello. La qualità, la ricerca, l’originalità e l’innovazione saranno i criteri fondamentali della selezione.

Una particolare sezione, da considerarsi fuori concorso, sarà dedicata alla scuola di ogni ordine e grado, per stimolare e spronare la creatività e l’avvicinamento dei giovani alle diverse forme artistiche.

Quest’anno, 2018, Il tema del Concorso è “MEDITERRANEO”, che coniuga Attualità, Natura e Culture diverse per raccontare il nostro territorio e differenti stili di vita attraverso le arti visive.

Il Mediterraneo, osservato dai differenti sguardi, sarà interpretato e celebrato nelle opere di artisti e fotografi che evidenzieranno il legame esistente tra l’uomo e il territorio suggerendo messaggi artistici che possano stimolare una più ampia e differente visione del tema sopra indicato.

La Manifestazione si svolgerà in Ostuni presso il Chiostro di Palazzo San Francesco, dal 31 agosto al 2 settembre e gli artisti saranno suddivisi nelle sezioni come sopra citate.

Il Concorso/Mostra conterrà nel suo interno e per l’intera durata della mostra momenti musicali e di intrattenimento unitamente a incontri culturali con critici e giornalisti che affronteranno tematiche per stimolare la riflessione sull’Arte contemporanea nel panorama Internazionale.

Svolgimento della Manifestazione

La giuria esaminerà le opere presenti e, a suo insindacabile giudizio, dopo aver verificato che le opere siano conformi al tema, al regolamento e ai criteri fondamentali della selezione: qualità, ricerca, originalità e innovazione, assegnerà il 1°, il 2°, il 3° premio e le eventuali segnalazioni per ogni categoria artistica.

Le opere che non avranno superato la selezione saranno comunque esposte ma considerate fuori concorso.

Durante lo svolgimento della manifestazione i visitatori saranno allietati dalle seguenti forme di intrattenimento:

31 agosto: Manifestazione canora e musica dal vivo

1 settembre: Intrattenimento, canto musica e poesia a cura di Ferdinando Sallustio
2 settembre: Premiazione. A tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione e ai primi tre classificati, la targa bronzea, argentata e dorata mentre un premio in denaro sarà assegnato solo ai primi classificati per ognuna delle quattro categorie.

Lecce, grave incidente stradale: muore 44enne


LECCE - Dramma per un uomo di 44 anni, Luca Capoccia, di Lecce, deceduto in un incidente stradale avvenuto nella notte sulla strada provinciale che collega Giuggianello a Minervino. Molto conosciuto in città dove gestiva una cornetteria in viale Alfieri, Capoccia era alla guida della sua Smart quando, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo che è finito fuori dalla carreggiata.

A dare l'allarme è stato un automobilista di passaggio. Vani i soccorsi dei sanitari del 118. Sul posto per i rilievi sono intervenuti carabinieri e polizia stradale. Capoccia collaborava anche come fotografo per il giornale online "Lecceprima".

Maltempo sul Gargano, M5S visita i paesi colpiti: “Porteremo in Regione e in Parlamento le istanze dei cittadini''


I parlamentari del Movimento 5 Stelle Marialuisa Faro, Giorgio Lovecchio e Gisella Naturale e la consigliera regionale Rosa Barone hanno visitato questa mattina San Nicandro Garganico, Cagnano, Lido del Sole e Rodi, alcuni dei paesi colpiti dall'alluvione dello scorso 26 agosto.

"Abbiamo incontrato - dichiarano i pentastellati - i sindaci dei territori colpiti e i proprietari delle aziende agricole e turistiche che hanno subito danni ingenti dalla forza dell'acqua. Imprenditori che ci hanno detto quanto per loro sia importante la presenza delle istituzioni di Governo”.

“Stiamo documentando tutto - continua la consigliera Barone - e porteremo tutto il materiale raccolto sia in Regione che in Parlamento. I nostri deputati illustreranno tutto quanto al Governo. Siamo vicino ai cittadini colpiti e alle aziende che hanno subito gravi danni. Piogge e grandinate - spiega la senatrice Gisella Naturale - hanno messo in ginocchio l’agricoltura in diverse località. In qualità di componente della Commissione Agricoltura mi farò portavoce delle istanze delle aziende danneggiate dal maltempo”.

“C’è un problema di manutenzione dei vari canali - dichiara il deputato Giorgio Lovecchio - e nel territorio di San Nicandro c'è anche il problema delle paratie del Lago di Lesina che spesso restano chiuse e l'acqua non trova via di sbocco tracimando nei terreni agricoli".

Ringrazio i colleghi per la loro presenza nel "mio" territorio - rimarca l’onorevole Marialuisa Faro - abbiamo avuto gravi ripercussioni sulle strutture turistiche e le aziende agricole. Stiamo verificando tutte le problematiche per cercare le soluzioni il più presto possibile".

Sequestra ragazza e colpisce amico a martellate, arrestato


BARI - Accusato di aver sequestrato e picchiato la fidanzata ventenne e di averne preso a martellate il presunto amante, è finito in manette un pregiudicato 29 enne di Monopoli, arrestato dalla Polizia.

La ragazza ha raccontato che l'uomo, con cui ha una relazione da poche settimane, l'ha aggredita accusandola di avere una relazione "clandestina" con un loro amico in comune. L'uomo però non le ha creduto e l'ha prima costretta a girare con lui per tutta la notte e poi, dopo aver assunto cocaina in sua presenza, l'ha obbligata ad ammettere il tradimento.

Notte della Taranta: 200 mila al concertone


Successone per la Notte della Taranta targata Andrea Mirò. Dalle 19 alle 3.30 del mattino in 200 mila hanno ballato sulle note della pizzica, nel piazzale dell'ex convento degli Agostiniani, al ritmo dei tipici tamburelli. Sul palco del Concertone di Melpignano è stato dimostrato che "contaminare la tradizione" non significa tradire ma tramandare.

Presenti anche i cantanti de "Il Volo", rimasti però nel backstage, ma che l'anno prossimo potrebbero esibirsi: "ci piacerebbe moltissimo - hanno detto - la musica non ha barriere".

Ampia e varia la partecipazione di questa edizione 2018, dagli indiani Dhoad Gypsies alla popstar italoamericana LP, passando per Clementino e la violinista cubana Yilian Canizares.

Rotta conduttura, allagato il tribunale di Bari


BARI - La scorsa notte la conduttura idrica di un bagno nel Palazzo di giustizia di piazza De Nicola ha ceduto, provocando l'allagamento di un intero piano del tribunale barese. L'ufficio notifiche e l'ufficio esecuzioni, siti al piano terra del palazzo, sono stati letteralmente inondati, con l'acqua che ha raggiunto l'altezza delle scrivanie e dei computer, causando anche un corto circuito.

La scoperta è avvenuta questa mattina ad opera dei cancellieri, all'apertura degli uffici. Tramite appositi macchinari l'acqua è stata drenata e il personale addetto alle pulizie ha raccolto - almeno stando a quanto raccontato ad Ansa - oltre cento secchi, impiegando ore per ripulire l'intero piano.

L'ufficio è rimasto chiuso per l'intera mattinata. I tecnici informatici sono attualmente al lavoro per ripristinare pc e stampanti, mentre ci sarà poco da fare per alcuni faldoni rimasti bagnati.

Fulmine colpisce una spiaggia nel Salento, quattro feriti, uno grave

(Foto di repertorio)

Con il maltempo si è verificato un gravissimo incidente nel leccese. Mentre alcuni bambini giocavano in spiaggia sul bagnasciuga di una spiaggia fra Porto Cesareo e Torre Lapillo, un fulmine li ha sorpresi, ferendo quattro persone. Tra di loro, il più grave è un ragazzino di 13 anni, trasportato in codice rosso all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove è stato sottoposto ad una Tac.

Dramma a Leporano, un bambino di due anni soffocato da acino d'uva


Un'inutile, disperata corsa in ambulanza verso il Poliambulatorio di Leporano, per cercare di salvare la vita ad un bimbo di soli due anni, che mangiando dell'uva, era rimasto soffocato da un chicco. Il drammatico episodio è avvenuto a Leporano, nel tarantino, dove il piccolo era con i genitori. I sanitari del 118, dopo aver praticato in maniera vana le manovre di rianimazione, hanno portato il bambino di corsa all'ospedale, senza riuscire però a salvarlo.

Morto ex senatore Novi, travolto da furgone nel foggiano


FOGGIA - Travolto e morto sul colpo Emiddio Novi, politico 72enne ed ex parlamentare di Forza Italia per quattro legislature. L'uomo è stato ucciso da un mezzo della nettezza urbana di San'Agata di Puglia, in provincia di Foggia, e un fascicolo è stato aperto dalla Procura per ricostruire la dinamica dell'accaduto, per accertare eventuali responsabilità dell'incidente.

L'ex senatore era nato a Sant'Agata di Puglia nel 1946, giornalista, era stato coordinatore dei servizi Interni, Esteri ed Economia per il "Roma", nonchè inviato negli Stati Uniti. Fu eletto deputato nel 1994 e senatore dal 1996 al 2008, sempre con Forza Italia; si candidò anche come sindaco del centrodestra a Napoli, nel 1997.

Tribunale di Bari, Decaro: "tentativo di scaricare problemi sui Comuni"



BARI - In merito alla nota pubblicata questo pomeriggio sul sito del Ministero della Giustizia sulla vicenda di via Nazariantz, il sindaco di Bari Antonio Decaro dichiara quanto segue: “Sono sempre stato consapevole che la competenza esclusiva in ordine alla agibilità o meno di un edificio spetti al Comune. Tuttavia nell'edificio di via Nazariantz non si esercita un'attività qualunque, ma si svolge una funzione primaria per i cittadini, quella giudiziaria.

Per questo il Comune, con i suoi tecnici, ha definito un percorso teso a salvaguardare al contempo la sicurezza degli operatori e la prosecuzione delle funzioni attraverso una procedura di sgombero con misure cautelative articolata in un arco temporale di 90 giorni. Sin dal mese di maggio, il Comune però ha chiesto al Governo di riconoscere l'eccezionalità della situazione, dichiarando lo stato di emergenza proprio per utilizzare procedure di urgenza per evitare di ritrovarsi, alla fine di agosto, senza soluzioni definitive.

Ilva, Di Maio: "gara illegittima, ma non si può annullare"


TARANTO - "La gara è illegittima, ma non si può annullare. Per questo é un delitto perfetto" perpetrato con "eccesso di potere". Con queste parole si è espresso Luigi Di Maio durante una conferenza stampa al Mise, convocata proprio riguardo il parere dell'Avvocatura di Stato relativo alla gara di aggiudicazione ad ArcelorMittal dell'Ilva di Taranto. "Mittal - ha aggiunto - è sempre stata in buona fede. Il delitto perfetto lo ha fatto lo Stato creando una procedura piena di vizi e illegittimità".

Il ministro dello Sviluppo Economico ha anche aggiunto che "se un'azienda ci chiedesse di partecipare alla gara, ci sarebbero le ragioni di opportunità, noi potremmo revocarla", sottolineando che "saremo al tavolo con le parti sociali: un accordo che porta lavoro a Taranto rappresenta l'interesse pubblico attuale e concreto da tutelare, che eviterebbe la revoca della gara".

Di Maio ha poi concluso rimarcando che non ci saranno proroghe all'amministrazione straordinaria dell'Ilva, prossima alla scadenza del 15 settembre.

Migranti alla deriva su veliero, soccorsi al largo del Salento


LECCE - Gli uomini della Capitaneria di Porto e del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari sono intervenuti in soccorso di un veliero alla deriva, carico di migranti. L'imbarcazione è stata intercettata la notte scorsa grazie ad un razzo di segnalazione lanciato dallo stesso veliero, battente bandiera statunitense.

Dopo averlo rimorchiato e potato nel vicino porto di Santa Maria di Leuca, gli agenti hanno ritrovato a bordo della nave 34 migranti di origini iraniane ed irachene, fra cui una donna. Identificati e trasferiti presso il centro di prima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto, pare che i migranti siano stati abbandonati da scafisti le cui ricerche non hanno ancora dato esiti positivi.