Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

Sbarcati a Pozzallo tutti i 450 migranti. Paesi Ue pronti ad accoglierne 50 ciascuno

Sono sbarcati nella notte a Pozzallo, in Sicilia, i 380 migranti rimasti a bordo delle due navi di Frontex e della Guardia Costiera, i pattugliatori Protector e Monte Sperone. Il via libera del Viminale era arrivato nella tarda serata di domenica, dopo l'impegno di Malta, Francia, Germania, Spagna e Portogallo ad accoglierne 50 ciascuno.

"È una vittoria politica", esulta il ministro dell'interno, Matteo Salvini, alla notizia.

"Oggi per la prima volta potremo dire che sono sbarcati in Europa", si afferma dalla presidenza del Consiglio.

Lo sbarco iniziato dopo le due si è concluso all'alba. Nella serata di ieri erano state fatte scendere le donne e i bambini e alcune profughe bisognose di assistenza sanitaria con i loro figli

Dl Dignità, Di Maio e Tria: mai accusati Mef e Ragioneria

ROMA - Il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, "non ha mai accusato né il ministero dell'Economia e delle finanze, né la Ragioneria generale dello Stato di alcun intervento nella predisposizione della relazione tecnica al dl dignità".  "Certamente, però, bisogna capire da dove provenga quella 'manina' che, si ribadisce, non va ricercata nell'ambito del Mef", si legge in una nota ministeriale.

In merito poi alla relazione tecnica, il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ritiene che "le stime di fonte Inps sugli effetti delle disposizioni relative ai contratti di lavoro contenute nel decreto siano prive di basi scientifiche e in quanto tali discutibili".

Trema la Calabria: terremoto di magnitudo 4,4 al largo di Tropea

TROPEA - Una forte scossa di terremoto di magnitudo 4,4 é stata registrata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) al largo delle coste di Tropea, in Calabria, a una profondità di 57 km. 

Anche la popolazione ha avvertito distintamente il sisma, con decine di chiamate ai Vigili del fuoco e alla Polizia anche da parte dei turisti che affollano le località balneari calabresi, ma non si registrano danni o feriti.

In particolare, il terremoto ha avuto come epicentro il tratto di mare ricompreso fra Parghelia e Tropea, lungo la costa del Vibonese. Il sisma è stato chiaramente avvertito nei centri di Ricadi, Drapia, Nicotera, Parghelia, Zaccanopoli, Zungri, Joppolo, Tropea, Zambrone e nella città di Vibo Valentia.

Lungo lo stesso tratto di costa del Vibonese si erano già registrate e scosse di terremoto il 15 e 20 febbraio scorsi e il 26 dicembre 2017. 

Salvini: barcone con 450 migranti non venga in Italia

ROMA - "Un barcone con 450 CLANDESTINI a bordo è da questa mattina in acque di competenza di Malta, che si è fatta carico di intervenire. A distanza di ore però nessuno si è mosso, e il barcone ha ripreso a navigare in direzione Italia. Sappiano Malta, gli scafisti e i buonisti di tutta Italia e di tutto il mondo che questo barcone in un porto italiano NON PUÒ e NON DEVE arrivare. Abbiamo già dato, ci siamo capiti?". E' quanto scrive il ministro dell'Interno Matteo Salvini sui profili twitter e Facebook.

Cellulare alla guida: in fase di test un nuovo cartello stradale digitale che rivela i segnali della rete mobile

ROMA - Un pannello a led è il nuovo strumento in grado di scovare chi guida parlando al cellulare nel tentativo di limitare l’uso. Dal 10 luglio nella contea di Norfolk, nel Regno Unito, è stata avviata una fase di sperimentazione di un nuovo tipo di segnale stradale. Si tratta di un pannello montato su palo verticale, provvisto di un sistema tecnologico in grado di rilevare quando un conducente effettua una chiamata durante la guida.

Il dispositivo sviluppato dalla società inglese Westcotec. è composto da due elementi: un'antenna che rileva diversi segnali della rete mobile, dal GPRS al più recente 4G, e un pannello a led. Quest'ultimo visualizza un'immagine che ricorda al conducente che usare il telefono durante la guida è un’infrazione del codice della strada. La società ha spiegato che il sistema è in grado di rilevare l’utilizzo del Bluetooth, in questo caso non si accenderebbe. Quattro pannelli sono stati installati nella contea di Norfolk, dove il test durerà sedici settimane. Anche in Nuova Zelanda sono stati impiegati questi nuovi cartelli digitali, mentre altri paesi dicono di essere interessati, tra questi l’Argentina e la Slovenia.

Il dispositivo, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è un sistema di prevenzione, non include una fotocamera che potrebbe consentire alla polizia locale di multare i trasgressori. Questo anche perché non è in grado di distinguere se la chiamata è stata effettuata dall'autista o da uno dei passeggeri del veicolo.

Migranti: nasce 'asse dei volenterosi' tra Italia, Austria e Germania

ROMA - Raggiunta un'intesa tra paesi dell'Ue guidata da Austria, Germania e Italia per frenare le partenze dei migranti e gli sbarchi in Europa: l’accordo è stato siglato a Innsbruck al termine di un incontro trilaterale tra il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e i colleghi tedesco Horst Seehofer e austriaco Herbert Kickl.

"Siamo vicini e andiamo d’accordo su cose molto importanti che riguardano il futuro dell’Europa in una materia dove per molto tempo c’è stata mancanza di ordine", ha sottolineato Kickl, "vogliamo evitare che i migranti possano arrivare facilmente in Europa, a parte le persone veramente vulnerabili".

Kickl ha annunciato un nuovo incontro a tre il 19 luglio a Vienna "per continuare la collaborazione positiva e realizzare questo grande progetto".

"Sarà una soddisfazione se le proposte italiane potranno diventare europee con una riduzione delle partenze, degli sbarchi, dei morti e dei costi. Se il modello italiano diventerà europeo è motivo di orgoglio", ha dichiarato il ministro dell'Interno Salvini. La a priorità secondo Salvini resta la difesa dei confini esterni, “deciso questo ci accorderemo anche sulla redistribuzione dei migranti già arrivati”.

Trapani: arriva la Diciotti con 67 migranti

TRAPANI - E' pronta ad approdare nel porto di Trapani, al molo Ronciglio, la nave 'Diciotti' della Guardia costiera con 67 migranti trasbordati domenica dal mercantile italiano Vos Thalassa.

Nei programmi l'approdo era stato stabilito verso le 8, ma nel corso delle ore ha subito uno slittamento - forse intorno alle 10 - per consentire alle forze dell'ordine salite ieri a bordo di mettere insieme gli elementi e le testimonianze raccolte durante le operazioni di identificazione dei protagonisti delle tensioni che hanno determinato il trasferimento dal cargo.

Sul molo sono arrivati gli agenti e i blindati della polizia. Presenti anche numerosi giornalisti. Accanto i tendoni per accogliere i migranti. "La nave è vicina - si apprende da una fonte della polizia - ma stanno definendo alcune cose, quindi c'e' ancora qualche incertezza sui tempi".

Sbarca la Diciotti a Trapani. Conte: da immigrazione rischio di arrivo foreign fighters

Il tema dell'immigrazione tiene ancora banco tra le fila del Governo Conte. "Le minacce sul fronte Sud per quanto riguarda il terrorismo sono molto significative", ha dichiarato il premier al suo arrivo al vertice Nato a Bruxelles, sottolineando l'importanza del rafforzamento dell'hub Nato di Napoli.

"Dalla stessa immigrazione - ha aggiunto Conte - potrebbero arrivare rischi e pericoli di foreign fighter".

"L'incontro con Salvini" di stamattina "è andato molto bene, ci siamo aggiornati. A breve assumeremo iniziative italiane per dare continuità alle conclusioni del vertice Ue di giugno" precisa Conte.

In mattinata si è tenuto il vertice tra il premier, Giuseppe Conte, e lo stesso ministro dell'Interno. "Con Conte c'è una linea comune: rafforzare la sicurezza dei cittadini cittadini italiani ponendo al centro del Vertice il fatto che non possiamo essere lasciati soli", ha detto Salvini al termine della riunione.

A tal riguardo, Salvini porterà a Innsbruck un documento sui migranti condiviso da tutto il governo italiano. A riferirlo il titolare della Farnesina Enzo Moavero Milanesi rispondendo "sì" ad una domanda in merito dei giornalisti al suo arrivo al vertice della Nato con il premier Giuseppe Conte.

E' sbarcata intanto a Trapani la nave Diciotti della Guardia Costiera con a bordo i 67 migranti salvati dal rimorchiatore italiano Vos Thalassa davanti alla Libia. L'approdo, a quanto si apprende, è previsto nel primo pomeriggio di oggi.

Migranti, Salvini: con Conte linea comune

ROMA - "Con Conte c'è una linea comune: rafforzare la sicurezza dei cittadini cittadini italiani, ponendo al centro del dibattito europeo il fatto che non possiamo essere lasciati soli". E' quanto dichiara il vicepremier Matteo Salvini al termine del vertice con il Presidente del consiglio Giuseppe Conte.

Il Partito Democratico secondo l'autore Simone Tedeschi




di REDAZIONE - L'autore ligure ​Simone Tedeschi presenta un saggio politico di ampio respiro, che riesce a soddisfare pienamente sia chi vuole approfondire una materia che già padroneggia, sia chi si approccia per la prima volta a un testo di politologia. Il Partito Democratico. Origine, organizzazione e identità ha uno stile chiaro e informativo, e fornisce al lettore meno esperto gli strumenti adatti alla comprensione dell’opera. Partendo dalla “preistoria” del Partito Democratico, e analizzando i fattori che hanno portato alle modifiche del suo sistema di pensiero e della sua struttura interna, il saggio prende in esame ogni tappa, contraddizione e svolta di un’organizzazione che ha visto tanti attori forti e in contrasto tra loro, e momenti di consenso generale e di disfatta. Un racconto che oltre ad essere accurato in ogni dettaglio riesce anche a interessare e coinvolgere con i suoi tanti spunti di riflessione.

Simone Tedeschi è nato a Genova nel 1980. Ha conseguito la laurea in Filosofia Politica presso l’Università di Genova per poi collaborare dal 2007 al 2011 come assistente alla ricerca e alla didattica con il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Genova e con il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Pavia. Presso il medesimo Ateneo ha conseguito il Dottorato di ricerca in Scienza politica – Analisi comparata delle democrazie con una tesi sul processo fondativo del Partito Democratico. È stato Consigliere comunale a Tassarolo e dal 2009 è Assessore nel Comune di Novi Ligure con deleghe alla Cultura (fino al 2014) e, dal 2014 in avanti, al Bilancio, al Patrimonio e ai Tributi. È cofondatore di Epoké Ricerche e di Edizioni Epoké, la casa editrice di cui è attualmente Presidente. Il Partito Democratico. Origine, organizzazione e identità è la sua prima monografia.

Dl Dignità, Di Maio: non lo annacquiamo

ROMA - No a dietrofront sul Dl Dignità. "Il Parlamento deve avere la possibilità di discutere il decreto e di migliorarlo, credo non ci sia bisogno della fiducia ma, lo dico da capo politico del M5s, non arretreremo sulle norme", ha dichiarato il vicepremier Luigi Di Maio a Radio1 in merito al decreto, criticato da molti settori imprenditoriali che chiedono modifiche in sede di conversione. Migliorare significa aggiungere" e non "annacquare", dicendosi aperto a emendamenti per "eliminare qualche altra scartoffia burocratica per le imprese o aumentare le pene per le aziende che delocalizzano".

Meduse giganti presto sulle spiagge italiane? Nell’Adriatico la super-medusa tornata dal passato

ROMA - Un diametro che varia da 50 cm a 2 metri e filamenti che possono raggiungere più di 30 metri di lunghezza. Una nuova medusa sbarca sulle spiagge britanniche e terrorizza i bagnanti. Questa specie è una delle più grandi meduse del mondo. Oltre a dimensioni impressionanti, è anche un vero pericolo perché i suoi morsi possono causare irritazione, crampi e persino arresto respiratorio in alcune persone. Come riportato i media francesi, molti nuotatori delle coste inglesi e irlandesi che sono entrati in contatto, sono stati ricoverati in ospedale.

A causa dei cambiamenti climatici, la medusa Cyanea capillata , chiamata "la criniera del leone", sta visitando la costa del Galles. Fino ad ora, questa medusa vagava nelle fredde acque del Nord Atlantico o della Scandinavia. Mentre si lascia trasportare dalle correnti, si ritrova ora nel Regno Unito. "Ma sono presenti in tutto l'emisfero settentrionale. Questa medusa vive e cresce in mare aperto, piuttosto in profondità", spiega Maureen Midol, biologo marino del notissimo parco oceanologico "Océanopolis" di Brest, una città portuale della Bretagna, nella Francia nord-occidentale. Prima di aggiungere: "Ma di tanto in tanto, può capitare che arrivino sulla costa. Non è un'invasione, ma piuttosto la conseguenza del cambiamento climatico. Sono guidati dai venti e dalle correnti."

Le meduse potrebbero venire a terrorizzare i nuotatori italiani? Niente è impossibile. In ogni caso è molto difficile da prevedere, perché è una conseguenza dei fenomeni meteorologici. In Italia nell'estate del 2014 per ben due-tre volte è stata fotografata la Drymonema dalmatinum, parente della Cyanea capillata. La specie si chiama dalmatinum perché proprio in Dalmazia il naturalista Ernst Haeckel, nel 1880, la descrisse come specie nuova. Ma dopo quel ritrovamento fu rivista solo pochissime volte. La letteratura scientifica la segnala solo fino al 1945. Non si vedeva, quindi, da quasi 70 anni! Drymonema dalmatinum è tornata dal passato. Dove sarà stato nascosto un animale così grande, in un mare così piccolo? La risposta è semplice. Il ciclo di queste meduse è composto da una fase che vive attaccata al fondo. Si chiama «polipo», da non confondere col polpo. Questi polipi sono piccoli, di solito, e possono vivere a lungo. Ogni tanto producono meduse che, all’inizio della vita libera, sono piccole. Molte specie hanno meduse che restano piccole anche una volta raggiunta l’età adulta.

Nel Mediterraneo, quest'anno sino a pochi giorni fa, abbiamo letto e sentito di un'invasione della "Caravalle portoghese", in particolare sulle coste orientali della Spagna, arrivate li dopo le tempeste. Se il cambiamento climatico sta causando l'arrivo di meduse, potrebbe anche essere responsabile delle loro impressionanti dimensioni. In effetti, l'aumento della temperatura dell'acqua e una maggiore luminosità aumentano la quantità di cibo che mangiano, comunque un fenomeno pare ripetersi ogni anno in coincidenza del periodo della stagione balneare.

E si aggiunge un altro problema: più grande è la medusa, più aumenta la sua concentrazione del veleno fatale. Se incontri queste meduse sulle spiagge delle tue vacanze, non toccarle e avvisa rapidamente le autorità. Le meduse, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, rilasciano sostanze urticanti che provocano una reazione infiammatoria acuta caratterizzata da eritema, gonfiore, vescicole e bolle, accompagnata da bruciore e sensazione di dolore. Il tutto più o meno persistente a seconda della vicinanza del ‘contatto’.

Scatta la guerra commerciale Usa-Cina: via a dazi per 34 mld

ROMA - Allo scoccare delle 6:01 italiane (00:01 di Washington) è ufficialmente scattata la guerra commerciale tra Usa e Cina con l'operatività dei dazi al 25% sull'import di 818 beni, tra parti di auto, apparecchiature medicali, aerospazio e information technology. Si tratta di misure del valore di 34 miliardi di dollari, prima tranche di un'azione preliminare da 50 miliardi.

"Gli Stati Uniti - dichiara il ministero del Commercio cinese - hanno imposto dazi per 34 miliardi di dollari sull'import cinese con una mossa da "bullismo commerciale" che ha dato il via alla più grande guerra commerciale nella storia economica". E scattano le contro-misure di Pechino da 34 miliardi sull'importazione di beni Usa.

Nel mirino delle Dogane cinesi sono così finiti soia, carne, whiskey e altri alcolici e auto.

Ma l'escalation degli ultimi giorni non basta perchè il presidente Trump minaccia dazi ulteriori per 500 miliardi di dollari nel caso Pechino decida ritorsioni: il tycoon ha detto ai giornalisti al seguito di considerare, nel resoconto dei media americani, ulteriori dazi per questa cifra. Prima "34 miliardi e dopo ci sono altri 16 miliardi in due settimane e poi, come sapete, altri 200 miliardi in sospeso e dopo ancora altri 300 miliardi in sospeso. Ok? Quindi abbiamo 50 più 200 più quasi 300", ha detto Trump. Si tratta di giudizi che rafforzano i propositi di esclation di guerra commerciale con conseguenti effetti turbolenti a cascata sui mercati finanziari, azionari, valutari e delle materie prime, dalla soia al carbone

Malpensa, guasto su aereo: fumo in cabina di comando

MILANO - Momenti di paura su un aereo in transito all'aeroporto di Malpensa, a causa di fumi in cabina in un aereo a Malpensa. L’allarme è scattato ieri sera quando il pilota del volo Easyjet diretto a Heraclion, capitale dell'isola di Creta, subito dopo il decollo, ha chiesto di rientrare. Sul posto due mezzi di soccorso avanzati, e 5 ambulanze, poi rientrate.

Il 118 ha fatto sapere che i 178 passeggeri a bordo sono stati tutti visitati nell'ambulatorio dell'aeroporto ma nessuno ha riportato ferite né si trova in condizioni preoccupanti.

L’allarme, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” è scattato a causa di un “cattivo odore” all’interno della cabina dei passeggeri. Ma si è trattato solo in un guasto tecnico e non di un incendio. Il team della manutenzione è al lavoro per stabilirne la causa.

Fondi Lega, Anm: "Evocare intervento Capo dello Stato è incostituzionale"

ROMA - "L'evocare un possibile intervento del Capo dello Stato" nella vicenda dei sequestri relativi ai fondi della Lega "risulta essere fuori dal perimetro costituzionale". A scriverlo la Giunta esecutiva centrale dell'Anm in una nota diramata questa mattina, nella quale viene rilevato anche che "le modalità con cui il dibattito si e' alimentato creano confusione e rischiano di produrre effetti distorsivi sui precisi confini, fissati dalla Costituzione, tra la magistratura, autonoma e indipendente, e gli altri poteri dello Stato".

Francesco, quinto Papa in visita a Bari

di NICOLA ZUCCARO - Francesco sarà il quinto Papa che giungerà sabato 7 luglio 2018 a Bari e il quarto che visiterà la Basilica di San Nicola. Prima di Bergoglio, fu solo Benedetto XVI (che venerò più volte da cardinale le reliquie di San Nicola) che tornò nel capoluogo pugliese il 29 maggio 2005 per la conclusione dei lavori del XXIV Congresso eucaristico nazionale con la Santa Messa celebrata presso l'Ansa di Marisabella. Sono stati solo 4 i Papi che hanno reso visita al tempio nicolaiano.

Urbano II (1088-1099) giungerà a Bari una prima volta nel 1089 per riporre le reliquie del Santo sotto l'altare della Cripta. Vi ritornerà nel 1098 per presiedere un sinodo locale, conosciuto come il "Concilio di Bari", al quale parteciperà il futuro Papa Pasquale II che subentrò a Urbano II e che regnò fino al 1118.

Callisto II raggiungerà Bari nel 1120 per liberare Costanza, vedova di Boemondo, dalla prigionia cui l'aveva costretta Grimoaldo. Non è certo se in quella occasione rese omaggio alle reliquie di San Nicola.

Anacleto II (1130-1138), eletto (anti)papa, nel 1130 verrà a Bari per un Concilio che sarà poi celebrato in altra sede. Avrà senz'altro venerato le reliquie del Vescovo di Myra, perchè prima di essere eletto Papa era stato Cardinale-diacono di San Nicola in carcere a Roma.

Innocenzo II (1130-1143) verrà a Bari nel 1137 e scriverà una delle pagine più gloriose della Basilica, quando alla presenza dell'Imperatore Lotario celebrerà solennemente la festa della Pentecoste.

Giovanni Paolo II (1978-2005) verrà pellegrino sulla tomba del Santo, il 26 febbraio 1984, dopo aver pronunciato in Basilica un celebre discorso ecumenico e accenderà, insieme con il Metropolita di Myra Chrysostomos Konstantidinis, la lampada uniflamma.

Questo rito sarà ripetuto da Francesco, sabato 7 luglio 2018, con i Patriarchi quale immagine di una Chiesa in comunione. 

Lega, Salvini: da Cassazione sentenza politica

ROMA - "È una sentenza politica, vogliono metterci fuori causa per via giudiziaria. Chi parla di soldi rubati viene querelato: ho tanti difetti ma non transigo sulla mia onestà. Se c'è giudice che vuole metter fuori legge un partito, auguri. Siamo sereni". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ospite di Luca Telese e David Parenzo, commentando la sentenza della Cassazione che dispone il sequestro di 49 milioni alla Lega.

"Quei soldi non ci sono, non li ho mai visti. È un processo evidentemente politico che riguarda fatti di più di 10 anni fa su soldi che io non ho mai visto. Gli posso portare i soldi dati dai pensionati domenica a Pontida per comprare magliette e cappellini e patatine fritte", ha aggiunto.

Indonesia, incidente a traghetto: 29 morti

Nuovo dramma nei mari indonesiani, dove circa 70 persone sono morte o disperse dopo un incidente che ha coinvolto un traghetto con circa 140 passeggeri, che si è arenato durante una tempesta, 300 metri al largo dell'isola di Selayaer.

Secondo le autorità i morti sono 29. Le onde hanno completamente sommerso il ponte del traghetto, spazzando via camion e altri veicoli che si trovavano a bordo, mentre i soccorsi sono difficoltosi a causa dei forti venti e del mare mosso.

L'imbarcazione era partita dall'isola di Sulawesi per la vicina Selayar. A bordo vi era anche un'ingente cifra di denaro equivalente a 2 milioni di dollari destinato alla filiale di una banca per il pagamento di dipendenti pubblici. Non c'è più traccia del denaro e di due funzionari responsabili del carico.

Cassazione: sequestrare i 48 mln alla Lega

ROMA - "Ovunque venga rinvenuta" qualsiasi somma di denaro riferibile alla Lega Nord - su conti bancari, libretti, depositi - deve essere sequestrata fino a raggiungere 49 milioni di euro, provento della truffa allo Stato per la quale e' stato condannato in primo grado l'ex leader leghista Umberto Bossi. Lo sottolinea la Cassazione nelle motivazioni che accolgono il ricorso del pm di Genova contro Matteo Salvini contrario ai sequestri a 'tappeto'. Il Riesame ora deve sequire le indicazioni degli ermellini'. Finora bloccati 1,5mln di euro.

Secondo supremi giudici, la Guardia di Finanza può procedere al blocco dei conti della Lega in forza del decreto di sequestro, emesso lo scorso 4 settembre dal pm di Genova, senza necessita' di un nuovo provvedimento per eventuali somme trovate su conti in momenti successivi al decreto.

“Forse l’efficacia dell’azione di governo della Lega dà fastidio a qualcuno, ma non ci fermeranno certo così”. Così Giulio Centemero, deputato della Lega e amministratore del partito, dopo la sentenza della Cassazione che dispone il sequestro di 48 milioni di euro al Carroccio. “Siamo stupiti di apprendere dalle agenzie, prima ancora che dalla Cassazione, le motivazioni della sentenza per cui dovrebbe proseguire il sequestro relativo a 48 milioni di euro di rimborsi elettorali. Consci della totale trasparenza e onestà con cui abbiamo gestito il movimento, con bilanci da anni certificati da società esterne, e non avendo conti segreti all’estero ma solo poche lire in cassa visti i sequestri già effettuati, sarà nostra premura portare in monetine da 10 centesimi al tribunale di Genova tutto quello che abbiamo raccolto come offerte da pensionati, studenti e operai durante il raduno di Pontida”, ha concluso Centemero.

Pensioni, Salvini: "Boeri fenomeno, ci saranno cambi"

"L'immigrazione positiva, pulita, che porta idee, energie e rispetto è la benvenuta. Il mio problema sono i delinquenti, come quello che ha ammazzato un italiano di 77 anni a Sessa Aurunca, preso a pugni da una di queste 'risorse' che ci dovrebbero pagare le pensioni. Perchè c'è ancora qualche fenomeno, penso anche al presidente dell'Inps, che dice che senza immigrati è un disastro. Ma ci sarà tanto da cambiare anche in questi apparati pubblici". A dichiararlo il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in un video postato su Fb durante la visita a un'azienda confiscata alla mafia.