Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

Brexit: trovato l'accordo con l'Ue

LONDRA - Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker fa sapere che è stato raggiunto un accordo sul divorzio tra Londra e l'Unione europea. L'uscita potrebbe ancora avvenire entro il 31 ottobre.

Il premier britannico Boris Johnson conferma via Twitter l'annuncio: "Abbiamo un grande nuovo accordo - sottolinea Johnson -, che ci restituirà il controllo" del nostro Paese. "Ora il Parlamento deve lasciare che la Brexit sia fatta", prosegue, confermando che il voto di Westminster vi sarà sabato durante una seduta straordinaria. "#GetBrexitDone", conclude il primo ministro con un suo slogan.

Poche ore prima la Cancelliera Merkel aveva fatto sapere che ultimi tempi c'era stato "un chiaro movimento" in avanti e che si è si era su "una via migliore".

Erdogan: "Via i terroristi e fermo l'offensiva"

ANKARA - "Se i terroristi se ne vanno dalla zona di sicurezza" che la Turchia vuole creare ai suoi confini nel nord della Siria "l'operazione Fonte di pace finirà". A sottolinearlo il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, parlando al gruppo parlamentare del suo Akp ad Ankara, aggiungendo che "ci sono alcuni leader che cercano di mediare" tra la Turchia e le forze curde nel nord della Siria. Ma "non è mai accaduto nelle storia della Repubblica turca che lo Stato si segga allo stesso tavolo di un'organizzazione terroristica".

Il leader turco sottolinea che "nella sua storia la Turchia non ha mai compiuto massacri di civili e non lo fa neppure ora".

Il presidente turco - rispondendo a una domanda della tv britannica Sky News nei corridoi del Parlamento di Ankara - fa poi sapere che non incontrerà la delegazione americana in Turchia, di cui fa parte il vicepresidente Mike Pence, che comunque incontrerà la controparte. "Quando verrà Trump, vedrò lui".

Whirlpool, l’azienda: 'Chiudiamo il primo novembre'


NAPOLI – Whirlpool Napoli chiude i battenti. “Vista l’impossibilità di una discussione sul merito del progetto di riconversione e i mesi di incontri che non hanno portato ad alcun progresso nella negoziazione, l’Azienda, come comunicato durante la riunione a Palazzo Chigi, si trova costretta a procedere alla cessazione dell’attività produttiva, con decorrenza 1 novembre 2019”.A renderlo noto Whirlpool dopo l’incontro a Palazzo Chigi, avvenuto alla presenza del premier Giuseppe Conte, e del ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli.

Whirlpool Emea prende atto “con grande rammarico della mancata disponibilità da parte del governo a discutere il progetto di riconversione del sito. Tale progetto, come più volte sottolineato, rappresenterebbe l’unica soluzione in grado di garantire la salvaguardia occupazionale e la sostenibilità nel lungo periodo dello stabilimento di Napoli. Come infatti già presentato nei mesi scorsi, Whirlpool Emea durante l’incontro odierno ha ripercorso le opzioni alternative alla riconversione, non sostenibili nel medio-lungo termine”.

Secondo l’azienda “nonostante ingenti investimenti realizzati negli ultimi anni, lo stabilimento di Napoli non è più sostenibile per via di una crisi strutturale. Il sito opera infatti al di sotto del 30% della capacità di produzione installata a causa del drastico declino della domanda di lavatrici di alta gamma a livello internazionale e di congiunture macroeconomiche sfavorevoli, condizioni non previste né in alcun modo prevedibili al momento della sottoscrizione del Piano Industriale del 25 ottobre 2018”. Per l’azienda “la disponibilità confermata oggi dal governo e quella inclusa nel decreto per la risoluzione delle crisi aziendali sono misure non risolutive e che non possono incidere né sulla profittabilità del sito di Napoli nel lungo periodo, né sulla competitività di Whirlpool nella regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa)”.

Whirlpool Emea “tiene a ribadire la strategicità dell’Italia, dove sono impiegate circa 5.500 persone e dove l’Azienda ha realizzato investimenti significativi nel corso degli anni, arrivando a costruire la più forte presenza produttiva del settore. In questo contesto, Whirlpool Emea confida nella continua collaborazione con il Governo italiano per supportare la propria forte presenza nel Paese e per garantire che gli investimenti rendano i propri impianti competitivi per il mercato globale”.

Lampedusa, motovedette salvano 290 migranti

(ANSA)
LAMPEDUSA - Sono circa 290 i migranti a bordo di un barcone soccorsi a 32 miglia da Lampedusa, in acque sar maltesi, da motovedette italiane della Guardia costiera e della Guardia di finanza che sono ora in attesa di un 'place of safety', un porto sicuro dove sbarcare.

Scossa magnitudo 3.8 al largo delle Eolie

ROMA - Trema la terra nel Sud Italia. Una scossa di terremoto di magnitudo 3,8 è stata registrata al largo delle isole Eolie. L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha registrato il sisma alle 22,42 di lunedì sera con ipocentro a 297 km di profondità ed epicentro 91 chilometri a nord-ovest di Messina. Non si hanno notizie di danni a persone o cose.

Siria: parte l'assalto turco a Manbij

ANKARA - E' partita l'offensiva delle truppe turche insieme alle milizie arabe filo-Ankara su Manbij, località strategica controllata dai curdi a ovest del fiume Eufrate. A riferirlo via Twitter un leader degli stessi combattenti filo-turchi, Mustafa Seijari.

"Andremo fino in fondo. Siamo determinati. Finiremo quello che abbiamo iniziato". Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, confermando l'intenzione di non interrompere l'offensiva contro i curdi nel nord-est della Siria.

"Con l'operazione Fonte di pace - ha aggiunto - la Turchia ha intrapreso un passo vitale quanto l'operazione a Cipro del 1974", quando l'esercito di Ankara occupò la parte settentrionale dell'isola in risposta a un tentativo di golpe filo-greco.

Roberto Cavalli ricoverato in ospedale

MILANO - "Sono all'ospedale di Milano, niente di male, ma sono comunque nervoso, sono solo molto fortunato ad avere vicino a me la mia adorabile Sandra e i miei angeli Cristiana e Rachele. Ora mi aspetto molte belle parole da tutte le persone che mi amano in tutto il mondo e ho dimenticato di inviare milioni di baci a tutti i miei più cari amici, questa è la mia più grande ricchezza". A scriverlo in un post Facebook lo stilista Roberto Cavalli per informare i suoi amici del suo stato di salute e del ricovero.

Nella foto postata, lo stilista toscano mostra in primo piano di avere un tubo medicale nelle narici. Si stringe a lui la giovane fidanzata, Sandra Nilsson, ex coniglietta di Playboy, che fa coppia fissa con lo stilista fiorentino da qualche anno. Cristiana e Rachele sono le figlie di Cavalli.

Siria: truppe di Damasco vicino al confine turco

(ANSA/AP) 
DAMASCO - Hanno fatto il loro ingresso a Tal Tamr, cittadina a una ventina di km dal confine turco, le prime truppe siriane per "contrastare l'aggressione della Turchia": lo rende noto l'agenzia di stampa siriana Sana, che aggiunge che la popolazione locale ha dato il benvenuto ai soldati, schierati dal governo siriano in seguito all'inedito accordo di ieri con le milizie curde per contrastare l'offensiva turca.

Intanto arriva il monito di Donald Trump all'Europa di prendere i prigionieri Isis. "L'Europa - scrive il presidente americano su Twitter - se li sarebbe dovuti prendere indietro già prima dopo numerose richieste, senza permettere loro di scappare. Devono farlo ora. Quei prigionieri non verranno mai negli Usa, non lo permetteremo".

Ocean Viking soccorre 74 migranti


ROMA - Proseguono i salvataggi delle ong dinanzi alla costa della Libia. La Ocean Viking, nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, ha soccorso 74 migranti - tra di loro sei minori - che si trovavano su un gommone in difficoltà a circa 50 miglia dalle coste libiche. "Esausti dal pericoloso viaggio, sembrano tutti in condizioni stabili" ha reso noto Msf in un tweet.

New York piomba nel terrore: spari a Brooklyn, 4 morti

NEW YORK - La Grande Mela ripiomba nel terrore. Una sparatoria ha causato quattro morti e tre feriti. Il dramma si è consumato a Brooklyn, New York. L'allerta è scattata intorno alle 7 del mattino locali quando la polizia è arrivata nell'area di Crown Heights. Gli agenti si sono trovati davanti ai quattro morti e ai tre feriti gravi, ma non in pericolo di vita. Le indagini sono in corso.

Nobel per la pace al premier etiope Abiy Ahmed Ali

(Reuters)
STOCCOLMA - Il Nobel per la pace è stato assegnato al primo ministro etiope Abiy Ahmed Ali, secondo una rappresentante del comitato, "per i suoi sforzi per raggiungere la pace e la cooperazione internazionale, e in particolare per la sua decisiva iniziativa per risolvere il conflitto di confine con la vicina Eritrea".

"Il premio Nobel per la pace 2019 - ha poi precisato il Comitato in un tweet - intende anche riconoscere tutte le parti interessate che lavorano per la pace e la riconciliazione in Etiopia e nelle regioni dell'Africa orientale e nordorientale". "In stretta collaborazione con Isaias Afwerki, il presidente dell'Eritrea, il premiato di quest'anno ha rapidamente elaborato i principi di un accordo di pace per porre fine alla lunga situazione di stallo 'nessuna pace, nessuna guerra' tra Etiopia ed Eritrea".

"In Etiopia - ricorda il Comitato - anche se rimane molto lavoro da fare, Abiy Ahmed ha avviato importanti riforme per dare a molti cittadini la speranza per una vita migliore e un futuro più luminoso. Come primo ministro, Abiy Ahmed ha cercato di promuovere la riconciliazione, la solidarietà e la giustizia sociale".

Alitalia: disagi per sciopero piloti e assistenti

ROMA - Si sta tenendo lo sciopero di 24 ore dei piloti e assistenti di volo di Alitalia indetto dalla Fnta, federazione che riunisce i lavoratori aderenti ad Anpac, Anpav e Anp. Previste, durante la giornata, due fasce di garanzia, dalle 7:00 alle 10:00 e dalle 18:00 alle 21:00. I voli cancellati da Alitalia Sono 198 nella sola giornata di oggi. La compagnia ha tuttavia annullato anche alcuni collegamenti nella serata di ieri (14 voli) e nella prima mattinata del 10 ottobre (8 voli). Le liste dei voli cancellati sono pubblicati sul sito di Alitalia.

Salvini: 'Avevo sottovalutato l'attaccamento di Conte alla poltrona'

ROMA - Il leader del Carroccio Matteo Salvini attacca di nuovo il premier Giuseppe Conte e lo fa dalla poltrona di Di Martedì su La7: "Aveva sempre detto che se fosse caduto il governo sarebbe tornato a fare l'avvocato e invece eccolo lì. Di Conte avevo sottovalutato il suo attaccamento alla poltrona". Ma il leader leghista risponde anche su Matteo Renzi: "Con me ha in comune il nome, ha l'idea opposta di politica".

Poi il leader del Carroccio non ammette nessun errore agostano: "Far cadere il governo non è stato un errore. L'onore e il rispetto degli italiani valgono mille ministeri. Non faccio il Ministro se non posso fare quello che ho promesso". Per poi aggiungere: "Voglio che gli italiani tornino a votare e mi diano il mandato per tagliare le tasse. Non sto a scaldare la poltrona".

Quindi Salvini, incalzato sulla questione russa che coinvolge Savoini, ha ribadito che "si parla del nulla". Per poi rilanciare: "Ma vi pare che io vado in Russia a chiedere l'elemosina. Non ho chiesto nulla, non ho preso nulla. È un anno che si va avanti con questo nulla". E sfugge pure un commento colorito: "Dove cazzo li nascondo 60 milioni, li nascondo sotto terra nel giardinetto?. E su Savoini: "Io lo conosco come persona seria, se ha chiesto quello che ha chiesto non lo ha fatto a nome mio". Poi la battuta: "Se parliamo della Russia giochiamo a Risiko e conquisto la Kamchatka".

Prefetto Dispenza: 'Sciacallo chi specula sull'inesperienza degli agenti'

ROMA - "Sarebbe stato un difetto nelle fondine in dotazione al personale della Polizia di Stato a costare la vita ai due agenti uccisi oggi (ieri, ndr) a Trieste". Lo sottolinea Stefano Paoloni, segretario generale del Sindacato autonomo di polizia (Sap).

"Uno dei due agenti aveva già avuto problemi con la fondina rotante e gliene era stata data un'altra di vecchio tipo che non permette di bloccare l'arma al suo interno. All'altro collega che invece aveva la nuova fondina rotante - spiega Paoloni - è stata sfilata l'arma insieme al dispositivo di contenimento, poiché il supporto ha ceduto rompendosi. Questo è un difetto che come Sap stiamo denunciando da circa un anno con continue note al Dipartimento, il quale giorni fa ci ha anche risposto dicendo che sono in corso verifiche volte alla ricerca di soluzioni per le criticità rilevate. Abbiamo sempre denunciato questa anomalia che stavolta si è rivelata fatale. Se la dinamica dovesse essere confermata - conclude - sarebbe di una gravità inaudita e qualcuno dovrà assumersene la responsabilità".

L'ex vice capo della polizia Dispenza: "ci sarà sicuramente chi dirà che i ragazzi sono morti per le fondine difettose".

Pompeo avverte l'Italia: "Non consegnate i vostri dati ai cinesi"

ROMA - Il segretario di Stato americano mette in guardia dalle alleanze commerciali con Pechino e chiede anche di prestare attenzione "al rischio delle infiltrazioni russe nella politica italiana" e "alle gravi implicazioni dei voli in Italia della compagnia iraniana Mahan Airlines.

San Pietro, frammenti di soffitto giù durante la messa

(ap)
CDV - Si sono distaccati alcuni piccoli frammenti del soffitto della basilica di San Pietro ieri pomeriggio durante la messa celebrata dal Papa per l'ordinazione di quattro nuovi vescovi. La zona interessata, l'ala alla sinistra dell'altare, è stata evacuata. Nessuna conseguenza perché "si è trattato di frammenti piccolissimi" secondo alcune fonti presenti in basilica.

Fondi russi, Salvini: "Non è roba seria"

ROMA - Il leader della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa al Senato per la presentazione di un progetto di legge del gruppo Lega al Senato, a prima firma del senatore Gianfranco Rufa, che prevede di estendere la possibilità di versare il cinque per mille alle forze dell'Ordine. Così Salvini a margine: "Non c'è un dollaro, una lira, un fiorino, un rublo. Io non ho mai visto o chiesto niente e nessuno della Lega ha visto o chiesto niente. Possono fare e pubblicare tutti i disegnini che vogliono. Aspettiamo che chiuda l'inchiesta che va avanti da un anno. Parliamo di cose serie, questa non è una cosa seria".

Caos rifiuti a Roma: si dimette l'intero cda di Ama

(credits: Il Messaggero)
ROMA - Caos rifiuti nella Capitale. È la quarta volta in tre anni che si dimette il Cda di Ama, insediato da appena tre mesi. La rottura con il Campidoglio è dipesa dal bilancio 2017 per i crediti vantati sui servizi cimiteriali.

Migranti, altri tre mini sbarchi: ne approdano in 80

LAMPEDUSA - Dopo alcuni giorni di relativa calma, con il miglioramento delle condizioni meteo, a Lampedusa sono ripresi gli "sbarchi fantasma" con piccole imbarcazioni, quasi certamente messe in mare a poche miglia dall'isola da "navi madre".

Nelle ultime ore si contano tre mini sbarchi dove sono approdati complessivamente 80 migranti. Ieri sera due piccole imbarcazioni, ciascuna con 25 persone a bordo, sono state intercettate a poca distanza dall'isola dalle motovedette della capitaneria di porto e della guardia di finanza.

Tutti sono stati accompagnati nel centro di accoglienza hot spot dell'isola, mentre un'altra trentina di tunisini sono stati bloccati all'alba di stamane a Cala Palme, dopo essere riusciti ad approdare direttamente sulla spiaggia con un barchino. Anche loro sono stati trasferiti all'hot spot dell'isola.

Dj Fabo: Consulta apre a suicidio assistito

ROMA - Non ci fu istigazione al suicidio nel caso del Dj Fabo. È giunta in serata la decisione dei giudici della Suprema Corte sulla compatibilità con la Costituzione dell'articolo 580 del codice penale che punisce l'aiuto e l'istigazione al suicidio con la reclusione fino a 12 anni.

È lecito l'aiuto al suicidio nei casi come quelli del Dj. La Corte Costituzionale ha ritenuto non punibile ai sensi dell'articolo 580 del codice penale, a determinate condizioni, "chi agevola l'esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da una patologia irreversibile, fonte di sofferenze fisiche e psicologiche che egli reputa intollerabili ma pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli".

In attesa di un "indispensabile intervento del legislatore", la Corte Costituzionale ha "subordinato la non punibilità al rispetto delle modalità previste dalla normativa sul consenso informato, sulle cure palliative e sulla sedazione profonda continua (articoli 1 e 2 della legge 219/2017) e alla verifica sia delle condizioni richieste che delle modalità di esecuzione da parte di una struttura pubblica del Ssn, sentito il parere del comitato etico territorialmente competente".