Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

Scompare a 95 anni Stan Lee, il papà dei super eroi della Marvel

LOS ANGELES - E' scomparso all'età di 95 anni Stan Lee, il leggendario creatore dei super eroi della Marvel. Lo rende noto il sito Tmz. Fu il co-creatore di personaggi memorabili quali l'Uomo Ragno, X-Men, Black Panther e I Fantastici Quattro ed è stato editore e direttore di Marvel Comics, il gruppo che ha portato al grande pubblico internazionale il mondo dei super eroi.

Genova, ritrovate le persone disperse: le immagini delle ricerche in elicottero

GENOVA - Sono state ritrovate le tre persone che abitavano l’accampamento nel torrente Varenna, spazzato via dalle acque in piena nella notte tra sabato e domenica. A coordinare le ricerche, iniziate dopo il rinvenimento di un pezzo di tenda nell’alveo, è stata la polizia insieme ai vigili del fuoco. Rientra dunque l’allarme dispersi, ma è sempre emergenza per San Carlo di Cese, la frazione nell’entroterra di Genova Pegli rimasta parzialmente isolata dopo il crollo di un pezzo di strada durante il nubifragio di sabato pomeriggio.

Atac, urne aperte a Roma sui trasporti pubblici

ROMA - Si torna a votare a Roma sui trasporti pubblici. Urne aperte oggi nella Capitale fino alle 20 per il referendum consultivo sulla messa a gara del trasporto pubblico locale, promosso dai Radicali.

All'incirca 2,4 milioni romani potranno recarsi ai seggi per il 'referendum Atac', dal nome dell'azienda al 100% del Comune di Roma che si occupa di oltre l'80% del trasporto pubblico della città.

Saranno sottoposte all'elettore due domande: una sull' affidamento dei servizi di trasporto tramite gare pubbliche e l'altra sulla possibilità di creare nuovi servizi di trasporto collettivo non di linea con app o a richiesta.

Migliaia di persone in piazza a Torino per dire sì alla Tav

TORINO - Sono decine di migliaia le persone che si sono ritrovate stamattina in piazza Castello, a Torino, per partecipare alla manifestazione a favore della costruzione della Tav promossa dal gruppo Facebook "Si, Torino va avanti". A partecipare alla manifestazione esponenti di più forze politiche, che si oppongono alla posizione della giunta Appendino sulla linea ad alta velocità per il trasporto delle merci.

Il gruppo "Si, Torino va avanti" è nato qualche giorno dopo l'approvazione in Consiglio comunale dell'ordine del giorno con il quale il Comune ha espresso ufficialmente la propria contrarietà alla Tav.

"A Torino stamattina inizia la fine di chi dice solo no. No alla Tav, no alle Olimpiadi, no alla crescita. L'Italia sta sperimentando che con i NO si ferma tutto. Tornerà presto il tempo di chi dice SI. Grazie Torino SiTav" ha scritto su Twitter l'ex segretario del Pd Matteo Renzi pubblicando anche una foto della piazza San Carlo gremita di gente.

Migranti: ne sbarcano 13 a Lampedusa, Salvini accusa Malta

ROMA - E' giunta venerdì mattina a Lampedusa, in Sicilia, un'imbarcazione con 13 migranti a bordo. Immediate le proteste di Salvini, che accusa Malta di averli spinti ad andare in Italia, con tutti i rischi che ne sono conseguiti. Secondo alcune fonti del Viminale la Guardia costiera maltese aveva intercettato l'imbarcazione e, anziché portarla al sicuro, ha fornito all'equipaggio una bussola per indicare la rotta verso l'Italia.

Poi avrebbe distribuito acqua, due taniche di benzina e giubbotti di salvataggio di marca "Mecca Marine", azienda maltese che produce anche le uniformi della Marina de La Valletta. "Alcuni Paesi membri dell'Ue si disinteressano degli immigrati e ce li rifilano, mentre Bruxelles ci minaccia di sanzioni per la manovra: non ci faremo intimidire", ha commentato il ministro dell'Interno.

A raccontare come sono andate le cose sono stati gli stessi migranti. Del gruppo fanno parte anche due donne. Sempre secondo le stesse fonti, ci sono indizi che, secondo gli investigatori, rendono credibili le testimonianze.

L'imbarcazione, salpata dalla Tunisia, aveva finito il carburante: solo dopo qualche ora, verso le 4 e grazie alla segnalazione italiana, erano intervenuti i maltesi.

Simone Cozzi pubblica il terzo romanzo 'Lo spazio torbido'


Lo scrittore milanese Simone Cozzi firma la sua terza opera letterale dal titolo 'Lo spazio torbido', un romanzo poliziesco ambientato nell’Italia fascista dei primi anni trenta. Al  Delegato di polizia Vittorio Ripamonti, già protagonista del precedente romanzo di Simone Cozzi La  pace inquieta, viene chiesto di indagare sul misterioso omicidio di un’ancora più impenetrabile  vittima, il sedicente Giorgio Schmitz. L’appartenenza dell’opera al genere giallo, affiancato da un  occhio attento per l’elemento storico, rende la narrazione intrigante e avvincente, ma ciò che più  colpisce è il focus sulla caratterizzazione e in particolare sulla vita interiore del protagonista, uomo  solitario e disincantato, in eterna lotta con la parte oscura della sua anima che vuole emergere violentemente, quello “spazio torbido” del titolo presente in ogni essere umano.

Simone Cozzi è nato a Milano nel 1967. Dal 2011 al 2017 ha curato il blog Le cronache  di Sigma. Nel 2014 ha preso parte al Cochonnerie-Labile Collettivo, con il quale ha pubblicato Fatti  mangiare dall’amore. Con Panda Edizioni ha pubblicato nel 2015 il suo primo romanzo La pace  inquieta e nel 2016 Doppio Strato. Lo spazio torbido (2018) è il suo terzo romanzo.

Contatti
https://www.facebook.com/Lospaziotorbido/?ref=py_c
https://www.pandaedizioni.it/

Simona Carpignano non ce l'ha fatta: recuperato il corpo dalle macerie

di PIERO CHIMENTI - L'attesa si è trasformata in dolore per la famiglia Carpignano, che ha sperato fino all'ultimo che la loro Simona non fosse tra le macerie delle palazzine crollate a Marsiglia in rue d’Aubagne. La tragica sentenza è giunta in giornata, quando i soccorritori hanno estratto il corpo senza vita della 30enne tarantina. La giovane pugliese, giunta nella città portuale francese per trovare lavoro, impiegata come interprete, aveva ottenuto la giornata libera dai suoi impegni lavorativi.

Asia Bibi, il marito all'Italia: "Aiutateci, siamo in pericolo"

"Chiedo al governo italiano e faccio un appello: aiutateci a fare uscire dal Pakistan me e la mia famiglia perché siamo in pericolo": a lanciare l'appello urgente è il marito di Asia Bibi, la donna cristiana condannata all'impiccagione per blasfemia e di recente assolta dalla Corte Suprema. La donna ora non può lasciare il Paese a causa delle proteste dei fondamentalisti islamici.

Il marito Ashiq ha lanciato la sua richiesta di aiuto all'Italia in un videomessaggio ad Aiuto alla Chiesa che Soffre.

"La nostra vita è in pericolo, abbiamo difficoltà anche a trovare da mangiare", dice Ashiq Masih nel suo appello all'Italia. Lui e la figlia Eisham erano stati in Italia lo scorso 24 febbraio come testimoni dell'evento di Acs 'Colosseo Rosso' in occasione del quale il monumento romano era stato illuminato in solidarietà con chi è perseguitato per ragioni di fede. "È molto importante l'attenzione della comunità internazionale e dei media per mantenere viva Asia Bibi e per proteggerci", conclude.

Dl Sicurezza: Governo porrà la fiducia

(ANSA)
ROMA - Il Governo porrà la questione di fiducia al decreto sicurezza e immigrazione, che è all'esame dell'aula del Senato a partire da oggi. E' quanto si apprende da fonti di palazzo Chigi del M5S.

L'aula di Palazzo Madama con l'intervento illustrativo del relatore, Stefano Borghesi (Lega), ha appena iniziato l'esame del decreto sicurezza, già licenziato la settimana scorsa dalla Commissione Affari costituzionali del Senato.

Maltempo, intera famiglia morta in villa: Procura indaga per disastro e omicidio colposi

TERMINI IMERESE - "Indaghiamo per disastro colposo e omicidio colposo. Siamo nelle primissime fasi delle indagini e nei prossimi giorni, quindi, potrebbero esserci degli aggiornamenti. Al momento si procede contro ignoti". A riferirlo ai media il procuratore di Termini Imerese, Ambrogio Cartosio, che indaga sulla tragedia del maltempo in provincia di Palermo. Il dramma ha distrutto due famiglie, tra loro imparentate, a Casteldaccia. La casa travolta dal fiume di fango era stata presa in affitto ed era abusiva, come molti degli immobili lungo il tracciato del corso d'acqua.

Manovra, Moscovici: "L'Italia non può fare ciò che le pare"

ROMA - “L'Italia deve rispettare le regole comuni” perché “non si può fare ciò che si vuole quando si appartiene alla zona euro”. Così il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, in vista della riunione dell'Eurogruppo di oggi.

“Che il governo italiano voglia mettere in opera un piano contro la povertà e degli investimenti in infrastrutture lo capisco perfettamente e non lo discuto”, ha spiegato in un'intervista alla radio francese France Info. Ma “non si può fare ciò che si vuole quando si appartiene alla zona euro, perché i governi e gli Stati hanno firmato insieme dei trattati, il Patto di Stabilità, che impone delle regole comuni. Tutti le hanno rispettate. Se all'improvviso qualcuno dice che queste regole non valgono, parla non solo al popolo ma anche ad altri".

Infine Moscovici ha assicurato che l'Eurogruppo sosterrà la decisione di chiedere all'Italia una versione rivista del documento programmatico di bilancio.

Daylight di Lisa Di Giovanni, una raccolta di racconti sull'amore e la natura




La scrittrice Luisa Di Giovanni ci presenta Daylight la sua nuova raccolta eterogenea che presenta in un solo volume la sua intera produzione letteraria. Oltre alle poesie già presenti nelle opere Libellula (Dragonfly) e Il tulipano rosso (Red tulip), è possibile trovare racconti e piccoli componimenti in prosa sui temi dell’amore, della natura e dell’inesauribile ricerca sul senso profondo della vita. Lisa Di Giovanni offre con sincera accettazione la propria anima ferita, i propri lati oscuri, le molte maschere che a fatica indossa. Ne risulta un’opera che, nonostante ospiti diverse forme di espressione, contiene in sé variazioni su un unico tema, quello della complessità della natura umana.


Daylight di Lisa Di Giovanni offre al lettore la possibilità di conoscere la vasta produzione in prosa e versi della scrittrice, proponendo una versione del volume nella doppia lingua italiana e inglese. La raccolta si apre con l’opera Il tulipano rosso, il cui tema centrale delle poesie è quello dell’amore, della meraviglia di possederlo nelle proprie mani e della malinconia che investe come una marea colui che ne è privato, per poi arrivare a parlare dell’amore più puro ma anche più travagliato, quello per sé stessi, pur nelle proprie ombre, pur nelle proprie imperfezioni. Significative della raccolta sono le poesie La vita nelle tue mani e Spogliati delle paure, che pongono l’accento sull’importanza della possibilità di scegliere come percorrere la strada della propria vita.



In Daylight si spezza poi la consistente parte in versi per presentare Il dragone rosso, una raccolta di tre racconti in cui il senso di perdita trova conclusione e dolorosa accettazione nell’ultimo componimento, che apre la strada a Il giardino dei tulipani, un intenso diario delle sensazioni e delle riflessioni della scrittrice. In questa parte dell’opera Lisa Di Giovanni si lascia andare e scopre parti di sé tenute nascoste troppo a lungo, e si riferisce direttamente al lettore chiedendo una conferma ai propri dubbi e alle proprie paure. In La prigione del mondo si mostra fragile, dolorante per una realtà che terrorizza, dove si è schiavi e carcerieri di sé stessi, «la prigione dove è racchiuso il mondo contiene ognuno di noi». Conclude la raccolta La libellula, e si chiude il cerchio dell’opera presentando ancora una volta una collezione di versi, più tormentati di quelli contenuti nella selezione di apertura del volume. Tema centrale è il conflitto con la propria anima e con le maschere che ci imponiamo di indossare non mostrando mai il nostro vero volto, che col passare degli anni diventa esso stesso maschera, inconoscibile non solo agli altri ma anche a noi stessi. Sono versi teatrali e in cui è spesso presente l’elemento scenico: sipari e ribalte fanno da contorno alla ricerca dell’essenza di un’anima sfuggente e in continua metamorfosi, «palcoscenico povero solo drappi rossi e neri unica protagonista la vita Io: anima che danza nel mio teatro».



http://www.lisadigiovanni.it/
https://www.instagram.com/p/BJbKN9VAx0L/
www.facebook.com/lisalalibellula
https://twitter.com/lisadigiovanni2

Il Veneto devastato dal maltempo, le immagini girate dai Vigili del Fuoco nel bellunese

BELLUNO - Queste le immagini girate dai Vigili del Fuoco nel bellunese, durante l'eccezionale maltempo che ha colpito la Regione Veneto e l'Italia intera. (Fonte Vigili del Fuoco)


Maltempo, Sicilia in ginocchio: 10 vittime. Strage in villa a Casteldaccia

PALERMO - Il maltempo in Sicilia provoca una strage. Le piogge torrenziali a Palermo hanno tolto la vita a dieci persone, mentre una è ancora dispersa. Nove delle vittime facevano parte della stessa famiglia, sorpresa in una villa di Casteldaccia dalla piena del fiume Milicia che ha allagato la casa: nove persone, nonni, padre e madre e figli, sono annegate nei locali invasi dalla piena del fiume Milicia.

Tra le vittime due bambini di 1 e 3 anni e un ragazzo di 15 anni. I corpi sono stati tutti recuperati dai vigili del fuoco. moglie di Giuseppe Giordano, che è riuscito a salvarsi; I morti sono Antonino Giordano, 65 anni, la moglie Matilde Comito, 57 anni, Federico Giordano, 15 anni, sua madre Stefania Catanzaro, 32 anni, Rachele Giordano, di un anno, Francesco Rugò, 3 anni, Marco Giordano, 32 anni, sua sorella Monia Giordano, 40 anni, Nunzia Flamia, 65 anni.

Disperso a Corleone, alle porte del capoluogo, un medico quarantenne, del quale si sono perse le tracce dopo che ha abbandonato la sua auto su una strada intransitabile per gli allagamenti. Tragedia sfiorata a Monreale, dove una frana ha investito una palazzina abitata da otto famiglie che sono riuscite ad abbandonare in tempo l'edificio. Forti piogge pure ad ad Agrigento, dove ha esondato il fiume Akragas e la piena si è riversata nel quartiere del Villaggio Peruzzo. Una cinquantina di famiglie sono state evacuate.

Maltempo, Salvini: "250 milioni per il dissesto in Veneto". Polemiche su sorriso in foto

BELLUNO - "Non porto solo solidarietà, siamo cercando i soldi in cassetti e cassettini, 250 milioni di euro sono già pronti per tutte le comunità colpite, da Nord a Sud, e continueremo a cercare altri fondi". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini, parlando dei danni provocati dal maltempo, nel corso della conferenza stampa al Centro Coordinamento Soccorsi dell'aeroporto di Belluno.

"In settimana un Consiglio dei ministri con all'ordine del giorno primi interventi rapidi e concreti" per le zone colpite dal maltempo.

"Tuta della Protezione Civile e si parte direzione Belluno, per visitare le zone colpite da frane e alluvioni e portare i primi aiuti concreti del Governo. Buona domenica Amici, chi si ferma è perduto", ha scritto su Twitter il ministro che ha sorvolato in elicottero le zone del Bellunese colpite dal maltempo. E non sono mancate le polemiche per il sorriso a 32 denti mostrato da Salvini sul tweet.

Reddito di cittadinanza, Di Maio alla Lega: "Contratto va rispettato"

ROMA - "Abbiamo firmato un contratto di governo che va rispettato da entrambi i contraenti": sono le parole del vicepremier Luigi Di Maio, intervistato dal Corriere della Sera, che replica così al sottosegretario Giorgetti: "Il reddito di cittadinanza sarà operativo nei primi tre mesi del 2019. Se vedo un problema non è nelle risorse o nelle norme, ma quando qualcuno non crede in quello che stiamo facendo. Se qualche membro del governo non crede in quello che stiamo facendo, allora è un rischio per i cittadini prima di tutto".

Bongiorno: "Blocco prescrizione è bomba atomica"

ROMA - Il ministro Giulia Bongiorno ha preso posizione contro la sospensione della prescrizione nei processi per corruzione, prevista da un emendamento del Movimento 5 stelle al disegno di legge anticorruzione. "Bloccare la prescrizione dopo il primo grado di giudizio significa mettere una bomba atomica nel processo penale e io questa cosa non posso accettarla e non posso non segnalarla", dichiara la Bongiorno, ospite de 'L'intervista' di Maria Latella su SkyTg24. Il ministro ha ribadito il dissenso che la Lega aveva già fatto filtrare nei confronti della linea M5s sulla prescrizione.

Caso Orlandi, Fittipaldi: "Vaticano non ha collaborato"

ROMA - Roma, riaccende il mistero della scomparsa di Emanuela Orlandi il giornalista Fittapaldi spiega come l'antica inchiesta sia a un punto morto…

Trema l'Italia: scosse a Lipari e in Umbria

ROMA - L'Italia è tornata a tremare: scosse di terremoto superiori alla magnitudo 3 sono state registrate nella notte in Sicilia e in Umbria. Intorno alla mezzanotte c'e' stato un sisma di magnitudo 3,2 in un tratto di mare compreso tra la provincia di Messina e Lipari, una delle isole Eolie, con ipocentro a una profondità di 13 chilometri.

Alle 6,28 è stata registrata dall'Ingv una seconda scossa di terremoto di magnitudo 3,2 con epicentro a Castel Ritaldi, sulla strada tra Spoleto e Montefalco, in provincia di Perugia. Ipocentro localizzato a 10 chilometri di profondità.

Maltempo: in elicottero sulle zone di Portofino e Rapallo devastate dalla mareggiate

GENOVA - Portofino isolata e il porto turistico di Rapallo distrutto. E' l'esito della mareggiata violenta che ha colpito la Liguria. Le immagini realizzate dai vigili del fuoco con l'ausilio dell'elicottero testimoniano la violenza del fenomeno naturale che ha colpito il Levante ligure (Courtesy: Vigili del fuoco)