Visualizzazione post con etichetta SPORT. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta SPORT. Mostra tutti i post

Tennis: Fabio Fognini trionfa a Montecarlo

di FRANCESCO LOIACONO - Fabio Fognini ha vinto il torneo di tennis maschile di Montecarlo battendo in finale in due set 6-3 6-4 il serbo Lajovic, Il trentunenne di Arma di Taggia in provincia di Savona è il primo tennista italiano a vincere un Master 1000. Per Fognini è il nono titolo in carriera. Con questo successo diventa numero 12 al mondo nella classifica ATP. Alla finale hanno assistito campioni del passato come Pietrangeli e Barazzutti. Fognini ha ricevuto la coppa che spetta al vincitore di Montecarlo dal principe Alberto di Monaco.

Serie A: la Juve vince l'ottavo scudetto consecutivo


di ANTONIO GAZZILLO - La Juventus si è laureata campione d'Italia per l'ottava volta consecutiva stabilendo un nuovo record. Dopo la deludente eliminazione dalla Champions League, i bianconeri hanno festeggiato il secondo trofeo stagionale, dopo la supercoppa italiana vinta contro il Milan.

Gli uomini di Allegri hanno ottenuto i tre punti battendo per 2 a 1 in rimonta un'ottima Fiorentina. Nel primo tempo infatti i viola hanno messo in difficoltà i padroni di casa portandosi in vantaggio al 6' minuto. Milenkovic è stato abile a finalizzare una bella azione in velocità.

Il pareggio è arrivato al 37' grazie ad un colpo di testa di Alex Sandro sugli sviluppi di un calcio d'angolo perfettamente battuto da Pjanic.

Nella ripresa i bianconeri sono entrati in campo con più determinazione e hanno trovato il vantaggio al 53'. Cristiano Ronaldo ha superato con un numero il suo diretto marcatore e ha crossato in area, trovando la deviazione in rete di Pezzella.

Più gioco, più velocità: a Torino vince l'Ajax

(ANSA)
di ANTONIO GAZZILLO - Dopo l'ottimo pareggio ottenuto ad Amsterdam, la Juventus non è riuscita ad ottenere la qualificazione alle semifinali di Champions League. I bianconeri hanno subito una pesante sconfitta per 1 a 2 contro l'Ajax. Gli uomini di Allegri si sono portati in vantaggio al 28' grazie al quinto gol nelle fasi finali di Ronaldo. Il portoghese ha staccato di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo ben battuto da Pjanic. La squadra olandese ha trovato il pareggio al 34' con Van de Beek che ha approfittato di un errato disimpegno della difesa avversaria per battere Szczesny con un tiro rasoterra. 

Nella ripresa i padroni di casa hanno mollato la presa e hanno subito il gioco dell'Ajax. I lancieri si sono portati in vantaggio con un colpo di testa di De Ligt su calcio d'angolo al 67', rete che è valsa l'eliminazione della Juventus. 

Nell'altro quarto di ritorno della serata, il Barcellona si è sbarazzato facilmente del Manchester United con un netto 3 a 0. I balugrana hanno passato il turno grazie ad un autentico show di Messi, autore di una straordinaria doppietta. Al 16' il fenomeno argentino, dopo un'azione personale, ha siglato il vantaggio con un sinistro a giro. E si è ripetuto al 20' con la complicità di De Gea. La terza rete porta la firma di Coutinho, autore di un bellissimo tiro a giro dalla distanza che si è insaccato all'angolino alto.

Serie A: Kessiè rilancia la corsa Champions del Milan

(credits: Ac Milan)
di PIERO CHIMENTI - Il Milan ritrova a San Siro i tre punti che ridanno ossigeno per la corsa alla Champions League. Il Milan scende in campo bloccato, salvato dalla capitolazione da Reina che salva il risultato su conclusione di immobile, bomber laziale che sul finire del primo tempo centra un palo su suggerimento di Luis Alberto. 

Nella ripresa l'assetto delle squadre non cambia, con il Milan che deve rinunciare a Romagnoli e Calabria, entrambi infortunati, con l'ingresso di Laxalt e Zapata; al 76' il Var salva la Lazio, annullando un rigore fischiato da Rocchi su contatto col braccio di Acerbi sul cross di Calhanoglu, mentre al 79' l'arbitro Rocchi non può non decretare il penalty per una spinta in area di Durmisi su Musacchio. Sul dischetto Kessiè è letale, battendo Strskosha per lo 1-0, che permette ai rossoneri di mantenere il 4°posto a +2 dalla Roma.

Champions: è 1-1 tra Ajax e Juventus. Colpo esterno del Barcellona a Manchester

(credits: Juventus Fc)
di ANTONIO GAZZILLO - Termina in pareggio l'andata dei quarti di finale di Champions League tra Ajax e Juventus, risultato che premia i bianconeri in vista del ritorno. Alla Cruijff Arena di Amsterdam gli uomini di Allegri hanno sofferto il gioco dell'Ajax, squadra veloce e con interpreti davvero tecnici. Nonostante questo ci ha pensato Cristiano Ronaldo a sbloccare il risultato al 45' con un colpo di testa su preciso assist di Cancelo.

Nella ripresa i padroni di casa sono rientrati in campo con convinzione e hanno trovato subito il pareggio. Al 46', sfruttando un errore di Cancelo, Neres ha messo in rete con un bellissimo tiro a giro che ha sorpreso Szczesny. Nel finale un palo del subentrato Douglas Costa lascia la Juve con l'amaro in bocca ma con la consapevolezza di poter raggiungere la qualificazione.

Nell'altro quarto di finale di serata, il Barcellona ha messo a segno un colpo importante, espugnando per 1 a 0 l'Old Trafford di Manchester. Non è stata una bella partita per i blaugrana, limitati dalla fisicità della squadra di casa ma davvero molto cinici. Il gol è arrivato al 12' minuto con un colpo di testa di Suarez deviato nella propria rete da Shaw.

Serie A: il Bologna torna quartultimo

(credits: Bologna Fc)
di NICOLA ZUCCARO - E' ancora ribaltone in seno al terzultimo posto della graduatoria di Serie A, tra Empoli e Bologna. A seguito del 3-2 subìto dall'Udinese nel pomeriggio di domenica 7 aprile, i toscani di Andreazzoli cedono la quartultima posizione di classifica ai felsinei, per il 3-0 da essi rifilato al Chievo Verona (attuale fanalino di coda della Serie A 2018-19) nel posticipo valido per la 31ma giornata disputatosi al Dall'Ara nella serata di lunedì 8 aprile 2019.

Serie A, Lasagna prolunga la crisi Milan: 1 a 1 con l'Udinese

di PIERO CHIMENTI - Il tecnico Gattuso mischia le carte in occasione dell'anticipo del turno infrasettimanale ma non riesce a far ripartire il Diavolo, rinunciando a Suso non in perfette condizioni oltre a Kessiè, non andato neanche in panchina. Si fermano nel corso della gara Donnarumma e Paquetà, usciti malconci già nel primo tempo. Al 44' Piatek trova la zampata su ottimo lavoro di Cutrone, autore di un decisivo assist in aria.

Nella ripresa arriva il gol friulano con Lasagna al 66', bravo a finalizzare un contropiede nato dal corner rossonero iniziato da Okaka e continuato da Fofana, autore dell'assist per il bomber della Nazionale. Chi attende la reazione del Milan rimane deluso, perché sono ancora gli uomini di Tudor a sfiorare il vantaggio che solo la mira poco precisa non fa concretizzare.

Serie A, Roma-Napoli 1-4: crollano i giallorossi, gli azzurri blindano il secondo posto

(credits: Ssc Napoli)
di STELLA DIBENEDETTO - Non c'è partita allo stadio Olimpico di Roma dove la squadra di Claudio Ranieri crolla sotto i colpi di un Napoli padrone assoluto del match sin dai primi minuti di gioco. Dopo il pareggio di Perotti che, su calcio di rigore risponde a Milik, gli uomini di Ancelotti dominano portando a casa un netto 4-1 grazie alle successive reti di Mertens, Verdi e Younes. I partenopei blindano così il secondo posto mentre per la Roma, la zona Champions è sempre più lontana. 

Per il Napoli, in vista della doppia sfida contro l'Arsenal, quella contro la Roma è una semplice passeggiata. Gli uomini di Ancelotti passano in vantaggio dopo appena due minuti con Milik che, di sinistro, lascia partire una sassata che si insacca sotto la traversa non lasciando scampo al portiere giallorosso. La Roma subisce il colpo ed è incapace di reagire lasciando le redini della partita totalmente nelle mani del Napoli che gioca, si diverte e costruisce numerose occasioni da rete senza, tuttavia, trovare il raddoppio. La Roma, così, ha la possibilità di riaprire il match allo scadere del primo tempo quando Schick anticipa Meret e viene atterrato da quest’ultimo. L'arbitro assegna il cacio di rigore: sul dischetto va Perotti che non sbaglia portando i suoi sull'1-1.

La ripresa, però, ricomincia con il Napoli che non lascia scampo ai giallorossi che crollano sotto i colpi degli avversari che trovano prima il raddoppio con Mertens che sfrutta il buco lasciato da Olsen e poi dilagano con Verdi e con Younes. Nonostante il cambio tecnico, dunque, la Roma non riesce a trovare la soluzione giusta ai problemi che ha sin dall'inizio della stagione. Quella odierna è una sconfitta pesantissima non solo per la classifica, ma anche per il morale. 

Papera di Donnarumma condanna il Milan

di PIERO CHIMENTI - Il Milan, con Kessiè in panchina, stecca al Marassi contro la Sampdoria, nel turno dopo gli impegni della Nazionale. A condannare i rossoneri è una papera di Donnarumma, che nel primo minuto di gioco sbaglia l'appoggio su retropassaggio di Romagnoli, propiziando il vantaggio di Defrel. Tra le fila rossonere l'unico a creare qualche problema ad Audero è Suso, con conclusioni velenose. 

Nella ripresa la Samp si preoccupa più a gestire e trova la traversa al 72' con Quagliarella, la cui conclusione ha trovato la deviazione di Musacchio. Sul finale di gara, il Milan reclama il rigore per un presunto fallo in area di Murru su Piantek, ma l'arbitro Orsato ritiene che sia tutto regolare.

Ronaldo, l'esito degli esami: "Lieve lesione ai flessori"

(Afps)
TORINO - Società e tifosi della Juve col fiato sospeso per le condizioni di Cristiano Ronaldo, infortunatosi ieri sera al 31' di Portogallo-Serbia dopo un allungo sulla fascia per recuperare un pallone difficile. Ad aggiornare sulle condizioni del portoghese è la stessa Juventus tramite un comunicato ufficiale: “Dopo essere stato costretto a uscire al 30’ del primo tempo della sfida tra Portogallo e Serbia, valevole per le qualificazioni a Euro 2020, Cristiano Ronaldo è stato sottoposto in Portogallo ad accertamenti che hanno evidenziato una lesione di apparente modesta entità ai flessori della coscia destra. Le sue condizioni saranno monitorate e verrà sottoposto a nuovi accertamenti per definire la ripresa dell’attività agonistica”.

Wierer mondiale: l'Italia conquista la Coppa del mondo

di PIERO CHIMENTI - Dorothea Wierer ad Oslo conquista la coppa del mondo di biathlon, la prima in assoluto per l'Italia, nonostante il suo 12° piazzamento in classifica finale. L'altoatesina non commette errori al primo poligono, ma ne commette tre al secondo, che le costano dei giri di penalità ma non il trofeo mondiale. Alle sue spalle l'altra azzurra Vitozzi.

Ronaldo: 20mila euro per 'los huevos'

di PIERO CHIMENTI - Cristiano Ronaldo sarà regolarmente in campo il prossimo 14 aprile nell'andata dei quarti di finale di Champions League contro l'Ajax. La decisione è stata presa dalla Uefa, dopo che l'asso portoghese aveva fatto il gesto de "los huevos" davanti ai tifosi dell'Atlantico Madrid dopo la partita vinta a Torino con la sua tripletta. 

L'organismo europeo ha valutato di applicare per la violazione dell'art 11 da parte dello juventino la sanzione economica di 20 mila euro, così come fu comminata al Cholo Simeone per il medesimo gesto negli ottavi di andata vinto contro gli uomini di Allegri.

La Juventus trattiene il fiato per Ronaldo: in arrivo la stangata dell'Uefa?

di PIERO CHIMENTI - Cristiano Ronaldo è sotto la lente della Uefa per il suo gesto fatto davanti ai tifosi della Atletico Madrid in cui mostra gli attributi a termine degli ottavi di finale, vinti 3 a 0 dalla Juventus grazie alla sua tripletta. Da Nyon prendono tempo fino a giovedì 21 marzo per valutare se la condotta impropria del portoghese gli possa costare la squalifica, tanto invocato in Spagna, che gli comprometterebbe anche la partecipazione ai quarti di Champions League contro l'Ajax.

Serie A: la Juventus cade a Genova

di ANTONIO GAZZILLO - Dopo la fantastica rimonta all'Altletico Madrid, la Juventus, orfana di Ronaldo, non convocato, è caduta a Genova perdendo 2 a 0 contro i rossoblù di Prandelli. I bianconeri sono apparsi stanchi e hanno sofferto l'organizzazione e la compattezza dei padroni di casa. 

Il gol annullato a Dybala per fuorigioco iniziale di Emre Can è stato il preludio dell’impresa genoana. Al 72' ci ha pensato l'ex bianconero Sturaro a sbloccare il match con un tiro che ha sorpreso Perin. Il raddoppio è arrivato all'81' con Pandev che ha finalizzato, con un diagonale preciso, un contropiede magistralmente condotto da Kouamè.

Champions: Juventus fenomenale, Ronaldo trascina i bianconeri ai quarti

di ANTONIO GAZZILLO - La Juventus non ha deluso le aspettative nella serata più importante. Dopo la pesante sconfitta dell'andata, i bianconeri hanno rimontato l'Atletico vincendo per 3 a 0. Protagonista assoluto della partita è stato Cristiano Ronaldo che con una tripletta ha spazzato via la squadra spagnola. Il risultato è stato sbloccato al 27' con un colpo di testa, ad anticipare il diretto marcatore, del fenomeno portoghese. 

Nella ripresa, al 48' Ronaldo ha firmato il raddoppio ancora di testa. La rimonta si è completata all'86' quando il cinque volte pallone d'oro ha trasformato il rigore concesso per fallo di Correa su Bernardeschi. Nell'altro ottavo di serata il Manchester City ha demolito lo Shalke 04 rifilando sette gol alla squadra tedesca. Una doppietta di Aguero, Sane, Sterling, Silva, Foden e Jesus hanno guidato la squadra inglese di Guardiola ai quarti di finale.

Champions: stasera la notte della verità per la Juve di Allegri

TORINO - Il grande giorno è finalmente arrivato. Questa sera all'Allianz Stadium di Torino scenderanno in campo Juventus e Atletico Madrid per il ritorno degli ottavi di Champions. Bianconeri a caccia di un'impresa storica: ribaltare lo 0-2 subito al Wanda Metropolitano. Fiducioso Allegri nella conferenza della vigilia ("Siamo pronti"), ma anche Simeone dal canto suo non ha mostrato alcun timore reverenziale e ha avvisato i bianconeri ("Siamo carichi"). 

Il protagonista più atteso è manco a dirlo Cristiano Ronaldo, acquistato in estate proprio per essere trascinatore in notti come questa: sebbene sinora in Champions abbia segnato soltanto una rete, la sua storia recente insegna che si esalta nelle gare da dentro o fuori. 

Per la notte clou dell'intera stagione bianconera l'Allianz Stadium si vestirà a festa: la Curva Sud ha deciso la sospensione dello sciopero del tifo, ci sarà il tutto esaurito, 300 giornalisti accreditati da tutto il mondo e secondo il Corriere dello Sport si ve verso i 5 milioni di euro di incasso (sarà il record per la Juventus nella sua storia). Dalla Spagna arriveranno circa 1700 tifosi ospiti, ma il resto dell’impianto (la capienza è circa di 42mila spettatori) sarà tutto bianconero, per sognare l'impresa.


PROBABILI FORMAZIONI:

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, Ronaldo. Allenatore: Allegri.
Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Arias, Godin, Gimenez, Juanfran; Saul, Koke, Rodri, Lemar; Griezmann, Morata. Allenatore: Simeone.
Arbitro: Kuipers (Ned).

Real Madrid: torna in panchina Zidane

di FRANCESCO LOIACONO - Il Real Madrid ha deciso di cambiare allenatore. Via Santiago Solari, torna Zinedine Zidane. La decisione è stata presa dal presidente Perez dopo gli ultimi deludenti risultati ottenuti dalla squadra spagnola. Prima l’eliminazione dalla Coppa del Re in casa contro il Barcellona, netto 0-3 allo stadio “Bernabeu”. Poi l’altro ko interno 4-1 con l’Ajax che ha portato alla clamorosa esclusione del Real dalla Coppa Campioni negli ottavi di finale. 

Solari era subentrato qualche mese fa all’esonerato Lopetegui. Con Zidane che ha vinto tre Coppe Campioni col Real, Perez vuole riportare gli spagnoli a trionfare in Spagna e in Europa. Zidane sarà a Madrid stasera o al massimo domattina per firmare il contratto e dirigere il primo allenamento. Il francese è entusiasta della scelta effettuata da Perez.

Serie A: Inter-Spal 2-0

(credits: Fc Inter)
di LUIGI LAGUARAGNELLA - L’Inter torna a sorridere e può festeggiare il suo centoundicesimo compleanno insieme al suo pubblico. Al Meazza contro la Spal Politano e Gagliardini regalano la vittoria nel secondo tempo. I nerazzurri mantengono così il passo del Milan in attesa del derby della prossima settimana. Doveva vincere l’Inter nonostante le emergenze infortuni che stanno riempiendo l’infermeria di Appiano Gentile. Oltre a Perisic e Naingollan, perde anche Brozovic. 

I nerazzurri, nonostante i ferraresi tengano testa per tutto il primo tempo e anche oltre poi cedono al tiro di Politano (convalidato con la Var) e dalla rete di Gagliardini entrato al posto del centrocampista croato. I biancoazzurri sono solidi e ordinati in campo e potrebbero segnare con Petagna, ma l’Inter riesce a rispondere con Lautaro (rete annullata dalla Var) e Cedric è sembrato più incisivo creando pericoli per Viviano. I nerazzurri hanno giocato con generosità e grinta: le caratteristiche necessarie per sopperire alle assenze dei big.

Claudio Ranieri nuovo ct della Roma


ROMA - È ufficiale: Claudio Ranieri sarà il nuovo allenatore della Roma. Come informa il club giallorosso, il c.t. ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2019. Dichiara il presidente Pallotta: "Siamo lieti di dare il bentornato a Claudio. L'obiettivo è ottenere la qualificazione in Champions League". Entusiasmo da parte di Ranieri: "Sono felice di essere tornato a casa. Quando la Roma ti chiama è impossibile dirle di no".

Sci: Paris fa il bis, trionfo nel SuperG

Straordinaria impresa dell'azzurro Dominik Paris che ha concesso il bis vincendo in 1'29"20 anche il SuperG di Coppa del mondo a Kvitfjell. Ieri Paris aveva dominato la discesa. Si tratta della seconda doppietta dell'atleta meranese, dopo quella di fine dicembre a Bormio.

Per l'azzurro - 29 anni e fresco oro iridato proprio in SuperG - è il quinto successo stagionale e il 14/o in carriera. Questa vittoria lo trasforma anche in leader di disciplina con 330 punti, avvicinando per lui la possibilità di conquistare la coppa. 

Paris adesso in classifica ha 330 punti, contro i 286 del più immediato inseguitore, l'austriaco Vincent Kriechmayr, oggi quarto.