Visualizzazione post con etichetta POLITICA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta POLITICA. Mostra tutti i post

Salvini riparte da Pontida

PONTIDA - Il discorso del leader della Lega Matteo Salvini dal palco di Pontida. / facebook Salvini

Von der Leyen: "Voglio difendere lo stile di vita europeo"

BRUXELLES - “Dovremmo essere fieri del nostro stile di vita europeo in tutte le sue forme e dimensioni e dovremmo costantemente preservarlo, proteggerlo e coltivarlo”. Ursula von der Leyen, prossimo presidente della Commissione Europea al posto di Jean-Claude Jucker, scende in campo per difendere una delle definizioni più controverse del suo nuovo corso, con un responsabile ad hoc, il greco Margaritis Schinas che avrà anche la delega sull’immigrazione, con un articolo scritto per la Repubblica il cui copyright appartiene a Lena, la Leading European Newspaper Alliance cui il quotidiano diretto da Carlo Verdelli aderisce.

Cos'è lo stile di vita europeo? Secondo la neocommissaria, “si tratta della concezione europea della vita. di costruire un’Unione di uguaglianza, in cui tutti abbiamo le stesse possibilità di accesso alle opportunità” e “di fornire alle persone le conoscenze, l’istruzione e le competenze necessarie per vivere e lavorare dignitosamente, dell’accesso ai servizi di cui abbiamo bisogno e della consapevolezza di sentirsi sicuri nelle nostre case e nelle nostre strade e di proteggere le persone più vulnerabili della nostra società”.

Gualtieri: "A Ue ho detto no a manovra restrittiva"


ROMA - Ai miei colleghi "ho detto che una manovra restrittiva sarebbe controproducente e stiamo lavorando per collocarla nel quadro di una più generale e appropriata 'fiscal stance' dell'area euro": così il ministro dell'economia Roberto Gualtieri al termine dell'Ecofin.

"Il tema della 'golden rule' è entrato nella discussione" dell'Ecofin, ed "è emersa la disponibilità della Commissione ad approfondire forme per proteggere e favorire investimenti legati a grandi priorità a partire dal clima", ha dichiarato Gualtieri.

"E' ovvio che questo Governo si batte all'interno delle regole, che comprendono anche il pieno uso della flessibilità come chiesto da alcuni gruppi politici e come detto dalla presidente Von der Leyen", ha detto ancora il ministro dell'Economia rispondendo a chi gli chiede se per la manovra 2020 basterà la flessibilità già prevista dalle regole attuali. "C'è poi il dibattito sulle regole, ma sono due questioni distinte e come tali vanno trattate", ha aggiunto.

Migranti: Italia assegna porto di Lampedusa a Ocean Viking

(ANSA)
ROMA - L'Italia ha assegnato il 'place of safety, il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranea e Medici senza frontiere con 82 migranti a bordo. E' Lampedusa il porto sicuro assegnato dalle autorità italiane alla nave umanitaria che ora si sta dirigendo verso l'isola.

Terremoto Centro Italia, Conte: "Seguirò da vicino la vicenda"

(ANSA)
ROMA - Visita del premier Conte ai due luoghi tra i più colpiti dal terremoto: Accumoli, nell'alto Lazio, e Castelsantangelo sul Nera, nelle Marche. In entrambe le tappe Conte ha incontrato una delegazione degli amministratori locali, accompagnato da Angelo Borrelli, capo della protezione Civile, e da Piero Farabollini, commissario straordinario per la ricostruzione.

"Lo avevo annunciato, come prima uscita, e non è una passerella ma la ricerca di soluzioni concrete". Così il premier tenendo fede all'impegno preso in Parlamento al momento di illustrare il proprio programma, ha visitato ieri - ed è la terza volta - le zone colpite dal sisma dell'Italia centrale del 2016, individuando questa come prima uscita ufficiale in Italia dall'inizio del nuovo mandato da premier.

"I problemi li conosciamo - ha evidenziato Conte dopo il primo incontro con i sindaci e con i comitati del 'cratere'- li abbiamo affrontati e ora analizzeremo le criticita', tenendo presente che per la ricostruzione serviranno degli anni, non uno o due". Una delle maggiori criticità individuate da Conte nei suoi incontri è stata quella della burocrazia e della poca sollecitudine nell'inoltro delle domande di ricostruzione: "Le domande per la ricostruzione privata procedono molto lentamente - ha detto - a volte perché si tratta di seconde case, molto spesso per una serie di procedure burocratiche e complesse".

"Dobbiamo però iniziare a dire che entro dicembre 2019 chi è interessato si deve affrettare. Paradossalmente, la prospettiva di un'ulteriore proroga rallenta e noi dobbiamo definire il perimetro degli interventi. Lo dico chiaramente - ha aggiunto Conte - non concederemo più proroghe, tutti devono essere messi nelle condizioni di avvantaggiarsi, perché non ci saranno più proroghe".

Gualtieri: "Italia di nuovo protagonista in Europa"

HELSINKI - Con questo Governo "l'Italia torna ad essere protagonista in Europa, riprende il ruolo che le spetta come Paese fondatore che ha delle idee, imposta la sua visione dell'Ue come percorso per migliorare, cambiare, renderla più adatta ad affrontare le sfide del nostro mondo": così il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri entrando all'Eurogruppo informale.

"Oggi presenteremo il programma di governo come illustrato dal presidente Conte in Parlamento", ha spiegato il ministro che in un'intervista a Repubblica oggi ha ricordato l'impegno per disinnescare l'aumento Iva, spiegato che la flat tax è archiviata e che Quota 100 resterà fino alla scadenza triennale.

Il ministro ha poi evidenziato che la manovra 2020 e lo scorporo dal deficit degli investimenti verdi "sono due questioni diverse, una è la discussione della manovra e uno è il più grande processo di riforma, approfondimento, completamento dell'Unione monetaria che naturalmente ha tempi diversi, quindi sono due piani diversi".

Salvini: "Orgoglioso che qualche vecchio trombone abbia paura di me e della Lega"

ROMA - Le parole del leader della Lega Matteo Salvini nel corso di una diretta facebook.


Governo, Salvini: "Stanno già litigando, non penso possano andare avanti a lungo"

ORVIETO - Il leader della Lega Matteo Salvini a Orvieto per un'iniziativa elettorale in vista delle elezioni in Umbria. / facebook Salvini

Franceschini: "Salvini? Il massimo di pericolosità democratica che si può avere nel 2019"


ROMA - Matteo Salvini? "E' il massimo di pericolosità democratica che si può avere nel 2019”, un pericolo non del tutto scampato e che “rimane finché qualcuno soffia sulla paura”: sono le parole del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini nell’intervista a la Repubblica ricordando che non si poteva replicare l’errore che quasi 100 anni fa hanno commesso socialisti, popolari e liberali “facendo fallire gli esecutivi Bonomi e Facta”.

Secondo il ministro dopo che Salvini ha pronunciato “quella frase orribile” di richiesta di pieni poteri “il Paese ha capito” che si era all’emergenza e ora “dobbiamo ringraziare Zingaretti per avere indicato la necessità di trovare una soluzione di largo respiro”. 

E su quell’intesa “Il Pd è unito come non mai” sostiene il ministro che definisce il discorso d’esordio del premier Conte “un discorso riformista” che può portare l’esecutivo a diventare “un laboratorio, l’incubatore di un nuovo progetto” che verrà giudicato sulla base dei suoi provvedimenti.

Conte incontra von der Leyen: "Italia è più forte"


ROMA - "L'Italia oggi è più forte, e con il nuovo Governo intendiamo svolgere un ruolo di primo piano in questa fase di rinnovamento dell'Unione europea. La mia determinazione è massima e confido di poter riscontrare un elevato grado di convergenza con la nuova Commissione europea". Così il premier Giuseppe Conte, su fb, alla vigilia di una serie di incontri oggi a Bruxelles.



"Subito al lavoro: oggi sarò a Bruxelles dove si prospetta una giornata fitta di incontri con i vertici delle Istituzioni comunitarie. In Ue non abbiamo tempo da perdere, ritengo sia prioritario accelerare per raggiungere 3 obiettivi fondamentali e per l'Italia e gli interessi degli italiani: la modifica del Patto di stabilità a favore della crescita, il superamento del Regolamento di Dublino, un regime interventi straordinari che favoriscano la crescita e lo sviluppo del nostro Mezzogiorno", ha aggiunto Conte.

Giornata di incontri istituzionali per il premier. Incassata la fiducia anche al Senato, non senza un nuovo scontro con Salvini, sarà oggi a Bruxelles per una serie di colloqui, da von der Leyen a Juncker, mentre a Roma l'attenzione è sulla nomina di 42 sottosegretari in un clima non proprio disteso.

Sarà "una Commissione che farà quello che dice. Guidata con determinazione, concentrata su questioni chiave e capace di dare risposte". E' la promessa di Ursula von der Leyen all'Europa, nel giorno della presentazione della sua squadra, la più rosa della storia comunitaria, attenta a equilibri geografici e politici, e con Paolo Gentiloni, il primo italiano all'Economia, a cui affida anche il ruolo di "affrontare i debiti alti". 

Gabrielli: "Magliette polizia Salvini? Gente non è idiota"

NAPOLI  - Ho sempre detto, ma signori miei un ministro dell'Interno che è l'unica autorità di pubblica sicurezza, vertice politico della Polizia di Stato ha bisogno di una t-shirt per riaffermare questa sua funzione? Perché così facendo si rischia di immaginare che i cittadini siano una banda di idioti, che hanno bisogno di una t-shirt, di un vessillo per riaffermare una cosa di questo genere. Se mi sono sentito offeso? No". 

Gabrielli, a Napoli risponde così a chi gli ha chiesto dell'abitudine dell'ex ministro dell'Interno, Matteo Salvini, di indossare magliette delle forze dell'ordine. E ha aggiunto: "Lui veramente lo utilizzava come una modalità per farsi sentire come parte".

Salvini interviene al Senato: "No a passi indietro su Quota 100 e sicurezza"

(ANSA)
ROMA - L'ex ministro dell'Interno interviene in Aula nel giorno del voto di fiducia a Palazzo Madama. Il leader della Lega attacca il nuovo esecutivo: "Non la invidio presidente Conte-Monti. Si vede uno quando ha il discorso che gli viene da dentro e quando uno deve eleggere un compitino a cui non crede neanche lui. Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, Renzi, Monti". "Torno a casa con una poltrona di meno, ma con tanta dignità in più. Lascio voi - aggiunge - a giudicare se questa operazione è di verità, e di coscienza: milioni di italiani non la pensano così".

"Siamo pubblici dipendenti - ha detto Salvini - dovremmo essere contenti di essere giudicati dai nostri datori di lavoro: chi non vuole passare dal voto vuol dire che non ha la coscienza a posto".

"Noi antidemocratici abbiamo messo sul tavolo sette ministeri per andare a votare. Abbiamo sottovalutato la fame di poltrone", ha aggiunto Salvini.

Paolo Gentiloni nuovo commissario agli Affari economici

ROMA - L'ex premier Paolo Gentiloni è stato designato commissario agli Affari economici dell'Ue. E' la prima volta che un italiano ottiene la responsabilità del pacchetto EcFin. L'indicazione dovrà ora essere validata dal Parlamento europeo, che nelle prossime settimane avvierà le audizioni di tutti i commissari nominati dalla leader tedesca. 

"Ringrazio la presidente Ursula Von der Leyen per l'incarico che mi ha assegnato nella nuova commissione. Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale": ha detto Gentiloni, considerando il suo ruolo "di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell'economia europea". "Cercherò di onorare l'Italia, il governo che mi ha proposto, lavorando nell'interesse si tutti i cittadini europei", aggiunge il neo commissario.

La decisione è giunta oggi a mezzogiorno, quando la presidente eletta Ursula von der Leyen ha svelato le attribuzioni dei portafogli ad una squadra che - con i suoi 14 uomini e 13 donne - presenta anche un altro primato, il rispetto della parità di genere. 

Fino a domani, avvertono gli addetti ai lavori, modifiche nell'assegnazione dei portafogli sono possibili, ma ad oggi nella casella EcFin appare il nome di Paolo Gentiloni. Se ci sarà la conferma di Gentiloni, come ventilato, sarà un successo per l'Italia prima di tutto, che fino a poche settimane era in guerra permanente con Bruxelles.

Governo alla prova del Senato. Cresce attesa per il discorso di Salvini

(credits: Governo.it)
ROMA - Il nuovo Governo Conte, dopo aver incassato ieri la fiducia della Camera, attende la prova più dura del Senato. Conte oggi si presenterà a Palazzo Madama per richiedere anche lì la fiducia con numeri certi, dovrebbero essere assicurati 163 voti, con il timore di qualche defezione, anche tra i 5 Stelle, ma l'aggiunta di altri voti dal gruppo misto e dai senatori a vita. 

Anche il dem Matteo Richetti non ha ancora sciolto le sue riserve: "Valuterò, domani (oggi, ndr) intervengo in Aula", spiega. C'è grande attesa in Aula per l'intervento del senatore Matteo Salvini.

Salvini: "Se smontano i nostri provvedimenti li chiudiamo in Parlamento"


ROMA - La manifestazione promossa da Giorgia Meloni in Piazza Montecitorio nel giorno del voto di fiducia sul Governo Conte-bis. Sono scesi in piazza anche gli esponenti della Lega con Matteo Salvini.

Fratelli d’Italia: "In piazza a Roma contro il Governo dei poltronisti"

ROMA - "Anche la Basilicata presente oggi a Roma alla manifestazione indetta da FdI, per esprimere il proprio NO all'ennesimo gioco di palazzo. Corretta è apparsa la scelta del leader Giorgia Meloni di chiamare, liberamente, a raccolta quanti a gran voce chiedono che venga data parola agli elettori. Nulla di trascendentale, nessun passaggio forzato, solo la possibilità di far esercitare il proprio diritto al voto e la conseguente scelta di chi debba guidare questo nostro paese Italia, possibilmente fuori dall'impasse in cui da un po' di tempo si trova". Così in una nota Erberto Frieri dirigente nazionale FdI.

"Sia ben chiaro - prosegue la nota - nessuna #democrazia è stata messa in discussione, così come democrazia verrebbe messa in discussione se con il voto popolare dovesse prospettarsi una maggioranza diversa da quella dai molti auspicata. Si chiama Libertà, libertà di espressione, libertà di pensiero, libertà di esprimere il proprio voto. Libertà, per me, MAI in discussione, anche se al governo c'è una forza politica della quale non condivido le linee purchè sia scelta dal Popolo, perché come recita l’art. 1 della Costituzione: la Sovranità appartiene al Popolo.

Come sottolineato dalla nostra leader Giorgia Meloni “è il terzo Governo dove il Pd si insinua pur perdendo le elezioni.” E se non stupisce l’attaccamento alla poltrona del Partito Democratico “i 5stelle, che dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, adesso sono diventati il tonno chiuso nella scatoletta. Senza alcuna dignità! Cosa dirà Di Battista al suo Ministro Speranza dopo averlo insultato?”

Oggi liberamente, in tantissimi, abbiamo manifestato, oggi forse un altro piccolo tassello si è andato ad aggiungere in quel percorso di crescita da quel lontano 2013. La Basilicata era presente con un'ampia delegazione di lucani e questo è molto interessante perché vogliamo crescere ed guadagnare la fiducia come classe dirigente anche nelle nostre comunità", conclude la nota.

Conte presenta la manovra: "Sarà impegnativa"

ROMA - Il premier Conte presenta alla Camera il programma del nuovo governo Pd-M5S. Al centro vi saranno la legge di bilancio e le politiche migratorie, ambiente, diritti e riforme, in cerca di un rapporto più forte con l'Europa e con più voce in capitolo. 

"Sono molte le sfide che ci attendono - ha sostenuto Conte parlando della manovra - a partire dalla prossima sessione di bilancio, che dovrà indirizzare il Paese verso una solida prospettiva di crescita e di sviluppo sostenibile, pur in un quadro macroeconomico internazionale caratterizzato da profonda incertezza". "Siamo consapevoli che questa manovra sarà impegnativa. La sfida più rilevante, per quest'anno, sarà evitare l'aumento automatico dell'Iva e avviare un alleggerimento del cuneo fiscale".

"Scarsa formazione, carente dotazione di conoscenze e di competenze, difficoltà di conciliare vita familiare e vita lavorativa" saranno al centro dell'azione di governo. "Scuole e università di qualità, asili nido e servizi alle famiglie, specialmente quelle con figli, saranno dunque le prime leve sulle quali agire. Il primo, immediato intervento sarà sugli asili nido. Non possiamo indugiare oltre".

Conte ha anche garantito che il taglio dei parlamentari sarà inserito nel primo calendario utile in Aula. E che verrà avviato un sistema di riforma del sistema di voto. "Rivedremo la disciplina in materia di sicurezza - ha detto Conte - alla luce delle osservazioni critiche formulate dal Presidente della Repubblica, il che significa recuperare, nella sostanza, la formulazione originaria del più recente decreto legge, prima che intervenissero le integrazioni che, in sede di conversione, ne hanno compromesso l'equilibrio complessivo".

"L'epocale fenomeno migratorio - ha aggiunto Conte - va gestito con rigore e responsabilità, perseguendo una politica modulata su più livelli, basata su un approccio non più emergenziale, bensì strutturale, che affronti la questione nel suo complesso, anche attraverso la definizione di un'organica normativa che persegua la lotta al traffico illegale di persone, ma che si dimostri capace di affrontare più efficacemente i temi dell'integrazione, per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri, per coloro che non lo hanno".

Mattarella: "Italia abbia ruolo primo piano nell'Ue"

ROMA - L'Italia è chiamata a svolgere" un "ruolo di primo piano, partecipando con convinzione e responsabilità a un progetto europeo lungimirante, sostenibile ed equilibrato dal punto di vista ambientale, sociale e territoriale": così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio al Forum Ambrosetti, in cui invita il "sistema economico-finanziario" a "cogliere l'occasione di fornire il suo contributo a questa fase di rinnovamento del progetto europeo".

E' "necessario" un "riesame" del patto di stabilità: ha aggiunto Mattarella in un messaggio al Forum Ambrosetti, letto dall'ex premier Enrico Letta. "Coesione e crescita - ha spiegato - sono gli obiettivi ai quali guardare e il necessario riesame delle regole del patto di stabilità può contribuire a una nuova fase, rilanciando gli investimenti in infrastrutture, reti, innovazione, educazione e ricerca".

Invita Salvini al suicidio, avviato procedimento per giornalista Rai

ROMA - "Scrivete e insultate come volete, sono abituato, ma quando tiri in ballo i bimbi io mi inc... come una bestia e divento cattivo": a parlare è Matteo Salvini, che definisce "orrendo" il post pubblicato su Facebook dal giornalista di Rai Radio1 Fabio Sanfilippo. "Sono felice di rispondere con il Vangelo: amate i vostri nemici e fate del bene a chi vi odia", ha aggiunto l'ex vicepremier intervenendo alla festa provinciale della Lega di Terni, a San Gemini.

La Rai "ha avviato un procedimento disciplinare urgente nei confronti di del giornalista di Rai Radio1 Fabio Sanfilippo. L'azienda - spiega una nota di Viale Mazzini - considera gravissime le affermazioni fatte dal giornalista sul proprio profilo facebook. All'inizio della settimana prossima la Rai emanerà una disposizione sull'uso dei social da parte dei propri dipendenti". A sollevare il caso del post del giornalista Sanfilippo era stata la Lega annunciando iniziative in commissione di Vigilanza.

L'ex segretario dem Matteo Renzi esprime solidarietà a Matteo Salvini e alla sua famiglia per "il post di un giornalista Rai che parla del suicidio di Salvini entro sei mesi e tira in ballo la figlia del leader leghista".

Secondo Renzi, "la politica non può divenire barbarie. E chi è pagato coi soldi dei cittadini non può esprimersi con questi toni". "Nell'ultimo mese - scrive su Facebook il senatore del Pd - ho combattuto una durissima battaglia per mandare Matteo Salvini a casa. Credo di aver fatto il mio dovere da cittadino e da senatore. E credo di aver vinto questa battaglia insieme a tante e tanti. Ma proprio per questo rabbrividisco quando leggo il post di un giornalista Rai che parla del suicidio di Salvini entro sei mesi e tira in ballo la figlia del leader leghista".

Gentiloni incontra la von Der Leyen

ROMA - Il candidato italiano alla Commissione Ue Paolo Gentiloni incontra la presidente eletta Ursula von der Leyen e si crea subito un clima di sintonia. Nell'accogliere l'ex premier, von der Leyen gli ha fatto fare un giro degli uffici del team di transizione. Il colloquio servirà ad orientare le decisioni di von der Leyen nell'attribuzione dei portafogli, con l'ambizione italiana che resta quella degli Affari economici.

L'ex premier italiano sembra essere in pole position per gli Affari economici, ma non è da escludere il Commercio. Secondo il Financial Times Gentiloni sarebbe destinato a prendere il portafoglio della concorrenza.

Intanto per Lunedì è previsto un nuovo incontro tra la presidente eletta della Commissione europea ed il leader dell'Esecutivo comunitario Jean Claude Juncker.