Visualizzazione post con etichetta POLITICA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta POLITICA. Mostra tutti i post

Salvini: "Balotelli? Lo fischiano perchè è antipatico"

FORLI' - "Ci sono una marea di donne e di uomini che sono venuti dall’altra parte del mondo tanti anni fa, pagano le tasse e mandano i figli a scuola, questi sono miei fratelli e sorelle. Chi distingue gli essere umani in base al colore della pelle nel 2019 ha un problema. Balotelli viene fischiato non perché è nero ma perché è antipatico. Potrebbe essere alto, biondo e finlandese ma non cambierebbe molto". Così il leader della Lega Matteo Salvini a Forlì.

Merkel a Roma, intesa su migranti e acciaio

(credits: Governo.it)
ROMA - Ieri visita della Cancelliera Angela Merkel a Villa Pamphili con il premier Conte. L'intesa tra Roma e Berlino è a 360 gradi su migranti, crescita, occupazione, clima, Ue e Brexit. La Merkel al premier italiano: "Grazie per l'impegno dell'Italia in Libia. Ora serve un cessate il fuoco". Italia e Germania hanno un "impegno congiunto per affrontare le principali sfide che ci attendono, la migrazione, il rilancio della crescita, l'occupazione, lottare contro il cambiamento climatico, completare la governance dell'Ue, il negoziato sul bilancio, la Brexit e il tema dell'allargamento", ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa con la cancelliera Angela Merkel.

"Italia e Germania devono lavorare insieme per affrontare la comune responsabilità europea nel dare risposte adeguate ai cittadini - ha aggiunto Conte -. Con la Germania ci troviamo a condividere spesso obiettivi e modalità per raggiungerli, qualche volta non siamo convinti delle medesime soluzioni, ma dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione, non dobbiamo aumentare l'intolleranza e le forze disgregatrici nell'Ue".

(credits: Governo.it)
"La Nato resta per noi un pilastro della politica internazionale", ha continuato Conte.

"Ci siamo ripromessi una cooperazione per cercare di confrontarci sulle soluzioni più avanzate dal punto di vista tecnologico e condividere le conoscenze" nel settore dell'acciaio, ha spiegato il premier dopo aver parlato con la cancelliera tedesca Angela Merkel della questione ArcelorMittal e ex Ilva.

"Grazie all'Italia per il suo impegno in Libia", ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel al premier Giuseppe Conte ringraziando anche per la "vostra partecipazione" alla conferenza di Berlino sul Paese nordafricano e sottolineando che adesso "abbiamo bisogno di un cessate il fuoco".

Di Maio: "Mentre Conte era a Taranto, Salvini giocava con i cavalli"

BERLINO - "Mi dispiace che in un momento in cui lo Stato doveva essere unito contro le multinazionali ci sono partiti come la Lega, che avevano le azioni di ArcelorMittal, che sta dalla parte di una multinazionale invece che con i lavoratori. Mentre Conte ieri era all'Ilva a Taranto, Salvini in Aula al Senato non c'era nemmeno quando si parlava di Ilva perchè era a giocare con i cavalli da qualche altra parte in Italia". Così il ministro degli Affari esteri, Luigi Di Maio, a margine dell’incontro con l’omologo a tedesco a Berlino dove parteciperà alle celebrazioni del 30esimo anniversario della Caduta del Muro. (Fonte: Agenzia Vista)

Ex Ilva, Salvini: "Al lavoro per Taranto"


ROMA - A Taranto dai lavoratori della ex Ilva "ci andrò quando ci sarà una soluzione: stiamo lavorando, sia pur dall'opposizione, per una soluzione". A dichiararlo Matteo Salvini, segretario della Lega, parlando a Lady Radio e dicendo che il premier Conte "poteva pensarci prima di mettere a rischio il futuro di una città e di migliaia di lavoratori, non facendo quello che hanno fatto", per cui da Conte, Zingaretti e Di Maio arrivano ora "lacrime di coccodrillo".

In merito poi all'abolizione dello scudo penale per Arcelor Mittal, il leader del Carroccio ha aggiunto: "Ora vado a dire che Conte, Zingaretti e Di Maio sono irresponsabili? E' così, ma gli operai hanno bisogno di lavoro, pane, stipendio, futuro, non di colpevoli, per cui stiamo lavorando per una soluzione. Ma adesso è l'Ilva, poi rischia di essere Alitalia, poi la tassa sulla plastica, la tassa sullo zucchero, poi sulle cartine delle sigarette, sui diesel Euro 3: non si va avanti così".

Meloni: "Draghi al Colle? Not in my name"


ROMA - "Draghi al Colle? Not in my name". Così Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, a margine della sua visita ad Eicma 2019.

Ex Ilva, Di Maio: "Obbligare Arcelor a restare"

ROMA - "Stiamo riparlando di Ilva perchè Arcelor Mittal si sta rimangiando l'accordo". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nel corso del forum ANSA. "La vecchia cordata non esiste più dobbiamo obbligare Arcelor Mittal a restare a Taranto", aggiunge Di Maio, per il quale "può succedere che un imprenditore sbagli i calcoli ma gli oneri vanno fatti rispettare, le cambiali non vanno fatte pagare allo Stato ma rimangono alle imprese".

Oggi sciopero di 24 ore negli stabilimenti ArcelorMittal di Taranto.

Ex-Ilva, Salvini: "Chiusura sarebbe danno incalcolabile"

ROMA - La manifestazione di Coldiretti in piazza Montecitorio per chiedere interventi sull'emergenza cinghiali. Sono intervenuti, tra gli altri, il ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova, il leader della Lega Matteo Salvini e il presidente della Conferenza Regioni Stefano Bonaccini.

Manovra, Renzi: "tassa su auto aziendali non ci sarà"

(credits: Matteo Renzi Fb)
ROMA - "Nei giorni scorsi ci hanno accusato di essere sfasciacarrozze perché chiedevamo di cancellare provvedimenti sbagliati come l'aumento delle tasse sulle auto aziendali. Adesso che questa misura sbagliata è stata cancellata potremmo toglierci tanti sassolini dalle scarpe e chiedere che fine hanno fatto quelli che una settimana fa ci insultavano". A scriverlo l'ex premier Matteo Renzi su facebook. "Ma Italia Viva è nata per risolvere problemi, non per fare polemiche. E adesso possiamo dire che la tassa sulle auto aziendali non ci sarà. Avanti così", ha aggiunto.

Ex Ilva, Giorgetti: "Ora avremo l'acciaio di Stato come con Mussolini?"

ROMA - "Ora il massimo sarebbe se dopo tutto questo pasticcio la soluzione" fosse "l'ingresso dello Stato nella società che produce acciaio. Allora sì, torneremmo al "fattore M", come ai tempi di Mussolini": così Giancarlo Giorgetti in un intervento su Repubblica. "Ma nel senso che il pubblico si metterebbe a produrre acciaio, magari per costruire che? Carri armati? Che di questi tempi, poi, tornano utili, no...?", ha aggiunto l'esponente leghista.

In merito al ritiro di ArcelorMittal, Giorgetti ha dichiarato: "Questo dell'acciaieria alla fine è stato uno dei tre motivi principali dell'apertura della crisi: i no reiterati dei nostri alleati su Taranto, sulla Tav, sugli inceneritori... Non c'era modo di portare un provvedimento serio come quello sull'ex Ilva al Senato che cinque o sei dei loro erano pronti a non votare la fiducia".

E prosegue: "Stiamo assistendo alla messa in scena di una multinazionale che sta cercando di prendere quanto più possibile dal governo in carica", dice Giorgetti.

Conte su Ilva: "Saremo inflessibili"


MILANO - Così il premier Giuseppe Conte a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico del Politecnico di Milano.

Ex Ilva, Salvini: "Se saltano posti di lavoro, governo si dimetta"

ROMA - "Se davvero dovessero saltare questi posti di lavoro, il governo dovrebbe dimettersi". Così Matteo Salvini, leader della Lega in conferenza stampa in Senato sull'Ilva dopo l'addio di Mittal. Fonte: Senato Web Tv

La manovra approda in Senato, Governo apre a modifiche


ROMA - Approda oggi in Senato la legge di bilancio. Ma non sembrano terminare nella maggioranza le liti sulla manovra. Il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, apre ad una mediazione sulla plastic tax: "Occorre modularla bene - dice - e sono pronto a discutere con gli operatori del settore".

Secondo Gualtieri la plastic tax "è una misura giusta" per proteggere l'ambiente, ribadisce il ministro d'accordo con Di Maio che difende con forza la misura. "La cosiddetta plastic tax è prima di tutto una tassa che aiuta l'Italia a convertire la propria produzione e a inquinare di meno. Dopo tanti anni in cui si è parlato dell'effetto della plastica nei mari, l'Italia ha deciso di cominciare una conversione veloce sul proprio sistema produttivo. Oggi il dibattito è se farla partire o se fa perdere voti oppure no. Io dico soltanto che i politici guardano alle prossime elezioni, gli statisti alle prossime generazioni". Sono le parole Di Maio a Shanghai.

Di Maio chiude, invece, nettamente sullo slittamento del taglio del cuneo fiscale, chiesto da Iv: "E' un pilastro". In Aula si potranno migliorare alcune misure, ma i saldi resteranno invariati.

Salvini: "Renzi ha la faccia come il retro"

ROMA - "Renzi Premio Nobel per l'ipocrisia, ha la faccia come il retro". Sono le parole del leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto in una diretta Facebook. / Courtesy Facebook Matteo Salvini.

Scilipoti Isgrò (FI): "Plastic tax, una follia ideologica"

ROMA - "L'esecutivo giallo rosso, ormai diviso su tutto e litigioso, mette le mani nelle tasche degli italiani al post di rilanciare l' economia. Il leader 5 Stelle Di Maio insiste con la plastic tax che è una autentica follia ideologica senza alcun significato e addirittura nociva , specie per le imprese del nord Italia. A tutto questo, come fosse poco, si aggiunge la stravagante tassa sulle auto aziendali . Sono ben altri gli interventi da fare per dare una scossa e rilanciare il Paese: investimenti, riduzione delle tasse, aiuti concreti alle famiglie, abbassamento del costo del lavoro. L' Italia ha bisogno di un governo unito, ragionevole e lungimirante, l' esatto contrario di quello in carica": lo dice in una nota il Senatore di Forza Italia e Presidente di Unione Cristiana Domenico Scilipoti Isgrò.

Ruini: "Il dialogo con Salvini mi sembra doveroso"

ROMA - "Non condivido l'immagine tutta negativa di Salvini che viene proposta in alcuni ambienti. Penso che abbia notevoli prospettive davanti a sé; e che però abbia bisogno di maturare sotto vari aspetti. Il dialogo con lui mi sembra pertanto doveroso, anche se personalmente non lo conosco e quindi il mio discorso rimane un po' astratto. Sui migranti vale per Salvini, come per ciascuno di noi, la parola del Vangelo sull'amore del prossimo; senza per questo sottovalutare i problemi che oggi le migrazioni comportano". Così in un'intervista al Corriere della Sera l'ex presidente della Cei Camillo Ruini.

Sbaglia a baciare il rosario? "Il gesto può certamente apparire strumentale e urtare la nostra sensibilità. Non sarei sicuro però che sia soltanto una strumentalizzazione. Può essere anche una reazione al "politicamente corretto", e una maniera, pur poco felice, di affermare il ruolo della fede nello spazio pubblico" così risponde l'ex presidente della Cei.

Salvini: "Si pestano come fabbri, Zingaretti è sparito"

BOLZANO - Le parole del leader della Lega Matteo Salvini nel corso di una diretta facebook dalla Val Gardena.

Manovra, Di Maio: "Su plastic tax dibatto surreale"

ROMA - "Vedo che è nato un dibattito surreale sulla plastic tax, quindi vorrei mettere le cose in chiaro. Qui abbiamo sentito partiti che per anni ci hanno detto: rispettiamo l'ambiente, amiamolo, pensiamo al futuro. E nel frattempo però, mentre si riempivano la bocca di queste belle parole, trivellavano i mari, inauguravano nuovi inceneritori, rievocavano il nucleare". A scriverlo su fb Luigi Di Maio, aggiungendo che "a parole sono tutti statisti, nei programmi elettorali c'è sempre la riforma del secolo che salva il pianeta, poi quando si tratta di venire ai fatti, si girano dall'altra parte".

"La plastic tax, come la chiamano, serve a dare una scossa, serve a invertire la rotta. Non promuovi l'ambiente parlando, lo promuovi facendo delle scelte. I soldi di uno Stato non sono infiniti, vanno re-distribuiti e la politica serve a questo, appunto, a fare delle scelte. Il M5S la sua scelta l'ha fatta tanto tempo fa: difendere l'ambiente, introdurre nuovi meccanismi per rimettere la nostra economia su un binario più sostenibile e continuare a crescere", ha aggiunto il ministro accusando altri politici di parlare solo di ambiente.

Di Maio: "Stop a giochini di palazzo su Conte"

ROMA - "Lo vogliamo dire chiaramente: non esiste futuro per questa legislatura se qualcuno prova a mettere in discussione il presidente Conte con giochini di palazzo, immaginando scenari futuri decisamente fantasiosi. Lo stesso vale anche se si continua a indebolire quest'Esecutivo attraverso messaggi che fanno male al Paese e che lo mettono continuamente in fibrillazione". A scriverlo il M5S in un post su Facebook.

"L'accordo sulla legge di bilancio è stato raggiunto da tutte le forze politiche di maggioranza. Ora andiamo a meta e miglioriamo la qualità della vita degli italiani". Lo scrive il M5S su Facebook. "Il governo è forte se lavora unito e compatto - è scritto - E tutti dobbiamo lavorare seguendo la stessa strada, perché non esistono scorciatoie".

"Stiamo lavorando a una manovra che darà risposte concrete agli italiani. E ci stiamo riuscendo perché ascoltiamo le persone. Falliamo ogni volta che non ascoltiamo i cittadini e iniziamo a parlare 'politichese'", ha scritto M5S sulla sua pagina facebook.

"In questi giorni - aggiunge - nella legge di bilancio abbiamo portato avanti le priorità che ci avevano chiesto gli italiani: lo stop all'aumento dell'iva, la conferma di quota 100 e della flat tax per partite Iva, il lancio degli investimenti green, l'abbassamento del cuneo fiscale e il carcere per gli evasori", tutte "misure fondamentali per dare sostegno ai cittadini".

Governo, Calenda: "Mi vergogno di aver fatto parte del Pd e di aver lavorato con Renzi"

ROMA - "Mi vergogno di aver fatto parte del PD e di aver lavorato con Renzi". Così Carlo Calenda in un messaggio affidato alla sua pagina Facebook. /courtesy Facebook Carlo Calenda

Salvini in Emilia, contestato cantano 'Bella ciao'

PARMA - Il leader della Lega, Matteo Salvini, a Parma per supportare la candidata della Lega alle Regionali in Emilia Romagna, Lucia Borgonzoni. Un gruppo di contestatori canta 'Bella Ciao'. Fonte: Facebook/Matteo Salvini