Visualizzazione post con etichetta Calcio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Calcio. Mostra tutti i post

Nations League: il Portogallo sconfigge l'Italia 1-0

(ANSA)
LISBONA - L'Italia di Roberto Mancini incassa la prima sconfitta in Nations League. Il Portogallo batte gli azzurri 1-0 nel secondo impegno del trofeo. A decidere al 48' una rete di André Silva. Nel primo tempo i lusitani hanno anche colpito una traversa. Commenta Roberto Mancini: i giocatori "ci hanno messo tutto quello che potevano, ma per vincere bisogna fare i gol quindi dobbiamo trovare dei rimedi".

Nations League: Italia-Polonia 1-1, pari in rimonta degli azzurri

BOLOGNA - Finisce 1-1 Italia-Polonia, primo match degli azzurri di Roberto Mancini in Nations League. Al Dall'Ara di Bologna, le reti di Zielinski nel primo tempo al 40’, il pari su rigore procurato da Chiesa, entrato da poco al posto di Balotelli, e realizzato da Jorginho.

Incrocio di ex per Juve e Napoli


di PIERO CHIMENTI - Si sono svolti a Monte Carlo i sorteggi per gli otto gironi di Champions League, con Kakà e Diego Forlan a decidere il destino dei 32 club europei. Tra le italiane chi sorride è la Roma, che nel gruppo C oltre al Real Madrid incrocerà il cammino di CSKA Mosca e Viktoria Plzen, che non dovrebbero creare grossi grattacapi ai capitolini.

Un gruppo fatto di insidie e nostalgia è quello di Napoli e Juventus, rispettivamente girone C ed E. Gli azzurri dovranno affrontare l'ex El Matador Cavani, ormai leader dell'attacco del PSG, oltre a Liverpool e Stella Rossa. I bianconeri campioni d'Italia, invece, si troveranno di fronte l'ex Pogba che gioca nelle file del Manchester United. Il resto del girone è completato dall'ostico Valencia e dallo Young Boys.

Girone di ferro, infine, per l'Inter che dopo 6 anni di assenza si troverà ad affrontare nel Girone B: Barcellona, Totthenam e PSV Eindhonen.

Roma-Atalanta 3-3: doppia faccia per i giallorossi, Manolas salva Di Francesco


di STELLA DIBENEDETTO - Una Roma a due facce commette un mezzo passo falso nel debutto allo Stadio Olimpico. Nella seconda giornata di Serie A, dopo la vittoria contro il Torino, i giallorossi non riescono a rispondere alla Juventus e al Napoli portando a casa solo un pareggio contro l'Atalanta che si conferma la bestia nera dei capitolini avendo racimolato, in cinque anni, tre pareggi e due vittorie. Dopo il gol dell'illusione firmato da Pastore, la Roma vive un primo tempo da incubo per poi tornare a respirare nella ripresa grazie a Florenzi e Manolas.

Nella giornata della cessione di Kevin Strootman al Marsiglia che ha lasciato l'amaro in bocca sia ai tifosi che ai senatori, la Roma, davanti al proprio pubblico, si illude di poter portare a casa i tre punti della vittoria. A sbloccare il match, dopo soli 76 secondi è stato Pastore con un bellissimo gol di tacco. La rete dà all'Atalanta la forza di reagire. La squadra di Gasperini raggiunge prima il pareggio con Castagne che deposita in rete il tiro di Zapata che si era fermato sul palo e poi si porta in vantaggio con la doppietta di Rigoni. Un primo tempo choc per i giallorossi che si conclude tra i fischi dei tifosi e la debolezza del centrocampo con Cristante e Pellegrini che non riescono a far dimenticare la cessione di Strootman.

Nella ripresa si vede un'altra Roma. I giallorossi, con un atteggiamento più aggressivo, creano pericoli per la retroguardia nerazzurra prima con Under e poi con Pastore. I tifosi ci credono e provano a trascinare la squadra che reagisce riducendo lo svantaggio con Florenzi che segna la rete del 2-3. La squadra di Eusebio Di Francesco torna a credere nella possibilità di riacciuffare gli avversari e la rete del definitivo 3-3 arriva all'82' con Manolas che sfrutta una punizione di Kolarov. All'85' Schick ha la possibilità di regalare la vittoria ai suoi, ma Gollini intercetta il tiro del ceco. Nonostante tutto, per la Roma è un punto guadagnato.

Metà Inter, metà Torino: è 2-2


di Luigi Laguaragnella - E’ un’Inter a metà. Nell’esordio per la nuova stagione al Meazza nella seconda metà della partita butta via la prima. Contro il Torino di Mazzarri i nerazzurri illudono i tifosi: il vantaggio firmato da Perisic in versione goleador, servito da Icardi in versione assist man fa pregustare una gara a tinte interiste. Se poi il raddoppio arriva a metà primo tempo con la zuccata del neo difensore De Vrij per Spalletti i primi tre punti sembrano portati a casa. Invece il positivo primo tempo dell’Inter rimane negli spogliatoi. Il Torino riesce ad imporsi e diventa padrone del campo. Icardi fallisce il tris, mentre Belotti con un fantastico aggancio scarta Handanovic e mette in rete accorciando lo svantaggio. Iago Falque e il capitano granata trascinano la squadra, mentre l’Inter è spenta. Così la squadra di Mazzarri raggiunge il pareggio: Meité si aggiusta il pallone che lo calcia all’angolino battendo un colpevole Handanovic.

L’Inter manca l’appuntamento con la vittoria: D’Ambrosio è stato il peggiore dell’Inter, ma Spalletti deve ancora trovare il sistema giusto.

Il Napoli risorge e conquista 3 punti


di PIERO CHIMENTI - Ancora una vittoria in rimonta per il Napoli, che dopo la Lazio supera di slancio il Milan nella sua prima al San Paolo. Gli uomini di Gattuso, passano in vantaggio al 15' con Bonaventura che conclude in porta con un tiro al volo su assist di testa di Borini. Il raddoppio del Milan arriva con Calabria all'inizio della ripresa, bravo a realizzare lo 0-2. Il Napoli è bravo ad approfittare di un momento di stanca degli ospiti, accorciando le distanze con Zielinski che dopo aver rubato passa a Biglia, dialoga con Callejon per il 1-2, che raddoppia al 67' con una sassata col destro che Donnarumma riesce solo a sfiorare. La 'sentenza' sull'esito del match arriva all'80' con Mertens, entrato qualche minuto prima, smarcato agevolmente da un cross teso ed arretrato di Allan, che mette fuori causa il portiere azzurro e permette all'attaccante belga di realizzare il definitivo gol della vittoria che vale la momentanea testa della classifica insieme alla Juventus.

Serie A, la Juventus vince ancora: 2 - 0 alla Lazio


di ANTONIO GAZZILLO - Dopo la vittoria in trasferta contro il Chievo, la Juventus non ha deluso neanche davanti ai suoi tifosi, ottenendo un successo importante per 2 a 0 sulla Lazio. Gli uomini di Allegri hanno dominato il match concedendo davvero poco ai biancocelesti.

Il risultato è stato sbloccato da Pjanic che al 30’ minuto ha trovato la coordinazione giusta per spedire un tiro preciso alle spalle di Strakosha.

Nella seconda frazione, precisamente al 75’ minuto, è arrivato il raddoppio grazie a Mandzukic che ha ribadito in rete una palla malamente colpita sottoporta da Cristiano Ronaldo.

La vittoria permette ai bianconeri di portarsi a sei punti in classifica e di preparare al meglio la prossima trasferta al Tardini di Parma.

Messi contro la Liga


di PIERO CHIMENTI - Mentre la Liga continua ad organizzare una propria partita di campionato in America, che dovrebbe essere Girona-Barcellona del 27 gennaio, da disputarsi a Miami, cresce il malcontento dei giocatori contrari a questa iniziativa che avrebbe una durata di 10 anni. La Liga, dal canto suo, sembra che non voglia fare un passo indietro, intenta a rispettare l'accordo con gli americani

Carlo Pelegatti non sarà più voce del Milan


di PIERO CHIMENTI - Carlo Pellegatti, voce inconfondibile ed appassionata del Diavolo, famoso soprattutto per i soprannomi regalato ai tifosi dei giocatori rossoneri come Vento di Passione per Shevchenko, Smoking Bianco per Kakà, dopo 35 anni dice addio alle telecronache, il suo ultimo racconto è stato quello di Milan-Fiorentina dell'ultima giornata dello scorso campionato.

La seria A scende in campo con 'Genova nel cuore'


di PIERO CHIMENTI - Le 20 squadre di Serie A scenderanno in campo per il secondo turno di campionato, con la maglia commemorativa Genova nel cuore, raffigurante il ponte Morandi stilizzato, unito da un grande cuore, mentre la Serie B che prenderà il via venerdì con l'anticipo Brescia-Perugia, osserverà un minuto di silenzio in tutti gli stadi.

Atalanta batte Frosinone 4-0 Show di Papu Gomez, due gol e due assist


(ANSA) Atalanta batte Frosinone 4-0. Show di Papu Gomez autore di una doppietta e due assist.
Troppa Atalanta per il neopromosso Frosinone che a Bergamo è affondato sotto i colpi del 'Papu' Gomez e compagni. Nel 4-0 finale la squadra allenata da Moreno Longo ha mostrato lacune in tutti i settori, ma il reparto peggiore è stato quello arretrato e solo grazie alle parate di Sportiello la punizione non è stata ancora più severa. Per l'Atalanta sono arrivati i primi 3 punti in campionato, ma soprattutto è stata l'occasione per provare gli schemi in vista dell'andata dei playoff di Europa League di giovedì sera, contro il Copenhagen. Unico acuto dei ciociari il palo colto da Ciano all'11'. Poi solo Atalanta, passata in vantaggio con Gomez al 14', su assist di Toloi. Nella ripresa Hateboer al 4' ha di fatto chiuso la pratica e Pasalic al 16' ha aggiunto il suo nome nel tabellino. In entrambe i casi l'ultimo passaggio è stato di Gomez. L'argentino nel recupero ha poi messo il sigillo su una partita perfetta firmando la sua doppietta con un gran destro, leggermente deviato da Salamon.

LE RETI

Al 14' Papu Gomez sblocca il match. Atalanta in vantaggio

Al 48' l'Atalanta raddoppia con Hateboer su assist di Gomez
Al 61' ancora un assist del Papu stavolta per Pasalic che insacca

Al 90'+2 ancora Gomez, per lui doppietta e due assist. È lui l'uomo della partita

Due capi ultrà della Lazio contro le donne


di PIERO CHIMENTI - Sarebbero due capo ultras della Lazio gli autori del volantino improntato sulla discriminazione di genere le donne trovato allo stadio Olimpico nel match contro il Napoli . Nel messaggio firmato diabolik Pluto , si invitava gentilsesso a posizionarsi dalla decima alla fine in poi della curva nord considerato un luogo di trincea .

Gli investigatori della Digos hanno inviato un'informativa in Procura che ora è al vaglio della magistratura.

Premier League: gravissima accusa per un calciatore. Avrebbe stuprato una ragazza


Gravissima accusa per un campione della Premier League. Una modella francese, di cui non si conoscono nome ed età ha denunciato di aver subito della violenza sessuale da parte del calciatore e di un'altra persona che era con l'uomo. L'episodio sarebbe accaduto a Londra, durante una serata che sarebbe iniziata in discoteca, e poi terminata in discoteca con un'amica. Qui, la modella avrebbe ballato fino a tardi con il calciatore, per poi sentirsi male e perdere conoscenza, dopo essere stata drogata. Risvegliatasi nel proprio appartamento, sarebbe stata violentata dall'uomo e dall'amico di quest'ultimo, quando la ragazza non era ancora totalmente cosciente. La storia sarebbe stata riportata dal 'Daily Star Sunday' e dal 'Mirror'.

Serie A: l'Inter cede al Sassuolo per 1-0


DI PIERO CHIMENTI - Un inizio negativo per l'Inter di Spalletti che inizia con una sconfitta contro il Sassuolo. Partita assolutamente sottotono da parte dei nerazzurri che vanno sotto al 27esimo del primo tempo, puniti da un rigore realizzato da Berardi.

Il Sassuolo si conferma in questa stagione bestia nera dell'Inter, vincendo 7 incontri degli ultimi 11. A decidere il match è stato Berardi su calcio di rigore al 27', che l'arbitro Mariani assegna per il fallo di Miranda su Di Francesco. Gli uomini di Spalletti si rendono poco pericolosi col solo Icardi, evidenziando problemi di manovra a cui Spalletti dovrà lavorare per non perdere ulteriore gap con le big del campionato che in attesa del Milan, hanno conquistato tutte i tre punti.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Bourabia (64' Sensi), Magnanelli, Duncan; Berardi, Boateng (85' Babacar), Di Francesco (74' Boga).

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, de Vrij, Miranda, Dalbert (46' Perisic); Vecino, Brozovic (86' Karamoh); Politano, Martinez (68' Keita), Asamoah; Icardi.

Lazio-Napoli 1-2: Ancelotti non sbaglia, prima vittoria per gli azzurri


di STELLA DIBENEDETTO - Carlo Ancelotti torna in serie A dopo nove anni e porta a casa la prima vittoria con il Napoli. Nella prima giornata del campionato 2018/2018, gli azzurri battono la Lazio per 2-1. Una vittoria difficile e non scontata che ha regalato nuove risposte al tecnico dopo un pre-campionato preoccupante. Il nuovo Napoli è così partito con il piede giusto portando a casa i primi tre punti della stagione.

Ad aprire le marcature, tuttavia, è stata la Lazio con un gran gol di Ciro Immobile che ha sbloccato il match al 25esimo del primo tempo: dopo aver agganciato con il tacco un lancio lungo di Acerbi, con un unico tocco si è liberato di una triplice marcatura per poi trovarsi a tu per tu con Karnezis battendo a rete.

Il goal, paradossalmente, dà fiducia al Napoli che alza il baricentro e avvicinandosi pericolosamente alla porta della Lazio al punto da colpire una traversa con Zielinski. E' il preludio del gol del pareggio che arriva prima del duplice fischio con Milik.

La ripresa si apre con un Napoli più fiducioso e sicuro dei propri mezzi. Il gol del vantaggio arriva ak 59esimo: su cross di Hysaj, Allan devia e Insigne con un tiro a giro batte Strakosha. Dopo la rete, la squadra di Ancelotti controlla in tranquillità il match anche se Acerbi, sul finire dei novanta minuti, colpisce il palo spaventando il Napoli che, al triplice fischio, porta a casa la prima vittoria della stagione.

Calcio: Paolo Maldini nominato direttore Sviluppo strategico area sport del Milan

MILANO - Novità in casa Milan: Paolo Maldini torna in qualità di direttore Sviluppo strategico area sport. "Paolo è una leggenda vivente nella storia rossonera per la sua eccezionale classe, per il talento, la leadership, la lealtà, e il suo record di successi, senza pari" si legge in un comunicato stampa del club rossonero. "Tali qualità giocheranno un ruolo determinante per far tornare il Milan alla grandezza che merita".

"Non ci sono parole per descrivere ciò che Paolo Maldini rappresenta per il Milan. E' stato un privilegio vederlo giocare e vincere innumerevoli trofei in campo. Sono felice e onorato di lavorare con lui in questo suo nuovo ruolo" ha dichiarato il presidente rossonero Paolo Scaroni "La leadership e l'esperienza di Paolo saranno di grande beneficio per il club, così come la sua passione e la sua energia. La nomina di oggi é un ulteriore segno dell'impegno di Elliott per costruire una solida base per un successo a lungo termine. Non sarà facile e ci vorrà del tempo, ma abbiamo obiettivi ambiziosi e l'arrivo di Paolo è un passo importante verso il ritorno al grande Milan".

Cr7 a Torino: è partito il countdown

Cresce di ora in ora l'attesa per il giorno 'X' di Cristiano Ronaldo alla Juve, assoluto protagonista a Torino anche in questi giorni che precedono l'evento. Lunedì sarà infatti una giornata epocale per la Signora e per il calcio italiano.

Si inizia a delineare lo sbarco del talento lusitano a Torino. Lunedì 16 luglio, alle 18.30, Cristiano Ronaldo incontrerà i giornalisti nella sala stampa, quella più elegante dedicata a Gianni e Umberto Agnelli, dello Stadium.

Le sue parole faranno il giro del mondo, ma il CR7-day inizierà molto prima. Sarà possibile seguire l'evento su Sky Sport 24 e sul live streaming sul sito di Sky Sport.it e sull'app di Sky Sport. L'arrivo in città, le visite mediche, l'incontro con la dirigenza e, infine, la presentazione ufficiale.

CR7 si veste già in bianconero

Il profilo Instagram "MuseuCR7Funchal" ha postato una foto di Cristiano Ronaldo in vacanza, una delle poche che si possono trovare sulla rete del suo viaggio nel Peloponneso: CR7 ha una maglia bianca e pantaloncini neri, vestito da turista, ma secondo molti tifosi della Juventus la scelta dei colori in questo momento non è casuale. E via ai commenti degli appassionati...

Mondiali: l'Inghilterra elimina la Svezia ed è in semifinale

(credits: Fifa)
di ANTONIO GAZZILLO - Dopo Francia e Belgio, l'Inghilterra ottiene il pass per le semifinali dove attende la vincente dell'ultimo quarto di finale tra Russia e Croazia. Il match è terminato con il risultato di 2 a 0 per gli inglesi i quali hanno superato il castello difensivo svedese con l'arma della velocità.

 Il risultato è stato sbloccato nel primo tempo grazie a Maguire che al 30'minuto ha insaccato in rete di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il raddoppio è arrivato nella ripresa. Al 59'minuto un cross preciso di Lingard ha pescato l'ottimo movimento in area di Dele Alli, abile a superare di testa l'estremo difensore avversario.

Cristiano Ronaldo atteso a Torino sabato 7 luglio

TORINO - Fra due giorni potrebbe iniziare ufficialmente l'avventura di Cristiano Ronaldo in bianconero. La Juve, infatti, è fiduciosa sul buon esito dell'affare e si sta muovendo per organizzare lo sbarco del portoghese a Torino. Sabato 7 luglio l'attaccante può sbarcare a Caselle per la presentazione ufficiale allo Stadium.

Beppe Marotta e Fabio Paratici sarebbero infatti pronti a partire con destinazione Madrid. I due voleranno nella capitale spagnola con un aereo privato per chiudere l'affare Cristiano Ronaldo con il Real Madrid.