Visualizzazione post con etichetta EMILIA ROMAGNA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta EMILIA ROMAGNA. Mostra tutti i post

Ndrangheta: sequestrati 8 mln a clan in Emilia Romagna

MODENA - Posti sotto sequestro beni per 8 mln di euro a esponenti dei clan della 'ndrangheta operanti in Emilia Romagna. I militari del Comando provinciale carabinieri di Modena, in collaborazione con i Carabinieri di Crotone, hanno eseguito il provvedimento, emesso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Reggio Emilia, su richiesta della Dda di Bologna, nei confronti di Carmine Sarcone e dei suoi fratelli Nicolino, Gianluigi e Giuseppe Grande. Lo scorso 23 gennaio Carmine Sarcone era stato arrestato a Cutro per associazione di tipo mafioso in quanto ritenuto elemento di vertice dell’associazione ‘ndranghetistica emiliana collegata alla cosca Grande Aracri di Cutro.

Parma, maltrattano e terrorizzano bimbi: arrestate due maestre

PARMA - Con l'accusa di aver maltrattato e terrorizzato bambini tra i tre e i cinque anni, in una scuola di Colorno, in provincia di Parma due maestre sono state arrestate dai carabinieri. Le vittime sarebbero state costrette a subire ripetute violenze fisiche e psicologiche e punizioni restrittive. "Mangia col piatto in mano come un animale", è stata la frase che una delle due arrestate avrebbe pronunciato a un bambino che aveva disobbedito all'ordine di rimanere immobile.

Si lancia da cavalcavia, muore travolto

BOLOGNA - Tragedia stamani sull'A13 Bologna-Padova, dove attorno alle 6.30 si è lanciato da un cavalcavia un 67enne, tra le uscite di Bologna Interporto e Altedo. Secondo i primi accertamenti della Stradale sembra che il 67enne abbia lasciato la sua auto proprio a ridosso del cavalcavia e poi si sia gettato nel vuoto, centrando ancora prima di impattare il terreno un autoarticolato con rimorchio che in quel momento procedeva in direzione Padova.

Per l'uomo non c'è stato nulla da fare, mentre l'autista del mezzo pesante rimasto sotto shock è stato portato all'ospedale di Bentivoglio, nel Bolognese, per accertamenti. Il tratto autostradale è stato chiuso intorno alle 6:30 e poi riaperto.

Svaligiata la casa di Romano Prodi

(ANSA)
di PIERO CHIMENTI - Dei ladri sono entrati nella notte nella casa di Romano Prodi a Bologna, in Via Gerusalemme, mentre l'ex premier si trovava dal Papa a Roma. Secondo gli inquirenti, che tentano di quantificare la refurtiva, si sarebbe trattata di una rapina, dato che sarebbe stata forzata la porta d'ingresso.

Arrestato il 'palpeggiatore di Bologna'

di PIERO CHIMENTI - Un uomo di origini rumene è stato arrestato dalla Squadra mobile per il tentativo di violenze ai danni di una ragazza di 20 anni, dopo averla seguita nel pianerottolo della sua abitazione.

L'aggressore era già noto alle forze dell'ordine che avevano tappezzato la città con il suo identikit per le violenze su alcune donne, prima del suo arresto avvenuto a Copenaghen per il quale la pena di due anni di reclusione era stata sospesa.

Ordigno bellico affondato, Fano tira sospiro di sollievo

(ANSA)
Dopo il ritrovamento di un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale, è in corso a Fano una vasta operazione per evacuare circa 23 mila persone. La bomba è stata rinvenuta in un cantiere dell'Aser in viale Ruggeri sul lungomare Sassonia. L'evacuazione è stata decisa in quanto l'ordigno è stato innescato accidentalmente durante alcuni lavori.

(ANSA)
Lo stato di allarme durerà fino alle ore 13. "Si tratta di una misura precauzionale - spiega all'ANSA l'assessore alla Protezione civile Cristian Fanesi -. Le scuole saranno chiuse, ma non appena la bomba sarà stata fatta brillare e avremo il permesso delle autorità militari la gente potrà tornare a casa".

(ANSA)
L'ordigno sarà fatto brillare in mare, con un'operazione congiunta tra Esercito Italiano e Marina Militare. La bomba, con una spoletta ritardata, sarà prelevata nelle prossime ore e portata in mare aperto. Mille soldati sono in arrivo in città per collaborare alle operazioni.

Maltempo, chiuse autostrade in Emilia. Neve a Milano

BOLOGNA - Chiusi al traffico questa mattina alcuni tratti delle autostrade in Emilia Romagna, a causa del fenomeno della pioggia gelata. Le chiusure riguardano le autostrade A1, A13, A14 ed il raccordo A1-A14 Bologna-Casalecchio, in entrambe le direzioni di marcia.

I "volumi di traffico attesi e le condizioni meteo rendono prevedibili disagi nell'arco della giornata e pertanto si consiglia a tutti gli utenti di evitare di mettersi in viaggio verso le aree interessate": è l'invito fatto da Autostrade per l'Italia in relazione ai disagi che la pioggia gelata sta provocando in Emilia Romagna dove, su "tutti i tratti continuano ad operare i mezzi speciali della società per limitare gli effetti del fenomeno, che perdurerà fino alla tarda mattinata di oggi sull'intera area".

Intanto una nevicata molto leggera sta scendendo in queste ore su Milano, senza causare particolari problemi. La circolazione è regolare ovunque, anche per i mezzi pubblici, e solo sull'A7, nel Pavese, sta nevicando in modo più intenso. 

Burian: abbondanti nevicate su Firenze, Genova e Bologna

(ANSA)
ROMA - La morsa gelida di Burian sull'Italia prosegue anche oggi su Firenze, Genova, Bologna e sul Veneto, da Padova a Verona: l'ondata di freddo che ha investito l'Italia ha imbiancato molte zone del centro-nord, compreso il capoluogo ligure poco abituato a questo spettacolo. A Genova il leggero manto nevoso non ha comunque compromesso la viabilità, anche grazie all'intervento degli spargisale. In Liguria dalle 22 il transito in autostrada è vietato ai mezzi pesanti.

(ANSA)
L'allerta neve più alta, quella rossa, riguarda la provincia di Imperia e in parte quella di Savona mentre nel resto della regione il livello è arancione. Anche Firenze ha regalato ad abitanti e turisti lo spettacolo di una città in bianco, grazie alla neve scesa all'1 e 30 di notte. Si sono accumulati 5 centimetri nella zona del Chianti.

Anche sull'Abruzzo si sono avute abbondanti nevicate: scuole chiuse a L'Aquila. Per quanto riguarda i treni, invece, Rfi ha deciso di tagliare, in via preventiva, il numero delle corse. In Lombardia circolerà il 70 per cento dei regionali, mentre per quanto riguarda l'Alta velocità sarà garantito l'80% dei treni sulla direttrice Milano-Roma-Napoli.

Scompare Rinaldo Orfei, fondò circo

RICCIONE - E' deceduto all'età di 74 anni Rinaldo Orfei, fratello di Nando e Liana, cugino di Moira. L'uomo era ricoverato da alcuni giorni all'ospedale di Riccione, in precedenza in una casa di riposo di Misano Adriatico. A renderlo noto Circusfans.net, il portale del circo italiano. Era stato tra i fondatori delle produzioni circensi della Famiglia Orfei, il Circo Orfei a tre Piste (1966-1970), il Circorama (1970-1973), primo spettacolo circense a proporre anche videoproiezioni a supporto dello show il Circo delle Mille e una Notte (1973-1976) con parate e coreografie e il Circo delle Amazzoni (1976-1977) composto da un cast prevalentemente femminile.

 Addestratore, clown, lanciatore di coltelli e grande istrione è stato anche personaggio televisivo in programmi Rai. Dal 1978, alla divisione dai fratelli, fu anche direttore di un proprio complesso circense, portando avanti l'icona dell'addestratore carismatico di tigri.

Aggredisce moglie e figlio: sono entrambi in fin di vita

PIACENZA - Momenti di ordinaria follia a Piacenza. Avrebbe aggredito moglie e figlio colpendoli in testa con una chiave inglese, riducendoli in fin di vita: per questo un un 62enne è stato arrestato dai carabinieri a Castellarquato, nel piacentino. L'aggressione è avvenuta in casa: il ragazzo ha 23 anni, e la donna, 58 anni e sono stati portati in elisoccorso all'ospedale Maggiore di Parma.

Sembra che l'uomo fosse seguito dai servizi sociali: avrebbe aggredito il figlio nel sonno, poi la moglie svegliata dalle grida.

Coniugi uccisi, 18 anni al figlio e all'amico


(ANSA)
BOLOGNA - Il gup del tribunale per i minorenni di Bologna ha condannato a 18 anni i due ragazzi imputati per l'omicidio premeditato di Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni, marito e moglie assassinati in camera da letto a colpi di accetta nella loro casa di Pontelangorino, nel Ferrarese, la notte tra il 9 e il 10 gennaio 2017.

Imputati il figlio della coppia, all'epoca 16enne, e un amico di un anno più grande. La Procura aveva chiesto condanne a 20 anni.

Cesena, studente sferra pugno in faccia a professoressa

CESENA - Ennesimo episodio di violenza in classe. Questa volta il dramma si è sfiorato in una scuola media di Vallata del Savio, in provincia di Cesena, dove uno studente ha colpito con un pugno in faccia una professoressa. A renderlo noto il 'Resto del Carlino' nella sua edizione on line.

L'aggressione risale al 10 febbraio scorso quando, secondo il quotidiano, il ragazzo fin dalla prima ora di lezione aveva disturbato in classe giocando a fare lo schermidore impugnando un cacciavite.

E' stato chiesto l'intervento di un'insegnante nota per avere un rapporto positivo con lo studente, ma appena è arrivata in classe l'adolescente le ha sferrato un pugno sul naso. La professoressa è stata medicata, con una prognosi di cinque giorni.

Il giovane non ha ancora compiuto 14 anni e quindi non è penalmente responsabile. Secondo il 'Resto del Carlino', in passato i genitori dei suoi compagni si erano lamentati con la scuola per la turbolenza del ragazzo. Pochi giorni fa a Piacenza uno studente di prima media aveva picchiato un’insegnante che lo aveva rimproverato.

Piacenza, studente di scuola media picchia la prof

ROMA - Torna di scena la violenza sui banchi di una scuola italiana. Una docente di una scuola della provincia di Piacenza, colpita ripetutamente ad un braccio da uno studente di prima media, è finita al pronto soccorso con una prognosi di sette giorni. Il ragazzino è stato sospeso con obbligo di frequenza e la scuola ha presentato una denuncia per infortunio sul lavoro e una segnalazione ai servizi sociali. La notizia al pubblicata dal quotidiano 'Libertà'.

L'episodio risale a qualche tempo fa. "Fatti violenti contro insegnanti di Piacenza, chiediamo di perseguire duramente i responsabili: i genitori rispondano delle azioni dei figli", ha commentato Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma, commentando la notizia.

Stupri Rimini: 9 anni ai tre minorenni

BOLOGNA - Nove anni e otto mesi: è la condanna per i tre minorenni accusati del duplice stupro avvenuto a Rimini la notte del 25 agosto scorso ai danni di una turista polacca e di una trans peruviana. A renderlo noto l'avvocato Marco Defendini che assiste due dei tre imputati. I tre ragazzi, due fratelli marocchini di 15 e 17 anni e un nigeriano di 16, sono stati processati al tribunale dei minorenni di Bologna con il rito abbreviato.

ll pm aveva chiesto una pena di 12 anni con il riconoscimento delle attenuanti generiche. Per i brutali episodi di violenza era già stato condannato Guerlin Butungu, congolese di 20 anni, unico maggiorenne del branco. Butungu era stato ritenuto il capobanda.

Convegni: a Reggio Emilia 'Le procedure per la composizione delle crisi da sovraindebitamento'

REGGIO EMILIA - Nuovo convegno sulle tematiche delle crisi da sovraindebitamento della crisi d’impresa l'8 Febbraio a Reggio Emilia: presso la libreria Ariosto (Piazza della Vittoria n. 1/H), alle ore 14.30, si terrà l’incontro dal titolo: Le procedure per la composizione delle crisi da sovraindebitamento.

L’evento costituisce la tappa emiliana di una lunga serie di eventi sul tema delle procedure di cui alla l. 3/2012, che prevede specifici procedimenti di soluzione di situazioni di sovraindebitamento per i soggetti non fallibili (consumatori, professionisti, imprese non soggette alle procedure concorsuali).

La situazione di grave crisi economica degli ultimi anni ha condotto all’emanazione della legge n. 3 la quale ha disciplinato i procedimenti del piano del consumatore, l’accordo con i creditori e la liquidazione dei beni. Durante l'evento saranno illustrati in modo ampio, con un taglio prettamente pratico, questi procedimenti: infatti ai partecipanti verranno presentati  casi pratici e le più recenti decisioni dei Tribunali, anche grazie alla notevole esperienza dei relatori sul tema.

Interverranno gli Avv. ti Alessandro Curletti e Chiara Cracolici del Foro di Torino, gestori della crisi presso l’OCC “La rinascita degli onesti” presso il Comune di Villastellone (TO) unitamente al Dr. Lorenzo Valente Dottore commercialista in Torino, autori del manuale “La composizione delle crisi da sovraindebitamento”, edito da Primiceri Editore, il Dr. Alessandro Torcini, Dottore commercialista in Firenze e gestore della crisi nonché titolare del sito internet ilsovraindebitamento.it, gli Avv. Giuseppe Valenti ed Angela Natale del Foro di Cassino, autori del “Manuale della crisi da sovraindebitamento”, edito sempre da Primiceri Editore.

L’evento è accreditato ai fini della formazione continua dall’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia  con 3 crediti formativi.

Quota di partecipazione: euro 50.

Per info ed iscrizioni: tel 345 9799863 email apuliameetings@gmail.com

Pizzarotti: "Parma ha raggiunto l'80% di raccolta differenziata, divenendo un modello di eccellenza in Italia"

PARMA. "Leggo che Roma, in emergenza rifiuti, chiede all'Emilia Romagna di smaltirli durante il periodo delle feste natalizie, e che l'Emilia Romagna intende chiederlo a Parma. In poche parole, chi è più inefficiente chiede sostegno a chi è efficiente, ma questo è un alibi che non deve diventare un fatto sistematico. Se la Regione Emilia Romagna rispetto alla richiesta del Lazio valuterà di fare una richiesta formale al Comune, ritengo che sarà un tema da Consiglio comunale, più che uno scambio di battute da campagna elettorale di fine anno sui quotidiani" ha dichiarato il sindaco di Parma Federico Pizzarotti.

"Parma non si sottrae al senso di responsabilità istituzionale, ma è bene chiarire un punto: in cinque anni la nostra città ha raggiunto l'80% di raccolta differenziata, divenendo uno dei modelli di eccellenza in Italia e in Europa. Se tutte le città facessero come noi non ci sarebbe bisogno di queste richieste. Questo vale per Roma, per il Lazio e per l'Emilia Romagna. Noi lo abbiamo fatto con fatica e impegno, un grazie a Gabriele Folli, e non senza polemiche e azioni impopolari. Ed è per questo che avrei gradito una telefonata del sindaco Raggi, perché ogni Comune può avere delle difficoltà, ma sappiamo bene che i rapporti umani e le telefonate non sono nelle corde di molti esponenti del Movimento. Ritengo che questo tema debba essere affrontato a livello più alto, astraendo dai singoli Comuni, perché se vogliamo non costruire più impianti e anzi spegnere progressivamente gli attuali servirà una compensazione tra Regioni, come ora avviene tra Province. Serve una politica capace di affrontare i problemi, anche quelli più difficili, piuttosto che fare proclami che poi si infrangono contro la realtà di ogni giorno. La politica deve tornare ad essere il luogo dove il realizzabile viene pianificato, e non la terra delle promesse, solo così potremo riavvicinare i cittadini alla cosa pubblica".

Fiume Enza rompe argini, mille persone evacuate

(ANSA)
REGGIO EMILIA - Il maltempo fa paura al Nord Italia. E' in corso, nel Reggiano, a Lentigione, nel Comune di Brescello, l'evacuazione di oltre mille persone per la tracimazione del fiume Enza, che ha rotto gli argini invadendo l'abitato e la zona industriale. Per l'evacuazione delle persone si sta usando anche un elicottero.

Ma a far paura nella notte sono stati anche i fiumi Entella a Chiavari (Genova), Vara e Magra, nello spezzino, sorvegliati speciali perché a rischio esondazione, ed anche il Magra continua a fare paura. L'Entella, che ieri pomeriggio aveva tracimato alla foce, senza creare particolari problemi, portando però il Comune a invitare gli abitanti ai piani bassi degli edifici della zona a mettersi in sicurezza, è calato di livello, come gli affluenti principali, i torrenti Lavagna e Sturla.

Resta l'allerta rossa in tutta la provincia della Spezia, nel levante e in parte dell'entroterra genovese fino alle 13.

Ferrara: giovedì 14 dicembre Pinuccio presenta 'TrumpAdvisor. Donald e Pinuccio in viaggio per il Sud Italia'

FERRARA. Proseguono gli eventi nella città di Ferrara: giovedì 14 dicembre 2017, Pinuccio, star del web e inviato di Striscia la Notizia, presenterà il suo romanzo "TrumpAdvisor. Donald e Pinuccio in viaggio per il Sud Italia" ai detenuti della casa circondariale di Ferrara.

A seguire, alle ore 19:15, presso la sala congressi delle cerimonie della casa circondariale (Via Arginone, 327 - Ferrara), si terrà l’incontro di presentazione con autorità locali, imprenditori, personale del carcere e stampa.

La satira è un genere letterario che manca dagli scaffali delle librerie da troppo tempo. Pinuccio, nome d’arte di Alessio Giannone, ha deciso di colmare questa lacuna con un libro molto divertente e originale. "TrumpAdvisor" è il racconto surreale di un rocambolesco viaggio che il faccendiere Pinuccio, protagonista di questa storia, fa in compagnia del Presidente degli USA, Trump, di sua moglie Melania, e del fido aiutante Sabino, attraverso la Puglia e la Calabria a bordo di una "fiammante" Fiat Ritmo. 

Emilia, madre uccide i due figli e tenta il suicidio

(ANSA)
LUZZARA - Dramma familiare tra le province di Mantova e Reggio Emilia. Una 39enne, Antonella Barbieri, avrebbe ucciso i suoi due figlioletti di 2 e 5 anni e poi avrebbe tentato di togliersi la vita. Ad indagare sulla vicenda i Cc.

E' stato il bimbo di cinque anni il primo ad essere trovato ucciso. Probabilmente la madre lo ha accoltellato. Il corpo è stato trovato accanto alla madre con un coltello da cucina piantato nella pancia, in una macchina nella campagna di Luzzara, in provincia di Reggio Emilia. La donna è stata soccorsa e trasportata in ospedale a Reggio dove è ricoverata. La donna è piantonata dai carabinieri. Nei suoi confronti verrà emesso un provvedimento di fermo. Casalinga originaria di Carpi (Modena).

Nella casa di Suzzara dove viveva la donna, i carabinieri hanno poi trovato morta soffocata anche la sorellina, di due anni. La donna, che pare in passato abbia sofferto di problemi psichici, potrebbe aver ucciso anche lei.

Il padre è un ex giocatore di rugby Andrea Benatti, 39 anni. Nel 2011 si è ritirato per problemi ad una retina. Al momento del dramma l'uomo era al lavoro nell'officina meccanica di famiglia che si trova a Motteggiana, a pochi chilometri da Suzzara.

Emilia Romagna, trema la terra: due forti scosse nel Parmense

ROMA - Sono due le forti scosse che in meno di mezz’ora hanno fatto tremare la provincia di Parma. La prima, alle 13:10, è stata di magnitudo 3.3 con epicentro a 4 chilometri da Varano de Melegari a una profondità di 25 km.

La seconda, quella di entità più forte, è stata nettamente avvertita (anche a Reggio Emilia, Genova, La Spezia e Milano) alle 13:37: l’Ingv ha registrato una magnitudo 4.4 e una profondità di 32 km con epicentro nei pressi di Fornovo di Taro. Oltre alle due maggiori, l’Ingv ha segnalato altre piccole scosse sempre nel Parmense. Per ora non sono segnalati danni evidenti