Visualizzazione post con etichetta CALABRIA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CALABRIA. Mostra tutti i post

Dà fuoco ad ex moglie: in manette 42enne

REGGIO CALABRIA - E' stato catturato ieri sera a Reggio Calabria dalla Polizia Ciro Russo, il 42enne di Ercolano (Napoli) che ieri aveva tentato di uccidere la moglie, Maria Antonietta Rositani, anche lei 42enne, dandole fuoco, dopo averle cosparso addosso del liquido infiammabile, mentre la donna era in auto. Russo é stato bloccato nei pressi di una pizzeria dagli agenti della Squadra Mobile reggina e del Servizio centrale operativo.

Reggio Calabria, dà fuoco all'auto dell'ex moglie: è caccia all'uomo

REGGIO CALABRIA - Attimi di follia a Reggio Calabria, dove è in corso una caccia all'uomo per individuare e bloccare l'uomo che ha dato fuoco all'auto all'interno della quale si trovava l' ex moglie che ha riportato gravi ustioni.

Ricercato in tutta la città un 42enne, pregiudicato originario di Ercolano (Napoli). L'uomo, rende noto la Questura di Reggio Calabria, di corporatura robusta, brizzolato, alto 1.88 metri, con occhi marroni, si è allontanato a bordo di un'autovettura Hyundai i30 di colore grigio scuro.

Il pregiudicato si sarebbe avvicinato alla vettura della ex consorte. La donna, dopo un tentativo di fuga andato male, è finita con l'auto contro un muro. Il 42enne, a quel punto, ha gettato liquido infiammabile all'interno del mezzo ed ha appiccato il fuoco, dandosi poi alla fuga.

La malcapitata, immediatamente soccorsa da alcuni cittadini, è stata portata agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria con gravi ustioni.

Sbanda con l'auto, muore 16enne: giovane alla guida era ubriaco

COSENZA - Finisce nel dramma una sera come tante di un gruppo di giovani calabresi. A pagare con la vita qualche drink di troppo un ragazzo di 16 anni, morto in un incidente stradale che si è verificato nella notte sulla Sp132 in località Arcomano del comune di San Donato di Ninea (Cosenza). Erano cinque le persone che viaggiavano a bordo di un fuoristrada che è sbandato.

Francesco Pio Talarico, sedicenne, ha perso la vita mentre un'altra persona è rimasta gravemente ferita ed è ricoverata nell'ospedale di Cosenza. Feriti in maniera più lieve gli altri tre occupanti del mezzo, portati nell'ospedale di Castrovillari (Cs).

Gli esami tossicologici ed alcolemici hanno poi appurato che il conducente della macchina, un 25enne di Firmo (Cs), era ubriaco ed è stato arrestato dai carabinieri per omicidio stradale. Il giovane si trova ora ai domiciliari. 

Iniziato lo sgombero della baraccopoli di San Ferdinando

REGGIO CALABRIA - Al via le operazioni di sgombero della baraccopoli di San Ferdinando, nel reggino. Secondo quanto si apprende dal Viminale sono 600 gli uomini in campo tra forze dell'ordine, vigili del fuoco e servizi sanitari. Presenti 18 pullman per trasferire in strutture di accoglienza circa 900 persone. 

Intervenuti sul posto 4 mezzi del genio militare, oltre a operatori della protezione civile e della Caritas."Come promesso, dopo anni di chiacchiere degli altri, noi passiamo dalle parole ai fatti" ha commentato il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

In fiamme baraccopoli di San Ferdinando: muore un migrante

(ANSA)
GIOIA TAURO - Alta tensione tra i migranti che vivono nella baraccopoli di San Ferdinando dopo l'ennesimo incendio che ha provocato una vittima. Le fiamme sono divampate la scorsa notte nella baraccopoli ed hanno provocato una vittima: si tratterebbe di un 35enne di nazionalità senegalese.

Distrutte nel rogo una ventina di baracche.

L'incendio potrebbe essere stato causato da uno dei tanti fuochi accesi dai migranti per riscaldarsi: una scintilla avrebbe provocato le fiamme che poi si sono rapidamente propagate tra le abitazioni di fortuna fatte di materiale infiammabile come legno e plastica.

'Ndrangheta: catturato pericoloso latitante


COSENZA - La notte scorsa i carabinieri di Reggio Calabria e Cosenza hanno arrestato il latitante Francesco Strangio, definito dagli stessi militari "pericoloso". L'uomo, in fuga da un anno, è stato rintracciato a Rose, piccolo centro del cosentino: si nascondeva in un appartamento all'ultimo piano di un condominio nel centro abitato.

Strangio viene definito dai militari un "pluripregiudicato" e ritenuto contiguo alla cosca Strangio-Janchi di San Luca.

Ora dovrà scontare una condanna a 14 anni di reclusione per narcotraffico internazionale per avere negoziato e gestito l'importazione di ingenti quantità di cocaina dal Sudamerica.

Mamma e figlia disperse sull'Aspromonte: ritrovate nella notte


REGGIO CALABRIA - Storia a lieto fine quella di due donne calabresi, una 46enne e sua figlia di 14, che si erano smarrite nelle montagne dell'Aspromonte. Le due donne sono state ritrovate in nottata, nei pressi di un torrente, dopo aver vagato per diverse ore tra i monti. A dare l'allarme il marito della donna. Le ricerche si sono rese da subito complesse per la presenza della neve, del terreno impervio oltre che dell'assenza totale di copertura telefonica.

La svolta intorno alle 22.30 quando la donna è riuscita a fare una telefonata ad un numero di emergenza e a indicare di essere con la figlia nei pressi di un torrente senza però dare ulteriori informazioni.

Concentrate le ricerche lungo uno dei torrenti lì esistenti, le due disperse sono state ritrovate con principi di ipotermia, rendendosi poi necessario per entrambe il trasporto in barella. Sono state consegnate al 118 in codice giallo. Ben sei squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria della Stazione Aspromonte hanno partecipato alle ricerche insieme a numeroso personale di carabinieri, vigili del fuoco e associazioni di Protezione civile.

Narcotraffico: 25 fermi nel Vibonese


CATANZARO - Duro colpo al narcotraffico in Calabria. I militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catanzaro e dello Scico di Roma hanno eseguito 25 fermi per traffico internazionale di stupefacenti nell'ambito di un'operazione della Dda di Catanzaro che riguarda il Vibonese.

I particolari saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11 nella sede del comando provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro alla presenza del procuratore Nicola Gratteri e del generale Fabio Contini. I provvedimenti coinvolgono persone ritenute vicine al clan Mancuso di Limbadi.

Mafia: inchiesta su 15 magistrati calabresi

ROMA - Sarebbero quindici i magistrati in servizio nel distretto giudiziario di Catanzaro, con diversi incarichi, indagati dalla procura di Salerno. A riportare la notizia stamane "Il Fatto quotidiano", secondo cui i reati contestati a vario titolo sono diversi, fra cui il favoreggiamento mafioso, la corruzione e la corruzione in atti giudiziari. Il relativo fascicolo sarebbe stato aperto dopo che la procura di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri, nel luglio scorso ha trasmesso gli atti per competenza ai magistrati della città campana. Coinvolti gli uffici del capoluogo calabrese, di Cosenza e di Crotone.

Migranti: in 51 in barca a vela nel Crotonese

CROTONE - Non si ferma il flusso migratorio sulle coste italiane. Stamattina un'imbarcazione a vela con a bordo 51 persone è approdata sulla costa ionica calabrese, nel territorio di Torre Melissa, comune del Crotonese. L'imbarcazione, dopo essersi capovolta per i marosi, ha fatto gridare i migranti che hanno fatto svegliare alcune persone residenti nella zona che hanno allertato i soccorsi. Tra le persone tratte in salvo vi sono anche donne e bambini.

Il gruppo, che ha dichiarato di essere di etnia curda, si è quindi trasferito in un albergo della zona, dove è stato rifocillato ed ha potuto asciugare i vestiti bagnati grazie alle stufe ed ai phon messi a disposizione dall'hotel. In giornata saranno portati nel centro d'accoglienza per richiedenti asilo di Isola Capo Rizzuto (Kr).

Il maltempo non dà tregua all'Italia: correnti dall'Artico, gelo e bufere fino a domenica

ROMA - Italia ancora nella morsa del maltempo, che imperverserà ad ondate fino a domenica con il termometro pronto a salire e scendere anche sensibilmente da un giorno all'altro. Un flusso di correnti fredde presente in quota determinerà nelle prossime ore un rafforzamento dei venti su buona parte dell'Italia, con raffiche di burrasca su diverse regioni.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una allerta meteo che prevede, a partire dal pomeriggio di oggi, venti forti occidentali con raffiche di burrasca su Sardegna, Sicilia e Calabria centro-meridionale in estensione, dalla serata, a Piemonte, Emilia-Romagna e Lombardia, ma a anche la Puglia sarà interessata da temporali e gelo perdurante.

Secondo i meteorologi di ILMeteo.it un nuovo impulso gelido proveniente dall'Europa nord-orientale si scaglierà tra mertedì e mercoledì verso l'Italia, provocando ancora una volta condizioni di maltempo, soprattutto al Centro-Sud, che entro la notte su mercoledì sarà interessato da precipitazioni diffuse, nevose a quote via via più basse. Un po' ai margini solamente la Toscana, per quanto riguarda le regioni centrali, ma anche tutto il Nord.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito, avverte che nella giornata di mercoledì avremo rovesci e temporali ancora frequenti al Centro-Sud, con neve a quote collinari. Interessati soprattutto il medio versante adriatico e i settori meridionali del Paese. Ancora instabilità sulle stesse aree nella giornata di giovedì. Le temperature tenderanno dunque nuovamente ad abbassarsi, non solo sulle regioni centro-meridionali, ma anche su quelle settentrionali.

Calabria: in arrivo oltre 1 milione di euro per le biblioteche regionali

Sono state pubblicate, in Calabria, le graduatorie definitive dell’Avviso pubblico "Programma a sostegno al sistema bibliotecario calabrese per il 2018", finanziato con fondi del Piano di Azione e Coesione della Regione Calabria, per un importo complessivo di 1.143.538,07. In totale sono state ammesse a finanziamento 99 biblioteche, tra quelle comunali, diocesane, scolastiche e di interesse locale, quindi anche quelle appartenenti a fondazioni e associazioni culturali.
"Il finanziamento dei progetti delle biblioteche è un passo decisivo per rafforzare le politiche per la diffusione della lettura in Calabria" ha dichiarato l’assessore all’Istruzione e Attività Culturali Maria Francesca Corigliano "una regione in cui gli indici su questo versante devono necessariamente crescere. Per questo si conferma l’impegno della Giunta regionale, anzi si accresce, avendo aumentato le risorse dagli iniziali 800.000 euro messi a bando ad oltre 1.140.000 euro. Con i finanziamenti disposti, le attività del 2018 abbiamo sostenuto l’incremento della dotazione libraria, la digitalizzazione del patrimonio, l’accessibilità e la fruibilità, l’accrescimento del catalogo regionale disponibile su bibliotechecalabria.it, così come il potenziamento dei servizi al pubblico, la realizzazione di progetti sulla lettura e la conservazione dei beni librari. Ritengo sia molto importante sottolineare- prosegue- che per la prima volta sono state comprese anche le biblioteche scolastiche, per una specifica volontà politica di rafforzamento dei servizi connessi al libro e alla lettura per gli studenti calabresi. Tra i soggetti partecipanti al bando anche i sistemi bibliotecari territoriali che operano in ottica integrata e di rete e le principali biblioteche della regione, che sono istituzioni  di primo piano nell’offerta culturale in Calabria.  A tutti gli operatori del settore, che svolgono un lavoro di grande responsabilità sul territorio, talvolta in situazioni di difficoltà, va il mio plauso e il mio incoraggiamento. Le biblioteche costituiscono un luogo di cultura, di dibattito e confronto, di crescita per la società che dobbiamo salvaguardare, nelle città come nei piccoli centri. Finalità che condividiamo assieme al Presidente Mario Oliverio, con il quale riteniamo sia indispensabile guardare alle biblioteche come a presìdi irrinunciabili sul territorio, per cui ogni finanziamento si trasforma in un investimento sulla crescita delle comunità locali e di tutta la comunità regionale". 

Appalti: obbligo di dimora per presidente Regione Calabria

REGGIO CALABRIA - Il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, è una delle persone coinvolte nell'operazione della Guardia di Finanza di Cosenza su presunte irregolarità nell'affidamento di appalti pubblici. Per il governaore è stato disposto l'obbligo di dimora a San Giovanni in Fiore, il centro del Cosentino in cui vive.

'Ndrangheta: 90 arresti tra Italia e Sud America

REGGIO CALABRIA - Sono novanta gli arresti di importanti esponenti della criminalità organizzata reggina ed europea. L'imponente operazione internazionale di polizia, coordinata dalla Dia e antiterrorismo, ha visto impegnate autorita' giudiziarie e forze di polizia di Italia, Germania, Paesi Bassi e Belgio contro la 'ndrangheta e le sue proiezioni in Europa e nel Sud America. Nel mirino, esponenti di affermate famiglie della criminalita' organizzata calabrese, operanti principalmente nel cuore della Locride.

Sono state arrestate, in contemporanea, in diversi Stati europei e del Sud America, 90 persone accusate, a vario titolo, di reati quali associazione dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, associazione mafiosa, riciclaggio, fittizia intestazione di beni ed altri reati, aggravati dalle modalità mafiose.

L'operazione è frutto di anni di intenso lavoro investigativo svolto nell'ambito di una Squadra investigativa comune (Joint investigation team) costituita presso Eurojust tra magistratura e forze di polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania cui hanno aderito, per l'Italia la Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria e reparti della Polizia di Stato e della Guardia di finanza.

Trema la terra al Sud: sisma magnitudo 3.4 a Cosenza

ROMA - Trema ancora la terra nel Sud Italia. Un terremoto magnitudo 3.4 si è registrato alle 14:08 del 29 novembre nella zona di Cosenza. L’epicentro si è verificato a Bisignano, in provincia di Cosenza. La scossa è stata avvertita distintamente anche in Puglia, a Bari, nella zona jonica e nel Basso Salento. Maggiori aggiornamenti nelle prossime ore.

Maltempo, tromba d'aria nel Catanzarese: divelti tetti e alberi

CATANZARO - Momenti di paura in queste ore in Località Difesa, nel Comune di Cropani, investita da una potente tromba d'aria. Il fenomeno è stato talmente forte da divellere i tetti di alcuni edifici, sradicando diversi alberi e danneggiando alcune serre. Sono state numerose le richieste di soccorso giunte al centralino dei pompieri. Non risulta al momento alcuna segnalazione di lesioni a persone.

Paura anche a Cropani Marina, dove alcuni alberi sono stati abbattuti dal vento ed hanno tranciato cavi della rete elettrica. La zona al momento è senza energia elettrica.

Trema il Sud Italia: sisma 3.1 nel Cosentino

ROMA - Registrata nella notte una scossa di terremoto di magnitudo 3.1. La scossa è stata avvertita alle ore 2,17, in Calabria, con epicentro a Villapiana (Cosenza). Il sisma, avvertito dalla popolazione ma che non ha prodotto danni a persone o cose, ha avuto origine ad una profondità di circa 24 km, secondo le rilevazioni della Sala Sismica dell'Ingv di Roma.

Le mani della mafia sulle scommesse online

di PIERO CHIMENTI - Le procure di Bari, Catania, Reggio Calabria, coordinate dal dipartimento Antimafia, hanno individuato un giro d'affari illecito di scommesse online sportive e non solo, per un volume d'affari calcolato in circa 4,5 miliardi di euro. La task force costituita dalla polizia, carabinieri, e Guardia di finanza ha permesso l'arresto di 68 persone e al sequestro di beni in Italia e all'estero stimati per un miliardo di euro.

'Ndrangheta: sequestrato a imprenditori patrimonio da 212 mln

REGGIO CALABRIA - E' stato posto sotto sequestro dalle Fiamme Gialle un patrimonio del valore di oltre 212 milioni di euro a due imprenditori, ritenuti vicini alla ‘Ndrangheta di Reggio calabria. I Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, con il coordinamento della Dda di Reggio Calabria, stanno eseguendo due provvedimenti emessi dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale.

Il sequestro ha colpito imprese commerciali, beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie riconducibili a due noti imprenditori operanti nel settore della fabbricazione e distribuzione di conglomerati bituminosi e del calcestruzzo.

Corruzione: arresti nel Cosentino, anche sindaco

COSENZA - Sono 14 le persone arrestate, tra le quali il sindaco, il suo vice e un assessore del comune di Fuscaldo, nell'ambito per reati contro la pubblica amministrazione nel Cosentino.

Tra i reati contestati, a vario titolo, i reati di corruzione, tentata concussione, indebita induzione a dare o a promettere, peculato, turbative d’asta e di procedimenti di scelta dei contraenti della p.a. e falso ideologico.

Disposto il sequestro di beni ed interdette 2 società dalla contrattazione con la pubblica amministrazione. Nel 'mirino' molti appalti pubblici ed affidamenti diretti sia del Comune di Fuscaldo che del Comune di Cosenza, per “lavori, servizi e forniture” di valore complessivo di oltre euro 7,5 milioni.