Visualizzazione post con etichetta MARCHE. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta MARCHE. Mostra tutti i post

Carlotta Maggiorana è Miss Italia 2018

E' la 26enne Carlotta Maggiorana, già miss Marche, a trionfare al concorso Miss Italia. La ragazza è un volto già noto nel mondo dello spettacolo: ha recitato con Brad Pitt e Sean Penn nel film The tree of life e Un fantastico via vai di Leonardo Pieraccioni, oltre a essere stata valletta di Avanti un altro! e Paperissima.

Una finale ricca di novità, ma anche di polemiche come quelle legate agli insulti contro Chiara Bordi, la 18enne tarquiniese "disabile", vittima di un terribile incidente che le ha fatto perdere una gamba, sostituita con una protesi. Non solo polemiche ma anche tanta emozione, con l'omaggio a Fabrizio Frizzi, storico conduttore del concorso.

Scossa di terremoto davanti alle coste pesaresi

PESARO - Una scossa di terremoto magnitudo 3.7 si è registrata nel pomeriggio con epicentro in mare lungo la costa delle Marche, a 8 chilometri da Pesaro e a una decina da Gabicce Mare e Gradara.

Secondo quanto riporta l'Ingv, il sisma si è prodotto alle 15.03 a una profondità di 34 chilometri. Non si segnalano al momento danni.

Tremano anche le Marche, ieri notte sciame in Molise

Dopo le intense scosse di ieri sera in Molise, sisma anche in Abruzzo. Il terremoto è stato registrato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 6,12 a Costa Marchigiana, in provincia di Ancona, per una magnitudo di 2,6 e a 8 chilometri di profondità

Nuove scosse di terremoto nella mattinata in Molise anche se appare in attenuamento lo sciame registrato a partire dalla serata di ieri. L'ultimo sisma è stato registrato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 6,12 a Costa Marchigiana, in provincia di Ancona, per una magnitudo di 2,6 e a 8 chilometri di profondità.

Precedentemente le scosse si erano susseguite all'1,02 (magnitudo 3,1) a 5 chilometri di profondità nella zona di Montecilfone (Campobasso). Fino alle 23 di ieri, sono stati 27 i terremoti localizzati, otto dei quali di magnitudo uguale o superiore a 2,5. Alle 22:22 l'evento piu' forte, una scossa di magnitudo Ml 4.5 (Mw 4.4), localizzata 4 km a Sud Est di Montecilfone a una profondità di 9 km.

Trema ancora il Centro Italia: scossa di magnitudo 3.3 nel Maceratese

MACERATA - Trema l'Italia centrale. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 10.01 nel Maceratese, con epicentro Pieve Torina. La scossa, secondo quanto rende noto l'Ingv, ha avuto una profondità di 8 chilometri, ed è nel cuore dell'area già colpita dal sisma di due anni fa, a 9 chilometri da Camerino e a 15 da Visso e Ussita.

Orrore a Porto Recanati: trovati in un pozzo i resti di Camey

PORTO RECANATI - I resti rinvenuti il 28 marzo scorso nel pozzo nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House di Porto Recanati appartengono alla quindicenne Camey Mosammet, scomparsa ad Ancona il 29 maggio 2010 mentre andava a scuola. A renderlo noto oggi la Procura di Macerata.

A seguito dei primi accertamenti medico-legali, affidati al professore Adriano Tagliabracci, secondo i Pm “si può ragionevolmente affermare” che quei resti appartengano alla giovanissima bengalese.

Comunali: il centrodestra trionfa in Toscana

Nei ballottaggi delle comunali '18 il centrosinistra è stato travolto in Toscana e in Emilia. I Cinque Stelle si affermano ad Avellino e Imola, ma perdono Ragusa. Avanzano Lega e centrodestra un po' ovunque.

Debacle del centrosinistra anche in Toscana dove Pisa, Siena e Massa passano in blocco al centrodestra. A Pisa il nuovo sindaco è Michele Conti candidato di Lega, FI e FdI, che ha battuto Andrea Serfogli. A Siena Luigi De Mossi, con il 50,8% batte di misura il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) fermo al 49,2%. A Massa Francesco Persiani è al 56,6% e batte senza problemi Alessandro Volpe, sindaco uscente, fermo al 43,4%.

Dura sconfitta anche per Maurizio Perinetti, candidato sindaco del centrosinistra a Ivrea: qui la sinistra amministrava ininterrottamente dal Dopoguerra. Ad Ancona, unico capoluogo di Regione al voto, si riconferma la sindaca uscente, Valeria Mancinelli, di centrosinistra.

Ad Avellino si impone a sorpresa Vincenzo Ciampi candidato M5S che strappa la cittadina campana finora guidata dal centrosinistra. Il M5S espugna anche Imola, governata per oltre 70 anni dal centrosinistra.

Da Brindisi una delle poche consolazioni per il centrosinistra: vince Riccardo Rossi, che ribalta così i risultati del primo turno che vedevano favorito Roberto Cavalera del centrodestra. Brindisi era uno dei comuni guidati dal Commissario straordinario.  Rossi vince col 56 per cento. Con il 56,61 per cento e 16.658 voti Riccardo Rossi, ingegnere dell'Enea, alla testa di una coalizione composta da Brindisi Bene Comune, Liberi e Uguali, Pd e Ora Tocca a Noi, è il nuovo sindaco di Brindisi“

Ascoli Piceno, vice preside istituto fa gli auguri ad Hitler su Fb

di PIERO CHIMENTI - Il vice preside di un istituto Tecnico Agrario ha fatto gli auguri al dittatore Adolf Hitler, di cui oggi ricorre il 129 anni della sua nascita tramite Facebook. Nonostante il post sia stato subito rimosso, non ha fermato lo sdegno degli internauti.

Trema ancora il Centro Italia: scossa 3.4 a Pieve Torina

ROMA - Trema di nuovo il centro Italia. Dopo la scossa di ieri magnitudo 4.6 a Muccia, una nuova scossa di terremoto magnitudo 3.4 è stata registrata alle 2:00 con epicentro a 2 km da Pieve Torina, in provincia di Macerata.

Si tratta della più forte di quattro scosse (considerando solo quelle pari o superiori a magnitudo 2) rilevate dalla mezzanotte nella zona, tra cui un'altra di magnitudo 2.9 all'1:52. Non si segnalano al momento ulteriori danni.

Trema il Centro Italia: scossa 4.7 nel Maceratese, crolla campanile

(ANSA)
Trema di nuovo il Centro Italia. Una potente scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata registrata alle 5:11 con epicentro a 2 km da Muccia, in provincia di Macerata, ed ipocentro a 9 km di profondità. A riportarlo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Oltre che nelle Marche, la scossa è stata distintamente avvertita anche in Umbria. La Protezione civile è in contatto con i sindaci delle zone terremotate che al momento non hanno segnalato danni.

Il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, ha parlato di "notevoli ulteriori danni" ma nessun ferito.

La scossa di terremoto 'ha fatto crollare il piccolo campanile della Chiesa del '600 Santa Maria di Varano'. A riferirlo il sindaco Mario Baroni. Ora sono in corso accertamenti, spiega il primo cittadino, per verificare se vi siano ulteriori danni sulle poche case rimaste agibili in paese: su 920 abitanti, 550 sono sistemati nelle Sae, 120-130 persone stanno in case agibili e il resto è in sistemazione autonoma o da parenti.

Sono state oltre 10 sinora le repliche registrate dopo il terremoto di magnitudo 4.7 avvenuto stamani con epicentro nel Maceratese, tra cui due di magnitudo 3.5 alle 5:46 e alle 6:03. Quest'ultima, secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), ha avuto ipocentro a 2 km da Pieve Torina (Macerata). 

Trema il Centro Italia: scossa magnitudo 3.0 nelle Marche

ROMA - Trema il Centro Italia. Una scossa di magnitudo 3.0 è stata registrata dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nelle Marche. Il terremoto si è verificato alle 5:33 con epicentro a 2 chilometri da Pieve Torina, in provincia di Macerata, ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono quelli di Muccia, Pievebovigliana, Fiordimonte, Serravalle di Chienti e Monte Cavallo. Al momento non risultano danni alle cose o alle persone.

Orrore nelle Marche, neonata morta in centro rifiuti

ANCONA - Scene dell'orrore in una ditta di trattamento rifiuti di Ostra, dove il corpicino di una neonata è stato scoperto su un nastro trasportatore. L'attività è stata immediatamente bloccata. Ad intervenire sul posto i carabinieri di Senigallia.

Il pm di turno ha aperto un fascicolo per infanticidio e disposto l'autopsia. L'ipotesi più probabile è che la piccola sia stata abbandonata poco dopo la nascita in un cassonetto: l'azienda raccoglie rifiuti da vari centri.

Macerata, scosse di terremoto nella notte

MACERATA - Trema la terra nel Maceratese, dove decine di lievi scosse di terremoto si sono susseguite per tutta la notte. A darne notizia l'Ingv sul proprio sito internet. Lo sciame sismico, caratterizzato per lo più da sommovimenti di magnitudo attorno al 2, ha come epicentro la zona compresa tra Muccia, a circa 12 chilometri da Camerino, Monte Cavallo e Petriolo.

Le scosse più violente sono state due: la prima, di magnitudo 3.5, è stata registrata alle 23:48 di ieri; la seconda, di magnitudo 3.4, si è verificata alle 00:32 di oggi.

L'epicentro per entrambe è localizzato a Muccia e l'ipocentro si trova a una profondità di 10 km. Le scosse sono state avvertite da diverse persone, ma al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose.

Omicidio Macerata, 2 nigeriani interrogati in Tribunale

MACERATA - Sono arrivati nel tribunale di Macerata i due nigeriani in stato di fermo con l'accusa di concorso nell'omicidio di Pamela Mastropietro e del vilipendio ed occultamento del cadavere. I due giovani sono stati trasferiti con furgone della Polizia penitenziaria dal carcere di Montacuto di Ancona. Per i due - Lucky Awelima e Desmond Lucky - inizia l'interrogatorio di convalida del fermo dinanzi al Gip di Macerata. All'esterno del Tribunale stazionano carabinieri e poliziotti, che tengono a distanza giornalisti e operatori televisivi.

Omicidio Macerata, spunta quarto nigeriano

MACERATA - Spunta un quarto nigeriano che tuttavia non risulterebbe indagato a Macerata per l'omicidio di Pamela Mastropietro. A renderlo noto il sito on line del 'Resto del Carlino' rivelando che stamani il legale del giovane, l'avvocato Cognini, ha presenziato ai nuovi accertamenti tecnici irripetibili nella casa del delitto, in via Spalato. Il nuovo sopralluogo dei Ris si è svolto poco prima delle 12.

A differenza dei suoi tre connazionali già in stato di fermo, l'uomo - apprende l'AGI - non è indagato ma la sua posizione è all'attento esame degli investigatori. Sul suo conto sono in corso diversi accertamenti per verificarne la presenza o meno nell'appartamento di via Spalato nelle ore immediatamente precedenti o successive alla morte della ragazza romana, dove poi è avvenuto il terribile sezionamento del corpo della vittima per infilare quindi le parti in due trolley poi abbandonati in una strada di campagna di Pollenza, sempre nel Maceratese.

Omicidio Macerata, fermati altri due nigeriani

MACERATA - Si registra il fermo disposto dalla Procura di Macerata dei due nigeriani bloccati ieri e ora accusati di omicidio per la morte di Pamela Matropietro. Con loro sale a tre il numero degli indagati, contando anche Innocent Oseghale, pure lui nigeriano, fermato poche ore dopo il ritrovamento dei resti della ragazza in due trolley.

Gli inquirenti ritengono così di aver chiuso l'indagine sul delitto della diciottenne romana.

Macerata, cade accusa omicidio nigeriano

MACERATA - Occultamento e vilipendio di cadavere, ma non omicidio. Sono queste le accuse contestate dal gip di Macerata, Giovanni Maria Manzoni, nel convalidare il fermo di Innocent Oseghale, l’uomo al centro dell'inchiesta sulla morte di Pamela Mastropietro, la 18enne fatta a pezzi e abbandonata in due trolley a Pollenza, a pochi chilometri da Macerata.

Gli investigatori che indagano sul caso della morte di Pamela Mastropietro avrebbero individuato un complice di Oseghale.

In queste ore si cerca un altro africano che lo avrebbe aiutato a nascondere il cadavere della ragazza romana.

Macerata, Luca Traini trasferito in carcere

MACERATA - Luca Traini, il 28enne che ieri ha tentato una strage di migranti nel centro di Macerata, è stato trasferito in carcere. L'uomo ha lasciato la caserma dei Carabinieri all'una di notte: a testa alta e sguardo dritto davanti a sé non ha detto una parola ai cronisti che erano ad attenderlo.

Traini si trova ora nel carcere di Montacuto, frazione di Ancona, lo stesso dove è rinchiuso Oseghale, il nigeriano presunto assassino di Pamela.

Sarebbe stata proprio la morte brutale di Pamela Mastropietro all'origine della tentata strage di ieri.

Luca Traini lo ha ribadito ai militari dell'Arma. "Ero in auto e stavo andando in palestra quando ho sentito per l'ennesima volta alla radio la storia di Pamela. Sono tornato indietro - avrebbe raccontato - ho aperto la cassaforte e ho preso la pistola".

Macerata, spari da un'auto: stranieri tra feriti

(ANSA)
MACERATA - Attimi di paura a Marcerata per una serie di sparatorie che hanno seminato il panico in città facendo alcuni feriti, tra cui due stranieri. I colpi di pistola sono partiti da un'Alfa Romeo 147 nera.

L'auto si è spostata per le vie della città, terrorizzando la città. Una persona è stata ferita in via Cairoli, l'altra in via Spalato. Spari anche in via dei Velini, zone toccate dalle indagini per il caso di Pamela Mastropietro.

(ANSA)
Un giovane è stato fermato dai carabinieri e portato in caserma: si chiama Luca Traini, 28 anni, ha la testa rasata, è incensurato e originario delle Marche. Quando è stato bloccato ha fatto il saluto fascista.

Traini, questo il suo nome, era stato candidato alle elezioni amministrative del 2017 a Corridonia, nelle Marche, con la Lega Nord. In un manifesto elettorale, Traini appare insieme al candidato sindaco della Lega Nord per Corridonia, Luigi Baldassarri che presenta la sua nuova squadra. Si tratta della tornata elettorale del 11 giugno scorso. Nel programma, anche il "controllo degli extracomunitari".

L'attentatore Luca Traini
"Restate in casa" è l'appello lanciato alla cittadinanza dal sindaco Romano Carancini dai profili social del Comune, mentre sono segnalate sparatorie in varie parti della città. "Per ragioni di sicurezza tutti gli studenti resteranno a scuola e gli autobus del servizio trasporto pubblico fermi", scrive il comune su Facebook.

Macerata, bloccato fa saluto fascista


MACERATA - Il 28enne Luca Traini, responsabile delle sparatorie di oggi a Macerata bloccato in piazza della Vittoria, dinanzi al Monumento ai Caduti alla vista degli agenti ha fatto il saluto fascista, fuggendo poi a piedi verso la gradinata del monumento, gettando via alcuni indumenti mettendosi sulle spalle una bandiera tricolore, quindi è stato preso. La pistola l'aveva lasciata in macchina.

Si è saputo intanto che tra i feriti ci sono due persone di colore e che l'auto, dopo il raid in città, si stava dirigendo verso la zona in cui è stato trovato il corpo smembrato di Pamela Mastropietro, chiuso in due trolley.

Ragazza fatta a pezzi: fermato nigeriano


Si chiama Innocent Oseghale il nigeriano dichiarato in stato di fermo per la morte di Pamela Mastropietro, la 18enne romana il cui cadavere fatto a pezzi è stato trovato ieri mattina in due valigie nelle campagne di Pollenza. A casa dell'uomo, in un appartamento in via Spalato 124, i carabinieri del Ris hanno trovato i vestiti della vittima sporchi di sangue e altre tracce ematiche. Trovato anche uno scontrino di una farmacia poco distante dove la vittima aveva acquistato una siringa.

Pamela, ospite da alcune settimane della comunità di recupero 'Pars' di Corridonia, se ne era allontanata volontariamente il 29 gennaio, senza telefono e senza documenti, ma portando con sé un grande trolley rosso e blu, forse proprio uno di quelli in cui sono state trovate parti del cadavere.

Il corpo smembrato rinvenuto stamane dentro due trolley abbandonati nelle campagne di Pollenza è quello di Pamela Mastropietro, la 18enne allontanatasi volontariamente il 29 gennaio dalla comunità di recupero "Pars" di Corridonia, di cui era ospite.

I militari hanno provveduto ad isolare il perimetro, per poter far chiarezza dell'efferato omicidio, di cui ancora non si conoscono le modalità.