Visualizzazione post con etichetta LIGURIA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta LIGURIA. Mostra tutti i post

Cade e sbatte sulle rocce mentre scala il Bric, resta appesa a 70 metri d'altezza

SAVONA - Un difficile intervento ha impegnato gli uomini del reparto volo del nucleo elicotteri dei vigili del fuoco di Genova dopo che è scattato l'allarme per un incidente alpinistico nella zona del Bric della Pianarella, nel comune di Finale Ligure (Sv). 

Due arrampicatori di circa 30 anni, un uomo e una donna, erano impegnati nell'ascensione di una via sul settore sinistro del Bric: la donna è caduta per alcuni metri, rimanendo vincolata alle corde di progressione. 

Sbattendo sulle rocce ha riportato diversi traumi ed è rimasta bloccata assieme al compagno a un'altezza di circa 70 metri. Sul posto è arrivato l'elicottero Drago, dal quale si sono calati i vigili del fuoco.

Ponte Morandi: problemi di sicurezza noti da 10 anni

ROMA - Secondo quanto riporta il Financial Times, il Ponte Morandi, che crollò a Genova il 14 agosto 2018 provocando 43 morti, aveva manifestato problemi di sicurezza nei dieci anni precedenti il disastro. Il quotidiano inglese lo apprende in un documento a cui avuto accesso del rapporto commissionato da Atlantia.

Atlantia, società che controlla Autostrade per l'Italia, aveva presentato il rapporto al cda. Secondo fonti vicine al cda, scrive il quotidiano della City, "la presentazione del rapporto era stata affrettata, senza abbastanza tempo per elaborare i risultati del documento di 87 pagine". Le fonti hanno espresso dubbi sulla decisione di non rendere pubblico il rapporto e hanno affermato che la risposta della società al disastro e' stata "disorganizzata", tanto che c'e' voluto piu' di una settimana per organizzare una riunione del board. 

Il comitato per il controllo dei rischi di Atlantia, proseguono le fonti, aveva chiesto il rapporto a settembre, un mese dopo la tragedia, per determinare se la compagnia fosse responsabile di mancanze nella manutenzione del ponte. Il documento elencava interventi in una scala da 10 a 70, per ordine di urgenza, e almeno in un caso un intervento aveva un grado di urgenza di classe 60: un problema con le travi di sostegno, identificato per la prima volta nel 2011, che aveva richiesto ulteriori test proprio nell'agosto 2018. 

Pronta la replica di Atlantia che sostiene di aver fatto tutto il possibile per reagire al disastro in maniera tempestiva e appropriata. Un 'grado 50' nella scala dei rischi, ha poi spiegato la società in una nota, non indica un problema strutturale di sicurezza ma difetti che consentono una pianificazione della manutenzione entro cinque anni. La scala, quindi, indica l'urgenza e non la gravità del problema e nessuna analisi o rapporto aveva concluso che fosse necessario un intervento urgente, conclude la nota. 

Il killer del karaoke si costituisce


SAVONA - Si è costituito Domenico “Mimmo” Massari, l'uomo che sabato sera ha ucciso sabato sera a colpi di pistola l’ex moglie Deborah Ballesio, nei bagni-ristorante "Aquario", a Savona, durante una serata karaoke. Secondo quanto si apprende, l'uomo si è presentato spontaneamente nel carcere di Valle Armea, a Sanremo poco dopo mezzanotte, dicendo di aver assassinato la donna. Aveva con sé una pistola, probabilmente quella usata per uccidere l’ex. Massari si è consegnato alle forze dell'ordine, senza avvocato. Si trova in stato di fermo, in attesa dell’interrogatorio del pm.

Stragi del sabato sera: 11 giovani morti in poche ore

ROMA - Fiumi di sangue la notte scorsa, dove 11 giovani, reduci dal sabato sera, hanno perso la vita in quattro diversi incidenti, a Cesena, Genova e Jesolo.

A Cesena quattro giovani sono morti sul colpo poco dopo le 5 sulla via di Dismano, nella frazione cesenate di Sant'Andrea, a bordo di una Seat Leon. Secondo una prima ricostruzione della Polstrada di Forlì e dei carabinieri, l'auto su cui viaggiavano avrebbe toccato un muretto laterale, il conducente avrebbe perso il controllo e la vettura si è schiantata in un fosso rovesciandosi. Intervenuti i vigili del fuoco che solo verso le 7 hanno estratto l'ultimo corpo.

E' invece di un morto e due feriti gravi il bilancio di un incidente avvenuto la scorsa notte sulla A7 Genova-Serravalle Scrivia, nei pressi di Genova Bolzaneto nella direzione del capoluogo. Le persone coinvolte, secondo la polizia stradale, sono tutti ventenni. 

Altrettanto impressionante anche l'incidente di Jesolo, dove quattro giovani, tre ragazzi e una ragazza tra i 22 e i 23 anni, sono morti stanotte dopo che la loro auto è finita in un canale a Ca' Nani. A bordo c'era una quinta ragazza che si sarebbe salvata. L'incidente è avvenuto lungo la strada regionale 43.

Uccide ex moglie al karaoke


SAVONA - Dramma nella notte a Savona, dove un 54enne ha sparato e ucciso la ex moglie durante una serata di karaoke al ristorante del bagno 'aQuario'. Ad aver sparato è Domenico Massari, un meccanico disoccupato. La vittima si chiamava Deborah Ballesio, 40 anni. La donna, che era l'animatrice della serata, è stata colpita da diversi proiettili. Ferite tre persone, tra le quali una bambina. 

Secondo alcuni testimoni prima di sparare l'uomo avrebbe gridato alla ex moglie "ti ricordi di me?". L'omicida avrebbe esploso più di cinque colpi di pistola. L'uomo da anni aveva un comportamento minaccioso verso la donna. Nell'agosto del 2015 l'uomo dette fuoco al locale di lap dance 'Follia' di Altare, gestito dalla donna. L'episodio era avvenuto dopo una serie di liti e molestie che gli erano costati un patteggiamento a tre anni e due mesi per danneggiamenti e stalking e il divieto di avvicinarsi alla donna. Era uscito dal carcere lo scorso anno.

Neonato di 3 mesi in rianimazione con meningite


SAVONA - Destano preoccupazioni le condizioni di salute di un neonato di solo 3 mesi arrivato ieri in condizioni critiche all'Ospedale San Paolo di Savona, dove gli è stata riscontrata una sepsi meningococcica. Un'equipe del Gaslini si è recata al San Paolo, ha stabilizzato il bimbo trasportandolo alla Rianimazione del pediatrico genovese. Le condizioni del piccolo oggi sono critiche ma stabili, rispetto a ieri si rileva un significativo miglioramento. Lo rende noto il Gaslini.

Secondo l'equipe la prognosi neurologica sarà definita dopo la risonanza del cervello che avverrà nelle prossime ore.

Ponte Morandi, pm: la 'prova regina dalle immagini della Ferrometal'


GENOVA - Sarebbe il video inedito fornito agli inquirenti da Ferrometal la prova madre del cedimento strutturale del viadotto Morandi. Secondo gli inquirenti, infatti, è evidente il "cedimento dello strallo sulla pila", in particolare quello a sud ovest. La rottura, sempre secondo gli inquirenti sarebbe stata "determinata dalla corrosione dei cavi interni".

È stato consegnato ai consulenti degli indagati il video della Ferrometal, l'azienda di Campi che ha ripreso da vicino il crollo del ponte Morandi lo scorso 14 agosto. Dalle immagini si vede la sommità della pila 9 che si stacca e a quel punto l'intera struttura (impalcato, piloni e i tiranti) si sarebbe girata su se stessa piegandosi sulle 'ginocchia'. Il crollo viene preceduto da una forte raffica di vento. Dopo il crollo si vedono alcuni lampi provocati, con ogni probabilità, da cavi della linea elettrica tranciati dai detriti.

Secondo gli investigatori quel video sarebbe la prova regina che dimostra quale parte della struttura abbia ceduto determinandone il collasso.

Abbattuto il Ponte Morandi


GENOVA - E' il D-day, Genova è pronta. Un imponente piano di sicurezza, con oltre 3500 sfollati, più di 400 uomini delle forze dell'ordine schierati, il blocco della viabilita' che tronca in due non solo la Liguria ma anche parte del Nord Ovest, è stato dispiegato nel capoluogo ligure.

La dinamite e il plastico collocati su piloni e stralli delle pile 10 e 11 dell'ex viadotto Morandi con un sordo boato hanno fatto collassare la struttura del Morandi. Forte emozione da parte del sindaco Marco Bucci che con il governatore Giovanni Toti e i ministri dell'Interno Matteo Salvini, dello sviluppo economico Luigi Di Maio e della Difesa Elisabetta Trenta ha assistito all'implosione controllata.

CONTE: "TRAGEDIA GENOVA NON VA OSCURATA" - "Di fronte a una tragedia così significativa questo governo ha assunto pubblicamente una posizione: si tratta di una tragedia che non può essere oscurata, non possiamo far finta di niente" per "rispetto ai morti e ai loro familiari". Questo "ci ha portato ad avviare una procedura di contestazione alla società concessionaria di quanto accaduto. E' un fatto oggettivo il grave inadempimento". Così il premier Giuseppe Conte a margine del G20, rispondendo ad una domanda su Atlantia e il dossier Alitalia, nel giorno in cui è stato fatto crollare il ponte Morandi.

Sequestrati farmaci contraffatti per bambini


GENOVA - La Guardia di finanza di Genova e dell'Agenzia delle dogane hanno sequestrato in porto 10 tonnellate di prodotti contraffatti, di cui 4 di farmaci per bambini. La merce era contenuta in due container accompagnati da documentazione artefatta. E' stato nel secondo container proveniente dalla Tunisia e destinato in Sudan che la Gdf ha scoperto oltre 4 t. di farmaci per bambini. 

Si tratta di diffusi prodotti farmaceutici contraffatti, realizzati senza alcuna prescrizione sanitaria e potenzialmente pericolosi. Il sequestro ha impedito l'introduzione nel mercato nero di una grossa partita di farmaci taroccati che avrebbero potuto esser venduti attraverso portali siti di e-commerce su server esteri. Il business avrebbe fruttato un guadagno di oltre un milione di euro.

Migranti: Nave Fulgosi attracca a Genova


GENOVA - Ancora sbarchi in Italia. Il pattugliatore della Marina Fulgosi ha attraccato a Calata Bettolo nel porto di Genova. Sono intervenute sul posto, oltre alla Croce Rossa, Capitaneria e Polizia, alcune ambulanze e personale Usmaf per la parte sanitaria. Sotto bordo anche il garante dei minori per la Liguria Francesco Lalla. 

A bordo cento i migranti tra i quali 23 minori e 17 donne, alcune incinte, tra le quali una al settimo mese di gravidanza. Gli stranieri erano stati salvati giovedì scorso al largo delle acque libiche mentre si trovavano su un gommone in difficoltà. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha reso noto che i migranti saranno accolti dal Vaticano e in cinque paesi dell'Ue.

Genova, neonato muore dopo circoncisione in casa

GENOVA - Nuovo caso di circoncisione 'fai da te' fatale. Un neonato è deceduto in seguito ad una circoncisione fatta in una casa la scorsa notte a Quezzi, alle porte di Genova. Al via le indagini della Squadra mobile. La madre e la nonna del piccolo, nigeriane, sono state portate in questura per essere interrogate.

Secondo quanto appreso, sarebbero state le stesse donne a chiamare il 118. Una volta arrivati i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del neonato e chiamare la polizia.  

Secondo gli investigatori a praticare la circoncisione potrebbe essere stata una terza persona chiamata dalle due donne. Le indagini del caso sono coordinate dal sostituto procuratore Daniela Pischetola che potrebbe ipotizzare l'omicidio preterintenzionale. 

In Italia, ogni anno, avvengono 5mila circoncisioni l'anno, il 25% sono clandestine. 

Allarme bomba a Genova: evacuato edificio

GENOVA - Attimi di paura a Genova a causa di un allarme bomba in via Cesarea, nel centro cittadino, questa mattina. Evacuato un edificio, in cui si trova una filiale Carige, per consentire i controlli di rito. L'allarme, poi rientrato, è scattato dopo un paio di telefonate che annunciavano una bomba nei fondi del palazzo. Transennata la strada. Intervenuti sul posto artificieri, polizia, vigili del fuoco, e polizia municipale.

Genovese in fiamme: sfollati e scuole chiuse. Toti: "Temo sia doloso"

GENOVA - Trema la Liguria a causa di un incendio di vaste dimensioni che sta devastando dalla scorsa notte le alture di Cogoleto, nel ponente di Genova. Sfollate una cinquantina di famiglie, chiuse le scuole. Le fiamme lambiscono le carreggiate. Ad alimentare il rogo il forte vento che ha raggiunto anche i 100 km orari. 

Intervenuti sul posto 60 vigili del fuoco, provenienti da Genova, La Spezia, Massa Carrara, Piacenza, e 30 volontari. "Stiamo ancora lavorando per domare le fiamme a Cogoleto. La sala operativa della Protezione civile della Regione è rimasta aperta tutta la notte, oltre 60 unità tra Vigili del fuoco e volontari hanno operato sulle alture di Cogoleto e da stamattina anche i Canadair", dice il governatore Giovanni Toti via facebook. 

"Si parla di 12 ettari di terreno andati in fumo e di una cinquantina di persone evacuate. Sarà una giornata complicata per la viabilità. La A10, subito chiusa in entrambe le direzioni, tra Arenzano e Varazze, è stata riaperta in un senso, verso Savona. Grazie alla Protezione civile, ai Vigili del Fuoco e a tutti i volontari che stanno lavorando senza sosta".

Ponte Morandi: via terza trave

GENOVA - E' terminato nella notte, con un anticipo di 12 ore circa rispetto al cronoprogramma, lo smontaggio della trave tampone numero 6. L'impalcato, della lunghezza di 36 metri, pesava 916 tonnellate ed era largo 18 metri. L'Ati dei demolitori per questioni legate al meteo (era previsto vento forte con pioggia) aveva anticipato il taglio con la fune diamantata alle 13:10 di ieri. L'operazione di calo della trave tampone, iniziata poco dopo le 18, è continuata senza problemi fino alla conclusione alle 00:35.

Maxi-sequestro beni a presidente Samp

GENOVA - In queste ore le Fiamme gialle stanno eseguendo un decreto di sequestro nei confronti del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. Secondo quanto si apprende, il patron dei doriani sarebbe  coinvolto in una indagine del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria che riguarda anche altre persone. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.

Sei in tutto le persone indagate nell'ambito dell'indagine della Guardia di Finanza che ha portato al sequestro di beni nei confronti del patron della Samp. Il sequestro, messo dal Gip del Tribunale di Roma, ha riguardato beni e disponibilità finanziarie per 2,6 milioni di euro.

Il provvedimento è scattato anche nei confronti della Sampdoria, per un importo di circa 200mila euro, e un immobile di pregio a Firenze.

Prodotti tipici: Regione Liguria a Vienna per la promozione e valorizzazione dell'enogastronomia locale

ROMA. La Regione Liguria protagonista a Vienna all'evento organizzato dalla Conferenza delle Regioni nella sede dell'Osce-Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, per la promozione e la valorizzazione del patrimonio enogastronomico delle regioni italiane.
"Abbiamo colto l'opportunità" ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria, Stefano Mai "per presentare alcuni dei nostri prodotti enogastronomici di eccellenza. Abbiamo fatto conoscere i piatti della tradizione ligure e l’altissima qualità delle nostre materie prime, promuovendo contestualmente il nostro territorio, unico per la sua immensa biodioversità, modellato dall’uomo per essere coltivato e capace di regalare grandi emozioni".
"L'enogastronomia e i prodotti tipici" ha detto l'assessore regionale al Turismo Gianni Berrino "sono un modo eccellente di promuovere il nostro territorio e le iniziative collegate alla buona tavola riscuotono sempre apprezzamento e successo. Lo dimostra anche il grande numero di adesioni registrato dal Pasta Pesto day, la nostra iniziativa per il rilancio di Genova dopo il crollo del Morandi. In questi giorni, in oltre 350 ristoranti di tutto il mondo vengono proposti gnocchi al pesto, salsa simbolo della nostra terra".
A Vienna, la Liguria ha offerto agli ambasciatori di alcuni paesi europei ed extraeuropei, la possibilità di degustare il menù elaborato insieme ai Consorzi (Enoteca regionale della Liguria, Consorzio tutela olio DOP riviera ligure, Consorzio di tutela del basilico genovese DOP).
L’Ambasciatore Luca Fratini, vice-Rappresentante Permanente d’Italia all’OSCE, intervenendo all’apertura dell’evento, ha affermato: "Siamo orgogliosi di ospitare all’OSCE Giovanni Arimondo dell’Associazione Palati Fini e Campione mondiale di pesto e la Regione Liguria. L’evento di oggi ci dà un’ulteriore possibilità di mostrare ai nostri colleghi, diplomatici rappresentanti 57 paesi europei ed extra-europei, la ricchezza del patrimonio culturale e gastronomico italiano e celebrare nel migliore dei modi il 2018 Anno del cibo italiano e la III Settimana della cucina italiana nel mondo".
L’evento si inserisce nel quadro di una serie di presentazioni delle eccellenze enogastronomiche delle regioni italiane, organizzato dalla Presidenza italiana dell’OSCE e dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che si concluderà al termine della Presidenza italiana dell'Organizzazione.

Scoperti 8mila video in casa di pedofilo

di PIERO CHIMENTI - Una sconcertante scoperta da parte della polizia è avvenuta a Rapallo, dove nell'abitazione di un operaio edile sono stati rinvenuti ben 8mila video pedopornografici catalogati per età. Il 40enne era già noto alle forze dell'ordine per tentata rapina e violenza sulle donne quando era minorenne.

Genova, ritrovate le persone disperse: le immagini delle ricerche in elicottero

GENOVA - Sono state ritrovate le tre persone che abitavano l’accampamento nel torrente Varenna, spazzato via dalle acque in piena nella notte tra sabato e domenica. A coordinare le ricerche, iniziate dopo il rinvenimento di un pezzo di tenda nell’alveo, è stata la polizia insieme ai vigili del fuoco. Rientra dunque l’allarme dispersi, ma è sempre emergenza per San Carlo di Cese, la frazione nell’entroterra di Genova Pegli rimasta parzialmente isolata dopo il crollo di un pezzo di strada durante il nubifragio di sabato pomeriggio.

Maltempo: Portofino isolata, i resti della mareggiata nel porticciolo devastato all'arrivo della Capitaneria


GENOVA - Il maltempo in Liguria ha devastato soprattutto la costa di levante con violente mareggiate che hanno di fatto isolato il comune di Portofino. Non esiste più l'unica strada percorribile per raggiungere il borgo famoso nel mondo, l'unica via di collegamento ora è il mare. Le immagini si riferiscono all'attracco della prima vedetta della Capitaneria dopo il disastro nel porticciolo devastato dalla furia del vento e del mare (Courtesy Guardia Costiera)


Camera approva decreto Genova. Pd contro M5S: "Varato il più grande condono degli ultimi 20 anni"

ROMA - E' stato approvato dalla Camera dei deputati il decreto Genova, che passa ora in Senato per la seconda lettura. I sì sono stati 284 (Lega, M5s, Fdi), i no 67 (Pd,Leu), 41 gli astenuti (Fi).

A caratterizzare il voto è stato il muro contro muro tra Governo e Pd sul condono per Ischia. Il Pd ha praticato ostruzionismo soprattutto su quello che come il 'Condono edilizio Di Maio' su Ischia. La Camera ha bocciato tutti gli emendamenti all'articolo 25 del decreto Genova che contiene il condono tombale per i comuni di Ischia colpiti dal sisma del 21 agosto 2017.

Ad intervenire nella dichiarazione di voto tutti i deputati del Pd, accusando M5s di aver varato "il più grande condono degli ultimi 20 anni nel collegio dell'onorevole Di Maio".