Visualizzazione post con etichetta POLITICA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta POLITICA. Mostra tutti i post

Libia, Conte: "Cessate il fuoco immediato"

ROMA - A Roma giro di consultazioni sulla crisi libica con il premier Conte, Mohammed Al Thani, vicepremier del Qatar, Stato sponsor dell'esecutivo Sarraj, e Ahmed Maitig, numero due del Consiglio presidenziale. Lite M5s e Lega su porti chiusi e rifugiati. 

Al vicepremier Al Thani "ho ribadito la nostra forte preoccupazione per questa deriva militare" in Libia, non riteniamo che questa possa essere la soluzione. Auspichiamo un cessate il fuoco immediato e il ritiro delle forze dell'Lna": sono le parole dell premier Giuseppe Conte nelle dichiarazioni alla stampa dopo il bilaterale con il vicepremier qatarino Mohammed al Thani. "Si conferma in queste ore che, chi pensava che un'opzione militare potesse favorire una soluzione alla stabilità della Libia, viene smentito. Le soluzioni di forza affidate all'uso delle armi non portano mai a soluzioni sostenibile. Il dialogo politico si rivela ancora una volta l'unica opzione sostenibile", ha aggiunto Conte.

Migranti: "Sequestro di persona", Salvini di nuovo indagato

ROMA - Il ministro Salvini è stato nuovamente iscritto nel registro degli indagati per il reato di "sequestro di persona commesso in Siracusa dal 24 al 30 gennaio 2019". Ad annunciarlo lo stesso vicepremier a Monza spiegando che il procuratore Carmelo Zuccaro ha presentato una "contestuale richiesta di archiviazione".

Poi Salvini ha nuovamente chiarito la sua posizione in merito alla sicurezza nei porti. "Ne approfitto per rispondere a qualche ministro: per me i porti rimarranno chiusi", ha detto Salvini a Monza annunciando di essere stato nuovamente indagato. 

"Rispetto il lavoro del collega di Maio che si occupa di lavoro, ma sui temi di controllo dei confini e di criminalità organizzata sono io a decidere", ha detto a Monza il ministro dell'Interno Matteo Salvini, rispondendo al ministro del Lavoro secondo il quale la chiusura dei porti è una soluzione "solo temporanea".

"Se il ministro Di Maio e Trenta la pensano in modo diverso lo dicano in Cdm e faremo una franca discussione - ha proseguito - I porti con me rimangono indisponibili chiusi e sigillati ai mercanti di esseri umani".

Salvini: "A giugno pistola elettrica in dotazione alle forze dell'ordine"

ROMA - "A giugno arriva in dotazione delle forze dell'ordine la pistola elettrica". Lo annuncia il ministro dell'interno Matteo Salvini in occasione della convention del partito nel Lazio. "Aumentare le pene per gli spacciatori e ridurre la quantità di cui possono essere in possesso per evitare la galera", ha aggiunto Salvini in conferenza stampa: "bisogna trasformare da lotta a guerra la battaglia contro gli spacciatori".

Salvini: "Non andrò da Fabio Fazio"

ROMA - Le "regole della par condicio" prevedono che da Fabio Fazio ci debbano andare "i 4 leader di partito, Berlusconi, Zingaretti, Di Maio e Salvini: io per coerenza e rispetto degli italiani non andrò da Fazio": sono le parole del leader della Lega, Matteo Salvini, che, parlando alla convention di partito del Lazio, ha colto l'occasione per attaccare il conduttore tv sul suo importante compenso in Rai: "In un momento economico di difficoltà, che non si dimezzi lo stipendio....", ha continuato il vicepremier.

Carabiniere ucciso, Emiliano: "Per me è un fatto insopportabile"

BARI - “C’è stato un grave episodio che ha riguardato un maresciallo dei carabinieri, Vincenzo Carlo Di Gennaro, e questo rende particolarmente pesante questo intervento. Avendo lavorato per anni accanto a queste persone, per me un fatto del genere è insopportabile, pesantissimo. E ci ricorda delle tante persone senza le quali questo paese non starebbe in piedi. A queste meravigliose persone, tra le quali il Maresciallo Di Gennaro, delle quali non si sente mai parlare se non il giorno in cui succede loro qualcosa di irreparabile, dedico questo mio intervento”.
Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano in apertura del suo intervento alla inaugurazione dell'anno accademico del Politecnico di Bari, appresa la notizia del conflitto a fuoco avvenuto questa mattina nella centralissima piazza di Cagnano Varano, in provincia di Foggia, dove è deceduto un militare ed un altro è rimasto ferito.

“La Puglia intera – aggiunge Emiliano – si stringe attorno all’Arma dei Carabinieri e alle famiglie dei due militari coinvolti, esprimendo la vicinanza e l’affetto di tutta la comunità. Sono particolarmente vicino alla famiglia del maresciallo Di Gennaro in questo giorno terribile in cui il loro caro ha pagato il prezzo più alto per il suo servizio rivolto alla collettività. Una tragedia, che ribadisce l'impegno dei carabinieri e di tutte le forze dell’ordine per la sicurezza di tutti ma anche i rischi purtroppo connessi al loro compito".

Carabiniere ucciso, M5S Foggia: "Occorre azione dello Stato ancora più forte nel territorio"


ROMA – «L’agguato di stamane a Cagnano Varano (Fg) a due carabinieri ci lascia sgomenti. Il dolore per la perdita di una vita, di un servitore dello Stato è enorme. Esprimiamo cordoglio e vicinanza alla famiglia del carabiniere e all’Arma e auguriamo una pronta guarigione al valoroso carabiniere ferito. Il presunto assassino è già stato fermato dalle forze dell’ordine ma questo non può lenire il lutto che ha colpito l’intera comunità. Oggi più che mai lo Stato deve dare una risposta forte al territorio, istituendo presidi di legalità e giustizia, aumentando la presenza delle forze dell’ordine. Oggi più che mai si deve dar corso con urgenza alle richieste del M5s di istituire a Foggia la sezione distaccata della Corte d’Appello di Bari, la DDA e la DIA, al fine di contrastare ancor meglio le feroci organizzazioni criminali e le mafie che operano nel nostro territorio.» Così in una nota i parlamentari della provincia di Foggia Faro, Giuliano, Lovecchio, Menga, Naturale, Pellegrini e Troiano.

Conte: "Nessuna spaccatura tra Lega e M5S"

ROMA - Tensioni tra M5S e Lega? "Il lavoro di mediazione è obbligatorio per consentire una sintesi tra due forze politiche che sostengono la maggioranza di governo. Le diverse sensibilità non sono un ostacolo all'azione dell'esecutivo. Ora ha inizio la campagna per le europee. Sono momenti in cui la dialettica tra le forze politiche si accentua. Ma non c'è nessuna prospettiva di spaccatura". A dirlo il premier Giuseppe Conte, in un'intervista rilasciata al quotidiano francese Les Echos. "Bisogna distinguere - ha proseguito il premier - tra l'azione del governo e la competizione elettorale tra partiti. Sono sicuro, lo verifico tutti i giorni, che i suoi rappresentanti non hanno alcuna intenzione o interesse ad interrompere questa esperienza di governo".

Flat tax, Meloni: "Unica cosa piatta di questo Governo è la crescita"

ROMA - La leader Fdi, Giorgia Meloni, in conferenza stampa a Montecitorio per la presentazione Conferenza Programmatica dal titolo "In Europa per cambiare tutto" che si terrà a Torino, attacca il Governo sulla Flat tax.

Di Maio preme per la punibilità dei vertici Ilva

di PIERO CHIMENTI - Il vicepremier Luigi Di Maio ha anticipato davanti le telecamere de il Fatto Quotidiano che il Consiglio dei Ministri è al lavoro per riscrivere una norma sulla punibilità penale dei vertici Ilva, cancellata nel decreto crescita. Il leader pentastellato, pur non indicando i tempi in cui il decreto verrà discusso dalle Camere, ha fatto intendere che il provvedimento ha una certa urgenza.

Def: Di Maio, "Flat tax senza aumento Iva"

ROMA - "Aumentare l'Iva per fare la Flat tax è una follia, la flat tax si farà ma non aumentando l'Iva". Così il vicepremier, Luigi Di Maio, a margine della Festa della Polizia. Poi in merito ai truffati dalle banche, il capo politico di M5s ha tenuto a sottolineare che "se non si concorda con i risparmiatori non si fa nulla".

Def: verso Irpef a 2 aliquote. Conte: "E' libro azioni"

ROMA - "Il libro dei sogni l'ho letto da piccolo, questo è il libro delle azioni". Il premier, Giuseppe Conte, ha risposto così ai giornalisti sul Def, a margine dell'inaugurazione della Torre di Generali a Milano. "Sono fiducioso e ottimista - ha continuato Conte - dobbiamo impegnarci tutti a lavorare".

Il Def prende così forma. "Il sentiero di riforma per i prossimi anni prevede la graduale estensione del regime d'imposta sulle persone fisiche a due aliquote del 15 e 20 per cento, a partire dai redditi più bassi, al contempo riformando le deduzioni e detrazioni. Per incentivare gli investimenti, le imprese potranno beneficiare di una riduzione dell'aliquota Ires applicabile agli utili non distribuiti". Lo si apprende in una bozza del Piano nazionale delle riforme allegato al Def che andrà oggi in consiglio dei ministri.

"Il Governo non ritiene opportuno in questa fase rivedere l'imposizione sugli immobili, già oggetto di numerosi cambiamenti legislativi negli ultimi anni", continua la bozza.

"Nel quadro tendenziale, la previsione di crescita media del Pil in termini reali per il 2019 scende allo 0,1%, dall'1% del più recente documento ufficiale". E' quanto si legge nella bozza del Def. La crescita tendenziale aumenterà nel 2020 (0,6%), 2021 (0,7%) e nel 2022 (0,9%). Il programmatico invece sarebbe dello 0,2% nel 2019, per poi salire allo 0,7% nel 2020, 2021 e 2022.

Con il reddito di cittadinanza "il Pil si accrescerebbe rispetto allo scenario base di 0,2 punti percentuali nel 2019 e di 0,4 punti percentuali nel 2020". È quanto si legge nella bozza del Def che il Consiglio dei ministri esaminerà oggi nel corso della riunione a Palazzo Chigi. "Nel 2021 e 2022 il livello del prodotto risulterebbe superiore, rispetto a quello corrispondente dello scenario base, di 0,5 punti percentuali".

Tria: "Maggioranza sia responsabile, sia al servizio della crescita"

ROMA - "In nessun altro Paese europeo c'è un governo che gode del sostegno dell'elettorato e del Parlamento solido come in Italia. La maggioranza ha un grande capitale politico, e quindi una grande responsabilità, che deve mettere al servizio della crescita". Così in un'intervista rilasciata a Repubblica il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, in cui però smentisce le tensioni: "Partecipando all'attività di governo non si vive quello che si legge sui giornali. Nessuno mai, in Consiglio dei ministri, è venuto a dirmi le cose che leggo".

Le dimissioni? "Mai pensate e mai minacciate - precisa - il mio posto, fino a quando sono utile, è stare al governo". Quanto alla Flat Tax spiega che nel Def "si specificherà che si sta lavorando perché la legge di Bilancio accolga una continuazione della riforma fiscale nella direzione del programma di governo e nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica fissati nello stesso Def che stiamo varando. Evidentemente si tratta di una manovra complessa che dovrà toccare sia il lato delle entrate sia il lato delle spese. Gli obiettivi di finanza pubblica fissati dal Def sono quelli entro cui si dovrà operare".

Salvini con gli alleati sovranisti per le Europee: "Siamo i quattro belli"

MILANO - Il ministro dell'Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, ha presentato a Milano la campagna elettorale per le Europee insieme agli altri leader sovranisti.

Scilipoti Isgrò (Fi): "Governo, stop con le liti"

ROMA - "Assistiamo con stupore misto ad indignazione alla rissosità da ballatoio degli esponenti dell' attuale esecutivo. Il governo è lacerato e diviso su tutto ormai da tempo. L' Italia, che versa in una delicata situazione economica, ha bisogno, al contrario, di un governo coeso e chiaro nelle sue decisioni. L' attuale conflittualità certifica quello che si sapeva, ovvero l' esistenza di un' alleanza di governo contro natura. Il Paese con urgenza ha bisogno di interventi che abbassino il costo del lavoro, riducano l' imposizione fiscale ed aiuti concreti alle famiglie. Salvini torni in sè e ricordi le promesse elettorali fatte al popolo del centro destra e dalle quali si è allontanato": lo dice in una nota il Senatore di Forza Italia e Presidente di Unione Cristiana Domenico Scilipoti Isgrò.

Salvini contro Di Maio: "Basta con il dibattito fascisti e comunisti"

ROMA - "Oggi a questo tavolo non ci sono nostalgici estremisti, gli unici nostalgici sono a Bruxelles". Così Matteo Salvini aprendo la conferenza internazionale 'Verso l'Europa del Buonsenso!' con Jörg Meuthen (Alternative für Deutschland - Efdd), Olli Kotro (The Finns Party - Ecr) e Anders Vistisen (Dansk Folkeparti - Ecr).

Salvini poi attacca ancora Di Maio. "Sono stanco del dibattito fascisti, comunisti, destra e sinistra, non ci interessa e non interessa a 500 milioni di cittadini europei. Noi guardiamo al futuro, il dibattito sul passato lo lasciamo agli storici" dice Salvini. L'obiettivo è diventare il primo gruppo europeo, il più numeroso. Abbiamo l'obiettivo di vincere e cambiare l'Europa". Il nuovo gruppo al parlamento europeo di cui si sta facendo promotore Matteo Salvini, e che nasce oggi a Milano, ha l'obiettivo di essere "in quasi tutti i Paesi europei". 

"L'obiettivo è di essere in tanti e vincolanti e di nominare commissari". "Pd e Fi governano l'Europa da sempre - ha aggiunto Salvini - è difficile che parli di cambiare l'Europa chi la governa da anni".

Flat Tax, Di Maio: "Si farà, io sarò garante"

VERONA - "La Flat Tax è una misura all'interno del contratto di governo e si farà, io sarò il garante". Queste le parole di Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio, intervistato a margine della sua visita a Vinitaly 2019. (fonte Facebook_Luigi Di Maio)


Governo, Salvini al Vinitaly: "Riduzione fiscale nel Def"


VERONA - A dichiararlo il ministro dell'Interno Matteo Salvini al Vinitaly. (Courtesy Facebook Vinitaly)

Calderoli: "Salvini poco al Viminale? E' il ministro che lavora di più"

ROMA - Il vicepresidente del Senato ed esponente di punta della Lega, Roberto Calderoli, deposita il simbolo al Viminale per le europee 2019: "Nel simbolo non ci saranno riferimenti a gruppi europei", ha dichiarato lasciando il ministero.

Governo, Zingaretti: "Grave che Di Maio permetta a Salvini di fare il ministro"


TORINO - "Mi ha colpito molto quanto ieri ha detto il vicepremier Di Maio, secondo cui è grave che Salvini sia alleato con i partiti neonazisti. Mi permetto di dire che è ancora più grave che Di Maio permetta a una persona del genere di fare il ministro dell'Interno". Lo ha detto il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti a Torino in piazza Castello.

Banche, Paragone: "Tria si metta in testa che questo è un Governo politico"

IVREA - “Se Giovanni Tria continua a fare il tecnocrate per me non fa parte di questo governo. Si deve mettere in testa che questo è un esecutivo politico, non tecnico”. Lo ha detto Gianluigi Paragone al Sum 2019.