Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post

Si masturbava dopo averla sentita al citofono, arrestato


RAGUSA - Gli agenti hanno arrestato un ragusano per stalking che perseguitava la dirimpettaia, facendo dell'autoerotismo davanti la sua porta non appena usciva da casa il marito. L'uomo era solito suonare il campanello della abitazione della donna finché non raggiungeva l'apice della eccitazione che aumentava sentendo la voce della vittima. Lo stalker ha perseguitato per mesi la donna che esasperata ha installato anche una telecamera che ha permesso alla Squadra Mobile di ricostruire i fatti.

Bimbo morto a Novara: ferite non compatibili con caduta dal lettino


NOVARA - Le lesioni sul corpo del bimbo di due anni deceduto a Novara non sono compatibili con una caduta dal lettino, come raccontato agli inquirenti dalla mamma del piccolo e dal suo compagno, entrambi presenti in casa al momento del dramma. Si tratta del responso dell'autopsia eseguita sul corpo del bimbo. I due potrebbero essere nuovamente ascoltati dai magistrati nelle prossime ore.

La Guardia di Finanza blocca un'auto piena di soldi


di PIERO CHIMENTI - La Guardia di Finanza durante una normale operazione di controllo ha bloccato un'auto, sulla strada che porta alla piana di Gioia Tauro, al cui interno sono state trovate banconote di piccolo taglio per un ammontare di un milione e 86 mila euro. Il denaro era stipato dietro il sedile passeggeri, nel porta bagagli e sotto i sedili anteriori. 

Alla guida dell'auto c'era un uomo di 44 anni originario di Locri, che non ha saputo spiegare l'origine del contante illecito, che le Fiamme Gialle sospettano possano essere frutto di evasione fiscale o di attività in lecita.

Stacca dito agente a morsi, espulso nigeriano


TORINO - Ci sarà l'espulsione del giovane nigeriano di 23 anni che, per evitare la foto segnaletica, ha aggredito un poliziotto negli uffici della Questura di Torino staccandogli a morsi la prima falange dell'anulare. Per questo episodio, avvenuto martedì, il giudice ha convalidato l'arresto e disposto la misura cautelare della custodia in carcere. 

Il giovane, un richiedente asilo, è stato ascoltato dalla Commissione per il riconoscimento della protezione internazionale che ne ha respinto la richiesta. Secondo quanto prevede il Decreto sicurezza, l'uomo deve essere espulso dal territorio nazionale.

Papà bimbo morto: "Ho picchiato mio figlio ma non credevo di ucciderlo"


MILANO - E' stato interrogato davanti al pm Aljica Hrustic, il 25enne di origini croate arrestato per l'omicidio del figlio Mehmed, di 2 anni. "L'ho picchiato, poi l'ho visto morto, non credevo che l'avrei ucciso", ha ammesso Hrustic, dopo aver confessato anche ieri davanti agli investigatori l'assassinio. L'uomo, che nelle prossime ore sarà interrogato anche dal gip a San Vittore per la convalida del fermo e la misura cautelare, è apparso lucido.

Roma, bus in fiamme in pieno centro: paura tra i passeggeri

(foto d'archivio)
ROMA - Attimi di paura nella Capitale dove un autobus di linea è andato a fuoco stamattina in via Sistina, nel centro storico. Ad intervenire sul posto vigili del fuoco e polizia locale. Il dramma si è sfiorato intorno alle 7.30. Secondo quanto riferito dai pompieri si tratta di un bus a energia elettrica.

Secondo le prime informazioni pare che l'autista abbia fatto scendere dal mezzo i passeggeri impauriti. Al momento non risulterebbero feriti. Chiuso dalla polizia locale un tratto di via Sistina, da via Crispi a Trinità dei Monti.

Prof si suicida a scuola: trovato da studenti


BRESCIA - Dramma al Pascoli di Brescia, dove un insegnante è stato trovato senza vita a scuola. L'insegnante di musica, 50 anni, si è tolto la vita e sono stati alcuni studenti a ritrovare il corpo in palestra dove si è impiccato. Sotto shock gli studenti che sono stati fatti uscire da scuola. Sconosciuti ancora i motivi del gesto estremo.

Bimbo di due anni trovato morto in casa: è caccia al padre

MILANO - Milano sotto choc per la storia di un bambino di due anni trovato morto in un appartamento di via Ricciarelli, in zona San Siro. E' stato il padre del piccolo ad allertare i soccorsi. L'uomo però al momento dell'arrivo della polizia non era presente in casa. Sul posto c'era solo la madre. Sul corpo del bimbo segni di violenza.

Oltre agli agenti è intervenuta anche la polizia scientifica e il medico legale, insieme al magistrato di turno. I genitori sono entrambi di lingua serbo croata e hanno un'età inferiore ai trenta anni. Secondo quanto è emerso, il piccolo sarebbe stato trovato con i piedi fasciati e pare si fosse tagliato con dei cocci in precedenza. La coppia è di origini croate, lei di 23 anni incinta di 5 mesi circa, lui di 25 anni. Entrambi hanno precedenti per reati contro il patrimonio. Interrogazioni in corso del pm.

Bus si ribalta sulla Siena-Firenze: un morto


SIENA - Dramma sulla Siena-Firenze, all'altezza di Monteriggioni (Siena), dove una persona è deceduta nel ribaltamento dell'autobus avvenuto questa mattina intorno alle 9.30. Ci sarebbero alcuni feriti. E' quanto dice Anas: il raccordo autostradale Siena-Firenze è provvisoriamente chiuso in direzione Siena, con uscita obbligatoria allo svincolo di Monteriggioni. Per cause in corso di accertamento il mezzo sarebbe uscito di strada ribaltandosi nella scarpata a fianco dell'Autopalio.

Modena, rogo in sede vigili: 2 morti e 2 feriti gravi


MODENA - Dramma a Mirandola, nel Modenese. È di due morti, due feriti gravi e 16 intossicati il bilancio di un'esplosione seguita a un incendio la scorsa notte nella sede della polizia locale.

Il rogo è di origine dolosa: a confermarlo i primi accertamenti compiuti sul posto. Secondo quanto si apprende l'incendio, sviluppatosi negli uffici della polizia locale, ha provocato un'esplosione che ha coinvolto un appartamento adiacente, al primo piano, dove sono morte le due persone. Ad intervenire sul posto carabinieri e vigili del fuoco.

Frana travolge una casa nel Bolognese, le immagini choc dall'elicottero


BOLOGNA - Intervento dei Vigili del fuoco a Borgo Tossignano, in provincia di Bologna, per una frana che ha parzialmente interessato un’abitazione: evacuate le persone all’interno della struttura. Le immagini del sopralluogo aereo dell’elicottero Drago60 dei vigili del fuoco per monitorare l’area / Courtesy Vigili del fuoco.

La piccola Noemi è fuori pericolo


NAPOLI - La piccola Noemi è fuori pericolo. La bimba di soli 4 anni ferita a Napoli il 3 maggio scorso in un agguato di camorra, che era stata colpita ai polmoni durante una sparatoria in piazza Nazionale, secondo il bollettino emesso dai medici dell'ospedale pediatrico Santobono "è sveglia, cosciente e si alimenta autonomamente. La bambina respira spontaneamente senza necessita di supporto di ossigeno".

"I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico è in miglioramento - si apprende nell'informativa dei sanitari - la prognosi quoad vitam è sciolta. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 7 giorni".

Migranti: il comandante della Sea Watch indagato per favoreggiamento


AGRIGENTO - Svolta nel caso della 'Sea Watch'. La procura della Repubblica di Agrigento ha iscritto nel registro degli indagati, con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, il comandante della nave ong. A notificare il provvedimento la Guardia di finanza, contestualmente alla notifica del sequestro probatorio. Centore, che ha nominato come difensori gli avvocati Leonardo Marino e Alessandro Gamberini, è il primo indagato dell'inchiesta che era stata aperta, in un primo momento, contro ignoti.

Il procuratore ha annunciato che "si valuteranno le responsabilità della Ong". Sull'isola giunti venerdì, per coordinare le indagini sul precedente caso della 'Mare Jonio' di Mediterranea, il procuratore aggiunto e il pubblico ministero hanno seguito la vicenda da vicino. "La nostra missione umanitaria è finalmente compiuta. Grazie al Comandante e a tutto l'equipaggio", aveva twittato l'ong tedesca dopo lo sbarco dei migranti.

Uccide il padre dopo continue violenze


MONTEROTONDO - Dramma alle porte di Roma. Un 42enne, Lorenzo Scquatori, è morto questa mattina poco dopo le 9 in ospedale a causa di una ferita alla testa riportata durante una lite con sua figlia. La ragazza di 19 anni è stata fermata dai carabinieri. È accaduto a Monterotondo, Comune nei pressi di Roma. 

Le liti tra padre e figlia erano molto frequenti e l'uomo era noto per essere molto violento. Scquatori aveva precedenti per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. A denunciare l'uomo era stata sua moglie stanca delle continue violenze subite. 

Le indagini sul decesso dell'uomo state avviate dai carabinieri della Compagnia di Monterotondo che, insieme al pm di turno della procura di Tivoli, stanno ascoltando la versione della figlia. La famiglia viveva in via Aldo Moro, a Monterotondo Scalo, nella zona popolare del comune laziale. 

Postano video su Fb con auto a 200 all'ora, poi lo schianto fatale


MODENA - Terribile incidente stradale nei pressi di Modena che ha visto come sfortunati protagonisti due trentenni. I giovani, entrambi residenti a Reggio Emilia, prima di schiantarsi in autostrada con la loro Bmw e di perdere la vita hanno postato su Facebook un video in cui mostravano il tachimetro dell'auto che segnava la velocità di 220 chilometri l'ora. L'incidente è avvenuto sull'A1 tra Modena Nord e Modena Sud in direzione di Bologna.

"Facciamogli vedere a quanto andiamo... Siamo solo ai 200, faglielo vedere a quanto andiamo. Va sempre a cannella, questa macchina è un mostro... Non si muove. Piove... 220... Ora stiamo facendo i 220", si sente nell'audio del video. E ancora: "C'è la strada pulita, si va...Ci fermiamo in Autogrill? No, ci sta aspettando la droga e il resto". Secondo una prima ricostruzione, dopo il violento impatto contro il guard rail, i due sono usciti dalla Bmw e sono stati travolti da un'altra auto che sopraggiungeva

Pensionato ucciso a Manduria: indagati altri 4 minori


TARANTO - Svolta nel caso dell'omicidio di Andrea Stano, il pensionato 66enne morto il 23 aprile scorso a Manduria, dopo 18 giorni di ricovero e due interventi chirurgici causati dalle angherie di una baby gang. 

Altri quattro minorenni sono indagati per le torture inflitte in più occasioni all'anziano. Tre dei quattro nuovi indagati, di età compresa tra i 15 e 17 anni, sono stati invitati a presentarsi per l'interrogatorio il 22 maggio prossimo dinanzi al procuratore per i minorenni Antonella Montanaro. 

Salgono così a 18 gli indagati. I quattro ragazzi sarebbero stati identificati attraverso l'analisi dei video dei pestaggi e dalle rivelazioni di altri minori coinvolti. L'accusa è di concorso in tortura con l'aggravante della crudeltà.

Gattino massacrato a bastonate dinanzi a bimbi


di PIERO CHIMENTI - Un gatto randagio entrato nell'aula della scuola elementare "Eugenio Montale" di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, è stato ucciso a bastonate dal bidello, sotto gli occhi dei bambini.

A denunciare l'accaduto è stata l'associazione Animalisti Italiani Onlus auspicando che l'istituto prenda provvedimenti contro il bidello, oltre all'incontro chiarificatore con i genitori dei piccoli alunni, in cui chiederà scusa sull'accaduto.

Al fianco degli animalisti scende in campo anche la senatrice pentastellata Granato che ha annunciato che in Senato è stata depositata una proposta di legge che sanziona in maniera rigorosa gli autori di efferatezze simili nei confronti degli animali

Scuolabus si ribalta: autista in fuga


PADOVA - Momenti di paura ad Arquà Petrarca, nel Padovano, a causa del rovesciamento di uno scuolabus pieno di studenti. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza il mezzo, mentre gli ultimi feriti venivano trasferiti per controllo in pronto soccorso di Monselice (Padova). Ad intervenire sul posto i carabinieri e la polizia stradale per i rilievi del sinistro. Secondo quanto si è appreso da fonti investigative l'uomo che si trovava alla guida dello Scuolabus che si è rovesciato provocando il ferimento di sette ragazzini è attualmente in fuga. Si tratta di un 51enne di nazionalità rumena.

Piazza San Carlo: 10 anni a ragazzi che scatenarono il caos


ROMA - Arrivano le condanne per fatti di Piazza San Carlo che costarono la vita a due persone e provocarono 1700 feriti. Sono stati condannati a poco più di 10 anni di carcere i quattro ragazzi di origine maghrebina che, secondo la procura, avrebbero causato il panico in piazza San Carlo durante la finale di Champions League del giugno 2017 tra Juventus e Real Madrid, spruzzando spray al peperoncino tra i tifosi. I quattro sono accusati di omicidio preterintenzionale, lesioni, rapina e furto. Nei loro confronti i pubblici ministeri avevano chiesto pene di poco superiori ai 14 anni.

Napoli, agguato in ospedale: spari nel cortile


NAPOLI - Nuovo agguato a Napoli in ospedale la scorsa notte. La sparatoria ha visto come protagonista un ragazzo, armato di pistola e con in testa un casco, che ha sparato alcuni colpi d'arma da fuoco nel cortile dell'ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli all'indirizzo di un 22enne del quartiere Arenella giunto poco prima, insieme con altri giovani, con ferite d'arma da fuoco alle gambe. I colpi, per fortuna, non hanno raggiunto il giovane. Indagini in corso dei carabinieri.