Visualizzazione post con etichetta ESTERI. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ESTERI. Mostra tutti i post

Siria: contraerea abbatte per errore aereo russo

DAMASCO - Alta tensione in Siria dove un aereo militare russo, scomparso la notte scorsa mentre sorvolava il Mediterraneo, è stato abbattuto per errore dalla contraerea siriana durante un raid israeliano: a riportarlo l'emittente Cnn citando una fonte anonima statunitense.

Secondo la stessa fonte l'Ilyushin-20, con 14 persone a bordo, sarebbe stato abbattuto da un sistema di difesa anti-aerea venduto proprio dai russi al regime di Bashar al-Assad. Intanto nella notte l'antiaerea siriana ha risposto a un attacco missilistico su Latakia, sferrato secondo l'intelligence russa da quattro F-16 israeliani.

Madrid, esplosione in metropolitana. Batteria tablet semina il panico

MADRID - Panico alla metropolitana di Madrid, questo lunedì mattina 17 settembre, per quello che pare un incidente senza conseguenze gravi. La stazione della linea 9 è stata evacuata dopo una piccola esplosione che ha sprigionato fiamme e fumo dentro un vagone. Paura tra i passeggeri che si sono accalcati verso le uscite. Altri, diverse decine, terrorizzati dal fumo, sono scesi lungo la linea ferrata quando i vagoni si sono stati fermati a 100 metri dalla stazione di Príncipe de Vergara.

Un altro passeggero ha usato uno degli estintori per estinguere le fiamme, ma il suo intervento ha peggiorato la situazione, hanno raccontato alcuni testimoni. L'estintore ha causato più fumo nel vagone e ha aumentato la confusione. Alcuni pensavano che fosse un atto terroristico che ha innescato la calca. Il treno interessato, dalla linea 9 in direzione di Paco de Lucía, ha vagoni dove i passeggeri si concentrano ammassandosi ad un'estremità.

Un portavoce del sindacato dei macchinisti, Sergio Hoyuelos, ha spiegato che i passeggeri hanno sbloccato le porte attivando la leva di emergenza. Fortunatamente il responsabile della sicurezza, vedendo i passeggeri sui binari, ha reagito rapidamente e ha chiesto al posto di comando di deviare il traffico nella direzione opposta. Nella ressa alcune persone sono rimaste contuse, mentre nove passeggeri sono stati trattati per crisi d'ansia e altri tre per inalazione di fumo.

Secondo quanto dichiarato dal responsabile del SAMUR, un sistema di emergenza specializzato di Madrid, a innescare il panico sarebbe stata la batteria di un tablet marca Airis, che avrebbe preso fuoco in un vagone della linea 9 della metropolitana di Madrid. I passeggeri sul treno hanno descritto quello che è successo come una scena di un film horror. L’incidente, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sembra accomunare gli altri incidenti del genere avvenuti in tutto il mondo. Ora si attendono dichiarazioni ufficiali da parte di Airis.

Nuova bufera su Macron: "mi basta attraversare la strada per trovarti un lavoro"

di PIERO CHIMENTI - Il Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron pare non riesca a stare lontano dalle polemiche. Durante la giornata dei matrimoni che ha previsto l'apertura a pubblico dell'Eliseo, un disoccupato 25enne si è avvicinato al presidente francese per sfogarsi con lui per l'impossibilità di trovare lavoro nel settore agricolo. Macron, in tutta risposta, gli ha consigliato di cambiare settore puntando sui servizi alberghieri o nell'edilizia in quanto gli sarebbe bastato attraversare la strada nei dintorni di Parigi per trovargli un lavoro.

Mangkhut, le vittime salgono a 64 nelle Filippine

Magkhut, il potente tifone che sta facendo tremare le Filippine e la Cina, ha mietuto già le prime vittime. L'emittente Cctv ha reso noto che due persone sono rimaste uccise dopo che il tifone ha toccato terra, nella provincia meridionale di Guangdong.

Sale intanto a 64 il bilancio delle vittime nelle Filippine, ma la polizia ha avvertito che altre 45 persone risultano disperse e 33 sono ferite, dopo suo passaggio ieri nel nord dell'arcipelago. Nella provincia di Benguet si contano la maggior parte delle vittime e dei dispersi, a causa di due fran

Colpita anche Hong Kong, dove i grattacieli hanno ondeggiato, sono esplose finestre e dove oltre 100 persone sono rimaste ferite a causa dei danni provocati ai palazzi della metropoli.

Massimo grado di allerta ad Hong Kong: le autorità hanno avvisato i residenti di rimanere nelle proprie case per evitare di essere colpiti dagli oggetti e dai detriti sollevati dal tifone. Finora i funzionari governativi parlano di 111 feriti, mentre i livelli delle acque sono saliti di quasi 3,5 metri. L'aeroporto internazionale ha cancellato oltre 800 voli creando forti disagi per oltre 100.000 passeggeri.

Florence declassato ma vittime salgono a 11

STATI UNITI - E' di undici morti il bilancio provvisorio del passaggio sulle Caroline dell'uragano Florence. Raffiche diminuite ma resta il problema allagamenti. Le previsioni annunciano ancora precipitazioni nelle prossime ore. Il presidente Usa Donald Trump approva un decreto per destinare nuove risorse per far fronte all'emergenza.

Bruxelles, sparatoria in centro: 2 feriti

BRUXELLES - Sono stati esplosi spari questa mattina in una via di Bruxelles, vicino al bar The Switch. A renderlo noto il portavoce della polizia Ilse Van de Keere. Ferita alla gamba una persona, mentre una seconda è stata colpita da una scheggia. Gli autori sono ricercati, potrebbe trattarsi di un 'regolamento di conti'.

La polizia e' stata chiamata prima delle 10 e le vittime sono state trasportate all'ospedale. Gli autori dell'agguato, che erano in cinque o sei, sono fuggiti in macchina.

Filippine: Mangkhut fa 25 vittime

FILIPPINE - Si fa di ora in ora più drammatico il bilancio nelle Filippine al passaggio del tifone Mangkhut. Sono 25 le vittime accertate, che si sta rapidamente spostando verso la Cina meridionale. A riportarlo il New York Times, che precisa che, secondo i meteorologi, si tratta della tempesta più potente di quest'anno nel mondo.

Mangkhut nell'isola filippina di Luzon ha sradicato alberi, divelto tetti e provocato frane e inondazioni. La maggior parte delle vittime sarebbero state uccise durante gli smottamenti.

Il super tifone Mangkhurt si abbatte sulle Filippine: 12 morti, migliaia di sfollati

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Il tifone Mangkhurt, che si è abbattuto sulla costa nordorientale delle Filippine, ha già causato 12 morti. Per il sottosegretario Ricardo Jalad, direttore dell'agenzia nazionale per la gestione dei disastri, il bilancio è senza dubbio destinato a crescere, come anche quello dei danni.

Venti fino a 212 chilometri orari, 87 mila residenti hanno dovuto lasciare le loro abitazioni, 7 province hanno subìto frane e sono senza elettricità; nella regione della Cordillera si sono verificate 42 smottamenti. Le strade completamente allagate sono impercorribili e gli aeroporti chiusi. L'Osservatorio meteorologico delle Hawaii ha declassato a forza 4 il super tifone, che si dovrebbe spostare verso la Cina meridionale, toccando terra domani.

Migranti: tenta di entrare in Francia nascosto in una valigia ma viene scoperto

MARSIGLIA - Si è nascosto in una valigia per oltre 10 ore per eludere i controlli nel tentativo di imbarcarsi sul traghetto “Carthage” della Ctn in partenza dal porto di Zarzis per Marsiglia, dove si è concluso il bizzarro tentativo di un ragazzo tunisino. Il giovane è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale regionale tunisino di Zarzis. Lo hanno reso la radio Mosaique Fm, precisando che la valigia con dentro il giovane sarebbe stata poi caricata nel bagagliaio di un'auto imbarcatasi sul traghetto per Marsiglia.

La nave ha però ritardato la partenza di 7 ore a causa del tentativo di altre 5 persone, poi arrestate, di superare i controlli di sicurezza per salire illegalmente a bordo. Compiuti gli arresti, la polizia di frontiera ha intensificato la vigilanza e dentro l'auto, che aveva già superato la prima fase dei controlli, ha scoperto il giovane rannicchiato nella valigia e già in condizioni disperate. Dodici le persone arrestate coinvolte nel caso, tra cui anche alcuni operatori della nave. Il fatto risale ai giorni scorsi e non ci sono ancora conferme da parte delle autorità.

Non è il primo migrante che tenta di emigrare in una valigia. Centinaia sono i giovani che provano in questo modo di superare i confini, commenta Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti": oltre le valigie, doppio fondo nelle automobili, di solito nei cruscotti o sotto i sedili. Una vera e propria pratica, che spesso uccide.

Florence fa 5 vittime negli Usa

(ANSA/EPA)
WASHINGTON - E' salito a cinque il bilancio delle vittime del temibile uragano Florence, declassato a tempesta tropicale ma, secondo gli esperti, ancora in grado di provocare alluvioni e inondazioni nella Caroline del nord e del sud.

In particolare a Kinston un uomo di 77 anni è stato ritrovato morto nella sua abitazione: le autorità ritengono che sia stato colpito dal vento mentre andava a controllare i suoi cani da caccia. Deceduti a Wilmington una madre e il suo bimbo dopo che un albero si è schiantato sulla loro casa.

E' morta una donna nella contea di Pender per un attacco di cuore senza che i soccorritori riuscissero ad arrivare in tempo a causa delle macerie. A breve ci sarà una visita di Donald Trump nelle zone colpite la prossima settimana.

Terrore a Nimes, auto contro la folla: 2 feriti

NIMES - Torna la paura a Nimes, nel Sud della Francia, dove un uomo ha lanciato la sua automobile contro la folla, riunita davanti a un bar, questa notte all'una. Secondo alcuni testimoni l'uomo, 32 anni, avrebbe gridato 'Allah akbar'.

Secondo la polizia l'uomo non era noto per essere un radicalizzato. Dopo il tentativo di strage, l'uomo ha tentato una fuga ma è stato bloccato dai cittadini. La Procura rende noto che l'aspirante omicida sarebbe ora ricoverato in ospedale in uno stato di "confusione mentale".

Usa, incendio in tre città del Massachusetts: un morto, 16 feriti e decine di edifici in fiamme

(ap)
di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Circa 70 esplosioni a catena e una serie di incendi, dovuti a delle disfunzioni nel servizio gas della Columbia gas service, si sono sviluppate in tre città del Massachusetts. Le cittadine coinvolte sono Lawrence, Andover e North Andover (non lontano da Boston). Il bilancio è di un morto e 16 feriti, con 40 abitazioni e aziende che sono state avvolte dalle fiamme. Le autorità hanno evacuato intere aree delle tre località colpite, in cui l'odore di gas ha saturato l'aria.

Ai residenti che hanno il servizio di gas fornito dalla società è stato ordinato di evacuare le loro case immediatamente. Il capo della polizia di Lawrence, Roy Vasquez, ha dichiarato all'Eagle-Tribune di non aver mai visto niente del genere prima d'ora. Le linee di gas sono attualmente in fase di depressurizzazione da parte della società, però ci vorrà del tempo.

Una delle ipotesi emerse dagli esperti è che ci sia stato un problema di pressurizzazione nelle condutture. In campo è comunque scesa anche l'Fbi, per approfondire le indagini in tutte le direzioni.

Frana la scogliera, turisti feriti dopo la caduta di massi sulla spiaggia incontaminata di Zante in Grecia

ROMA - Sette persone, tra cui una famiglia di quattro turisti cechi, sono rimaste ferite sull'isola di Zante, mentre erano in visita alla spiaggia più famosa dell’isola. Una donna ceca di 34 anni ha riportato ferite alla schiena (frattura della spina dorsale) ed è stata trasferita in ospedale, ha dichiarato un funzionario della Guardia costiero. Anche suo marito e due bambini sono stati ricoverati a Zante (ovest), ma a scopo preventivo, mentre altri tre hanno lasciato l'ospedale dopo il primo soccorso. Una parte della scogliera, alta 200 metri, si è staccata crollando rovinosamente.

La spiaggia Navagio, raggiungibile solo in barca, è nota per il suo mare di un azzurro incantevole e per il relitto di una nave di contrabbandieri naufragata nel 1980, accasciata sulla sabbia chiarissima e i sassolini bianchi che riempiono l’insenatura. Ogni giorno è visitata da centinaia di turisti. La caduta del materiale franato ha creato onde anomale che hanno rovesciato un paio di piccole barche. La polizia e la guardia costiera sono in azione. Hanno comunicato che al momento non ci sono vittime o dispersi anche se sono in corso ricerche da parte dei Vigili del Fuoco.

Secondo le immagini trasmesse dai social network, la frana, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha causato un temporaneo panico tra le centinaia di vacanzieri presenti. La frana si è verificata a mezzogiorno, scaraventando tonnellate di rocce in mare. Il sito, accessibile solo via mare, è stato evacuato e chiuso al pubblico fino a nuovo avviso.

California, spara all'impazzata e uccide 5 persone

LOS ANGELES - Nuova strage in California dove un uomo armato ha esploso diversi colpi di arma da fuoco e ucciso cinque persone, fra cui sua moglie, prima di rivolgere l’arma verso se stesso e uccidersi. “Abbiamo sei morti, uno è il sospetto killer e le altre cinque sono vittime”, ha detto il tenente Mark King dell’ufficio dello sceriffo dopo la sparatoria avvenuta nella città di Bakersfield. “Pensiamo possa trattarsi di violenza domestica”, ha aggiunto. 

L'uragano Florence fa tremare gli Usa

WASHINGTON - La paura si tocca con mano nelle zone costiere in North e South Carolina, dove in queste ore si avvicina il mostruoso uragano Florence, categoria 4. Gran parte dei residenti ha deciso di obbedire agli ordini di evacuazione, mentre altri hanno scelto di resistere e sfidare la furia del potente uragano, che è ancora lontano dalla costa, ma viaggia a velocità molto alta e dovrebbe toccare terra domani o al massimo venerdì mattina, proprio tra Nord e Sud Carolina.

L'uragano, alle ore 5 di stamattina ora italiana, si trovava a 1.075 chilometri a Est-Sudest di Cape Fear (North Caroloina) e stava viaggiano in direzione Ovest-nordovest: il National Hurricane Center (NHC) basato a Miami prevede che quando toccherà terra sarà ancora molto potente, di categoria, 3 ma con venti estremamente forti.

Il presidente Trump ha esortato gli abitanti delle zone più a rischio di lasciare le proprie case. “Vi chiediamo di andarvene, questa tempesta sarà la più grande mai vista, forse, in decenni”, ha detto, parlando dall’Oval Office.

Sino a 1,7 milioni di persone in North Carolina, South Carolina e Virginia hanno ricevuto ordine di evacuazione, coatta o volontaria.

Australia, aghi da cucito nei cestini di fragole

SYDNEY - Un richiamo alimentare che fa scalpore. Nel Queensland un uomo ha denunciato alla Polizia, di avere ingoiato un ago da cucito nelle fragole acquistate in un supermercato della zona. Il frutto contaminato fa parte di un lotto di cestini di fragole, acquistato nei negozi di Woolworths, un'importante catena retail sudafricana, del Queensland e venduti anche nei supermercati nel New Meridionale Galles e Victoria. Il responsabile sanitario del Queensland, il Dott Jeannette Young confermando l’episodio, ha dichiarato alla stampa che in altri cestini, almeno due, sono stati ritrovati altri aghi. Un cliente che domenica ha mangiato una fragola contaminata ha rischiato guai seri ed è stato salvato da un intervento chirurgico.

Tutto sarebbe cominciato durante un comune pasto in casa. L'uomo stava mangiando la frutta e in un primo momento tutto sembrava nella normalità. A un certo punto una terribile fitta, immediatamente dopo aver ingoiato una bella fragola. Il dolore era così intenso che non riusciva a capire di cosa potesse trattarsi. Ha sentito una fitta all'esofago, su un lato del collo, prima della spalla. A quel punto è stata inevitabile la corsa verso l'ospedale. Al pronto soccorso è stata subito disposta una radiografia. I medici hanno sottoposto il paziente ai raggi X e dalla lastra è spuntato l'ago. Sottoposto a un delicato intervento nel reparto di chirurgia gli è stato asportato l’oggetto di metallo che era nascosto nelle fragole, persuadendo le autorità sanitarie ad avviare un richiamo nazionale del frutto. L'uomo è fuori pericolo anche se la vicenda sarebbe potuta finire peggio se solo l'ago avesse proseguito il cammino e danneggiato qualche altro organo.

Una storia incredibile, quella capitata all’uomo australiano che è andato al pronto soccorso a causa di dolori causati da un oggetto estraneo finito nell'apparato digerente. Ora si cerca di capire come sia finito il pericoloso aculeo per cucire all'interno del cestino di fragole e se ci siano responsabilità da parte del venditore oppure se sia capitato successivamente. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, un pericolo nascosto l’ingestione di un pezzo di metallo, peggio se acuminato. Infatti un corpo estraneo ingoiato, soprattutto se metallico, provoca danni: sia a livello di stomaco, sia se oltrepassa il piloro e finisce nell' intestino. Se è acuminato, poi i danni sono maggiori: si possono subire perforazioni ed emorragie, talvolta fulminanti se si fora qualche grosso vaso sanguigno. Comunque, la presenza di un corpo estraneo provoca una sorta di decubito, un' infiammazione di tipo ulceroso.

Un frammento metallico, inoltre, può rimanere nell' intestino anche per molto tempo, fino a che non si pianta nella parete. In ogni caso, l'emergenza endoscopica mette al primo posto le emorragie, al secondo posto appunto l' ingestione di oggetti, soprattutto se metallici. Perciò, chi li ingoia, deve andare al pronto soccorso. Se ci troviamo a che fare con un corpo acuminato che buca il tessuto gastrico, possiamo avere uno stato infiammatorio in pochi giorni. È possibile che questo accada senza dolore o altri sintomi, in particolare la presenza di un ago metallico di un centimetro e mezzo può essere asintomatica fino a quando si pianta.

Vaiolo delle scimmie: secondo caso in Gran Bretagna

LONDRA - Uno ha già gettato il panico ed è stato rilanciato da tutti i media in Europa. Due, iniziano a destare seria preoccupazione. Si tratta, infatti, del secondo caso accertato in Gran Bretagna di paziente affetto dal temibile “Vaiolo delle Scimmie” che, com’è noto, è potenzialmente mortale. Questa volta, è accaduto a Blackpool. Il governo britannico aveva già confermato durante il fine settimana che ad un ufficiale navale in visita nel Regno Unito dalla Nigeria era stata diagnosticata la malattia ed era ricoverato in ospedale. Ed è stato il primo caso mai visto della malattia nel Regno Unito.

Tuttavia, nel giro di pochi giorni è stato scoperto un secondo infettato. Funzionari della sanità pubblica hanno dichiarato che la persona è arrivata con sintomi compatibili con la malattia al Blackpool Victoria Hospital e che i test sono risultati positivi. Il paziente, la cui età o genere non sono stati divulgati, ha anche visitato di recente la Nigeria dove si ritiene che abbia contratto il virus. Da allora sono stati trasferiti al Royal Liverpool University Hospital, un centro specializzato per le malattie respiratorie infettive. La sanità pubblica inglese dice che non c'è "nessun collegamento" tra il primo paziente e questo nuovo caso. Come con il primo, stanno contattando coloro che potrebbero essere entrati in stretto contatto con la persona per fornire consigli e assistenza.

Il “Vaiolo delle Scimmie”, simile al temibile Variola (il virus del vaiolo), ora sradicato, è stato diagnosticato per la prima volta in scimmie di laboratorio nel 1958 con il primo caso umano registrato nella Repubblica Democratica del Congo nel 1970. Ora si trova principalmente nell'Africa centrale e occidentale. Il virus non si diffonde facilmente tra le persone. Il contatto con i vestiti, la biancheria da letto o gli asciugamani di una persona infetta, o l'essere in prossimità della loro tosse e starnuti, sono le cause più probabili di infezione. Il virus può entrare nel corpo attraverso la pelle rotta, il tratto respiratorio o le mucose (occhi, naso o bocca).

Gli esperti di Salute pubblica riferiscono dicono che c'è stata una grande epidemia di Vaiolo delle Scimmie in Nigeria l'anno scorso e sono ancora in corso casi sporadici. Ma ammettono che è insolito che due casi siano scoperti così vicini nel Regno Unito e che si stanno impegnando a fondo per assicurarsi che siano contenuti. Il dott. Nick Phin, vicedirettore del National Infection Service del PHE (Public Health England), l'agenzia esecutiva del Dipartimento di salute e assistenza sociale nel Regno Unito ha detto: "Sappiamo che nel settembre 2017 la Nigeria ha registrato un ampio focolaio di Vaiolo delle Scimmie e da allora sono continuati a essere segnalati casi sporadici. È probabile che il Vaiolo delle Scimmie continui a circolare in Nigeria e potrebbe quindi interessare i viaggiatori che ritornano da questa parte del mondo. "Tuttavia, è molto raro vedere due casi in uno spazio di tempo relativamente breve. "Stiamo lavorando duramente per contattare le persone, compresi gli operatori sanitari, che potrebbero essere venuti in contatto con l'individuo per fornire informazioni e consigli sulla salute".

Il Dott. Mike Beadsworth, Direttore Clinico dell'unità Malattie Tropicali e Infettive, ha dichiarato: "Stiamo curando un paziente che è risultato positivo al Vaiolo delle Scimmie: il paziente viene assistito dal nostro personale specializzato in malattie infettive e tropicali, da personale altamente qualificato e con esperienza nel trattare con una varietà di malattie infettive. "Tutte le precauzioni necessarie sono prese da personale specializzato e attualmente non vi sono rischi per altri membri del personale, pazienti o visitatori. "Chiediamo che le persone continuino ad usare i nostri servizi normalmente e che le persone vengano solo al nostro pronto soccorso se le loro condizioni sono gravi e / o di emergenza".

Coloro che sono affetti dal virus, ricorda Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” , normalmente iniziano a manifestare febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, linfonodi ingrossati, brividi e stanchezza. I medici ricordano che, quindi, un'eruzione cutanea può svilupparsi sulla testa e sul corpo. L'eruzione cambia e attraversa diverse fasi prima di formare una crosta, che poi cade.

Arabia Saudita, fa un selfie mentre mangia in un luogo pubblico con una donna: arrestato

IL CAIRO - Un lavoratore alberghiero egiziano, è stato arrestato in Arabia Saudita dopo che un suo video e un selfie che mostrano mentre fa colazione con una donna, è diventato virale sui social media. La clip di 30 secondi mostra l'uomo non identificato che stava mangiando alla sua scrivania accanto a una collega che indossava un velo a figura intera.

Nel filmato di circa 30 secondi l'uomo, con un forte accento egiziano, riprende la scena mentre fa colazione con la donna, ricoperta con un velo che le lascia scoperti soltanto gli occhi che sembra imboccare l'uomo. Se ne dà notizia sui media arabi, presentando un video pubblicato sui social media dallo stesso uomo prima di essere arrestato. In Arabia Saudita, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti, le donne sole non possono sedersi allo stesso tavolo di uomini single.

In ogni spazio ci sono aree riservate alle "famiglie", incluse donne sole, dove gli uomini possono entrare solo se assieme alle loro rispettive "famiglie", ma non da soli. Il video, su Twitter è stato visualizzato più di 130mila volte in poche ore. Ora l'uomo, è stato arrestato dal ministero del lavoro e dello sviluppo sociale. Secondo il comunicato del ministero, l'uomo ha commesso "gravi violazioni e ha occupato un posto a sedere riservato ai cittadini sauditi".

11 settembre: riapre la stazione della metropolitana di ​Cortlandt Street

NEW YORK - Diciassette anni dopo l'attacco terroristico delle Twin Towers è stata riaperta la storica fermata Cortlandt Street della linea 1 della metropolitana. A seguito dell'attentato, la stazione e il suo accesso erano stati totalmente ricoperti dai detriti.

Quella che oggi accoglie i newyorchesi è una struttura moderna, con un sistema di areazione tecnologico e completamente attrezzata per i cittadini disabili. Del tutto unici i mosaici marmorei dell'artista Ann Hamilton, ispirati alla storia americana con stralci tratti dalla Dichiarazione di Indipendenza e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.

I lavori di recupero e ristrutturazione sono costati 181 milioni di dollari. L'apertura della fermata è fortemente simbolica.

Sud Sudan, aereo si schianta in un lago: 19 vittime, ferito medico italiano

(Afp)
Momenti di terrore nel Sud del Sudano, dove un aereo con una ventina di persone a bordo si è schiantato in un lago nel centro del paese. Decollato dall'aeroporto di Yuba international, il piccolo velivolo era diretto a Yirol. A bordo anche un medico italiano, Damiano Cantone, palermitano, sopravvissuto all'incidente. L'uomo sta bene e non è in pericolo di vita, secondo quanto rende noto all'AGI l'Ong Cuamm Medici con l'Africa con cui Cantone collabora. Sono almeno 19 le vittime.

Secondo quanto riporta Radio Miraya, un'emittente radiofonica dell'Onu, i soccorritori stanno ancora cercando di recuperare le vittime, tra le quali il vescovo di Yirol. Citando le autorità locali, in particolare il ministro dei Laghi Orientali, la radio ha reso noto che ci sono 2 sopravvissuti, il pilota e un bambino. Secondo un'altra fonte, invece i sopravvissuti sarebbero tre.