Ciro Esposito è morto

Non ce l'ha fatto Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito il 3 maggio scorso a Roma prima della finale di Coppa Italia. Lo ha fatto sapere il policlinico Gemelli, dove il 31enne era ricoverato, nel reparto di rianimazione, da 50 giorni. Massimo Antonelli, direttore del Centro rianimazione, ha precisato che il giovane è morto "per insufficienza multiorganica non rispondente alle terapie mediche e di supporto alle funzioni vitali", e ha espresso cordoglio ai genitori per la perdita del figlio.
Un'infezione polmonare che si è innestata in un quadro clinico già compromesso. Sarebbe questa la causa dell'aggravarsi delle condizioni del giovane tifoso del Napoli ferito a colpi di pistola nel pre-partita della finale di Coppa Italia nei pressi dello Stadio Olimpico.
Esposito ha subito alcune operazioni, la prima al polmone; è in dialisi e ha un'attività epatica non pienamente efficiente.
L'ultimo intervento lo aveva subito il 19 giugno scorso.