Visualizzazione post con etichetta meteo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta meteo. Mostra tutti i post

Maltempo: frane e allagamenti nel Nord-Ovest

MILANO - Il maltempo imperversa sull'Italia del Nord Ovest con temporali e alluvioni che hanno flagellato l'intera area. Si segnalano allagamenti e numerosi fiumi esondati in Liguria, Piemonte e Lombardia, dove molte scuole sono rimaste chiuse e decine di persone sono state sfollate. Le linee ferroviarie Genova-Milano e Genova-Torino sono state interrotte a causa degli allagamenti e delle frane nell'Alessandrino e nell'Ovadese. La circolazione è sospesa tra Cassano e Arquata Scrivia e Novi Ligure e non si prevede che possa riprendere prima di martedì pomeriggio.

In serata restava l'allerta arancione per rischio idrogeologico su gran parte della Lombardia; gialla sul resto della Lombardia, su gran parte di Liguria e Piemonte e sulla Valle d'Aosta.

In mattinata Milano si è risvegliata allagata dopo un violento nubifragio. A causa delle infiltrazione di acqua cinque scuole dell'infanzia sono rimaste chiuse. Resta sotto osservazione il fiume Seveso, a rischio esondazione. A Casnigo, in provincia di Bergamo, un'auto in transito ha urtato due massi caduti sulla strada provinciale ma fortunatamente l'autista è rimasto illeso.

Situazione critica anche in Liguria per i temporali abbattutisi sulle province di Genova e Savona. Nel savonese sono brevemente esondati due rii, allagamenti anche nella zona dell'aeroporto genovese. Nel capoluogo di regione ci sono state anche quattro frane. Una trentina di persone sono state evacuate a Rossiglione, nell'entroterra genovese, perché una frana minacciava un edificio.

In serata la perturbazione si è scatenata sul Piemonte con allagamenti nell'Alessandrino e nell'Ovadese e l'interruzione del traffico ferroviario. Alcuni treni rimasti bloccati sono tornati indietro.

3bmeteo: 'Weekend dinamico sull'Italia con due perturbazioni tra sabato e domenica'

(ANSA)
MILANO - “Sarà un weekend piuttosto dinamico dal punto di vista meteorologico sull'Italia, grazie al transito di due veloci perturbazioni che raggiungeranno la nostra Penisola tra sabato e domenica” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo – “il tutto in un contesto termico comunque in linea con le medie del periodo, su valori classici di inizio Autunno e con elevata escursione termica al Centro-Nord soprattutto nella giornata di sabato”.

SABATO PIOGGE AL CENTRO-SUD, POI DOMENICA SERA ANCHE AL NORD – “Sabato mattinata molto nuvolosa al Centro-Sud con deboli piogge su Toscana, Umbria e Marche e qualche rovescio anche tra Campania e Basilicata; nel pomeriggio-sera i rovesci si spostano sul basso Tirreno e in Puglia, localmente anche di forte intensità tra Campania meridionale e Calabria; più soleggiato al Nord, con elevata escursione termica tra le prime ore del mattino e il pomeriggio” – aggiunge Vuolo di 3bmeteo.com – “ le massime potrebbero infatti spingersi anche verso i 22/24°C dopo valori minimi notturni che scenderanno sotto i 10°C in Pianura Padana e nei fondovalle alpini. Domenica giornata inizialmente nuvolosa sul medio adriatico e sul basso Tirreno con anche qualche piovasco non escluso; dopo una mattinata soleggiata al Nord e sulle regioni del medio-alto versante tirrenico, si assisterà poi ad un rapido aumento della nuvolosità con piogge e rovesci nella notte tra Piemonte, Lombardia centro-occidentale, Valle d'Aosta, Liguria, Toscana, Umbria, Emilia occidentale e alto Lazio, con nevicate sulle Alpi mediamente al di sopra dei 2.000 metri di quota”.

TENDENZA METEO INIZIO NUOVA SETTIMANA: PERTURBAZIONE AL CENTRO-SUD – “La perturbazione atlantica che raggiungerà il Nord Italia tra la serata e la notte di domenica, transiterà poi rapidamente verso Sud, determinando un lunedì piuttosto instabile e a tratti perturbato sulle regioni centro-meridionali con rovesci e locali temporali specie sul versante tirrenico e Sardegna tra mattina e pomeriggio, tendenti poi ad esaurirsi entro sera da Nord verso Sud, ad esclusione probabilmente della Sicilia e della bassa Calabria, con annesso nuovo generale calo delle temperature e un'intensificazione dei venti dai quadranti settentrionali. Martedì migliora pressoché ovunque con ampie schiarite, fatta eccezione per la Sicilia ionica dove sarà possibile ancora qualche rovescio o temporale” – conclude il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Cambia tutto, in arrivo piogge, temporali e calo delle temperature"


PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA IN ARRIVO, TORNANO PIOGGE E TEMPORALI –“La stabilità atmosferica e il caldo anomalo di questi giorni hanno le ore contate: è infatti in arrivo una perturbazione atlantica che attraverserà l’Italia da Nord a Sud tra mercoledì e giovedì” – a confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “primi segnali di cambiamento già martedì con un progressivo aumento della nuvolosità al Nord e sulle regioni tirreniche. In nottata piogge e rovesci in arrivo su Alpi, Prealpi, Friuli Venezia Giulia, Piemonte orientale, Lombardia e Liguria, anche a sfondo temporalesco su quest’ultima regione. In attesa il resto d’Italia con tempo ancora stabile e caldo”.

TRA MERCOLEDI’ E GIOVEDI’ RISCHIO FENOMENI INTENSI – “mercoledì si entrerà nel vivo del peggioramento con rovesci e temporali su Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna, Liguria soprattutto di Levante ( qui con rischio nubifragi ), in progressiva estensione al Centro, specie su Toscana, Umbria e Lazio dove ci attendiamo i fenomeni più intensi con possibili grandinate; qualche temporale sparso interesserà anche la Sardegna. Ai margini invece il Nordovest con precipitazioni scarse se non del tutto assenti su Piemonte occidentale e Ponente Ligure. Ancora in attesa il Sud, dove il peggioramento si concretizzerà giovedì con piogge e temporali sparsi, talora di forte intensità e anche qui con possibilità di locali grandinate. Sempre giovedì avremo ancora delle piogge o acquazzoni su Marche, Abruzzo, Molise e basso Lazio, mentre andrà migliorando su resto del Centro e in generale al Nord con aperture via via più ampie. Venerdì ultimi rovesci all’estremo Sud mentre altrove rimonterà l’anticiclone”.

STOP AL CALDO ANOMALO, TEMPERATURE IN CALO E VENTI FORTI – “Il tutto sarà accompagnato da un calo delle temperature che porrà fine al caldo anomalo di questi giorni su diverse aree d’Italia. Nello specifico mercoledì il calo termico sarà avvertibile soprattutto sul Nordest, giovedì su gran parte del Centrosud ma in modo particolare lungo le regioni adriatiche, dove si potranno perdere anche oltre 6-8°C. Le temperature notturne potranno così scendere anche sotto i 10-12°C sulle aree interne del Centronord. Da segnalare infine il vento che soffierà a tratti forte, dapprima di Libeccio e Scirocco, da giovedì di Maestrale, Tramontana e Grecale, con mari molto mossi” – concludono da 3bmeteo.com

3bmeteo: "Temporali in arrivo con perturbazione dal Nord Europa, stop al caldo anomalo"

BARI – “Fino a martedì compreso saremo in compagnia dell’anticiclone subtropicale, che garantirà tempo in prevalenza stabile, soleggiato ma soprattutto caldo durante il giorno, con temperature su valori pienamente estivi” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – “attese massime fino a 30-32°C sulle aree interne, specie del Centrosud, con marcate escursioni termiche rispetto alle ore notturne, quando il clima si manterrà fresco. Non mancherà qualche banco nuvoloso di passaggio, con al più fugaci brevi acquazzoni sulle Alpi. Da mercoledì invece è atteso un cambiamento per l’arrivo di una perturbazione dal Nord Europa”

TRA MERCOLEDI’ E GIOVEDI’ ROVESCI E TEMPORALI ANCHE DI FORTE INTENSITA’ – “Il tempo cambierà infatti mercoledì a partire dal Nord dove sono attesi rovesci e temporali sparsi, con primi occasionali fenomeni anche al Centro, in particolare su Appennino, Toscana interna, Umbria e Marche” – avverte l’esperto di 3bmeteo.com – “giovedì acquazzoni e temporali si estenderanno alle regioni del Centrosud, liberando contestualmente quelle del Nord dove avanzeranno schiarite a partire dalle Alpi. Non esclusi fenomeni localmente intensi anche a carattere di nubifragio o con grandine, in particolare su Triveneto, Emilia Romagna e regioni adriatiche, dove le precipitazioni risulteranno più diffuse. Fenomeni invece più localizzati su regioni tirreniche, solo isolati su Riviera ligure e Isole Maggiori. Venerdì ultime note instabili all’estremo Sud ma il tempo sarà in rapido miglioramento, per la rimonta dell’alta pressione che riporterà stabilità soprattutto al Centronord”.

TEMPERATURE IN CALO ANCHE DI 6-8°C E VENTI IN RINFORZO – “Il passaggio instabile sarà accompagnato dall’arrivo di aria decisamente più fresca dal Nord Europa, che farà calare le temperature ponendo uno stop almeno temporaneo al caldo anomalo di questi giorni. Atteso un calo anche di 6-8°C in particolare al Nord e lungo il versante adriatico, con rinforzo dei venti di Tramontana e Maestrale specie su Liguria, Tirreno, Sardegna e Sicilia; bora sull’alto Adriatico” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: “L'estate ci riprova: tornano i 30°C sull'Italia”


MILANO – “La circolazione depressionaria attualmente posizionata sull'Europa sud-occidentale e che ha causato condizioni di marcata instabilità atmosferica sulle estreme regioni meridionali dell'Italia (Isole maggiori comprese), tenderà a traslare verso il Nord Africa favorendo un aumento della pressione atmosferica su tutta la Penisola e il conseguente ritorno di condizioni meteorologiche stabili, ben soleggiate e via via più miti per diversi giorni già a partire da domani, giovedì 12 settembre”. 

A confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo che aggiunge: “sull'Italia tornerà infatti protagonista l'anticiclone subtropicale che determinerà un nuovo repentino aumento delle temperature sul nostro Paese, con valori termici diurni che si riporteranno anche sopra le medie del periodo specie tra venerdì e il weekend, con punte superiori ai 30°C sulle aree interne del versante tirrenico (in primis Toscana, bassa Umbria, Lazio, Campania e Sardegna), ma comunque anche fino a 27/30°C su bassa Pianura Padana e sul resto del Centro-Sud. Tra le città più calde svetterà ancora una volta Terni con 33°C, seguita da Firenze, Pisa, Grosseto, Roma, Caserta, Sassari, Nuoro con 32°C, Prato, Pistoia, Latina 31°C; al Nord tra le città più calde ci sarà Mantova con 30°C, Bologna, Parma, Reggio Emilia, Modena e Pavia con 29°C, 28°C anche su Torino, Milano, Bergamo. Le temperature massime risulteranno così sopra media anche di 5/7°C.”

PIU' FRESCO DI NOTTE E ALL'ALBA, SPECIE AL CENTRO-NORD –“Farà comunque fresco nelle ore notturne e al primo mattino, grazie anche alle maggiori ore di buio rispetto ai mesi di piena estate. Si riuscirà infatti a scendere tranquillamente sotto i 15°C nelle aree pianeggianti fuori dai centri urbani, fin verso i 10°C nei fondovalle alpini e appenninici, con elevata escursione termica tra l'alba e le ore centrali del giorno. Tra i capoluoghi più freschi nelle ore notturne ci sarà L'Aquila con 9°C, seguita da Aosta e Sondrio con 10/11°C, specie tra giovedì e venerdì; poi anche le temperature minime risulteranno in graduale rialzo nel weekend a tutte le quote, aggiunge il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.”

LA TENDENZA PER IL FINE SETTIMANA –“Anche dagli aggiornamenti odierni, il weekend sembrerebbe quindi trascorrere all'insegna del sole su tutta la Penisola, salvo annuvolamenti cumuliformi ad evoluzione diurna sui rilievi alpini e al Nord-Est e in un contesto termico molto mite da Nord a Sud”, conclude il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Canto del cigno dell'estate, in arrivo altri temporali e nel weekend vortice ciclonico"

ROMA - I prossimi giorni vedranno un tempo estremamente dinamico sull’Italia, con l’Estate che potrebbe diventare ormai un ricordo. “E’ infatti in arrivo una nuova perturbazione dal Nord Europa, che riporterà rovesci e temporali, accompagnati da un calo delle temperature” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “da giovedì pomeriggio attesi i primi fenomeni su Alpi e Nordovest, in estensione anche a Nordest e Centrosud nel corso di venerdì, pur in modo molto disorganizzato. Non esclusi temporali di forte intensità, per quanto molto localizzati, in particolare su Emilia Romagna e Toscana, che risulteranno tra le regioni più colpite. I valori termici saranno in calo specie al Nord, dove potranno portarsi sotto le medie del periodo, con raffiche di Bora oltre i 40-50km/h sull’alto Adriatico e fiocchi di neve sulle Alpi di confine fin verso i 2000-2200m.”

NEL WEEKEND VORTICE CICLONICO, RISCHIO MALTEMPO SPECIE DOMENICA – “Non sarà finita qui, in quanto anche il weekend potrebbe essere almeno in parte compromesso dalla pioggia” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “Sabato sarà tuttavia una giornata tutto sommato discreta, con sole prevalente sebbene non mancherà qualche rovescio su Alpi, estremo Nordest, Appennino e molto occasionalmente sulle adriatiche nel pomeriggio. Tuttavia proprio sabato sera è atteso un nuovo peggioramento a partire da Alpi e Nordovest, con rovesci e temporali in estensione al resto del Nord domenica. Coinvolte in parte anche tirreniche e regioni del Centro, specie la Toscana. Anche in questo frangente saranno possibili fenomeni localmente intensi” –

ARIA D’AUTUNNO AL NORD, NEVE SULLE ALPI – “In particolare domenica le temperature potrebbero tornare a calare in modo sensibile al Nord, con valori ben al di sotto della media, tanto che sulle Alpi potrebbe tornare a nevicare a tratti fin verso i 2000m (in particolare sui settori di confine). Clima più mite al Centro se non a tratti ancora un po’ caldo al Sud” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Nuova ondata di caldo africano in arrivo"

MILANO - ”Fine settimana tipicamente estivo sull’Italia con sole prevalente grazie all’anticiclone delle Azzorre” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – “sabato della nuvolosità irregolare potrà a tratti offuscare i cieli soprattutto del Nord Italia, in particolare sulle Alpi, ma con basso rischio di pioggia. Domenica tanto sole e caldo che inizierà a farsi nuovamente intenso, ma ancora senza particolari eccessi: attese punte di 33-34°C sulle aree interne, qualche grado in meno lungo le coste, mentre nottetempo e al primo mattino si starà ancora bene con minime gradevoli”.

DA LUNEDI’ CALDO NUOVAMENTE INTENSO ED AFOSO, QUALCHE TEMPORALE AL NORD – “La prossima settimana, almeno la prima parte, vedrà invece l’ennesima rimonta dell’anticiclone africano, responsabile di una nuova ondata di calore” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “interessato soprattutto il Centrosud con picchi nuovamente di oltre 34-35°C sulle aree interne, qualche grado in meno lungo le coste ma con afa in aumento. Caldo afoso anche al Nord, che tuttavia verrà lambito dalle correnti atlantiche in scorrimento oltralpe. Quest’ultime saranno così responsabili di qualche rovescio o temporale dapprima su Alpi e Piemonte, successivamente non escluso anche su Prealpi e Pianura Padana, sebbene in modo molto occasionale. In particolare i temporali avranno maggiori chances di svilupparsi da mercoledì 21 al Nord con marginale interessamento anche delle regioni del Centro dal 23-24 agosto. Data la presenza di aria calda e umida, non si escludono fenomeni anche di forte intensità, per quanto di breve durata e molto localizzati. Ricordiamo infatti che questo non significa che pioverà 24 ore su 24, ma che oltre al sole si dovrà mettere in conto la possibilità di qualche temporale”

PRIMI SEGNALI DI CRISI DELL’ESTATE DOPO IL 25 AGOSTO? – “L’Estate 2019 potrebbe mostrare segnali di ‘stanca’ dal 25 agosto e nei giorni successivi, quando l’anticiclone sembra ritirarsi verso Sud, lasciando l’Italia scoperta a correnti più instabili atlantiche. In questa fase avremo così un tempo decisamente più dinamico al Nord, con temporali sparsi pur alternati a parentesi soleggiate; a tratti coinvolto anche il Centro e più marginalmente il Sud. Se questa tendenza venisse confermata le temperature sarebbero in diminuzione da Nord verso Sud. Una tendenza meteo, questa, ancora in fase di analisi e che necessiterà di ulteriori conferme” – concludono da 3bmeteo.com.

Meteo: oggi il picco del caldo africano

ROMA - Ultimo giorno di temperature record ed elevato tasso di umidità: attese punte di 41 gradi. Da domani temperature in calo anche di 10 gradi.

3bmeteo: "Imminente nuova ondata di caldo africano, punte di 40° nel weekend"

MILANO -”Archiviata la fase instabile al Nord e parte del Centro, l’anticiclone africano tornerà ad espandersi su tutta a partire da venerdì e per tutto il weekend” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “avremo così tanto sole sulla Penisola ma soprattutto l’ennesimo, inesorabile, aumento delle temperature: punte di 38-40°C sono attese sulle aree interne non solo del Sud ma anche del Centro entro domenica: tra le zone più roventi le aree interne di Sicilia, Sardegna, Calabria, Puglia, Basilicata, Campania, Molise, Lazio, Toscana, Abruzzo e in generale tutta l’Umbria. Caldo anche al Nord con punte di 34-35°C in Val Padana, superiori sull’Emilia-Romagna. Qualche grado in meno lungo le coste complici le brezze marine ma con afa alle stelle; molto afoso anche in Pianura Padana e in generale nelle grandi aree urbane, specie nelle ore tardo pomeridiano-serali, quando i valori termici si manterranno elevati. Tra le città più roventi nel weekend segnaliamo Firenze, Roma, Frosinone, Terni, l’Aquila, Avezzano, Caserta, Benevento, Cosenza, Matera, Potenza, Foggia, Caltanissetta, Ragusa, Catania, Nuoro, Cagliari. Al Nord tra le più calde Bologna, Ferrara, Mantova, Rovigo, Verona, Milano, Brescia.”

INSOLITA TEMPESTA ATLANTICA IN ARRIVO SUL NORDOVEST EUROPA – “Nel frattempo il Nord Ovest dell’Europa si prepara all’arrivo di una insolita tempesta atlantica di stampo autunnale” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “in particolare nel weekend le Isole Britanniche, parte di Francia, Olanda e Belgio e a seguire Danimarca e Norvegia verranno colpite da un profondo vortice ciclonico, responsabile di maltempo con venti anche superiori ai 90-100km/h. Potrebbe inoltre non essere finita li: una seconda tempesta sempre insolita per il periodo dovrebbe infatti raggiungere le medesime aree la prossima settimana”

SETTIMANA DI FERRAGOSTO TRA ANTICICLONE E INSIDIE TEMPORALESCHE, SPECIE AL NORD – “La settimana di Ferragosto sull’Italia vedrà l’anticiclone parzialmente disturbato dai venti atlantici, che lo costringeranno ad una parziale ritirata verso Sud. Tra lunedì e martedì è così atteso qualche temporale anche di forte intensità al Nord ( primi focolai temporaleschi già domenica su Alpi e parte del Piemonte sul finire di domenica ). Qualche fugace fenomeno potrà interessare anche parte del Centro mentre sul resto della Penisola dominerà ancora l’alta pressione. Nei giorni a seguire invece sole prevalente con al più qualche nota instabile su Nordest e Appennino, in un contesto un po’ meno caldo. Quest’ultima tuttavia resta una linea di tendenza che necessiterà di ulteriori conferme e aggiornamenti”, concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: “Tra martedì e giovedì temporali al Nord, anche forti. Molto caldo al Sud”

MILANO – “Dopo un weekend ben soleggiato e con caldo nella norma, la situazione meteorologica tornerà gradualmente a peggiorare da martedì a partire dalle regioni settentrionali, il tutto per l'afflusso di aria più umida e instabile di origine atlantica che raggiungerà anche le Alpi e il Nord Italia”. A confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo che aggiunge: “si creeranno le condizioni per nuovi rovesci e temporali localmente di forte intensità su Alpi, Prealpi e alte pianure di Piemonte e Lombardia già nel pomeriggio-sera di martedì, poi nella notte anche su alte pianure di Veneto e Friuli Venezia Giulia. La fase più instabile è però attesa nella seconda parte della giornata di mercoledì, con temporali che dalle Alpi raggiungeranno anche le medio-basse pianure del Nord-Ovest e dove i fenomeni potrebbero talora risultare intensi e accompagnati anche da possibili grandinate e improvvise raffiche di vento". 

"Entro la notte su giovedì peggioramento atteso anche su Veneto, Friuli, Emilia Romagna e Toscana, poi giovedì mattina tra Umbria e alte Marche, anche in questo caso con possibili acquazzoni e veloci temporali. Si segnala inoltre nuvolosità già piuttosto compatta sul Ponente Ligure nel corso di martedì, poi possibile qualche temporale nella notte tra mercoledì e giovedì sui settori di Levante. Altrove attese giornate ben soleggiate salvo il passaggio di innocua nuvolosità alta e stratificata, ma comunque senza fenomeni (salvo isolati temporali di calore sull'Appennino centrale nel corso di giovedì).”

INTENSA ONDATA DI CALDO AL SUD, PICCHI DI 38/40°C DA MERCOLEDÌ – “L''approfondimento di una circolazione depressionaria sulle Isole britanniche, favorirà il rinforzo dell'anticiclone nordafricano sul Mediterraneo centrale e sul Sud Italia: l'arrivo di masse d'aria calda di matrice subtropicale determineranno così una nuova intensa ondata di caldo sulle regioni meridionali della nostra Penisola e sulle Isole maggiori, segnatamente a partire da mercoledì. Si raggiungeranno nuovamente valori di temperatura superiori ai 35°C, con picchi anche di 38/40°C sulle aree interne di Sicilia, Sardegna, Calabria e Puglia, 34/36°C al Centro con condizioni di afa in accentuazione sulle zone costiere. Tra martedì e venerdì caldo più sopportabile invece al Nord, dove i valori termici sulla Pianura Padana rimarranno compresi tra 31/33°C, con locali punte di 34/35°C sulle basse pianure del Veneto e dell'Emilia Romagna, aggiunge il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.”

DAL WEEKEND ANTICICLONE AFRICANO PROTAGONISTA SULL'ITALIA – “Gli ultimi aggiornamenti dei modelli fisico-matematici sembrerebbero propendere per un fine settimana all'insegna del sole su tutta la Penisola e con caldo in decisa intensificazione al Centro-Nord e picchi fino a 40°C al Sud. Si tratta comunque ancora di una tendenza che dovrà essere confermata nei prossimi aggiornamenti”, concludono dalla redazione di 3bmeteo.com.

3bmeteo: "L'estate prosegue con temporali al Nord e una nuova ondata di caldo africano al Sud"

ROMA – “Dopo l’intensa perturbazione atlantica transitata lo scorso weekend, la situazione meteorologica è rapidamente migliorata sull’Italia, con il ritorno di condizioni nel complesso stabili e soleggiate” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo – “seppur con nuovi acquazzoni e temporali nuovamente in agguato specie al Nord. Proprio nella giornata di mercoledì 31 luglio, temporali di calore torneranno a formarsi nelle ore pomeridiane su Alpi e Prealpi, in possibile sconfinamento alle medio-alte pianure entro sera, specie sulla Val Padana centro-orientale. Ma un impulso di aria più umida e instabile raggiungerà il Nord Italia tra giovedì sera e venerdì causando la formazione di temporali anche localmente intensi, specie tra Est Piemonte, Lombardia, Triveneto, Emilia orientale, Romagna e sull’Appennino centro-settentrionale, talora fin sulle aree costiere delle Marche e dell’Abruzzo sul finire di venerdì. Ben soleggiato e caldo altrove, con valori termici in graduale aumento soprattutto al Sud e sulle Isole maggiori nella seconda parte della settimana.”

NUOVA INTENSA ONDATA DI CALDO AFRICANO AL SUD E SULLE ISOLE – “Nei prossimi giorni l’assoluto protagonista sulle regioni centro-meridionali sarà infatti nuovamente il caldo africano, che andrà ad intensificarsi soprattutto tra venerdì e sabato tra Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna” – aggiunge Andrea Vuolo di 3bmeteo.com – “grazie ad una nuova avvezione di aria calda di estrazione subtropicale proveniente direttamente dall’entroterra africano. Le temperature subiranno così una nuova impennata verso l’alto raggiungendo punte anche di 38/40°C sulle aree interne, specie all’estremo Sud e sulle Isole maggiori, con cieli complessivamente soleggiati salvo nuvolosità cumuliforme ad evoluzione diurna lungo la dorsale appenninica e il transito di innocue velature stratiformi.”

WEEKEND NEL COMPLESSO STABILE E CALDO, QUALCHE TEMPORALE DI CALORE SUI MONTI – “Dagli ultimi aggiornamenti dei modelli numerici, sembrerebbe che il prossimo weekend possa trascorrere all’insegna di condizioni meteorologiche nel complesso stabili e soleggiate su gran parte della Penisola, con isolati e brevi temporali di calore pomeridiani sulle Alpi (specie centro-orientali) e sui crinali appenninici centro-meridionali. Qualche nube in più al Nord-Est e sulle regioni centrali adriatiche sabato, per gli ultimi effetti dell’impulso instabile che transiterà venerdì, mentre domenica giornata più soleggiata e calda pressoché ovunque ( al più isolati rovesci sul Triveneto ). Temperature senza particolari eccessi al Nord (massime tra 30/33°C), mentre il caldo insisterà soprattutto all’estremo Sud e sulle aree interne delle Isole maggiori con punte anche superiori ai 36/38°C” – conclude il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Arriva la perturbazione spazza-afa nel weekend, con forti temporali e nubifragi"


MILANO – “E' ormai confermato un importante cambiamento del tempo per il weekend imminente. L'anticiclone africano nel fine settimana verrà letteralmente spezzato in due dall’arrivo 'a gamba tesa' di una perturbazione atlantica” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – “Gran parte dell'Europa centrale e dell'Italia rimarranno così 'scoperti’ per almeno due giorni a correnti più fresche e instabili nord atlantiche, con quindi vero e proprio stop al grande caldo. Proprio la canicola africana ha tra l’altro ha stracciato nuovi record assoluti in Francia, Belgio, Olanda e Germania in questi giorni”

ARRIVANO TEMPORALI ANCHE VIOLENTI, RISCHIO NUBIFRAGI E GRANDINE ANCHE DI GROSSE DIMENSIONI – “Questa perturbazione causerà un vero e proprio sconquasso meteorologico sull'Italia” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “lo scontro tra l'aria fresca atlantica con quella molto calda e umida accumulata in questi giorni innescherà inevitabilmente temporali violenti a livello locale, ovvero associati a nubifragi, violente raffiche di vento o anche grandine di dimensioni significative. Non esclusi locali allagamenti e disagi. Più in dettaglio sabato primi rovesci e temporali sparsi in formazione su Alpi e Prealpi, in successiva estensione a Liguria e Valpadana. Proprio tra sera e notte ci attendiamo i fenomeni più intensi. Primi focolai temporaleschi anche su Appennino centro-settentrionale e alta Toscana, in attesa di temporali anche violenti in arrivo sui settori toscani in nottata a partire dalle coste ( in questa fase rischio nubifragi ). Domenica mattinata di maltempo al Nord con piogge e temporali diffusi, anche molto intensi su pianure del Nordest e Romagna. Seguirà un pomeriggio ancora molto instabile con piogge e rovesci sparsi, più diffusi sul Nordest, ma con tendenza a graduale attenuazione dei fenomeni a partire da Alpi e Nordovest. Per quanto riguarda il Centro sarà bersaglio di temporali localmente violenti specie tra Toscana, Umbria e Marche; tuttavia fenomeni sparsi, a tratti forti, non risparmieranno anche Lazio, Abruzzo, Campania, più occasionali sulla Sardegna. Il resto del Sud rimarrà ai margini sebbene qualche focolaio temporalesco potrà innescarsi tra Molise, alta Puglia, Lucania e Calabria verso fine giornata. Lunedì ancora qualche rovescio o temporale su Nordest, adriatiche e Sud ma la situazione sarà in graduale miglioramento”

STOP AL GRANDE CALDO – “Una buona notizia per chi non sopporta il gran caldo: afa e canicola verranno letteralmente spazzate via nel weekend, con temperature giù anche di 8-10°C entro sabato sera al Nord, domenica anche al Centro. Ancora caldo al Sud, ma con ridimensionata termica tra domenica e lunedì. Insomma si tornerà a respirare ma al prezzo di temporali anche violenti” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Verso il picco del caldo, ma nel weekend cambia tutto con temporali e nubifragi"


ROMA – “Ancora qualche giorno sotto l’anticiclone africano con acuto di questa terza ondata di calore dell’Estate 2019” – lo conferma il meteorologo di

3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “non sarà intensa come quella di fine giugno ma poco ci mancherà: attesi infatti picchi di 36-38°C sulla Valpadana, fino a sfiorare i 39-40°C sulle aree interne di Toscana, Lazio, Sardegna e in Umbria. Lungo le coste si avrà qualche grado in meno ma con afa alle stelle, in particolare in Liguria ma in generale su gran parte dei litorali; qui le temperature percepite potranno essere talora superiori ai 38°C nonostante massime attorno ai 30-32°C. Afa elevata anche in Pianura Padana e in generale nelle grandi aree urbane, in particolare nelle ore serali dove le temperature percepite dall’organismo potranno superare anche i 38°C: si soffrirà infatti anche di notte quantomeno nelle città, con temperature minime notturne che potranno rimanere al di sopra dei 24-25°C. Tra le città più roventi segnaliamo Firenze, Terni, Grosseto, Roma, Perugia, Bologna, Mantova, Verona, Milano, Torino, Nuoro, Caserta, Cosenza.”

MA NEL WEEKEND CAMBIA TUTTO, ARRIVANO TEMPORALI ANCHE VIOLENTI – “giungono ulteriori conferme circa un importante cambiamento del tempo proprio nel corso del prossimo weekend, quando l’anticiclone africano verrà spazzato via dall’arrivo di una perturbazione atlantica” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “primi segnali di cedimento anticiclonico venerdì con qualche temporale in più al Nord (soprattutto sui monti) e Appennino centro-settentrionale. Sarà tuttavia tra sabato e domenica che si attende la fase clou del peggioramento con rovesci e temporali al Centronord, localmente di forte intensità: lo scontro tra l’aria più fresca atlantica con quella calda e umida preesistente sarà infatti alla base di locali nubifragi, grandinate anche di grosse dimensioni e improvvise quanto violente raffiche di vento. Tra le regioni più colpite tutte quelle del Nord, a seguire anche Toscana, Umbria, Lazio, Marche, Romagna. Ai margini invece il Sud con temporali in arrivo essenzialmente sulla Campania; altrove il peggioramento dovrebbe concretizzarsi a cavallo tra domenica e lunedì.”

STOP AL GRANDE CALDO, FINO A 8-10°C IN MENO – “il grande caldo di questi giorni subirà così una decisa ridimensionata sempre nel fine settimana. L’arrivo dei temporali e dell’aria più fresca atlantica farà infatti calare le temperature anche di 8-10°C al Centro-Nord, con clima decisamente più fresco. Ancora caldo al Sud, ma con primo smorzamento della canicola in Campania, successivamente anche sul resto del Meridione tra domenica e lunedì” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Nuova imminente ondata di caldo in Italia, picchi di 38°-40° da metà settimana"


MILANO – “Dopo la storica ondata di caldo registratasi tra la fine di giugno e l'inizio di luglio, una nuova avvezione di aria molto calda di matrice subtropicale raggiungerà l'Italia e l'Europa meridionale da lunedì 22, favorendo nuovamente un drastico aumento delle temperature, con picchi fino a 38/40°C sulla nostra Penisola, specie sulle aree interne delle regioni tirreniche, in Sardegna e sulle basse pianure del Nord”. A confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo che aggiunge: “anche questa volta siamo alle porte di una delle più intense e persistenti ondate di caldo degli ultimi anni per le Alpi e per la Pianura Padana dove – in particolare da metà settimana – si tornerà verso i 30°C anche a 1.000-1.500 metri di quota sulle Alpi centro-occidentali, in particolare tra Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia e Trentino Alto Adige, con zero termico che andrà così a sfiorare nuovamente i 4.800-5.000 metri. Le regioni meridionali e del medio-basso versante adriatico risulteranno invece più ai margini di questa avvezione di aria molto calda, dove però localmente si raggiungeranno i 35°C nei settori interni. L'anticiclone subtropicale potrebbe inoltre persistere – probabilmente – fin verso la fine di luglio, con cieli ben soleggiati e precipitazioni pressoché assenti quasi ovunque, fatta eccezione per isolati e veloci acquazzoni pomeridiani sulle Alpi centro-orientali nel prossimo weekend.”

ECCO QUALI SARANNO LE CITTÀ PIÙ CALDE – “Da lunedì il caldo andrà gradualmente aumentando su tutta la Penisola, raggiungendo i valori più elevati in pianura tra mercoledì 24 e venerdì 26 luglio specie al Centro-Nord. Dagli ultimi aggiornamenti modellistici si potrebbero raggiungere picchi di 39/40°C in città come Firenze, Terni e Ferrara, 37/38°C su Alessandria, Asti, Vercelli, Novara, Pavia, Cremona, Lodi, Mantova, Rovigo, Vicenza, Verona, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Bolzano, Trento, Siena, Arezzo, Grosseto, Viterbo e Frosinone, 35/36°C su Torino, Cuneo, Milano, Bergamo, Como, Varese, Sondrio, Padova, Perugia, Roma, Caserta, Benevento, Foggia e Cosenza; qualche grado in meno lungo le aree costiere, complice la classica circolazione di brezza dei periodi anticiclonici”.

AFA E NOTTI TROPICALI IN ARRIVO – “L'aria molto calda sarà accompagnata anche da tassi di umidità piuttosto elevati soprattutto lungo le coste e sulla Pianura Padana, dove andrà ad aumentare di conseguenza anche il disagio bioclimatico, il quale potrebbe risultare nuovamente quasi estremo sulle aree urbane specie tra giovedì e il prossimo weekend. Ci attendono inoltre nottate molto calde al Centro-Nord, con valori minimi notturni che faticheranno a scendere sotto i 20/23°C, talora anche sotto i 25°C nelle grandi città come Torino, Milano, Genova e Roma” – aggiunge il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.

CALDO MOLTO INTENSO ANCHE IN EUROPA, OLTRE I 40°C TRA SPAGNA E FRANCIA – “Come nella precedente ondata di caldo, anche in questo caso saranno la Francia e la Spagna a sperimentare i valori termici più elevati in Europa, con picchi probabilmente di 41-43°C tra Siviglia, Saragoza, Bordeaux, Tolosa e Montpellier, fino a 40°C anche a Parigi, ma temperature superiori ai 35/37°C si registreranno anche tra Belgio, Paesi Bassi, Svizzera e Germania centro-meridionale”, conclude il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Torna l'anticiclone africano, nuova ondata di calore alle porte"

ROMA – “A partire dal weekend l'anticiclone africano tornerà a rimontare su Mediterraneo ed Europa occidentale, interessando anche l'Italia” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo,com Edoardo Ferrara che spiega – “la massima espressione dell’alta pressione sarà tuttavia nella nuova settimana, quando come una bolla di aria calda tenderà ad inglobare Spagna, Francia, Italia in una prima fase. In una seconda fase, dal 22-23 luglio, l'anticiclone africano si spingerà anche su Europa centrale interessando Olanda, Belgio, Germania, Danimarca, fino a poi puntare il Nord Europa, in particolare parte delle Isole Britanniche e persino la Scandinavia.”

NUOVA ONDATA DI CALORE – In tale circostanza sarà inevitabile per l'Europa centro-occidentale sperimentare una nuova ondata di caldo africano. “La parte più intensa della fiammata africana interesserà ancora una volta Spagna e Francia, come accaduto a fine giugno, con picchi termici vicini ai 38-40°C da martedì e nei giorni successivi (se non superiori sulla Spagna)” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “Punte di oltre 35-36°C saranno comunque possibili anche sull'Europa centrale, oltre 32-33°C pure su parte dell'Inghilterra ed occasionalmente sulla Scandinavia meridionale nella seconda parte della nuova settimana.”

CONSEGUENZE SULL'ITALIA – “Come detto l'anticiclone africano interesserà anche l'Italia portando assoluta stabilità e tanto almeno sino a giovedì 25 (salvo qualche temporale su Alpi e Prealpi nel weekend)” – prosegue poi Ferrara – “Le temperature saranno in netto aumento, con punte di oltre 34-35°C al Nord, fino a picchi locali di 36-38°C sulle centrali tirreniche e in Sardegna (segnatamente sulle aree interne lontane dal mare). Qualche grado in meno lungo le adriatiche e al Sud ma con caldo comunque abbastanza significativo. Farà caldo anche in montagna, con punte di oltre 30°C a 1000m su Alpi specie occidentali e Appennino centro-settentrionale. Pure i valori minimi notturni inizieranno a risentirne, con progressivo aumento e temperature notturne anche superiori ai 24-25°C nelle grandi città soprattutto al Nord.”

QUANTO DURERA'? – “Da giovedì 25 luglio e nei giorni successivi l'anticiclone potrebbe iniziare a perdere gradualmente il proprio smalto quantomeno sull'Italia, proprio a causa di un suo sbilanciamento verso il Nord Europa. Nonostante il tempo comunque in prevalenza soleggiato e caldo, si potrebbe dover mettere in conto qualche nuovo temporale dapprima su adriatiche e Sud, successivamente anche al Nord. Ad ogni modo data la distanza temporale si tratta di una linea di tendenza generale (non di una previsione certa), che necessiterà di conferme e molti aggiornamenti” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Nuova ondata di calore dopo il 20 luglio: torna l'anticiclone africano"

BARI – “Archiviata la fase fresca e instabile degli ultimi giorni, culminata con temporali localmente intensi al Sud, la graduale rimonta dell'alta pressione determinerà una seconda parte della settimana tipicamente estiva e diffusamente soleggiata sull'Italia, seppur con qualche eccezione”. Ad affermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Bonina, che aggiunge: “nei prossimi giorni correnti lievemente instabili atlantiche disturberanno l’anticiclone, favorendo lo sviluppo di brevi e locali temporali tra il pomeriggio e le ore serali su Alpi, Prealpi e dorsale appenninica, isolatamente non esclusi anche sulla Valpadana, in particolare giovedì”

CALDO ESTIVO, INIZIALMENTE SENZA ECCESSI – Dopo la sensibile diminuzione di inizio settimana, le temperature registreranno una nuova ripresa, ma almeno fino al weekend si manterranno su valori non lontani delle medie climatiche. “Le massime giornaliere – prosegue Bonina di 3bmeteo.com – saranno comprese quasi ovunque tra i 28 e i 31°C, con qualche picco localmente superiore in Valpadana, lungo i versanti tirrenici e nelle pianure interne del Sud. Ancora gradevoli le minime notturne, generalmente inferiori alla soglia dei 22-23°C”.

DOPO IL 20 LUGLIO PROBABILE RITORNO DELL’ANTICICLONE AFRICANO CON CALDO NUOVAMENTE INTENSO – Uno scenario meteo tuttavia destinato a variare nel corso della terza decade. “L'ennesima rimonta dell'anticiclone subtropicale, che porterà i suoi massimi tra il Mediterraneo occidentale, la Penisola iberica e la Francia, darà il via ad una nuova ondata di calore sull'Italia e sulle nazioni centro-occidentali europee a partire dal 21 luglio. In un contesto stabile e soleggiato, la crescente ingerenza delle correnti africane determinerà un sensibile aumento delle temperature, che raggiungerà l'apice nel corso della prossima settimana. Secondo le più accreditate proiezioni dei modelli meteorologici le regioni più esposte alle condizioni di caldo intenso potrebbero rivelarsi quelle del Nord e del versante tirrenico, oltre alla Sardegna: non escludiamo punte di 34-36°C nelle aree interne tra lunedì 22 e martedì 23 e picchi persino superiori nelle giornate successive; qualche grado in meno tra l'Adriatico e il Sud, ai margini orientali del promontorio anticiclonico, con possibilità per qualche nota instabile. Da notare come ancora una volta il grande caldo interesserà anche Spagna e Francia dove non escludiamo picchi di oltre 36-38°C. Ad ogni modo questa linea di tendenza è ancora in fase di analisi, seguiranno dunque importanti aggiornamenti” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "L’estate tornerà a ruggire dopo il 20 luglio: arriva l'anticiclone africano"


BARI – “Archiviata la fase instabile e più fresca di questi giorni, l’alta pressione rimonterà sull’Italia portando a condizioni in prevalenza stabili e soleggiate pur con qualche eccezione” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – “le correnti si manterranno infatti per qualche giorno da Ovest-Nordovest, con possibilità per la formazione di qualche temporale in primis su Alpi e Prealpi, ma occasionalmente anche sul resto del Nord e lungo l’Appennino, specie nella giornata di giovedì.”

CALDO INIZIALMENTE SENZA ECCESSI – “Le temperature saranno in ripresa, ma almeno fino al weekend il caldo non sarà particolarmente eccessivo, per quanto pienamente estivo” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “le massime infatti spazieranno mediamente tra i 27-29°C delle coste e i 30-31°C delle aree interne, con qualche picco localmente superiore su Valpadana e regioni tirreniche. Si tratterà dunque di un caldo in genere normale per il periodo e con minime notturne che riusciranno spesso a portarsi comunque al di sotto i 20-22°C.”

DOPO IL 20 LUGLIO PROBABILE RITORNO DELL’ANTICICLONE AFRICANO CON CALDO NUOVAMENTE INTENSO  – “Ci sono invece elevate possibilità che a partire dal 20-21 luglio e nei giorni successivi l’anticiclone africano torni a rimontare su Mediterraneo e ovest Europa, interessando anche l’Italia. In questa fase le temperature subirebbero un inevitabile ulteriore aumento, con caldo che tornerebbe a farsi intenso: entro martedì prossimo infatti non escludiamo punte nuovamente di 35-36°C sulle aree interne, se non anche superiori nei giorni successivi. Le regioni più a rischio da questo punto di vista potrebbero essere quelle tirreniche, mentre adriatiche e Sud potrebbero vedere qualche grado in meno, comunque con caldo significativo. Seguiranno importanti aggiornamenti” – concludono da 3bmeteo.com.

Meteo: stop al grande caldo

TRA MARTEDI’ E MERCOLEDI’ TEMPORALI ANCHE FORTI E CALO TERMICO – “confermato il break temporalesco non solo al Nord ma anche su diverse regioni del Centrosud nei prossimi giorni” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “anticiclone africano batterà ritirata consentendo l’arrivo di correnti più fresche e instabili nord atlantiche. Tra martedì e mercoledì attesi così rovesci e temporali sparsi dapprima al Centronord, poi anche il Sud sebbene più marginalmente (coinvolto soprattutto il versante adriatico). Attenzione: per quanto i fenomeni risulteranno localizzati saranno possibili locali nubifragi, grandine anche di dimensioni significative e violente quanto improvvise raffiche di vento, soprattutto su Nordest, adriatiche, Toscana, Umbria e Lazio.”

STOP AL GRANDE CALDO, CALO TERMICO FINO A 8-10°C – “La buona notizia per chi non sopporta il caldo è che la canicola verrà sostituita da un apprezzabile ricambio d’aria soprattutto da mercoledì” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “quando si perderanno anche 8-10°C rispetto a questi giorni in particolare su Alpi, Appennino e versanti adriatici. Il grande caldo resisterà fino a mercoledì compreso all’estremo Sud per poi attenuarsi nei giorni successivi. Il clima si manterrà comunque pienamente estivo, con caldo più accettabile di giorno e clima frizzante all’alba.”

A SEGUIRE L’ANTICICLONE CI RIPROVA MA… - “Nei giorni successivi l’alta pressione tenterà la rimonta sull’Italia ma non sarà così convinta. Avremo dunque si belle parentesi assolate ma dovremo ancora mettere in conto qualche temporale, sebbene molto localizzato, soprattutto al Centronord e in primis a ridosso dei rilievi. Le temperature saranno in ripresa ma almeno per qualche giorno il grande caldo sarà scongiurato almeno al Centronord” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Da martedì break temporalesco e stop al grande caldo"


ROMA - “L'Italia continua ad essere contesa tra una circolazione di aria fresca sul Centro Nord Europa e l'anticiclone africano che interessa i Paesi del Mediterraneo”  -  A dirlo sono i meteorologi di 3bmeteo.com che aggiungono. - “Questa situazione determina un'Italia divisa in due sul fronte meteo. Il Nord lambito da code di perturbazioni con temporali a tratti forti mentre su gran parte del Centrosud dominano sole e gran caldo”.

Domenica nuovi acquazzoni e temporali qua e là sono attesi tra pomeriggio e sera su Alpi, Prealpi, Veneto e Friuli Venezia Giulia dove potrebbero risultare anche di forte intensità con locali grandinate e colpi di vento. Qualche temporale anche su Piemonte, Lombardia, Nord Toscana ed Emilia Romagna così come in Liguria e alta Toscana.  Le temperature caleranno di qualche grado al Nord.  Sul resto del Centro e al Sud  ci saranno poche variazioni con sole e grande caldo e punte di 38-40°C sulle aree interne di Sardegna, Calabria, Sicilia e Puglia.

Tra martedì e mercoledì break temporalesco - L'avvio della settimana vedrà ancora un'Italia divisa in due; il Nord e parte del Centro saranno alle prese con una certa variabilità associata a locali acquazzoni e temporali. Tra martedì e mercoledì  invece ci sarà un ulteriore peggioramento a causa del passaggio di una veloce perturbazione . In tal frangente ci attendiamo rovesci e temporali anche di forte intensità in particolare al Centronord, con rischio nubifragi, grandinate e raffiche di vento improvvise. Le temperature saranno in graduale diminuzione, anche sensibile su Nordest e medio alto Adriatico con cali di 8-10°C. Il sole ed il clima molto caldo resisteranno con temperature elevate al Sud e Sicilia dove l'anticiclone africano sarà ancora in piena azione.

Da metà settimana ricambio d’aria generale. Le correnti da nord dilagheranno a tutta la Penisola e raggiungeranno anche il Sud e la Sicilia entro giovedì’ prossimo, quando metteranno fine a questa prolungata ondata di caldo. Le temperature torneranno così nelle medie tipiche del periodo o anche al didi sotto sui versanti adriatici” - concludono i meteorologi di 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Nel weekend fiammata africana e picchi di 40°C, ma poi cambia tutto..."


ROMA - “Nei prossimi giorni l'anticiclone africano avrà un nuovo sussulto con una seconda ondata di calore diretta verso l'Italia” - lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega - “non sarà intensa e duratura come quella di fine giugno, almeno al Centronord, tuttavia sarà comunque significativa. Entro il weekend si potranno infatti raggiungere punte di 38-40°C sulle aree interne del Sud, fino a 36-38°C su quelle del Centro, 33-35°C al Nord con picchi anche superiori sull'Emilia Romagna. Qualche grado in meno lungo le coste ma con afa alle stelle, stante la maggiore presenza di umidità.”

QUALCHE TEMPORALE DI CALORE AL NORD E SULL'APPENNINO - “L'anticiclone non potrà comunque impedire la formazione di qualche improvviso temporale di calore pomeridiano su Alpi, Appennino, sporadicamente anche su Prealpi e pianure prospicienti del Nord “- prosegue Ferrara di 3bmeteo.com - “Maggiore attenzione a domenica, quando qualche temporale in più tenderà ad interessare le regioni settentrionali ed in particolare quelle di Nordest, con fenomeni anche di una certa intensità entro fine giornata. Sarà il preludio ad un deterioramento più marcato delle condizioni meteo atteso nei giorni successivi”.

PROSSIMA SETTIMANA CAMBIA TUTTO: BREAK TEMPORALESCO E STOP AL GRANDE CALDO - “Appare infatti confermato un importante cambiamento del tempo nella prossima settimana: l'anticiclone africano si ritirerà almeno parzialmente nelle proprie terre di origine, sotto la spinta di correnti più fresche ed instabili in arrivo dal Nord Europa. Avremo così un tempo decisamente più dinamico con temporali a tratti talora forti dapprima al Nord, poi anche al Centro e infine, anche se più occasionalmente, al Sud. Saranno possibili nubifragi e locali grandinate. Attenzione però: questo non significa che pioverà ovunque 24 ore su 24. Non mancheranno infatti delle belle parentesi assolate, solo che dovremo mettere in conto qualche temporale in più. Questi break temporaleschi possono infatti sovente capitare anche nel cuore dell'Estate. La bella notizia è che, per chi non sopporta il caldo, si avrà un calo termico anche apprezzabile soprattutto al Centronord ( localmente anche oltre 6-8°C ), con clima comunque che si manterrà gradevole e con caldo decisamente più sopportabile. La canicola potrebbe invece resistere sulle estreme regioni meridionali almeno nella prima parte della nuova settimana, per poi smorzarsi successivamente” - concludono da 3bmeteo.com.