Putin alla parata nazionale, “L’orrore di una guerra totale non si deve ripetere”

(ApostolisBril/Shutterstock)
PIERO CHIMENTI - Grande parata militare in Russia per celebrare il 77° anniversario della cacciata dei nazisti dove sono sfilati sotto lo sguardo del Presidente russo Vladimir Putin 131 mezzi militari di terra 11.000 soldati e carri armati, con la cancellazione della presenza di aerei nei cieli.

Il Presidente russo ha colto l'occasione per parlare alla nazione per fare il punto sulla situazione in Ucraina, definendo l'operazione come preventiva, necessaria e giusta: "Alla fine dello scorso anno l'Occidente stava apertamente preparando un attacco al Donbass e alla Crimea, a Kiev c'erano richieste di armi nucleari che creavano "una minaccia inaccettabile proprio al nostro confine. L'Occidente preparava una invasione dei nostri territori", a cui la Russia, come ribadito da Putin, avrebbe cercato di trovare un accordo sulle garanzia di sicurezza a cui non si è ottenuta risposta.