Serie A: Mertens demolisce la Roma. La Sampdoria travolge il Pescara, Bacca trascina il Milan.


Napoli, un super Mertens affonda la Roma

di ANTONIO GAZZILLO - Il sabato di serie A è partito con il botto. Alle 15.00 all’Olimpico si è giocato il big match tra Roma e Napoli, partita fondamentale per entrambe le squadre per riscattare le brutte sconfitte subite in Coppa Italia e consolidare le loro posizioni in campionato.

Nel momento della stagione più favorevole alla Roma, reduce dalla qualificazione in Europa League e dalla schiacciante vittoria a San Siro contro l’Inter, si è risvegliato il Napoli, superando i giallorossi per 2 a 1.

A dare la scossa decisiva è stato soprattutto Mertens, il folletto belga che quest’anno si è reinventato bomber di razza tutto dribbling e imprevedibilità portandosi a quota 18 reti in campionato. E’ stata una partita molto imprecisa, davvero raro per due squadre piene di qualità, decisa dalla doppietta dell’attaccante napoletano che sta sempre più facendo dimenticare Higuain.

Il primo tempo si è concluso con una rete di vantaggio per gli azzurri: Hamsik, con una bellissima palla tagliata, ha lanciato Mertens che, con un tocco sotto, ha superato Szczesny.
Il secondo goal è arrivato ad inizio ripresa quando un cross di Insigne ha pescato ancora il belga sul secondo palo, abile a concludere di piatto.
La Roma si è ripresa solo nel finale e, nonostante i miracoli di Reina, è riuscita ad accorciare le distanze con un diagonale di Strootman.

Gli uomini di Spalletti sono stati irriconoscibili e adesso si ritrovano un Napoli a sole due lunghezze dal secondo posto.

Samp, Quagliarella e Schick piegano il Pescara di Zeman

di ANTONIO GAZZILLO - Nel match delle 18.00 la Sampdoria ha superato per tre reti a uno il Pescara di Zeman, durato solo un tempo e ormai spento dopo l’esaltante vittoria all’esordio contro il Genoa.
Tra i blucerchiati è stata ottima la prova di Bruno Fernandes autore di un goal e due assist decisivi, dando dimostrazione della sua importanza per questa squadra.

Il primo tempo si è chiuso in pareggio: prima è stata la Sampdoria a portarsi in vantaggio proprio con il portoghese dopo una bellissima azione di Muriel. Il Pescara ha poi pareggiato con scambi veloci che hanno portato Cerri al goal.
Nella seconda frazione la squadra di Giampaolo è scesa in campo con più determinazione mettendo in difficoltà la difesa pescarese con accelerazioni continue.
E’stato Quagliarella a portare in vantaggio i suoi con un bellissimo tuffo di testa su preciso cross di Bruno Fernandes. A chiudere i conti è stato Schick, l’attaccante ceco rivelazione del nostro campionato, mettendo in rete dopo un’altra occasione sprecata.

Il Pescara rimane sempre più ultimo mentre la Sampdoria raggiunge 38 punti superando momentaneamente il Torino.

Bacca-Lapadula portano il Milan verso l'Europa

di PIERO CHIMENTI - Importante successo per i rossoneri, che s'impongono 3-1 contro il Chievo. Il match è poco spettacolare, soprattutto nel primo tempo: a spezzare l'equilibrio al 24' la conclusione di Bacca che trova Sorrentino poco reattivo, che vale il vantaggio del Milan. Sul finire della prima frazione di gioco, l'arbitro Maresca concede un calcio di rigore dubbio ai clivensi per un fallo di De Sciglio. Dal dischetto De Guzman spiazza Donnarumma, per il momentaneo pareggio. Al secondo minuto di recupero del primo tempo, un altro calcio di rigore, questa volta per il Milan per un fallo di mano di Cesar su tiro di Locatelli. Bacca questa volta calcia alto.

La ripresa vede il Chievo più spigliato, ma il Milan non corre grossi pericoli. Sono i rossoneri a passare in vantaggio al 70' sempre con il colombiano, bravo in scivolata a deviare in rete una palla proveniente da calcio d'angolo. Il 3-1, arriva qualche minuto più tardi per atterramento di Ocampos in area. Dal dischetto Lapadula di potenza supera Sorrentino.

Nonostante il forcing ospite, che prendono una traversa su conclusione di Cacciatore, i rossoneri resistono e riescono a portare a casa 3 punti che permetta al Diavolo di scavalcare l'Inter e di agganciare la Lazio al 5° posto.

0 commenti:

Posta un commento