Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta PUGLIA. Mostra tutti i post

Pasqua fatale per 27enne

di PIERO CHIMENTI - Quello che doveva essere un pranzo sereno in famiglia si è trasformato in tragedia per un 27enne di Monopoli. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il giovane era a casa dallo zio insieme ai familiari per festeggiare la Pasqua, quando un boccone di carne andato di traverso non gli ha lasciato scampo, ostruendogli le vie respiratorie e provocandogli la morte, che neanche la tracheotomia effettuata sul posto dal 118 è riuscito ad evitarla.

Spezza denti a moglie: arrestato 34enne a Barletta

BARLETTA (BT) - Nuove scene di violenza sulle donne dalla Puglia. Con l'accusa di maltrattamenti in famiglia gli agenti hanno tratto in arresto a Barletta un cittadino albanese 34enne, irregolare sul territorio nazionale. L'accusa nei suoi riguardi è di maltrattamenti in famiglia. 

Gli agenti, che hanno eseguito un' ordinanza di custodia in carcere, hanno accertato che l'uomo maltrattava la moglie, 26enne albanese, con continue aggressioni fisiche e verbali, costringendola ad ubbidire a suo comando, picchiandola.

In scena una vera e propria escalation di violenza: una volta l'ha colpita con un pezzo di legno in faccia, spezzandole due denti e in un'altra, quando la donna, dopo i continui soprusi aveva trovato il coraggio di dirgli che voleva divorziare, le legò mani e piedi, e dopo averle infilato un calzino in bocca per non farla gridare, la ferì al palmo di una mano con un coltello. 

La 26enne, assistita dal personale del Centro Antiviolenza "Giulia e Rossella" di Barletta, ha denunciato il marito al Commissariato di Barletta. L'uomo si trova ora rinchiuso nel carcere di Trani.

Carabiniere ucciso, pm: "Killer scaricò intero caricatore"

FOGGIA - Il giorno dopo il dramma di Cagnano Varano si tentano di dare delle rispose a quello che è un crimine che rimarrà impresso nella memoria degli italiani per la sua efferatezza. Secondo il procuratore di Foggia sarebbero infatti "totalmente privi di motivazioni" l'omicidio del maresciallo Vincenzo Di Gennaro e il ferimento del suo collega Pasquale Casertano.

L'assassino, il pregiudicato Giuseppe Papantuono, "nei giorni scorsi aveva subito due controlli: nel primo fu trovato in possesso di alcune dosi di cocaina; alcuni giorni dopo fu fermato per possesso di un coltello. Fu condotto in caserma per il sequestro e rilasciato. In maniera generica aveva detto: 'Ve la farò pagare'", ha aggiunto il procuratore di Foggia Ludovico Vaccaro.

Papantuono "era in strada e ha chiamato i carabinieri. Non appena il militare ha abbassato il finestrino, l'uomo ha sparato. Si è fermato solo quando il caricatore era vuoto. Voleva impossessarsi anche delle pistole dei militari. Poi si è aggrappato allo sportello dell'auto dei militari ed è rimasto aggrappato fino a quando l'auto non ha svoltato a sinistra. A quel punto è caduto", ha concluso Vaccaro durante la conferenza stampa.

Cagnano Varano, colpi in piazza contro carabiniere: è morto

CAGNANO VARANO (FG) - La criminalità colpisce ancora nel Foggiano. Un maresciallo dei carabinieri in servizio presso la stazione di Cagnano Varano, paese del Parco Nazionale del Gargano, è rimasto ucciso durante un conflitto a fuoco avvenuto poco fa nella piazza principale del paese.

Il carabiniere era in auto al momento dell'agguato. Sul posto, una ambulanza del 118, i cui sanitari hanno stabilizzato il ferito e provveduto a trasportarlo in ospedale, dove è deceduto poco dopo. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri del Comando provinciale di Foggia. Fermato un uomo fortemente indiziato dell'omicidio. Ora è in caserma e i militari lo stanno interrogando.

Di Maio preme per la punibilità dei vertici Ilva

di PIERO CHIMENTI - Il vicepremier Luigi Di Maio ha anticipato davanti le telecamere de il Fatto Quotidiano che il Consiglio dei Ministri è al lavoro per riscrivere una norma sulla punibilità penale dei vertici Ilva, cancellata nel decreto crescita. Il leader pentastellato, pur non indicando i tempi in cui il decreto verrà discusso dalle Camere, ha fatto intendere che il provvedimento ha una certa urgenza.

Sesso e soldi per superamento esami, docente a rischio processo

BARI - E' stato chiesto il rinvio a giudizio per i reati di concussione, tentata concussione, violenza sessuale aggravata e tentata violenza sessuale nei confronti di due studentesse per un docente di 46 anni titolare di cattedra nel dipartimento di Giurisprudenza all'Università di Bari. I fatti contestati risalgono agli anni 2011-2015. Il docente avrebbe chiesto, minacciando le presunte vittime, prestazioni sessuali e, ad una delle due, anche denaro per superare gli esami

Secondo le indagini dei pm l'uomo avrebbe costretto, secondo quanto sostiene la Procura, "in più occasioni", tra maggio 2014 e gennaio 2015, una studentessa 23enne a subire atti sessuali nel suo studio professionale privato e poi, dopo averle chiesto "espressamente di avere rapporti sessuali altrimenti non avrebbe di fatto potuto continuare gli studi" e, dopo il rifiuto della studentessa, si sarebbe fatto promettere la somma di 500 euro ad esame.

Rapina e molestie sull'Intercity Bologna-Bari

BARI - Scene di violenza sulle rotaie. Un 36enne è stato arrestato dai carabinieri per aver molestato una giovane studentessa di 26 anni, che è stata anche colpita al volto con calci e pugni e rapinata del borsello contenente 50 euro. Le violenze sono risalenti alla serata di ieri e sono avvenute su un vagone dell'Intercity Bologna-Bari, in prossimità di Molfetta: proprio a questa fermata l'uomo è fuggito dal convoglio. 

E' stata la donna, sola nel vagone, a dare l'allarme al 112 e a far scattare le ricerche. Il 36enne è stato identificato attraverso i filmati delle telecamere di sicurezza e catturato a Bitonto. Bloccato per circa trenta minuti per i rilievi il traffico ferroviario.

Enoturismo: approvate le linee guida in Conferenza Stato-Regioni

ROMA. "La Conferenza delle Regioni ha approvato le Linee guida sull’attività enoturistica per rafforzare e meglio organizzare un settore in continua espansione. L’intesa resa in Conferenza Stato-Regioni consentirà la rapida adozione del provvedimento". Così l’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia e Coordinatore della Commissione Agricoltura della Conferenza delle Regioni, Leonardo Di Gioia.
"Si tratta – spiega di Gioia – di prescrizioni che aiuteranno l’attività enoturistica nel garantire soprattutto sicuri standard di qualità, a partire dai requisiti per l’esercizio. Si intende così promuovere, in particolare, le produzioni vitivinicole del territorio. La conoscenza del vino e, quindi, delle indicazioni geografiche (DOP, IGP, STG), permetterà agli utenti di vivere esperienze coinvolgenti che si svilupperanno nei vari territori rurali, favorendo, in tal senso, le visite guidate ai vigneti, alle cantine, valorizzando la storia e la cultura del vino. Il tutto naturalmente si abbinerà con quelle che sono le altre peculiarità del territorio, favorendo i prodotti agroalimentari trasformati o prodotti dalle stesse aziende".
"Nelle Linee guida – precisa Di Gioia - sono previsti requisiti e standard minimi, come un sito web e del materiale informativo dell’azienda e delle attrazioni turistiche presenti nel territorio. Obiettivo è rendere l'enoturismo un sistema integrato, promuovendo e allargando la diffusa ricchezza culturale e paesaggistica del nostro Paese".
"Le Regioni – rileva Di Gioia - avranno il compito di vigilare e controllare l’osservanza delle Linee guida e potranno attivare anche dei corsi di formazione per le aziende e i loro addetti. Nel contempo, si potranno integrare altri indirizzi di sviluppo e miglioramento della qualità dei servizi offerti. Queste Linee guida – conclude di Gioia - rappresentano una risposta positiva attesa da tutti gli operatori e addetti del settore".

Choc a Taranto: violentano figli minori disabili, in manette mamma e compagno

TARANTO - Storia choc di abusi dal Tarantino. Per anni avrebbe violentato i figli minori con il suo compagno e un amico di famiglia. La mamma delle vittime e i due uomini, residenti in un comune della provincia di Taranto, sono stati arrestati da agenti della Squadra Mobile della Questura, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Giuseppe Tommasino su richiesta del sostituto procuratore Francesco Ciardo. 

Pesanti le accuse per i tre, che vanno dalla violenza sessuale continuata in concorso (con l'aggravante di aver commesso il fatto nei confronti di minori dei 10 anni)ai maltrattamenti in famiglia. Le vittime sono minori con disabilità intellettiva che oggi hanno 14, 12, 9 e 6 anni. Il più piccolo avrebbe subito gli abusi quando aveva 3 anni.

Bari, cargo turco si arena dinanzi litorale

(ANSA)
BARI - Il maltempo fa danni a Bari. A causa del forte vento, un mercantile battente bandiera turca è finita sul frangiflutti, a ridosso della spiaggia di “Pane e pomodoro”. L'equipaggio si trova ancora a bordo della nave. Sul posto sono al lavoro mezzi della Capitaneria di porto. Un rimorchiatore ha tentato inutilmente di avvicinarsi all'imbarcazione per agganciarla e trainarla al largo. Sono in corso operazioni di recupero.

Lutto nella letteratura per l'infanzia: addio a Livio Sossi

Lutto nel mondo della letteratura per l'infanzia: è morto improvvisamente Livio Sossi, nato a Trieste 67 anni fa. Dai primi Anni '70, subito dopo la laurea, Sossi si è dedicato alla letteratura per l'infanzia, illustrazioni ed editoria per i più piccoli. Professore di Storia e Letteratura per l’Infanzia all’Università di Udine e all’Università del Litorale di Capodistria (Slovenia), il saggista ha ricoperto molti altri incarichi.

E' stato conduttore del programma radiofonico sulla letteratura per ragazzi Doroty & Alice in onda su radio Capodistria, ma anche direttore artistico del polo museale dello Spazio Brazzà a Moruzzo, consulente editoriale per diverse case editrici (Falzea, Edicolors, Arianna Secop, Albalibri, Euno, Campanotto, Lupo e altri), presidente e componente di giuria di noti premi di letteratura e illustrazione per l’infanzia, nonché consulente scientifico per l’ERT (Ente Regionale Teatrale per il Friuli Venezia Giulia). In vita ha ottenuto importanti riconoscimenti tra cui il Premio Fantasia d’Oro per la critica e la Medaglia d’Oro del Ministero della Cultura della Repubblica Slovacca per la sua opera di promozione della letteratura slovacca per l’infanzia in Italia con il 'Progetto Sole' nato nel 1997 a Trieste.

In Puglia ha partecipato come esperto a numerose edizioni de "La Settimana dei Bambini del Mediterraneo", evento che si svolge ad Ostuni è che è stato intitolato al suo fondatore, Lorenzo Caiolo, tra l'altro grande amico di Livio Sossi.

Taranto, si è impiccato l'uomo che uccise la moglie sordomuta


TARANTO - Dramma in carcere a Taranto. Si è ucciso nella sua cella Michele Spagnuolo, il 78enne che lo scorso 16 luglio aveva ucciso a coltellate la moglie sordomuta, Teresa Russo, di 57 anni. L'anziano si è impiccato con una corda rudimentale e sono risultati vani i tentativi di salvarlo.

Dopo 9 giorni di detenzione nel carcere di Borgo San Nicola, l'uomo aveva ottenuto i domiciliari, ma a novembre si era allontanato dall'abitazione del fratello, nel tarantino, ed era stata ripristinata nei suoi confronti la custodia in carcere. L'uomo era in attesa di giudizio e il 20 marzo prossimo avrebbe dovuto affrontare il processo con rito abbreviato. Poche ore fa il tragico gesto.

Foggia, bimbo rimane strangolato da corda di iuta


ORSARA DI PUGLIA (FG) - Dramma ad Orsara di Puglia dove un bimbo di appena nove anni è morto strangolato dalla corda che chiude alcuni sacchi di iuta contenenti olive in un box nella casa di famiglia. E' stato il fratello maggiore di 14 anni a dare l'allarme chiedendo aiuto alla mamma. Inutile il tentativo di rianimarlo, la donna ha chiamato il 118. Ad intervenire sul posto i carabinieri della scientifica e il medico legale. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica della tragedia.

“La tragica fatalità che ha portato via il piccolo Michele dall’affetto dei suoi cari ci addolora profondamente. Tutta la Comunità di Orsara di Puglia è vicina ai genitori, ai parenti, agli amici, agli insegnanti di un bambino che era la gioia di chi ne condivideva il sorriso. Nel giorno dell’ultimo saluto, sarà proclamato il lutto cittadino”. Ad annunciarlo è il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. La notizia di quanto è accaduto ieri, sabato 9 febbraio, ha profondamente scosso la Comunità orsarese. Il bambino che ha perso la vita aveva 8 anni e frequentava la terza elementare.

“Siamo addolorati. In una piccola comunità come la nostra, dove i legami sono più stretti e prossimi, una perdita così tragica non può che toccare tutti, ogni singola persona. Per questo ho deciso di proclamare il lutto cittadino appena sarà stabilito il giorno dei funerali”, ha concluso Tommaso Lecce.

Manuel Scavone resta in osservazione: condizioni stabili, paziente vigile e collaborante


LECCE - Le condizioni di Manuel Scavone sono stabili. Il paziente resta in osservazione nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove è stato precauzionalmente ricoverato ieri sera e ha trascorso una notte tranquilla. Nel bollettino medico diramato dalla Direzione medica si sottolinea che il paziente è vigile e collaborante, in respiro spontaneo e con emodinamica stabile. Anche la Tac di controllo ha dato esito negativo. Lo rende noto l'Asl Lecce.

Brindisi: spara alla moglie e si suicida, donna gravissima

BRINDISI  - Tentato femminicidio nel Brindisino. Un uomo ha esploso alcuni colpi alla moglie con un fucile ferendola gravemente e si è poi tolto la vita con la stessa arma. La donna versa ora in condizioni disperate ed è stata trasportata nell'ospedale di Ostuni. Il dramma si è consumato a Carovigno, nel brindisino, in un casolare di campagna. Al via le indagini dei cc.

L'uomo aveva 75 anni e si chiamava Salvatore Natola, mentre la moglie, Maria Franca Colucci, ne ha 57. Sono entrambi originari del paese brindisino. Secondo le prime ricostruzioni fatte dai militari, dopo avere sparato alla moglie con un fucile con canne mozzate, l'uomo si è messo sul letto e si è sparato a sua volta puntando l'arma al volto.

Foggia, cacciatore ucciso per errore da compagno

FOGGIA - Drammatica battuta di caccia al cinghiale ad Apricena, nel foggiano, dove un cacciatore ha sparato per errore contro un compagno e lo ha ucciso. La vittima è Giovanni Squarcella, 57 anni, di San Giovanni Rotondo. A ricostruire la dinamica della tragedia i carabinieri: i due amici stavano effettuando una battuta di caccia al cinghiale, in località Ponte La Rocca, nelle campagne di Apricena quando uno dei cacciatori ha sparato un colpo di fucile verso l'animale che si trovava in mezzo ai due uomini: il proiettile ha colpito il 57enne, uccidendolo. L'uomo che ha esploso il colpo, di 58 anni, è stato denunciato per omicidio colposo.

Camusso avverte il prossimo Europarlamento

di NICOLA ZUCCARO - "Se non ci muoviamo in tempo, il prossimo Parlamento europeo potrà essere il luogo della sconfitta dell'Unione Europea per la formazione degli Stati Uniti d'Europa". Non è mancato nella lunga relazione di Susanna Camusso e conclusiva del suo mandato di Segretario generale della Cgil un passaggio alle questioni riguardanti il Vecchio Continente e che potranno essere al centro del suo prossimo impegno sindacale su scala europea (dopo gli 8 anni che l'hanno vista guidare la storica sigla sindacale italiana) ed in ragion del quale, quanto precedentemente menzionato, non si limita ad un puro e semplice avvertimento.

E se così non sarà, alla luce di quel "le politiche di sinistra sono da rivedere", l'esperienza e la competenza di Susanna Camusso potranno essere messe a disposizione di quella stessa parte politica presente a Bari per l'apertura del XVII Congresso della Cgil con alcuni esponenti del momento. Da Zingaretti e Martina per il Partito Democratico, a Roberto Speranza per Leu-Sinistra italiana, il futuro "politico" di Susanna Camusso sarà esaminato da essi, con una sua presenza nel Parlamento italiano o in quello europeo?

Un selfie con Sant'Antonio Abate

di PIERO CHIMENTI - A Novoli si è celebrata la festa di Santo Antonio Abate, con l'accensione di una grande Focara. Qualche sera fa, il 17 gennaio, un gruppo di ragazzi ha voluto immortalare il momento facendosi un selfie con il cumulo di legna in fiamme, quando si sono accorti che il fumo che si sollevava aveva assunto il volto del loro Santo Patrono. Subito l'immagine è stata condivisa in tutti i social network, diventando virale e facendo gridare ad alcuni, tra il serio e il faceto, al miracolo.

Beve al bar detersivo al posto dell'acqua, grave giovane leccese

LECCE - Storia incredibile dal Leccese, esattamente da Castrignano del Capo, dove ad un giovane di 27 anni è stato servito un bicchiere contenente brillantante per lavastoviglie anziché acqua. Il ragazzo, trasportato d'urgenza poco dopo all'ospedale "Cardinale Panico" di Tricase, è stato sottoposto ad un lungo e delicato intervento chirurgico.

Il primario di Chirurgia generale, che ha eseguito l'operazione in laparoscopia, ha dovuto asportare lo stomaco e parte dell'esofago nel tentativo di salvare la vita al paziente che è ora ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata. Si tratta del primo di una serie di complessi interventi chirurgici previsti.

Consorzio Integra, accordo con Confindustria


TARANTO - Con i suoi oltre 140 soci distribuiti su tutto il territorio nazionale, un giro d’affari di 6 miliardi di euro e circa 60.000 addetti diretti, il Consorzio Integra si configura sicuramente come una delle realtà più consolidate del panorama cooperativo italiano operante nel settore delle costruzioni, dei servizi e dell’ingegneria.

Venerdì, 18 gennaio p.v., i referenti del consorzio saranno a Taranto per incontrare la stampa – assieme al Presidente Vincenzo Cesareo -in Confindustria Taranto: saranno presenti per l’occasione il Presidente del Consiglio di Gestione e Direttore Generale Vincenzo Onorato e del Direttore Commerciale Macro Area Sud Vittorio Di Vuolo.

L’avvio del rapporto di collaborazione che sarà illustrato nasce da un’iniziativa fra il presidente del Gruppo Giovani, Giuseppe Calianni, e il giovane manager Mirko Mancini di Integra: l’intesa darà luogo a nuove sinergie che si potranno positivamente ripercuotere sui livelli di competitività del nostro sistema imprenditoriale con ricadute positive di sviluppo del territorio.

La conferenza stampa avrà inizio alle ore 12.