Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post

Bomba d'acqua a Matera, le strade diventano fiumi di fango che invadono gli storici Sassi


MATERA - Violenta bomba d'acqua mette a soqquadro la Capitale della Cultura 2019. Un nubifragio si è abbattuto questa mattina sulla Città dei sassi. Strade allagate e problemi per la circolazione stradale. L'acqua è entrata nelle case, sfondando pavimenti e causando molti danni. Chiuse tutte le scuole.

Matera: un inizio con il botto per la Capitale europea della cultura

MATERA - La città dei Sassi ha dato il via con spettacolari celebrazioni a 12 mesi al centro della cultura europea. Per assistere a tutti gli eventi basterà un passaporto particolare.

Tricarico: nella Cattedrale ultimo appuntamento per il 2018 con il teatro sacro di Alda Merini

TRICARICO (MT) - Sabato 15 dicembre prossimo, nella Cattedrale di Tricarico (Mt), si svolgerà l’ultimo appuntamento per il 2018 con il teatro sacro di Alda Merini, regia di don Vitantonio Telesca. Inizio alle ore 18.00, ingresso libero.

La novità di quest’ultimo spettacolo sarà la presenza in scena di due attori di colore, della Compagnia Teatrale HDUEteatrO, di cui uno interpreterà Gesù di Nazareth. “Un Cristo nero - spiega il regista Vitantonio Telesca, Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano e Marsiconuovo - che intende offrire spunti di riflessione, in prossimità del Natale, sui temi della pace e della fratellanza universali, toccando i cuori e le menti, e ricordando al tempo stesso la presenza nel mondo, troppo spesso contrastata, delle comunità di cristiani di ogni etnia”.

Una scelta scenica che, tra l’altro, bene si integra con il senso delle attività promosse da anni da HDUEteatrO, miranti alla sensibilizzazione e all’ inclusione a favore delle realtà multiculturali presenti nella Città di Potenza.

Il “Poema della croce”, da agosto scorso fa parte del progetto “TEATRO SACRO NELLE CATTEDRALI” promosso dall’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo, patrocinato dalla Regione Basilicata e dalla CEI (Conferenza Episcopale Italiana). In questo anno 2018, in sette appuntamenti il senso profondo del sacro si è legato alla scoperta delle bellezze artistiche e storiche dei luoghi in cui lo spettacolo ha fatto tappa: le Cattedrali e le Chiese di Melfi, Potenza, Lagonegro, Matera, Acerenza, Tursi ed infine Tricarico, città arabo-normanna dal ricco patrimonio di tradizioni e dalle suggestive architetture dei suoi quartieri arabi.

Questo è il Cast dello spettacolo: Associazione musicale “ART-PARK”, Cappella Musicale della Cattedrale di Potenza diretta da Giuseppe Cillis, i danzatori Marco Busciolano, Patrizia Dore e Jole Franco nella performance con gli allievi della Compagnia Teatrale HDUEteatrO, le voci recitanti di Giovanna Valente, Donato Varallo e Anna Anastasio; don Mimmo Florio (chitarra e voce), Donato Benedetto (tromba), Paolo Miccolis (violoncello), Francesco Scorza (pianoforte) e le voci soliste delle cantanti Patrizia Borghini e Iole Cerminara. L’Ufficio Stampa è a cura di Grazia Pastore, il service audio e luci è a firma di “Planetario” di Renato La Ghezza.

ITL Potenza-Matera: Lavoro nero in sala banchetti a Matera


MATERA - Si da evidenza che nel quadro dei costanti controlli effettuati in ambito ristorazione, pubblici esercizi, svolti dalla ITL Potenza e Matera, di importanti risultati ottenuti.

In particolare si segnala l'azione fatta lo scorso fine settimana in provincia di Matera, nel comune di Pisticci, nei confronti di una azienda titolare di una sala ricevimenti-banchetti.

Una squadra di ispettori del lavoro della sede di Matera ha potuto verificare la posizione di 29 lavoratori trovati in attività, ebbene di questi ben 19 sono risultati completamente al nero quindi sconosciuti alla PA. Si è pertanto proceduto come da norma alla prevista, in questi casi, sospensione dell'attività.

Questo genere di controlli si rendono oltremodo necessari in particolare con l'approssimarsi dell'avvio dell'anno Matera Capitale europea della cultura 2019 e quindi con un presumibile incremento delle presenze turistiche e dei relativi bisogni di ricettività che potrebbero implicare usi impropri e/o illegittimi di manodopera non in regola.

Il teatrino su Matera 2019 è indegno delle Istituzioni


Su Matera 2019 non è uno scontro tra Istituzioni ma tra personaggi che stanno dimostrando dubbie capacità amministrative e politiche. Se da un lato, in questi anni, abbiamo assistito ad un De Ruggieri impegnato più a piegarsi alla volontà del Pd che a realizzare, nell’interesse collettivo, il programma della Capitale europea della Cultura, dall’altro i grillini al Governo ci stanno convincendo che altri due anni così e finiremo allo sfacelo.

È un teatrino inguardabile. Matera rischia di non essere pronta per il 2019. Eppure c’è stato tutto il tempo di pianificare ed eseguire il programma delle opere. Oggi scopriamo che si è dovuto rimodulare alcuni lavori perchè impossibile ultimarli entro la fine dell’anno.

A chiedere la rimodulazione, poi, è stata proprio la Lezzi che oggi si dice ‘irritata’. Primo, un Ministro non si irrita. I grillini proprio non riescono a capire che ricoprire un ruolo istituzionale non è la stessa cosa che urlare in piazza. Secondo: di cosa si irrita se è stata lei a chiedere la rimodulazione dei lavori per le opere non realizzabili entro fine anno?

In mezzo, la città di Matera che dovrà vivere uno dei momenti più importanti e gratificanti per l’intera comunità tra meno di sei mesi e, invece, si trova, inerme, a dover assistere ad una Giunta comunale che non sa cosa fare e ad un Ministro per il Sud che si perde in ripicche.

Non pensavamo si potesse cadere più in basso. Matera avrebbe meritato altro: un Sindaco forte e un Governo in grado di sostenere il grande progetto della Capitale europea della Cultura 2019.

Il Sud meritava di più di un Ministro che pensa il PIL aumenti in estate per il caldo e i climatizzatori. Ma tant’è. Evidentemente per alcuni non meritiamo il meglio ma solo qualcuno che occupi una poltrona.

Potenza - Gianni Rosa, Fratelli d’Italia

67esimo raduno Bersaglieri a Matera. Schiavone “Un risultato positivo frutto di intenso lavoro”


La Basilicata ospiterà il 67esimo raduno nazionale dei Bersaglieri dal 13 al 19 maggio 2019 con la cerimonia conclusiva che si svolgerà a Matera, Capitale Europea della Cultura. L’iniziativa, dopo l’annuncio in una conferenza stampa tenutasi lo scorso 28 luglio 2017, organizzata dalla sezione di Basilicata dell’Associazione Nazionale Bersaglieri congiuntamente con APT e Comune di Matera, ha avuto ulteriore risalto nel corso della parata del 66esimo raduno nazionale di San Donà di Piave, svoltosi lo scorso 13 maggio che ha viso la partecipazione di oltre 150.000 persone.

Come da cerimoniale, al rappresentante del Comune di Matera, il vicesindaco Nicola Trombetta, è stata consegnata la Stecca che prelude all’edizione successiva. “Occasione utile e irripetibile per Matera – afferma Trombetta – che va ad impreziosire ulteriormente il 2019, anno di celebrazioni che vedrà Matera al centro dell’attenzione turistica e culturale dell’Europa. La comunità materana è lieta e pronta ad ospitare l’evento”.

Presente a San Donà di Piave il direttore generale dell’Agenzia di Promozione Territoriale, Mariano Schiavone, che esprime soddisfazione “per aver favorito la realizzazione in Basilicata di un significativo evento che contribuirà ad accrescere la notorietà dell’intero territorio regionale oltre a garantire numerosissime presenze.”

“Il progetto - aggiunge Schiavone – è frutto di un intenso lavoro, svoltosi in questo anno, in stretta collaborazione con il presidente della sezione di Basilicata dell’A.N.B. Biagio Cillo, con cui si sta definendo un fitto calendario di eventi, che coinvolgerà non solo la città di Matera, ma tanti altri comuni lucani che ospiteranno circa 70 fanfare provenienti da tutta Italia”.

Matera: 17enne trovato morto in un casolare. Fermato un suo amico


di ILEANA CIRULLI - Matera, un 17enne trovato morto in un casolare. A dare l'allarme è stata la madre che, preoccupata perchè il figlio non era rientrato a casa giovedì notte, il giorno dopo ha avvisato la polizia della sua scomparsa. Il ragazzo, è stato trovato ieri pomeriggio senza vita in un casolare a qualche centinaia di metri da casa sua, a Marconia di Pisticci - Matera -. Il suo corpo presenta diverse ferite di arma da taglio. Secondo una prima ricostruzione, l'ultimo ad aver visto la vittima è stato un suo amico - anche lui di 17 anni -, con cui ha trascorso gran parte della serata di giovedì e che ora si trova in stato di fermo. Questa notte il giovane è stato a lungo ascoltato nel commissariato di polizia di Pisticci, diretto da Domenico Di Vittorio, alla presenza del pm della Procura della Repubblica dei minori di Potenza, Carmine Olivieri. Il movente sembrerebbe essere legato a una piccola somma di denaro che vedeva indebitata la vittima con il sospettato, circa scambi di droga. La sindaca di Pisticci, Viviana Verri, ha riportato alcune considerazioni circa l'accaduto: "E' un evento che ci addolora e ci preoccupa, perché coinvolge un ragazzo giovane che, purtroppo, viveva una situazione difficile", prosegue: "Non sappiamo ancora cosa sia successo e aspettiamo l'esito degli accertamenti per valutare se l'episodio sia sintomatico di fenomeni che destano allarme sociale".