Visualizzazione post con etichetta CHIESA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CHIESA. Mostra tutti i post

Papa: "Triste vedere cristiani che si pavoneggiano di essere discepoli di Gesù"

(Agenzia Vista) Città del Vaticano, 12 gennaio 2020. "E' triste dirlo, ma quanti discepoli del del Signore si pavoneggiano di essere discepoli del Signore. Il buon discepolo e' umile, mite, fa il bene senza farsi vedere. L'atteggiamento della mitezza, della semplicita', del rispetto, della moderazione e del nascondimento, richiesto anche oggi ai discepoli del Signore. Nell'azione missionaria, la comunita' cristiana e' chiamata ad andare incontro agli altri sempre proponendo e non imponendo" così Papa Francesco nel corso del suo Angelus domenicale in Piazza San Pietro.

Papa: "Mantenere usanze Epifania in loro significato cristiano"

(Agenzia Vista) Città del Vaticano. Papa Francesco durante l'Angelus in Piazza San Pietro: "Un saluto speciale a quanti danno vita al corteo storico-folcloristico, ispirato alle tradizioni dell'Epifania e dedicato quest'anno al territorio di Allumiere e della Valle del Mignone. E lo estendo anche al corteo dei Magi in numerose città e villaggi della Polonia. Mi piace salutare tante espressioni popolari legate alla festa di oggi - penso alla Spagna, all'America Latina, alla Germania - usanze che vanno mantenute nel loro genuino significato cristiano".

Papa Francesco: "Violenza donne è profanazione dio"

CDV - Da Papa Francesco giunge un forte appello contro la violenza sulle donne nel giorno in cui la Chiesa celebra Maria Madre di Dio. In particolare il pontefice chiede anche di dare un ruolo alle donne nei processi decisionali pace perché sono "mediatrici di pace".

"Le donne sono fonti di vita. Eppure sono continuamente offese, picchiate, violentate, indotte a prostituirsi e a sopprimere la vita che portano in grembo. Ogni violenza inferta alla donna è una profanazione di Dio - ha evidenziato il Papa -, nato da donna". "Dal corpo di una donna è arrivata la salvezza per l'umanità: da come trattiamo il corpo della donna comprendiamo il nostro livello di umanità".

Poi ha evidenziato che "la donna è donatrice e mediatrice di pace e va pienamente associata ai processi decisionali. Perché quando le donne possono trasmettere i loro doni, il mondo si ritrova più unito e più in pace. Perciò, una conquista per la donna - ha concluso il Papa - è una conquista per l'umanità intera".

Papa Francesco: "Logica mondo è dare-avere, ma Dio arriva gratis"

CDV - "Mentre qui in terra tutto pare rispondere alla logica del dare per avere, Dio arriva gratis. Il suo amore non è negoziabile: non abbiamo fatto nulla per meritarlo e non potremo mai ricompensarlo". Sono le parole pronunciate da Papa Francesco durante la messa della notte di Natale, in una Basilica di San Pietro gremita di fedeli, interpretando così il mistero della Natività con le parole dell'Apostolo Paolo: "è apparsa la grazia di Dio", così chiamata, spiega, "perché è completamente gratuita".

"È l'amore divino, l'amore che trasforma la vita, rinnova la storia, libera dal male, infonde pace e gioia" dice nell'omelia. "Stanotte ci rendiamo conto che, mentre non eravamo all'altezza, Egli si è fatto per noi piccolezza; mentre andavamo per i fatti nostri, Egli è venuto tra noi - continua il Papa -. Natale ci ricorda che Dio continua ad amare ogni uomo, anche il peggiore".

Secondo Francesco, "Dio non ti ama perché pensi giusto e ti comporti bene; ti ama e basta. Il suo amore è incondizionato, non dipende da te. Puoi avere idee sbagliate, puoi averne combinate di tutti i colori, ma il Signore non rinuncia a volerti bene. Quante volte pensiamo che Dio è buono se noi siamo buoni e che ci castiga se siamo cattivi. Non è così".

"Nei nostri peccati continua ad amarci. Il suo amore non cambia, non è permaloso; è fedele, è paziente. Ecco il dono che troviamo a Natale: scopriamo con stupore che il Signore è tutta la gratuità possibile, tutta la tenerezza possibile", aggiunge. Il Papa ha anche un'esortazione per i fedeli: "Non aspettiamo che il prossimo diventi bravo per fargli del bene, che la Chiesa sia perfetta per amarla, che gli altri ci considerino per servirli. Cominciamo noi. Questo è accogliere il dono della grazia. E la santità non è altro che custodire questa gratuità".

"Gesù ce lo mostra stanotte - insiste -: non ha cambiato la storia forzando qualcuno o a forza di parole, ma col dono della sua vita. Non ha aspettato che diventassimo buoni per amarci, ma si è donato gratuitamente a noi".

Pedofilia: Papa Francesco abolisce il segreto pontificio

(Ap)
CDV - Svolta storica di Papa Francesco che con due documenti abolisce il segreto pontificio nei casi di violenza sessuale e di abuso sui minori commessi dai chierici, e decide, allo stesso tempo, di cambiare la norma riguardante il delitto di pedopornografia facendo ricadere nella fattispecie dei “delicta graviora” - i delitti più gravi - la detenzione e la diffusione di immagini pornografiche che coinvolgano minori fino all’età di 18 anni.

Si tratta di due decisioni all'insegna della trasparenza sulla scia del summit sulla protezione dei minori convocato dal pontefice in Vaticano nel febbraio scorso e che continua a portare i suoi frutti.

In particolare la nuova Istruzione del Pontefice prevede anche, all'articolo 2, che "l'esclusione del segreto pontificio sussiste anche quando tali delitti siano stati commessi in concorso con altri delitti". L'articolo 3 specifica che "nelle cause di cui al punto 1, le informazioni sono trattate in modo da garantirne la sicurezza, l'integrità e la riservatezza ai sensi dei canoni 471, 2° CIC e 244 õ2, 2° CCEO, al fine di tutelare la buona fama, l'immagine e la sfera privata di tutte le persone coinvolte": in sostanza, la soggezione di questi delitti al "segreto pontificio" viene fatta regredire al semplice "segreto d'ufficio" previsto a tutela della buona fama delle persone coinvolte. In ogni caso, secondo l'articolo 4, "il segreto d'ufficio non osta all'adempimento degli obblighi stabiliti in ogni luogo dalle leggi statali, compresi gli eventuali obblighi di segnalazione, nonché all'esecuzione delle richieste esecutive delle autorità giudiziarie civili". Il che comporterà una migliore collaborazione con le magistrature dei diversi Stati e anche un più agevole espletamento dell'"obbligo di denuncia" da parte dei superiori nei casi di abusi.

Papa Francesco compie 83 anni

CDV - Papa Francesco compie oggi 83 anni. Nato a Buenos Aires il 17 dicembre 1936, Jorge Mario Bergoglio festeggia il compleanno in Vaticano. Una ricorrenza che arriva appena pochi giorni dopo il 50esimo anniversario di ordinazione sacerdotale del Pontefice.Bergoglio non ama i festeggiamenti e si prevede per lui una tranquilla giornata di lavoro e di preghiera. Sicuramente arriveranno messaggi di augurio da tutto il mondo.

"L'incessante attività pastorale di Vostra Santità - coronamento di cinquant'anni di generoso servizio sacerdotale - continua a sollecitare i popoli e le nazioni a superare le divisioni, a preservare la pace, a impegnarsi nel dialogo e nell'approfondimento delle ragioni dell'altro, a tutelare il pianeta gestendone saggiamente le risorse". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio di auguri in occasione del compleanno di papa Francesco.

Papa: "Vicino ad Albania che soffre"

(ANSA/EPA)
CDV - "Vorrei inviare un saluto ed esprimere la vicinanza al caro popolo albanese che ha sofferto tanto in questo giorni". Così il Pontefice al termine dell'udienza generale ricordando che l'Albania è stato "il primo Paese d'Europa che ho voluto visitare". "Sono vicino alle vittime, prego per i morti, per i feriti, per le famiglie. Che il Signore benedica questo popolo al quale io voglio tanto bene", ha evidenziato Papa Francesco.

Il Papa in Giappone fa appello all'accoglienza

(credits: Papa Francesco I Fb)
di PIERO CHIMENTI - Papa Francesco, nella sua visita in Giappone, ha incontrato i giovani nella Cattedrale di Santa Maria a Tokyo, dove ha invitato tutti ad aprire le porte all'accoglienza a chi cerca rifugio nel loro Paese. A dichiararlo è stata la Caritas Japan che sottolinea come le norme restrittive dello Stato nipponico abbiano consentito solo a 42 persone di ottenere lo status di rifugiato in tutto il 2018

Papa Francesco: "Ascoltare il grido dei poveri"

CDV - "Il mondo dominato dalla cultura dello scarto deve essere in grado di ascoltare il grido che sale dai poveri". A sottolinearlo Papa Francesco nel corso dell'omelia pronunciata durante la messa per la terza Giornata Mondiale dei Poveri. "I poveri sono preziosi agli occhi di Dio perché non parlano la lingua dell’io: non si sostengono da soli, con le proprie forze, hanno bisogno di chi li prenda per mano", ha continuato il Pontefice, "Ci ricordano che il Vangelo si vive così, come mendicanti protesi verso Dio. La presenza dei poveri ci riporta al clima del Vangelo, dove sono beati i poveri in spirito".

Papa: "Circolano messaggi di cultura negativa sulla morte"

CDV - L'Angelus di Papa Francesco in Piazza San Pietro in occasione della festa cristiana di Tutti i Santi. "Domani pomeriggio mi recherò a celebrare l'Eucaristia nelle Catacombe di Priscilla, uno dei luoghi di sepoltura dei primi cristiani di Roma. In questi giorni, in cui, purtroppo, circolano anche messaggi di cultura negativa sulla morte e sui morti, invito a non trascurare, se possibile, una visita e una preghiera al cimitero". Lo ha detto Papa Francesco al termine dell'Angelus celebrato in piazza San Pietro nella ricorrenza d Tutti i Santi.

Papa Francesco: 'Amazzonia devastata da interessi distruttivi'

CDV - Il Pontefice apre il Sinodo con una critica a Bolsonaro e un monito alla Chiesa sullo spinoso argomento dell'Amazzonia: "Eviti l'avidità di nuovi colonialismi".

San Pietro, frammenti di soffitto giù durante la messa

(ap)
CDV - Si sono distaccati alcuni piccoli frammenti del soffitto della basilica di San Pietro ieri pomeriggio durante la messa celebrata dal Papa per l'ordinazione di quattro nuovi vescovi. La zona interessata, l'ala alla sinistra dell'altare, è stata evacuata. Nessuna conseguenza perché "si è trattato di frammenti piccolissimi" secondo alcune fonti presenti in basilica.

Papa Francesco: "Quante meschinita', importante cercare grandi cose"

CDV - La celebrazione della preghiera dell'Angelus di Papa Francesco in Piazza San Pietro in occasione della solennità di Ferragosto.

Papa Francesco: "Chiesa accanto a chi è in difficoltà"

CDV - La "Chiesa, che vede chi è in difficoltà, non chiude gli occhi, sa guardare l'umanità in faccia per creare relazioni significative, ponti di amicizia e di solidarietà al posto di barriere". A dichiararlo Papa Francesco durante l'udienza generale, la prima dopo le ferie del pontefice, sottolineando che questa è la Chiesa "senza frontiere", che "si sente madre di tutti", che "sa prendere per mano e accompagnare per sollevare".

Papa Francesco: "Non sarà la prossima app a rendervi felice"

CDV - "Per favore, non lasciate la vita sul comodino, non accontentatevi di vederla scorrere in televisione, non credete che sarà la prossima app da scaricare a farvi felici". Si raccomanda così Papa Francesco ai circa 5 mila scout d'Europa - ragazzi e ragazze tra i 16 e i 21 anni provenienti da 20 Nazioni - partecipanti al raduno internazionale Euromoot.

"La libertà non arriva stando chiusi in stanza col telefonino e nemmeno sballandosi un po' per evadere dalla realtà. No, la libertà si conquista con il cammino, non si compra al supermercato. La libertà arriva in cammino, passo dopo passo, insieme agli altri", ha detto il Pontefice ai ragazzi e ragazze tra i 16 e i 21 anni provenienti da 20 Nazioni - partecipanti al raduno internazionale Euromoot che dal 27 luglio hanno percorso itinerari storici di alcune regioni d'Italia.

Papa Francesco: "Se ignori senzatetto, domandati se tuo cuore e' di ghiaccio"

CDV - Lo stallo della crisi politica, economica, sociale del Venezuela sembra un tunnel senza fine. All'Angelus di domenica la "neutralità positiva "del Papa potrebbe schiudere un vero messaggio di speranza?

Migranti, Papa: "Auspico corridoi umanitari estesi e concertati"


CDV - "Auspico corridoi umanitari estesi e concertati per i migranti più bisognosi". Così Papa Francesco nel suo Angelus domenicale a Piazza San Pietro.

Papa Francesco benedice incontro Trump-Kim: "Sia cammino verso la pace"

CDV - Il Pontefice celebra il tradizionale Angelus domenicale in Piazza San Pietro lanciando un messaggio di speranza sull'incontro tra i due leader.

Il Papa ai terremotati di Camerino: "Abbiate speranza"


CDV - Il Pontefice fa visita ai terremotati delle Marche. "Abbiate speranza, andate avanti": è il monito che Papa Francesco ha ripetuto a tutte le famiglie delle Sae, le strutture abitative emergenziali, che ha visitato personalmente a Camerino, prima tappa della sua visita nella cittadina in provincia di Macerata, colpita dal sisma di tre anni fa.

Sei in tutto, un'intera fila di 'casette', diversamente dalle due-tre previste dagli organizzatori. "Sono vicino ad ognuno di voi, prego per voi, perché questa situazione si risolva il più presto possibile. Grazie della vostra pazienza e del vostro coraggio, pregate per me", ha detto il pontefice.

Quindi il Pontefice è entrato nella cattedrale di Camerino, tuttora inagibile, con un casco di protezione accompagnato dai Vigili del Fuoco.

"Di fronte a quello che avete visto e sofferto, di fronte a case crollate e a edifici ridotti in macerie, viene questa domanda: che cosa è mai l'uomo? Che cos'è, se quello che innalza può crollare in un attimo? Che cos'è, se la sua speranza può finire in polvere? Che cosa è mai l'uomo?", ha chiesto il Papa nell'omelia della messa a Camerino.

"La risposta - ha detto Papa Francesco - sembra arrivare dal prosieguo della frase: che cosa è mai l'uomo perché di lui ti ricordi? Di noi, così come siamo, con le nostre fragilità, Dio si ricorda. Nell'incertezza che avvertiamo fuori e dentro, il Signore ci dà una certezza: Egli si ricorda di noi".

"E mentre quaggiù troppe cose si dimenticano in fretta, Dio non ci lascia nel dimenticatoio", ha ribadito il Papa.

Papa Francesco a Mattarella: "Auspico per l'Italia pace e serenità"


CDV - "Nel momento in cui mi accingo a partire per il viaggio apostolico in Romania, mi è gradito rivolgere a lei, signor presidente e a tutti gli italiani il mio affettuoso e beneagurante saluto, che accompagno con ogni più cordiale e orante auspicio di pace e di serenità". A scriverlo in un telegramma indirizzato al presidente della Repubblica Italiana Papa Francesco, partendo per la Romania.