Maroni: "Salvini non può fare il ministro e il segretario di partito"

MILANO - "Se Salvini farà il ministro dell'Interno e avrà bisogno di una mano gliela darò molto volentieri ma il ruolo a capo del Viminale è incompatibile con quello di segretario di partito" ha dichiarato l'ex governatore della Lombardia ed ex ministro dell'Interno Roberto Maroni intervistato da 'La Stampa'.

"Non si può fare. Sono cose che si dicono nei comizi, ma poi quando sei lì, ti rendi conto che hai responsabilità enormi. Si rischia di creare dei problemi di cortocircuito e questa è una cosa che Matteo non aveva considerato. Il ruolo deve essere istituzionale e super partes, sennò non funziona. Direi che Giuseppe Conte non è partito benissimo. Si dice che non arriverà a Natale. C'è chi pensa a chissà quali retroscena ma io credo sia stata solo una scelta superficiale. Alla fine il pressapochismo non paga. Insomma ci sono tutte le premesse perché questo governo non riesca. Ed è per questo che invece riuscirà. Dopodiché non farò il tifo contro. Anzi solidarizzo con Conte perché è un avvocato come me".

0 commenti:

Posta un commento