Ordigno bellico affondato, Fano tira sospiro di sollievo

(ANSA)
Dopo il ritrovamento di un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale, è in corso a Fano una vasta operazione per evacuare circa 23 mila persone. La bomba è stata rinvenuta in un cantiere dell'Aser in viale Ruggeri sul lungomare Sassonia. L'evacuazione è stata decisa in quanto l'ordigno è stato innescato accidentalmente durante alcuni lavori.

(ANSA)
Lo stato di allarme durerà fino alle ore 13. "Si tratta di una misura precauzionale - spiega all'ANSA l'assessore alla Protezione civile Cristian Fanesi -. Le scuole saranno chiuse, ma non appena la bomba sarà stata fatta brillare e avremo il permesso delle autorità militari la gente potrà tornare a casa".

(ANSA)
L'ordigno sarà fatto brillare in mare, con un'operazione congiunta tra Esercito Italiano e Marina Militare. La bomba, con una spoletta ritardata, sarà prelevata nelle prossime ore e portata in mare aperto. Mille soldati sono in arrivo in città per collaborare alle operazioni.

0 commenti:

Posta un commento