Chiozzini: "Un aggettivo per Salvini? Più un duce che leader di un partito"

ROMA - "Un aggettivo per Salvini? Mi viene in mente più un duce che un premier, che un leader di partito" ha dichiarato Zoraide Chiozzini, militante della Lega da 25 anni ed ex consigliere comunale, appena espulsa dal suo partito, intervenendo al programma radiofonico 'Un Giorno da Pecora' per spiegare i motivi della sua fuoriuscita.

"Sono stata espulsa dalla Lega perché nel maggio dell'anno scorso ho presentato un ricorso contro la sua elezione a segretario, per irregolarità. Il Tribunale di Milano, però, lo ha rigettato. Sono stata espulsa dal Consiglio federale della Lega dal Papa in persona, non da un curato di campagna qualunque: da Matteo Salvini, che non è nemmeno un Papa verde ormai, è diventato blu".

0 commenti:

Posta un commento