Mema: "I sogni sono il motore del mondo"

di Redazione - Dopo l’apertura del concerto dei Nomadi e una chiusura spettacolare del 2015, la band dei Mema torna nelle radio italiane con il nuovo singolo ‘Lasciami Sognare’, un inno a non smettere mai di credere nei propri desideri.

Il nuovo singolo della band lombarda è incluso nell’ultimo EP ‘’Il sole non è irrangiungibile’’ .

Siete in radio col nuovo singolo 'Lasciami Sognare'. Come nasce? 
"Lasciami sognare" nasce materialmente da una chitarra ed una voce, ma nasce soprattutto dalla necessità di esprimere un concetto che ci sta a cuore. I sogni sono il motore del mondo e sempre lo saranno, anche se viviamo in tempi travagliati,anche se la maggior parte di noi si guarda attorno e vede solo un colore, i sogni non hanno smesso ditrainare la nostra fantasia e non smetteranno di farlo.
Ogni volta che suoniamo questo brano si fa strada il desiderio di proseguire il cammino, più decisi di prima, è una specie di mantra tutto nostro che speriamo possa anche diventare il mantra di chi ci ascolta e ci ascolterà’’.

Chi del gruppo è la mente che realizza i testi?
‘’Ad oggi i testi sono stati scritti interamente da Andrea Scano, il nostro chitarrista.Le idee sono per ora venute fuori dalla sua sensibilità; chissà che in futuro non esca del materiale anche dagli altri componenti della band, per ora siamo davvero soddisfatti del lavoro di Andrea, i suoi temi ed il suo linguaggio ci rappresentano molto bene’’.

Cosa pensate del panorama musicale italiano?
Che da quando siamo arrivati noi è più bello! (ridono, ndr)’’.

Siete in studio per lavorare al prossimo singolo?
Sì, dopo "Lasciami sognare" uscirà un nuovo brano.La nostra intenzione sarebbe quella di presentare una canzone per volta invece di uscire con una raccolta,come abbiamo fatto per il nostro EP "Il Sole non è irraggiungibile".E' un modo diverso di proporsi, vedremo dove ci porterà e come verranno accolti i pezzi.
Il primo della lista è uscito, il secondo è in lavorazione e per gli altri speriamo di rispettare la tabella di marcia che ci siamo dati. Non vediamo l'ora di farvi ascoltare tutto il materiale’’.