Vico: "Il Cipe approva un finanziamento di 17,7 milioni di euro per Taranto, Statte, Massafra, Crispiano e Montemesola"

TARANTO. Approvato venerdì 22 dicembre 2017 dal Cipe (comitato interministeriale per la programmazione economica), un finanziamento di 17,7 milioni di euro per la realizzazione di nuovi interventi prioritari destinati all’area di Taranto. Finanziamento richiesto dal Ministro per il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti e dal Tavolo Cis Taranto (contratto istituzionale di sviluppo). Tale assegnazione, la cui copertura è da porre a carico del fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) 2014/2020, segue una’analoga precedente assegnazione di complessivi 38.693milioni di euro, disposta con la delibera Cipe 100/2005.

Dei 17,7 milioni di euro, 12 milioni vengono destinati per interventi relativi al settore ambiente, prioritari per il completamento e l’integrazione del "Piano bonifiche" di competenza del Commissario straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’area di Taranto. Gli interventi per i quali viene richiesto il finanziamento si concentrano nel territorio dei Comuni di Statte, Massafra, Crispiano e Montemesola, nella misura di 3 milioni di euro in ciascun Comune e riguardano prevalentemente le attività (indagini, progettazione e realizzazione) connesse all’adeguamento, potenziamento e rifunzionalizzazione dei sistemi di utilizzo e trattamento delle acque, riqualificazione e ambientalizzazione delle aree soggette ad abbandono di rifiuti, riqualificazione e valorizzazione delle morfologie carsiche. Il beneficiario di tale assegnazione di 12milioni di euro è il Commissario straordinario.

5,7 milioni di euro, invece, vengono assegnati per interventi riconosciuti al momento prioritari nel "Progetto di recupero e valorizzazione turistico-culturale dell’Arsenale militari di Taranto (Settore Turismo-Cultura)", approvato con il Dpcm del 21 luglio 2017 per un valore complessivo di 35.450 milioni di euro. In particolare, 4,3 milioni di euro sono destinati allo sviluppo della progettazione di 5 ulteriori interventi rientranti nel complessivo Progetto. La proposta evidenzia che, ai fini del completamento del progetto, la copertura finanziaria della successiva fase realizzativa degli interventi potrà essere reperita attraverso l’eventuale destinazione di ulteriori risorse Fsc, nella misura in cui dovessero rendersi necessarie, tenuto conto di possibili economie e di eventuali fonti finanziarie concorrenti. L’amministrazione beneficiaria della complessiva assegnazione di 5,7 milioni di euro è individuata nel Ministero della Difesa.

Il finanziamento totale verrà così suddiviso: 6 milioni di euro per il 2017, 7 milioni di euro per il 2018, 4,7 milioni di euro per il 2019.

Si tratta del primo intervento del Cis destinato all’area di crisi ambientale, che comprende Taranto, Statte, Massafra, Crispiano e Montemesola, che va nella direzione dell’ambientalizzazione e delle bonifiche.

0 commenti:

Posta un commento