Milano: l’assessore Gallera ex allievo ad honorem della scuola militare Teulié

MILANO. Novità nella città di Milano: l’assessore al welfare Giulio Gallera ha ricevuto, presso la scuola militare Teuliè, la tessera di ex allievo  ad honorem da Gianluca Crea presidente dell’associazione ex allievi e dal comandante, colonnello Gianluca Ficca.

Come da tradizione, la scuola militare di corso Italia raccoglie i suoi ex alunni per il tradizionale scambio d’auguri e la consegna delle tessere onorifiche a coloro che si sono attivati per l’istituto. 
"La presenza degli allievi in divisa in città" ha dichiarato l’assessore "è un forte  senso di appartenenza alla comunità".

La tessera è stata consegnata anche al generale Antonio Pennino, già comandante  militare esercito Lombardia, ora direttore del centro studio post conflicts operations, il colonnello Marco Javarone e il maresciallo Matteo Davide  Garullo. 
Tra i presenti Francesco Garsia vicario della Prefettura, Gustavo Cioppa in delega del presidente Roberto Maroni, l’assessore comunale a mobilità e ambiente Marco Granelli, il comandate del gruppo dei carabinieri  Paolo Abrate.

"La presenza di questa sera della Regione Lombardia" ha dichiarato Gustavo  Cioppa "testimonia la vicinanza delle istituzioni militari ed alla scuola che è un fiore all’occhiello della nostra città ed esempio per i nostri giovani. L’incontro di così numerosi ex alunni ciascuno con la propria storia ma un passato comune fatto di amicizia  di rispetto, di condivisione di valori e di un progetto di vita, è per noi motivo di ammirazione".

Tra i presenti Rossana Rodà Daloiso, presidente dell’associazione per lo scambio economico Italo Eurasiatico Asigitalia e dell’associazione Haziel international, che alcuni giorni fa ha partecipato alla consegna di una borsa di studio ai migliori allievi della Teuliè.  

1 commenti:

  1. La qualifica di ex Allievo è automatica ed appartiene esclusivamente a coloro che. hanno frequentato la Scuola. Conferire "ad honorem" tale qualifica appare una semplice captazio benevolentiae che non dovrebbe essere consentita.

    RispondiElimina