Ipsos: "Migliora la situazione economica delle famiglie"

ROMA - "La situazione economica delle famiglie mostra un andamento positivo, ma si allarga la forbice tra chi se la cava e chi invece non ce la fa: coloro che si dichiarano gravemente insoddisfatti della loro situazione economica restano inchiodati al 15% da tre anni" si legge nell’indagine 'Gli italiani e il risparmio' realizzata da Ipsos per Acri.

"Le famiglie colpite direttamente dalla crisi sono meno di una su cinque (19% contro il 28% del 2016). La soddisfazione generale per la propria situazione economica si colloca ai massimi dell'era post-euro: i soddisfatti salgono di 5 punti al 56% contro il 44% di insoddisfatti. Il miglioramento è però concentrato soprattutto nel Nord: al Nord Ovest è addirittura di 16 punti al 69%, mentre al Nord Est è di 6 punti al 64%. Il Centro e il Sud arretrano di 3 punti, rispettivamente al 52% e al 43%. La crisi non è ancora finita, ma il clima di fiducia migliora, anche se con una forte polarizzazione tra il Nord e il Sud del paese, così come tra chi sta male e chi sta bene. Inoltre sul futuro dell'Italia si è meno sfiduciati rispetto al passato. Il 2017 mostra un lento ritorno alla normalità. Il numero dei fiduciosi sul miglioramento della propria situazione personale è nettamente superiore a quello degli sfiduciati: 12% degli sfiduciati, 22% i fiduciosi, anche se il 64% degli intervistati non si attende cambiamenti della propria situazione economica".

0 commenti:

Posta un commento