Ostuni. SI. Tanzarella: "La città ha bisogno di linfa nuova: porteremo risultati tangibili"

OSTUNI (BR). Sinistra Italiana il partito che ha come segretario nazionale Nicola Fratoianni, ha intrapreso il il 1° Congresso di circolo ad Ostuni, con grande successo, molti gli interventi di rappresentanti dei movimenti politici che si rivolgono ad un unico soggetto politico in vista delle elezioni politiche.
Sono intervenuti: il Segretario Regionale di Sinistra Italiana Nico Bavaro, il segretario provinciale Pasquale Barba, il partito politico Mdp/Art 1 con il segretario Maurizio Flore ed il consigliere Comunale Giuseppe Tagliente, il Segretario Giancarlo Scalone di Rifondazione comunista, il presidente del movimento civico "17 Marzo" Francesco Francioso, il vice presidente della Provincia di Brindisi Domenico Tanzarella, il Presidente della Task Force Regionale Leo Caroli.
I lavori congressuali sono stati coordinati dal Presidente Francesca Pezzolla (Sinistra Italiana) che hanno portato a delle valutazioni politiche dalla situazione nazionale, sino ad arrivare alle problematiche locali.
Il segretario provinciale Pasquale Barba ha aperto i lavori richiamando la fase che vede impegnati Sinistra Italiana, Posibile, MDP, rifondazione comunista nella costruzione di un nuovo soggetto della sinistra in Italia. Ha ribadito che nella fase attuale è molto difficile pensare ad un lavoro comune con il PD viste le politiche che quest’ultimo porta avanti e visto che ormai ha completamente abbandonato ogni idea di sinistra ed ogni attenzione verso gli ultimi.
Giancarlo Scalone ha preso la parola per ricordare che uno dei mali della sinistra è stato quello di rinchiudersi in manovre verticistiche, trascurando il contatto con il proprio elettorato, molto spesso abbandonato a se stesso senza una chiara guida. Ha ricordato le vertenze a livello nazionale e locale, chiedendo a Sinistra Italiana un maggior coinvolgimento e supporto nelle battaglie che di volta in volta si metto in atto.
Giuseppe Tagliente di MDP Articolo1  ha ripercorso le ultime fasi politiche che hanno visto MDP impegnata nella costruzione di una nuova sinistra ed ha ribadito che l’azione politica volge ad un cambiamento radicale delle politiche sia a livello nazionale che locale, oggi amministrate in barba alle reali esigenze della popolazione in tema di sanità, scuola, politiche giovanili, lavoro.
Domenico Tanzarella ha ripercorso le difficoltà che la sinistra ha dovuto affrontare negli ultimi anni, volte alle continue divisioni, ed auspicando un lavoro che non tenga conto di quanto fa il PD, visto che oggi è persino difficile stabilire quale sia la sua collocazione.
Il segretario Regionale di Sinistra Italiana Nico Bavaro ha ripercorso gli ultimi interventi che hanno vista coinvolta Sinistra Italiana, dalla questione ILVA alla questione sanità regionale, ed ha auspicato un potenziamento delle iniziative da intraprendersi sui temi affrontati, nonché la necessità di un lavoro comune fra tutte le formazioni collocate a sinistra del PD.
Mario Liso ha richiamato l’attenzione sulla crisi dei partiti, un tempo capaci di selezionare una classe dirigente all’altezza ed oggi non più luoghi di discussione e confronto. Ha richiamato anche la necessità di fare politica non pensando solo al contingente ma sollevando lo sguardo ai rapidi cambiamenti che intervengono nel mondo.
Francesco Francioso del Movimento 17 Marzo Liberi ha esaminato la situazione politica ostunese attuale che vede il centrosinistra all’opposizione del centrodestra, ha rilevato le maggiori problematiche che affliggono la città di Ostuni ed ha auspicato un lavoro comune fra tutte le forze di sinistra per la ricostruzione di un centro sinistra ad Ostuni che torni a governare la città.
Grande soddisfazione da parte del Responsabile Organizzazione provinciale di Sinistra Italiana Claudio Santoro che ha reputato il Congresso "Vivo", con la voglia di intraprendere un nuovo percorso che volge l'asse a sinistra senza equivoci, dove lo stesso rende una propria identità, quella della tutela delle fasce più deboli e dei disagi inequivocabili che percepisce il territorio provinciale,  dalla sanità al lavoro. 
Il congresso si è concluso con il gruppo dirigente locale, che vede come segretario Matteo Tanzarella Sindacalista Uil, ed ex assessore alla viabilità del comune di Ostuni, uomo coerente di sinistra, che ogni giorno fa del suo lavoro una lotta per l'uguaglianza sociale, lo stesso dichiarò un suo allontanamento dalla politica. 
Ma probabilmente la passione per il territorio hanno fatto sì di riaccendere la voglia di un ritorno in politica, Matteo Tanzarella: "Oggi in questo nuovo progetto politico, rivedo i miei ideali di una politica coerente, che mi sprona a ritornare in campo dopo anni lontano dalla politica, ma sempre, attento osservatore, ho visto in Sinistra Italiana una politica che si propone con forza nella tutela dei lavoratori, ma soprattutto nei confronti delle fasce più disagiate, oltre ad intraprendere battaglie reali, dalla Sanità all'ambiente, negli ultimi giorni assistiamo allo scempio che ci propone  AQP (Acquedotto Pugliese), nel voler insabbiare una vasca di liquami a 30 metri dal mare, noi non ci stiamo assolutamente, e combatteremo per sfatare questo disastro ambientale. Oggi Ostuni ha bisogno di linfa nuova, ma soprattutto di coerenza politica, i problemi sul territorio sono tanti e noi come Sinistra Italiana ci proporremo per portare risultati tangibili, in questi anni si sono visti solo spot pubblicitari senza risultati, ma da oggi la musica faremo in modo che cambi!"
Per quel che riguarda il gruppo dirigente, vede eletti: Matteo Tanzarella (Segretario Comunale SI), Francesca Pezzolla (Vice Segretario Si) e Mario Liso (Tesoriere Comunale).

0 commenti:

Posta un commento