Brindisi: al Nuovo Teatro Verdi i miniabbonamenti "La dolce vita" e "La grande bellezza"

BRINDISI. Prosegue senza sosta la campagna abbonamenti alla stagione 2017-18 del Nuovo Teatro Verdi di Brindisi. Interpreti di grande appeal, testi di spessore, maestri della regia popolano il cartellone del teatro brindisino che si conferma punto di riferimento del panorama regionale. Un percorso tra novembre ed aprile, tra musical, commedie, testi classici, nuova drammaturgia e narrazione: ce n’è per tutti i gusti nella nuova stagione del Teatro Verdi, quelli che si vuole intercettare con una campagna abbonamenti pensata e articolata per modalità di offerta.

Oltre all’abbonamento "Cinecittà", che corrisponde al format completo, terminato il giro dei rinnovi, a partire da lunedì 16 ottobre 2017 sono disponibili per tutti due proposte più "light", dal titolo evocativo "La dolce vita" e "La grande bellezza". Due tipologie dedicate agli spettatori meno assidui ma allo stesso modo interessati all’offerta di spettacoli del Verdi: ciascuna individua sei titoli, mescolando generi e produzioni ma conservando lo stesso intreccio di novità e tradizione. Un semplice ventaglio di scelte nel quale ciascuno può trovare la formula di abbonamento più adatta al proprio tempo, al proprio gusto o agli interpreti preferiti.

Le proposte. L’abbonamento «La dolce vita» comprende «Appunti di viaggio», «Piccoli crimini coniugali», «Don Chisciotte», «Dirty dancing il musical», «Delitto/Castigo», «Non mi hai più detto ti amo». La proposta «La grande bellezza» si compone invece di «Come stelle nel buio», «La febbre del sabato sera», «Mariti e mogli», «Calendar girls», «Father and son», «Di’ che ti manda Picone». Le due tipologie non comprendono lo spettacolo con Vittorio Sgarbi «Michelangelo» (5 febbraio), compreso nel format completo, né il titolo fuori abbonamento «Un amore esemplare» (20 febbraio), con Daniel Pennac. Ma per entrambi gli spettacoli, agli abbonati è riservata priorità per l’acquisto del biglietto.

«La dolce vita» e «La grande bellezza» hanno il costo di 145 euro nel primo settore, 130 nel secondo, 105 in galleria. Per gli studenti fino a 25 anni 60 euro, per i ragazzi fino a 12 anni (e per i gruppi scolastici di almeno 15 studenti) 38 euro, in ogni settore del teatro.

Da giovedì 2 novembre, infine, saranno a disposizione presso il botteghino del teatro e sul circuito Vivaticket i biglietti per tutti gli spettacoli del cartellone.

Il botteghino del Verdi è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 11.30 alle 13 e dalle ore 17 alle 19. Per informazioni contattare il numero 0831562554.

Il primo sipario della stagione si apre venerdì 24 novembre alle ore 20:30 con «Sisters. Come stelle nel buio», una commedia dai toni del giallo, velata di malinconia, dai risvolti ironici e grotteschi: a impersonare le protagoniste due straordinarie attrici italiane, Isabella Ferrari e Iaia Forte. In una villa immersa nei ricordi, due sorelle rivivono un passato glorioso ormai svanito. Sullo sfondo delle loro esistenze c’è un terribile incidente che si è portato via il padre e il loro futuro. Assieme a lui, le due sorelle da piccole avevano formato un trio musicale di scarso successo, sciolto quando Chiara intraprese una carriera nel cinema. Gli esiti dell’incidente si abbattono sulle due ragazze: Regina nasconde il dolore nell’alcool, mentre Chiara ne porta i segni visibili su di sé, trovandosi costretta sulla sedia a rotelle. Il rapporto di convivenza tra la le due sorelle è combattuto fra la disperazione e la speranza, l’odio e l’amore, il coraggio e la paura. Regina, pur occupandosi di Chiara, non si rende conto che con il suo alcolismo e la sua gelosia sfrenata, anziché proteggerla la rende prigioniera. La loro vita scorre nell’incomprensione fino al momento di una imprevedibile pacificazione.

Tredici gli spettacoli (più «Un amore esemplare» fuori abbonamento) in cartellone, un mix di classico e contemporaneo che dà spazio alle produzioni nuove e a quelle più recenti, già collaudate e apprezzate nei maggiori teatri italiani. Ampia la varietà di temi, generi e linguaggi: la proposta spazia infatti fra prosa, narrazione, comico d’autore, musica, musical e family show.

Sarà una sorta di viaggio che parte dalla ricerca del dialogo - con gli artisti e il pubblico - e si concentra sulle domande del nostro tempo, quelle che attraversano la scena e il cinema: prosa, musica, video-arte, convivono sul palcoscenico per sfidare grandi temi come memoria, identità e follia, adolescenza e famiglia, paura e coraggio. Ma anche storie che regalano evasione pura e spensieratezza.

Il parterre di interpreti e registi si conferma anche quest’anno di grande spessore: i nomi del migliore cinema italiano e i volti noti al grande pubblico della tv sfidano la scena accanto ai grandi artisti dello spettacolo dal vivo per rileggere i giganti della drammaturgia, assieme agli autori che raccontano il presente. Isabella Ferrari, Iaia Forte, Lina Sastri, Michele Placido, Anna Bonaiuto, Monica Guerritore, Francesca Reggiani, Vittorio Sgarbi, Angela Finocchiaro, Laura Curino, Daniel Pennac, Claudio Bisio, Peppe Barra, Nando Paone, Biagio Izzo, Sergio Rubini, Luigi Lo Cascio, Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, sono soltanto alcuni dei protagonisti che formano il nuovo cartellone del Verdi.

0 commenti:

Posta un commento