Foggia, bimbo rimane strangolato da corda di iuta


ORSARA DI PUGLIA (FG) - Dramma ad Orsara di Puglia dove un bimbo di appena nove anni è morto strangolato dalla corda che chiude alcuni sacchi di iuta contenenti olive in un box nella casa di famiglia. E' stato il fratello maggiore di 14 anni a dare l'allarme chiedendo aiuto alla mamma. Inutile il tentativo di rianimarlo, la donna ha chiamato il 118. Ad intervenire sul posto i carabinieri della scientifica e il medico legale. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica della tragedia.

“La tragica fatalità che ha portato via il piccolo Michele dall’affetto dei suoi cari ci addolora profondamente. Tutta la Comunità di Orsara di Puglia è vicina ai genitori, ai parenti, agli amici, agli insegnanti di un bambino che era la gioia di chi ne condivideva il sorriso. Nel giorno dell’ultimo saluto, sarà proclamato il lutto cittadino”. Ad annunciarlo è il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. La notizia di quanto è accaduto ieri, sabato 9 febbraio, ha profondamente scosso la Comunità orsarese. Il bambino che ha perso la vita aveva 8 anni e frequentava la terza elementare.

“Siamo addolorati. In una piccola comunità come la nostra, dove i legami sono più stretti e prossimi, una perdita così tragica non può che toccare tutti, ogni singola persona. Per questo ho deciso di proclamare il lutto cittadino appena sarà stabilito il giorno dei funerali”, ha concluso Tommaso Lecce.

0 commenti:

Posta un commento