Moscovici: "Riduzione deficit italiano al 2,04? Non basta ancora"

(Afp)
ROMA - Il commissario europeo per gli Affari economici Pierre Moscovici smorza gli entusiasmi sull'accordo fra Ue e Italia in merito alla manovra. La riduzione dal 2,4% al 2,04% del deficit proposta dall'Italia, ha detto il Commissario europeo per gli Affari economici, "non è ancora sufficiente". "E' un passo nella giusta direzione, ma tuttavia non ci siamo ancora, ci sono altri passi da fare, forse da entrambe le parti", ha sostenuto Moscovici in un'audizione al Senato francese.

I mercati salutano comunque positivamente il disgelo tra Roma e Bruxelles: lo spread apre in calo a 266 punti contro i 272 della chiusura di ieri sera ai minimi da fine settembre. Il rendimento del titolo decennale italiano scende al 2,94%. Ed anche i primi scambi sono in crescita per Piazza Affari, che sale dell'1,3% ed è la migliore di un'Europa in rialzo.

0 commenti:

Posta un commento