Trump a Mosca, "missili sulla Siria arriveranno"

(ANSA)
di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - La tensione in Siria è sempre più crescente. Dopo che il cacciatorpediniere americano si è avvicinato alle acque territoriali siriane, la Russia ha garantito di abbattere tutti i missili sparati nel Paese. Trump ha risposto a Mosca, promettendo missili "belli, nuovi e intelligenti" sul territorio siriano.

Il Presidente statunitense, poi, ha puntato il dito sull'alleanza di Putin al regime di Assad aggiungendo: "non dovete essere alleati di un animale che uccide il suo popolo e se la gode".

L'attacco sembra imminente e l'Agenzia europea per la sicurezza aerea ha lanciato l'allarme per la pianificazione dei voli sull' area del Mediterraneo. Il possibile lancio di bombe aria-terra o cruise, entro le prossime 72 ore, potrebbe minacciare i voli.

La risposta di Mosca a quanto annunciato da Trump è stata immediata: "i missili Usa dovrebbero colpire terroristi e non il governo legittimo". La portavoce del ministero degli Esteri russo ha dichiarato che un eventuale attacco da parte degli Usa potrebbe distruggere le presunte prove dell'attacco chimico.

0 commenti:

Posta un commento