Salvini: "La coerenza prima di tutto"

ROMA - "La coerenza prima di tutto. Gli italiani hanno votato un programma e una squadra e io non tradisco quel programma e quella squadra. Punto" ha dichiarato il leader della Lega, Matteo Salvini, lasciando il Palazzo dei gruppi parlamentari, alla domanda se si consumerà lo strappo con Silvio Berlusconi.

"Voglio dare un governo agli italiani e farlo in fretta. Io non chiudo in faccia la porta a nessuno. Né ho forni, né panini da offrire. Però, non vedo l'ora di passare dalle parole ai fatti. Mi sembra che per qualche giorno andrà avanti la telenovela Di Maio-Renzi, Renzi-Di Maio. Speriamo che non duri troppo. Quello M5S-Pd sarebbe un governo irrispettoso per gli elettori e gli italiani soprattutto. Quindi, quando avranno finito il loro amoreggiamento, se gli andasse male, cosa che penso, io ci sono. In questo momento stiamo parlando del surreale, che è questo raccapricciante governo M5S-Pd. Quando avranno finito questa presa in giro nei confronti degli italiani, perché di questo si tratta, io ci sono. Un governo senza il centrodestra e senza la Lega non è un governo che rappresenta gli italiani, questo è chiaro. Gli italiani sono in ostaggio dei litigi del Partito democratico e delle ambizioni di potere dei 5Stelle, alla faccia del voto che ha premiato la Lega e il centrodestra. Roba da matti. Ora è il momento di parlare poco e cominciare a lavorare senza pretendere posti e poltrone. Questo vale per tutti, per il M5S e il centrodestra. Vale per tutti. Mi auguro che il presidente della Repubblica non permetta che si perdano altri due, tre, quattro, cinque, sei, sette, dieci giorni".

0 commenti:

Posta un commento