Di Maio: "Sono pronto a confrontarmi con i candidati premier"

ROMA - "Renzi dice che io scappo? È una sciocchezza, forse è lui che deve ancora 'elaborare il lutto' per la batosta in Sicilia. I suoi lo hanno fatto abbastanza velocemente e tutti infatti propongono nuovi leader. Di fatto il ministro Orlando, i capigruppo Zanda e Rosato lo hanno rottamato" ha dichiarato il candidato premier del M5S Luigi Di Maio, durante un’intervista al Corriere della Sera.

"Sono pronto a confrontarmi con i candidati premier degli altri schieramenti ammesso che riescano a trovarsi d’accordo su chi siano, anche con Berlusconi. Sono prontissimo a confrontarmi con chiunque saprà dirci in veste di candidato premier cosa intende fare per questo Paese, perché il confronto è sul programma. Il risultato in Sicilia dimostra che il Movimento sta lavorando bene e che tra qualche mese alle Politiche quel 35% può diventare un 40% e portarci dritti al governo del Paese e la Sicilia ci dimostra che i partiti che si mettono insieme solo per opporsi al cambiamento iniziano a vacillare, vuol dire che i tempi per voltare pagina sono maturi. Comunque mi reputo molto soddisfatto: abbiamo ottenuto un risultato straordinario per un Movimento che ha corso da solo contro le grandi ammucchiate che abbiamo visto a destra e a sinistra. Presto usciranno le regole per le candidature, ma una cosa è certa: non sarà il Rosatellum a fermare la nostra corsa. Sono convinto di potercela fare". 

0 commenti:

Posta un commento