Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post

Cascina esplosa, fermato il proprietario per l'omicidio dei tre pompieri

ALESSANDRIA - C'è una tentata frode all'assicurazione dietro la tragedia di Quargnento per la quale i carabinieri hanno fermato la scorsa notte Giovanni Vincenti, il proprietario della cascina esplosa in cui sono morti tre vigili del fuoco. Lo rende noto il procuratore di Alessandria Enrico Cieri nel corso di una conferenza stampa. L'uomo fermato ha confessato, negando però l'intenzione di volere uccidere. La moglie di Giovanni Vincenti è indagata a piede libero, rende noto il procuratore. La svolta nelle indagini a poche ore dai funerali solenni di Antonino, Marco e Matteo nella cattedrale dei Santi Pietro e Marco di Alessandria, alla presenza tra gli altri del premier Giuseppe Conte, del presidente della Camera Roberto Fico e del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese. In pochi giorni le indagini hanno portato ai primi risultati grazie alle attività "serrate e articolate" dei carabinieri, agli ordini del colonnello Michele Angelo Lorusso. Sono stati numerosi gli accertamenti tecnici e gli interrogatori, tra cui nelle ultime ore quello di Giovanni Vincenti, proprietario dell'immobile andato distrutto.

Uccide la madre a pugni, 48enne in manette nel Ragusano

RAGUSA - Al culmine di una lite per futili motivi ha ucciso a pugni la madre ed è finito in manette. I militari hanno eseguito quest'oggi un provvedimento cautelare in carcere emesso dall'Autorità Giudiziaria nei confronti di un 48enne accusato dell'omicidio della madre.

L'anziana donna era stata colpita ripetutamente con violenza a mani nude dal figlio. Ricoverata in ospedale in condizioni critiche, la vittima è morta dopo venti giorni di agonia.

Esplode tir in fiamme: feriti due vigili del fuoco

BOLOGNA - Dramma sfiorato nel Bolognese dove due vigili del fuoco sono rimasti feriti durante un intervento per l'incendio di un camion, nella notte nell'area di servizio Cantagallo Ovest sull'A1. Si è verificata un'esplosione e i due sono caduti da una scala, riportando fratture, uno al bacino e l'altro a un braccio. Sono stati portati all'ospedale Maggiore Anche altri pompieri della stessa squadra sono finiti a terra per lo spostamento d'aria.

Intorno alle 2.10 è arrivata la chiamata di soccorso alla sala operativa del 115, per un incendio di un tir parcheggiato nell'area di servizio, direzione Sud. Lo spegnimento è stato portato a termine dai rinforzi arrivati dalla sede centrale di Bologna dei vigili del fuoco e del distaccamento volontario di Monzuno. L'autostrada è stata parzialmente interrotta durante le operazioni di soccorso. Le operazioni si sono concluse alle 6.30.

Violenze su minorenne, in manette sacerdote

NAPOLI - E' stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato, su ordine del Gip del Tribunale di Napoli Nord, un parroco di Trentola Ducenta per abusi su una minore di 12 anni che frequentava la chiesa. Era stata la Diocesi di Aversa a inviare la prima segnalazione alla Procura guidata sui presunti abusi realizzati dal prete, che nel maggio scorso era stato sospeso dal servizio. Del caso si era occupato anche la trasmissione "Le Iene".

Accoltellata su un Frecciarossa, è grave

TORINO - Attimi di paura sul Frecciarossa che collega Torino a Roma, dove una donna è stata colpita con varie coltellate ed è stata portata via intubata: sarebbe in gravi condizioni. Ferita anche un'altra persona.

L'aggressore, che secondo una prima ricostruzione fornita dalle Ferrovie dello Stato è un operatore della ditta esterna che effettua servizi di pulizie a bordo dei Frecciarossa, è stato bloccato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione sotterranea di Bologna, grazie anche alla collaborazione di alcuni viaggiatori.

Pare che l'aggressore e la donna, una dipendente della ditta esterna che effettua i servizi di ristorazione sui treni dell'Alta velocità, si conoscessero. Secondo Ferrovie dello Stato i controlli a bordo del convoglio sono stati necessari per verificare la dinamica e le cause dell'aggressione.

Fiamme Gialle trovano minori in sale scommesse

ROMA - Nuove ispezioni delle Fiamme gialle del Comando Provinciale di Roma sul territorio. Numerose sale scommesse sono state controllate e sono stati trovati, in due esercizi, tre minorenni intenti a scommettere su competizioni sportive e due lavoratori in nero.

I militari hanno individuato, nelle adiacenze di due esercizi, giovanissimi giocatori in possesso delle ricevute delle scommesse effettuate. L'attività ispettiva è stata estesa anche alla verifica della posizione dei dipendenti, da cui è emersa la mancata assunzione di due di essi, benché impiegati dal 2016.

Adescava minori sul web: in manette 48enne

VARESE - Adescava minori sul web ma è stato scoperto ed è finito in manette. Protagonista della vicenda un operaio di 48 anni, arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver abusato di almeno quattro minori, adescati in rete usando un falso profilo femminile, poi attirandoli a casa sua a Saronno (Varese) dove li attendeva al buio, travestito da donna. I militari lo hanno arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal gip di Milano per violenza sessuale su minori aggravata dalla sostituzione di persona, adescamento, detenzione di materiale pedopornografico.

Fiamme Gialle trovano minori in sala scommesse

ROMA - Nuove ispezioni delle Fiamme gialle del Comando Provinciale di Roma sul territorio. Numerose sale scommesse sono state controllate e sono stati trovati, in due esercizi, tre minorenni intenti a scommettere su competizioni sportive e due lavoratori in nero. I militari hanno individuato, nelle adiacenze di due esercizi, giovanissimi giocatori in possesso delle ricevute delle scommesse effettuate. L'attività ispettiva è stata estesa anche alla verifica della posizione dei dipendenti, da cui è emersa la mancata assunzione di due di essi, benché impiegati dal 2016.

Luca Sacchi, commozione ai funerali. Assente fidanzata

ROMA - Momenti di commozione nella Capitale per i funerali di Luca Sacchi, il 24enne ucciso nei giorni scorsi con un colpo di pistola alla testa nel quartiere Appio. Gremita la chiesa del Santissimo nome in Maria, nella zona in cui abitava il giovane. Non era presente alla funzione la fidanzata Anastasia, che era con il giovane la notte dell'omicidio.

L'uscita del feretro al termine dei funerali è stata accompagnata da un lungo applauso. La mamma, tra le lacrime, ha abbracciato a lungo la bara con sopra una grande corona di rose bianche e la fascia "mamma, papà e Federico".

Alcuni suoi amici gli hanno reso omaggio sfrecciando in moto davanti alla chiesa poco prima dell'inizio della messa. Tante le corone di fiori di amici, parenti e semplici cittadini.

Bimbo con rarissima malattia alla pelle abbandonato in ospedale, scatta gara di solidarietà

TORINO - Momenti di solidarietà a Torino per trovare una famiglia a Giovannino, il bimbo di appena quattro mesi affetto da una rarissima e al momento incurabile patologia della pelle, la Ittiosi Arlecchino, abbandonato dai genitori all'ospedale Sant'Anna. La Casa dell'Affido del Comune, insieme al Tribunale dei minori, valuterà le richieste di affido e adozione che, in queste ore, stanno arrivando da ogni parte d'Italia.

Il piccolo - come si apprende sul quotidiano La Stampa - è stato concepito con una fecondazione eterologa e avrebbe già superato la fase più acuta che, per quel tipo di malattia, congenita, è quasi sempre fatale già nei primi giorni di vita.

E' ricoverato nel reparto di terapia intensiva neonatale, dove le infermiere se ne prendono cura. Ma l'ospedale sta cercando una struttura che possa prendersi carico del neonato, che necessita di assistenza continua, quando avrà superato i sei mesi di vita.

L'Ittiosi Arlecchino è così poco frequente - colpisce un neonato su un milione - da non essere neppure compresa nell'elenco delle malattie rare.

Catania, sequestra anziana per rapinarla: arrestato

CATANIA - Ancora una rapina ai danni di un anziano in Sicilia. Con una scusa un uomo ha convinto una 84enne a salire su un'auto, ma poi l'ha portata in luogo poco frequentato di Catania per rubarle la fede nuziale, un anello, una catenina e la borsa contenente un cellulare di vecchia generazione.

Quindi, prima di fuggire, l'ha scaraventata a terra, lasciandola ferita e dolorante. E' l'accusa contestata ad un 36enne, che è stato fermato dai carabinieri del comando provinciale per sequestro di persona a scopo di rapina.

Ora l'uomo è indagato anche per evasione dai domiciliari a cui era stato sottoposto per un altra rapina commessa in provincia. A convalidare il fermo il Gip, su richiesta della Procura distrettuale. A permettere agli investigatori di identificare l'indagato i filmati di alcuni sistemi di videosorveglianza.
 
E' stato il satellitare dell'auto utilizzata, che aveva preso a noleggio, ad incastrare l'uomo. I carabinieri in un B&b hanno trovato la refurtiva, restituita alla proprietaria.

Roma, spari al bar: muore uno dei due rapinatori

ROMA - Si allunga la scia di sangue nella Capitale. Durante una rapina in un bar tabacchi alla periferia romana un rapinatore è morto e il tabaccaio è rimasto gravemente ferito. Il dramma nel tardo pomeriggio in via Antonio Ciamarra, in zona Cinecittà Est.

I due rapinatori sono entrati nel locale armati e si sono avvicinati al titolare. Poco dopo sono stati esplosi alcuni colpi d'arma da fuoco che hanno ucciso uno dei due rapinatori e ferito il tabaccaio: un cittadino cinese di 55 anni.

Da una primissima ricostruzione della polizia, sembra che il titolare abbia avuto una colluttazione con i rapinatori durante la quale sarebbero partiti i colpi di pistola. Sono in corso accertamenti per stabilire chi ha premuto il grilletto e se i colpi siano stati esplosi da un'unica pistola.

Esplode edificio, muoiono tre pompieri. Trovati fili elettrici e timer


ALESSANDRIA - Tragedia nella notte in un edificio a Quargnento, nell'Alessandrino, dove è avvenuta un'esplosione che ha causato tre vittime. I tre pompieri morti avevano 47, 38 e 32 anni. Altri due vigili del fuoco e un carabiniere risultano feriti e stati trasportati all'ospedale di Alessandria e di Asti.

L'esplosione potrebbe essere di natura dolosa, secondo alcune fonti del Comando provinciale dei Carabinieri, che indagano sull'accaduto. Intanto si scava tra le macerie, alla ricerca di un vigile del fuoco ancora disperso.

"Una preghiera e un pensiero per i vigili del fuoco morti questa notte e un abbraccio alle famiglie e ai colleghi feriti. Onore a chi mette in gioco la propria vita per salvare quella degli altri, l'Italia piange per Voi". A dichiararlo Matteo Salvini, leader della Lega ed ex ministro dell'Interno, commenta la tragedia di Quargnento, nell'Alessandrino.

Alessandra Appiano, indagine andrà avanti

MILANO - Avrà un supplemento di indagine la vicenda di Alessandra Appiano, la giornalista e scrittrice morta a Milano nel giugno 2018 dopo essersi lanciata nel vuoto dall'ottavo piano di un hotel vicino alla clinica psichiatrica che la ospitava. A deciderlo il giudice di Milano Patrizia Nobile rigettando la richiesta di archiviazione del pubblico ministero.

Il gip in sostanza ha accolto l'istanza del marito della Appiano che si basa soprattutto sulla mancata 'protezione' del paziente, in questo caso appunto la Appiano, da parte della struttura che la ospitava. Appiano, scrittrice di successo, vincitrice del Bancarella nel 2003, impegnata nel sociale e volto noto in tv, era ricoverata nel reparto psichiatria 1-Disturbi dell'umore, dell'ospedale San Raffaele Villa Turro di Milano.

La donna, con la scusa di un permesso per un caffè, che ottiene, esce indisturbata, e sale all'ottavo piano di un hotel vicino e da lì si getta nel vuoto. E' il 3 giugno 2018. Da allora inizia la battaglia legale del marito, Nanni Delbecchi, contro la struttura milanese.

Maltempo, 100 famiglie evacuate

SALERNO - E' stata disposta dal Comune di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, l'evacuazione di circa cento famiglie residenti nelle fasce pedemontane. L'ordinanza, firmata dal sindaco Manlio Torquato, è arrivata in seguito alla comunicazione della sala operativa regionale che segnalava il rischio di possibili alluvioni e di colate di fango in seguito all'ondata di maltempo che si è abbattuta da questa notte sul territorio provinciale salernitano.

Disposto sempre nel comune dell'agro nocerino sarnese l'obbligo di tenersi lontano dai corsi d'acqua e di non sostare le vettura in prossimità di sottopassi e corsi d'acqua. A causa di allagamenti, inoltre, è stata decretata la chiusura del cimitero cittadino. Stessa decisione è stata adottata anche a Sarno dove è stato ordinato anche il divieto di transitare nei parchi pubblici e nelle aree alberate. A Siano, invece, è stato annullato il consueto mercato domenicale.

Foto osè della moglie, denunciato marito

di PIERO CHIMENTI - Un uomo in piena 'lotta' coniugale per la separazione con la moglie, fatta di ripicche e accuse reciproche, porta in tribunale foto osè della donna per evidenziare dinanzi al giudice il disordine che c'era in casa. L'avvocato della controparte ha denunciato l'uomo per la violazione dell'art. 612 ter, che prevede il divieto di pubblicazione di foto sessualmente esplicite, secondo quanto deciso dal revenge porn. Adesso l'uomo è stato denunciato dai carabinieri di Chieti.

Abusi in famiglia, confessione di una 14enne ai pm

MILANO - Le aggressioni si susseguivano da ormai quattro anni e l'ultima risale a una decina di giorni fa, quando una 41enne si è decisa a denunciare il compagno dal quale lo scorso giugno ha avuto un bimbo.

Ma è stata la figlia 14enne e non la madre a raccontare ai pm quel che succedeva nella loro casa in zona Comasina a Milano, scene a cui lei assisteva in continuazione ed era a sua volta vittima di abusi. Ora l'uomo, 44 anni, è in carcere con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni e atti sessuali nei confronti della ragazza.

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dalla polizia é stata firmata dal gip. Il 44enne, con precedenti per spaccio, nel 2018 è stato assolto dal reato di maltrattamenti e lesioni: le accuse erano state ritenute inattendibili per la reticenza della sua compagna.

Giorgio Tirabassi operato d'urgenza dopo infarto

L'AQUILA - "Amici e conoscenti voglio tranquillizzare tutti: Sto bene e in buone mani", così sulla sua pagina ufficiale di Facebook l'attore Giorgio Tirabassi, che ieri sera aveva avuto un malore durante la presentazione a Civitella Alfedena del suo film "Il Grande Salto", ha voluto rassicurare sulle sue condizioni di salute.

Operazione d'urgenza ieri per l'attore di 59 anni che ieri sera, durante la presentazione del suo primo film da regista, 'Il grande salto', ha avuto un infarto. Provvidenziale il primo intervento del personale medico di Civitella Alfedena. Poco dopo l'attore (volto della fiction 'Distretto di Polizia') è stato trasferito d'urgenza all'ospedale d'Avezzano (L'Aquila), per essere sottoposto a un'angioplastica.

Secondo fonti mediche, le condizioni del 59enne sono stazionarie. L'attore è stato sottoposto a un intervento di angioplastica con stent, per risolvere il problema dell'occlusione di una coronaria. Nell'unità di terapia intensiva cardiologica dell'ospedale di Avezzano, Tirabassi è sotto lo stretto controllo dei medici. Riservata la prognosi.

Schianto su A13, 3 morti e 4 feriti

BOLOGNA - Si allunga la scia di sangue nel ponte di Ognissanti. Un grave incidente stradale si è verificato sull'autostrada A13 Bologna-Padova nel tratto tra Bologna Interporto e Altedo in direzione Padova: 3 persone sono morte e altre 4 sono rimaste ferite. Coinvolti nell'incidente, al chilometro 15, tre mezzi: un'autovettura, un camper e un pullman. Ad intervenire i soccorsi, le pattuglie della Polizia stradale e il personale della Direzione 3° Tronco di Bologna di Autostrade per l'Italia.

Incidente mortale dopo discoteca, muore 18enne

VENEZIA - Dramma per una ragazza di 18 anni, morta in un incidente stradale che ha coinvolto l'auto sulla quale viaggiava con il fidanzato, 19enne, al quale la polizia aveva sequestrato la patente poche ore prima. Al ragazzo era stato dato un permesso per il solo rientro a casa, ma nonostante ciò la la coppia si è recata ugualmente in discoteca.

Al mattino, viaggiando verso casa, c'è stato lo schianto, a Musile di Piave (Venezia). Dai test sarebbe emersa la positività all'alcol del giovane alla guida. Il 19enne è in ospedale, a Mestre, in coma farmacologico. Il 19enne è figlio di Franco Antonello, l'imprenditore che aveva lasciato il lavoro dopo che al figlio maggiore, Andrea, era stato diagnosticato l'autismo.