Salute: è il Glutatione il numero 1 degli antiossidanti


ROMA
- Il glutatione, o GSH, è un tripeptide, costituito da tre aminoacidi, la glicina, la cisteina e l’acido glutammico, ed è il più potente antiossidante presente nell’organismo umano.

Il glutatione è normalmente prodotto dalle cellule del nostro corpo ma può capitare che la richiesta da parte dell’organismo sia superiore alla sua produzione.
La carenza di glutatione è correlata ad una ridotta funzione immunitaria e ad una maggiore suscettibilità agli xenobiotici e agli antiossidanti e, di conseguenza, una maggiore predisposizione a varie patologie.
Inoltre, in determinate condizioni come l’esposizione continua a sostanze tossiche, utilizzo prolungato di farmaci, abuso di alcol e presenza di malattie croniche, i livelli endogeni di glutatione sono notevolmente ridotti.
Nonostante le evidenze scientifiche sui benefici del glutatione, l’integrazione orale presenta alcune difficoltà:
- Nell’intestino sono presenti enzimi, noti come Glutammil-transferasi, che idrolizzano il glutatione assunto per via orale.
- Spiccata instabilità a pH acido e sequestro cellulare esercitato dagli enterociti della mucosa intestinale.
Il Glutatione nella sua forma consona è di difficile assimilazione per l’organismo, e per superare il problema della biodisponibilità, Selerbe ha sviluppato il glutatione liposomiale.
Lo studio di conferma della formazione del liposoma è stato condotto dall’Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Scienze e Tecnologie del Farmaco.
L’innovativa tecnologia liposomiale riduce le dimensioni particellari favorendo un più rapido assorbimento. Il 40% è sotto 250 nm rispetto al glutatione nella forma classica che ha dimensioni superiori ai 2500 nm.
Il Glutatione Attivo è un integratore alimentare in capsule che contiene Glutatione da fermentazione con Saccharomyces cerevisiae, che grazie alla sua forma liposomiale favorisce un rapido e migliore assorbimento.
Si ricorda che le informazioni qui riportate non vogliono sostituire il parere del medico curante.