Puglia: ordigno artigianale sotto auto di carabiniere

di PIERO CHIMENTI - Un'esplosione causata dall'ordigno artigianale posizionato sotto l'auto, in via Loi a Corato, di proprietà di un carabiniere del posto che presta servizio ad Andria, ha causato ingenti danni oltre che all'auto del milite anche agli altri mezzi parcheggiati vicini ai vetri dei primi piani dei palazzi antistanti. I carabinieri, in collaborazione con le forze dell'ordine, stanno cercando di risalire alla matrice di tale gesto che fortunatamente non ha causato feriti o vittime.

Sulla vicenda interviene la sen.Carmela Minuto: «Sono particolarmente preoccupata per l’episodio accaduto questa notte a Corato. Un ordigno potenzialmente molto pericoloso ha ridotto in macerie il veicolo e aperto un cratere sull’asfalto. Fortunatamente non si sono verificati spiacevoli incidenti alle persone ma ciò non deve distogliere la nostra attenzione su quanto accaduto. Un vile gesto che va condannato con forza, a maggior ragione perché indirizzato ad un militare dell’arma dei Carabinieri, uomo di Stato che quotidianamente opera nella lotta contro il crimine.

Al Carabiniere e alla sua famiglia va tutta la mia solidarietà e quella di Forza Italia. Mi adopererò personalmente per informare il Ministero dell'Interno sui fatti di Corato. È questo il secondo episodio verificatosi a Corato, già qualche settimana fa era stata incendiata la villa di campagna di un altro Carabiniere coratino in servizio ad Andria.

Il territorio ha bisogno di risposte in tema di sicurezza, la stessa risposta che dobbiamo dare alle Forze dell’Ordine. Tali intimidazioni non devono fermare l’azione di repressione al crimine. Massima attenzione e cooperazione con chi difende i nostri territori e combatte l’illegalità».