Ballottaggi: quasi 3 mln alle urne in 75 comuni, alle 12 affluenza al 15,54%

E' stata del 15,54% l'affluenza rilevata alle ore 12 in 67 dei 75 comuni chiamati alle urne per i ballottaggi per le elezioni comunali sulla base dei dati raccolti dal Viminale.
Al primo turno l'affluenza era stata del 19,31%.

Il dato non tiene conto dei risultati della Sicilia e del III municipio della Capitale, gestiti direttamente dalla Regione e dal Comune di Roma. Tra gli 11 capoluoghi, l'unico in controtendenza è Pisa che vede aumentare il numero dei suoi elettori rispetto al primo turno.

Si sono riaperte oggi le urne elettorali. Dalle 7 tornano alle urne 2 milioni e 793mila elettori per il turno di ballottaggio in 75 comuni, in cui il 10 giugno scorso non è stato eletto il sindaco, e nel III municipio di Roma. Sono 14 i capoluoghi di provincia interessati dalla consultazione. In 9 comuni è avanti il centrodestra, nei restanti 4 il centrosinistra. Occhi puntati sulle 'mosse' di M5S che si trova a dover affrontare sfide cruciali per le ricadute nazionali.

I capoluoghi di provincia interessati sono Sondrio, Imperia, Massa, Siena, Pisa, Terni, Viterbo, Brindisi, Avellino, Teramo, Siracusa, Ragusa e Messina, con Ancona l'unico capoluogo di regione. Nei grandi Comuni al voto è in vantaggio il centrodestra in 29, il centrosinistra in 20, i Cinque Stelle sono al ballottaggio a Ragusa, Avellino, Imola e Terni.

A Brindisi Roberto Cavalera (centrodestra) al 34,7% correrà contro Riccardo Rossi 23,5 (centrosinistra).