Telefonia: al fondo americano Elliott il controllo del cda della Tim

Novità per la Tim: il fondo americano Elliott vince la sua battaglia con la media company francese Vivendi, nella lotta per il controllo della compagnia telefonica. Nel corso dell'assemblea dei soci dell'azienda, la lista presentata dagli americani ha infatti preso il 49,84% dei voti, contro il 47,18% della lista presentata dei francesi. Decisivo il sostegno alla cordata americana dato dal Cassa Deposita e Prestiti, società che detiene circa il 5% dell'azionariato. Gli astenuti sono stati il 2,38%, mentre lo 0,60% i contrari.

L'assemblea degli azionisti di Tim ha inoltre determinato in 15 il numero dei componenti del Cda, che rimarranno in carica per tre esercizi. Entrano nel Cda di Tim Fulvio Conti, Alfredo Altavilla, Massimo Ferrari, Paola Giannotti de Ponti, Luigi Gubitosi, Paola Bonomo, Maria Elena Cappello, Lucia Moreselli, Dante Roscini e Rocco Sabelli per la lista presentata da Elliott, mentre in quota Vivendi entrano nel board Amos Genish, Arnaud de Puyfontaie, Marella Moretti, Michele Valensise, Giuseppina Capaldo.

Per quel che riguarda la vittoria di Elliott, è un segnale di indipendenza e lancia un segnale forte da parte degli investitori, i quali sono convinti che sia possibile dare maggior forza e valore al titolo.

0 commenti:

Posta un commento