Berlusconi: "Voglio difendere l'Italia dal rischio di vittoria del M5S"

ROMA - "La mia incandidabilità dimostra che non ho più nessuna ambizione politica ma solo voglia di difendere l'Italia e gli italiani da un rischio eccezionalmente grave come la vittoria del Movimento di Grillo e un Governo guidato da un ragazzo di 31 anni che non è riuscito nemmeno a laurearsi e non ha mai fatto seriamente neppure un lavoro. Per guidare il Paese servono preparazione, onestà vera, non conclamata, e saggezza" ha dichiarato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, durante l'incontro pubblico con il Movimento animalista di Michela Vittoria Brambilla all'auditorium del Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci.

"Sono ancora in campo, come nel '94, per difendere la nostra Democrazia massacrata. Quelli del Movimento 5 Stelle sono mantenuti della politica e ricordano le vignette di Guareschi 'Contrordine, compagni', in cui i comunisti accettavano sempre le imposizioni che venivano da Togliatti o dall'Unione Sovietica. Questi signori li ho potuti osservare in questi anni, non hanno valori o principi, hanno posizioni dettate dal momento e che sono pronti a cambiare secondo i diktat del vecchio comico e del figlio del socio, ormai defunto, di questo vecchio comico. Conoscendoli da vicino ho potuto vedere il loro pauperismo". 

0 commenti:

Posta un commento