Roma, Marino condannato a 2 anni per la vicenda scontrini

ROMA - L’ex primo cittadino di Roma Ignazio Marino è stato condannato a 2 anni di reclusione dalla terza Sezione della Corte di Appello di Roma con l’accusa di peculato e falso nel processo sulla rendicontazione degli scontrini di alcune cene di rappresentanza pagate con la carta di credito del Campidoglio.

Marino è stato condannato anche a rifondere le spese processuali. Il Pg Vincenzo Saveriano aveva chiesto una condanna a 2 anni e mezzo. In primo grado l’ex sindaco era stato assolto.

0 commenti:

Posta un commento