Firenze, bandiera del Reich nella caserma dei Carabinieri

(credits: Il Sito di Firenze)
FIRENZE - Sconcerto nella Baldissera di Firenze. La ministra della Difesa Roberta Pinotti ha condannato la vicenda della bandiera del Secondo Reich esposta in un locale di una caserma dei carabinieri del capoluogo toscano. “La Repubblica italiana e la sua Costituzione – ha detto il ministro Pinotti – si fondano sui valori della Resistenza, sulla lotta al fascismo e al nazifascismo. Chiunque giura di essere militare lo fa dichiarando fedeltà alla Repubblica, alle sue leggi e alla Costituzione. Chi espone una bandiera del Reich non può essere degno di far parte delle Forze Armate essendo venuto meno a quel giuramento”.

La ministra ha anche annunciato di aver già preso iniziative: “Ho già chiesto al Comandante generale chiarimenti rapidi e provvedimenti rigorosi verso i responsabili di un gesto così vergognoso”.

Anche il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Giuseppe De Liso è stato chiaro: ci saranno accertamenti, e valutazioni sia disciplinari che penali una volta accertato il singolo responsabile”.

A scoprire il vessillo, visibile dall’esterno, dalla “pubblica via”, è stato “il Sito di Firenze”, che ha diffuso online il video con l’immagine. Nella caserma Antonio Baldissera sono di stanza centinaia di carabinieri.

Nel video si intravede anche un poster con un fotomontaggio del leader della Lega Nord Matteo Salvini con un mitra in mano. 

0 commenti:

Posta un commento