PRI Brindisi: "Bisogna riqualificare gli impianti sportivi a Brindisi"

BRINDISI - "Nei numerosi incontri che come repubblicani brindisini stiamo svolgendo per giungere alla elaborazione di linee programmatiche per il governo della città in vista delle prossime consultazioni amministrative abbiamo avuto modo di confrontarci anche con espressioni del mondo dell’associazionismo sportivo" si legge in una nota del Partito Repubblicano Italiano della sezione di Brindisi.

"Ci è stato segnalato che il CONI ha riaperto i termini per la presentazione di proposte per la realizzazione, la rigenerazione ed il completamento degli impianti sportivi, da finanziare con i fondi stanziati con la Legge n. 9 del 2016. La nuova scadenza per la presentazione delle proposte è fissata al 16 dicembre 2017. La finalità individuata dalla Legge è quella di rimuovere gli squilibri economico-sociali e di incrementare la sicurezza nelle aree svantaggiate del Paese. Alla luce anche degli ultimi episodi di cronaca, che hanno ulteriormente segnalato come nelle zone periferiche della nostra città stiano nuovamente radicandosi fenomeni di delinquenza organizzata, riteniamo che il coinvolgimento dei giovani nelle attività sportive possa contribuire ad evitare il diffondersi di forme di devianza minorile. Lo sport da sempre è maestro di vita e disporre di impianti adeguati può aiutare a non far prevalere modelli organizzativi diversi da quelli improntati al rispetto della legalità. La realizzazione di nuovi impianti sportive e la rigenerazione ed il completamento di quelli esistenti, peraltro, può  contribuire alla riqualificazione di alcuni quartieri. Pensiamo, ad esempio, alle pessime condizioni in cui versa lo stadio Fanuzzi ma anche a complessi sportivi come il Buscicchio, al quartiere Sant’Elia. Lo stesso ampliamento del PalaElio potrebbe essere candidato ad accede a questi finanziamenti, visto che ospita competizioni agonistiche di valenza nazionale. Nei prossimi giorni, pertanto, rivolgeremo un invito al Commissario Prefettizio ed al Dirigente della Ripartizione Lavori Pubblici del Comune di Brindisi affinché compiano una ricognizione dei progetti di realizzazione, rigenerazione o completamento di impianti sportivi eventualmente già elaborati o provvedano a redigerne di nuovi secondo gli standard indicati nel bando".

0 commenti:

Posta un commento