Pd, "Dieci anni di difficoltà per gli italiani, sinistra in agonia"

ROMA – “Ricordiamo oggi con profondo rammarico il decimo anniversario della nascita del Partito Democratico. Quest’ultimo è diventato, nel tempo, una realtà che ha prodotto più disoccupati, una maggiore precarietà nel mondo del lavoro mediante il Jobs Act e un incremento del numero di famiglie sotto la soglia di povertà. Non possiamo dimenticare poi la proposta di legge relativa alla legalizzazione dell’incesto,  l’approvazione del divorzio breve e del decreto Cirinnà, in merito alle unioni civili, che viola l’articolo 29 della Costituzione e la sentenza 138/2010 della Corte Costituzionale”. Lo dichiara il presidente di Unione Cristiana e senatore di Forza Italia, Scilipoti Isgrò a Messina, durante un incontro in vista delle elezioni in Sicilia del prossimo 5 novembre.

“La sinistra – aggiunge l’esponente azzurro – è schiava di lobby che le hanno causato una inesorabile agonia. I cristiani, cioè 58 milioni di italiani, si stanno rendendo conto ogni giorno di più che l’intera coalizione desidera eliminarli dalla vita pubblica. Il 98% della nostra popolazione sta prendendo atto così che è necessario rispondere, con la forza dell’amore, per evitare che i suoi diritti vengano calpestati da una dittatura culturale laicista sostenuta, in particolare, dal Movimento Cinquestelle e dal Pd.

L’ex rottamatore e il comico genovese – conclude Scilipoti Isgrò – rappresentano solo il 2% dei nostri connazionali. La maggioranza di loro chiede invece una svolta reale, non a partire dai “Vaffa” e dai selfie, ma dai valori cristiani che sono da sempre alla base della società italiana ed europea”.

0 commenti:

Posta un commento