M5S. Grillo: "Stiamo per fare una battaglia per tutto il popolo italiano"

ROMA - "Stiamo per fare una battaglia per tutto il popolo italiano. Sono raffreddato, ho un sistema immunitario leggermente in crisi, che va contro di me. Ed è quello che succede a questo Paese, che non ha le difese immunitarie per salvaguardare la democrazia" ha dichiarato il leader del M5S Beppe Grillo dal palco della manifestazione anti-Rosatellum davanti al Pantheon.

"E' una sorta di mosca cieca...qualsiasi votazione possiamo fare, l'esito è già scontato. E' una roulette dove vince sempre il banco. Questo è un paese spolpato dall'interno. Hanno la velocità degli scippatori, non abbiamo potuto fare una manifestazione attorno al Senato. Hanno paura...così ho consigliato alla polizia di andare là e accerchiarli loro. Noi dobbiamo dimostrare agli italiani, quelli che si barricano dietro un 'siete uguali agli altri', che c'è un mondo diverso. C'è un mondo diverso fatto di altre cose, anche di allegria. Le parole guerriere dette con Gianroberto erano le parole che abbiamo dentro. Dobbiamo far star bene le persone, perché se stanno bene si aprono anche agli altri. A Roma ho dovuto sporcare io perché era tutto pulito, sta migliorando leggermente ma non lo dite in giro... Ho parlato col topo che fotografano sempre, ha detto 'non ce la faccio più, mi portano sugli stessi set'".

0 commenti:

Posta un commento