Tuglie: domenica 3 settembre 2017 l'evento "Tuglie racconta Silvio Nocera"

TUGLIE (LE). Proseguono gli eventi culturali nella città di Tuglie: domenica 3 settembre 2017, per la rassegna estiva delle notti tugliesi "Platea d'Estate...e dintorni" si terrà alle ore 21 con ingresso libero, presso la Biblioteca Comunale F. Gnoni in via Risorgimento n°19, la serata conclusiva di "Tuglie racconta Silvio Nocera", organizzata in collaborazione con l'associazione Terracunta e l'assessorato alla cultura del comune di Tuglie.

 In occasione del decennale della morte di Silvio Nocera, Tuglie ha infatti deciso di ricordarlo con alcune serate tematiche, iniziate il 18 agosto con l’inaugurazione di una mostra a lui dedicata presso il frantoio ipogeo e che si concluderanno domenica dalle ore 21 con una serata che racconterà la vita, l'arte e i colori di Silvio, coadiuvata dal professor Maurizio Nocera insieme al vicesindaco Avv. Silvia Romano, con altri artisti, scrittori e poeti. Durante la serata verrà proiettato un video ricordo per Silvio, e verranno letti alcuni passi dei suoi personali racconti, dal Magistrale Antonio Calò.

Marcello Buttazzo, poeta delicato del nostro tempo, ricorderà Silvio con parole lievi. Giuliana Coppola lo ricorderà sulle ali della sua amata civetta, e tutta la cittadinanza e gli amici di Silvio potranno raccontarlo, con episodi, foto, quadri, poesie.

La serata verrà rallegrata dai testi e dalla musica di Mino De Santis, che sa raccontare Tuglie e il nostro territorio con spensieratezza e profondità.

Per quel che riguarda Silvio Nocera, è nato a Tuglie, nel Salento, nel 1943. Ha esposto a Lecce, Otranto, Ugento, Gallipoli, Milano e in luoghi più lontani, New York, Mosca. Qui, nel 1985, ha ottenuto un premio speciale nel concorso internazionale "per la pace e l'umanesimo, contro la minaccia della guerra nucleare'.

Sue opere sono in esposizione nella Galleria "Modigliani" a Milano, presso il suo studio di Tuglie e altre si trovano in collezioni pubbliche e private in vari Paesi del mondo.

0 commenti:

Posta un commento