Istat: prosegue la tendenza di aumento dell'occupazione su base annua

ROMA - "Nel quarto trimestre 2016 prosegue la tendenza all'aumento dell'occupazione su base annua e si registrano lievi segnali di crescita in termini congiunturali" si legge nella Nota trimestrale sulle tendenze dell'occupazione, pubblicata da Istat, ministero del Lavoro, Inps e Inail.

"Le dinamiche del mercato del lavoro nel corso del 2016 si sono sviluppate in un contesto di crescita moderata del prodotto interno lordo. In particolare, nel quarto trimestre del 2016 il Pil ha segnato un aumento congiunturale dello 0,2% e un tasso di crescita tendenziale dell'1%; l'input di lavoro misurato in termini di Ula (Unità di lavoro equivalenti a tempo pieno) mostra una dinamica lievemente superiore a quella del Pil (+0,3% sotto il profilo congiunturale e +1,2% in termini tendenziali). Il tasso di occupazione destagionalizzato è stato pari al 57,4%, in crescita di un decimo di punto rispetto al trimestre precedente; considerando l'ultimo decennio 2007-2016 recupera due punti percentuali rispetto al valore minimo (terzo trimestre 2013, 55,4%), ma è ancora distante di quasi un punto e mezzo da quello massimo (secondo trimestre 2008, 58,8%). Vi è inoltre un significativo rallentamento della crescita delle posizioni lavorative a tempo indeterminato. La dinamica del mercato del lavoro continua a registrare un aumento tendenziale della partecipazione legato all'incremento degli occupati (+252 mila) e delle persone in cerca di lavoro (+108 mila), a fronte della diminuzione degli inattivi (-455 mila). Significativo è anche l'impatto dell'invecchiamento della popolazione sul mercato del lavoro, che contribuisce a spiegare l'aumento del numero degli occupati ultracinquantenni, indotto anche dall'allungamento dell'età pensionabile".

0 commenti:

Posta un commento