Champions, la Juve crolla sotto i colpi di Messi: è 3-0 al Camp Nou

(ANSA/EPA)
di ANTONIO GAZZILLO - E’partita male l’avventura europea della Juventus. La squadra bianconera si è arresa al Camp Nou dove il Barcellona, guidato da un Messi mostruoso, ha trafitto tre volte la porta difesa da Buffon.

Dovendo fare a meno delle assenze forzate di Chiellini, Khedira, Mandzukic e Howedes, Allegri si è visto costretto a schierare De Sciglio e Sturaro come laterali di difesa, concedendo spazio a Bentancur a centrocampo. Valverde, invece, ha lanciato Dembele, erede di Neymar nel nuovo tridente blaugrana.

Il primo tempo si è colorato completamente di bianconero con la Juve padrona del campo e pericolosa grazie alle conclusioni in ordine di De Sciglio, Dybala e Pjanic che hanno solo impensierito Ter Stegen senza mai batterlo.

Sul finale della prima frazione, però, si è accesa la lampadina del sinistro fatato e geniale del solito Messi che, dopo una splendida triangolazione con Suarez, ha fatto partire un tiro preciso all’angolino basso lasciando immobile Buffon.

Nel secondo tempo, gli uomini di Allegri, forse scossi dal gol subito, sono scomparsi dal campo concedendo enormi spazi agli attaccanti avversari e tante linee di passaggio all’esperto centrocampo della squadra spagnola.

Così prima Rakitic ha raddoppiato approfittando di un rinvio maldestro di Barzagli, dopo un’azione caparbia di Messi e poi lo stesso fenomeno argentino ha portato a due le sue reti personali con un diagonale potente e preciso.

Questa sconfitta nella prima gara del girone non pregiudica il cammino in Champions della Juventus che avrà ancora a disposizione diverse partite per centrare la qualificazione.

La squadra bianconera sarà di scena domenica alle 12.30 al Mapei Stadium di Sassuolo per dimenticare in fretta la disfatta europea e imboccare nuovamente la strada della vittoria.

0 commenti:

Posta un commento