Juve chirurgica, Higuain colpisce due volte, Chievo superato, adesso testa alla supersfida contro il Barcellona

(Foto REUTERS)

di ALESSANDRO NARDELLI - Inarrestabile la Juventus, che nell'anticipo serale di campionato allo Stadium, si è liberata agevolmente del tenace Chievo Verona di Rolando Maran per 2-0, con un gol per tempo del "Pipita" Higuain, al 23' e all'84' della ripresa. Gli uomini di Max Allegri, trascinati dall'ex Napoli e da Dybala, hanno dimostrato di essere carichi più che mai per il prossimo match casalingo di Champions League contro il Barcellona, vero crocevia per le ambizioni di un successo europeo che alla Vecchia Signora manca ormai da troppo tempo. Questo successo permette alla Juventus di allungare a + 9 dalla Roma, impegnata oggi contro il Bologna.

Una squadra che gioca con la certezza di essere la più forte quella di Allegri, sia come organico che come mentalità. Anche ieri si è avuta questa impressione, con la Madama, in grado di affondare chirurgicamente i colpi decisivi alla vittoria, pensando poi a gestire il risultato, senza sprecare troppe energie, in vista delle fatiche di Champions. Del resto, quando si hanno in squadra calciatori del calibro di Higuain, Cuadrado, Dybala in avanti, supportati da una mediana di quantità e qualità con Khedira e Marchisio, è possibile questo ed altro, senza correre rischi di lasciare punti per strada con le piccole.

Migliori in campo proprio Higuain e Dybala, con il primo autore di due gol, con un altro paio invece sfiorati, uno dei quali con una splendida mezza girata. Se anche in Europa riuscirà a fare la parte del leone, nulla potrà essere precluso nelle due sfide con il Barcellona. L'ex Palermo invece, è stato più rifinitore, offrendo al compagno l'assist del vantaggio, e inserendosi nell'azione che ha portato al raddoppio. Ogni pallone toccato dalla "Joya" è oro, con giocate di livello assoluto, che in prospettiva rendono Dybala uno tra i più forti giocatori al mondo. Adesso dovrà affrontare Messi, e sicuramente lo farà come sempre a testa alta e senza paura.

Ma più di tutti, il vincitore della gara è stato lui, Max Allegri, criticato e inviso a parte della tifoseria, che non accetta il suo badare al sodo, prediligendo il risultato all'estetica. Il tecnico livornese, in barba ai suoi detrattori sta continuando ad ottenere risultati, e soprattutto, la fiducia della società, che quasi certamente continuerà con lui, con un rinnovo di contratto che pare possa arrivare a breve, e una campagna di rafforzamento importante per la prossima stagione, che potrà permettere ai bianconeri di continuare a lottare ancora su ogni fronte.

0 commenti:

Posta un commento