Hogan: da Etihad e Abu Dhabi confermano l'impegno per risollevare Alitalia


di ILEANA CIRULLI - Etihad Airways e il governo di Abu Dhabi continueranno ad aiutare Alitalia, come annunciato dal presidente e CEO della compagnia emira, James Hogan, durante la conferenza globale sul mondo dell'aviazione a Dublino, che si è tenuta nella giornata di ieri.

"Abbiamo recentemente iniettato 100 milioni di capitale nella compagnia aerea italiana, oltre ad aver convertito obbligazioni in strumenti semi-equity. Questo dimostra l'impegno di Etihad nei confronti di Alitalia e conferma il fatto che Alitalia è un partner a lungo termine di Abu Dhabi", ha affermato Hogan. In questo intervento è stato anche fatto presente il sostegno fornito ad Alitalia dai suoi azionisti di maggioranza del mondo bancario: UniCredit e Intesa Sanpaolo.

Durante la conferenza, il top manager ha evidenziato che, da quando Etihad Airways ha acquisito il 49% di Alitalia per 560 milioni nel 2014, vi sono stati vari progressi in termini di flotta, brand e infrastrutture, anche se rimangono ancora molte sfide.

"Ci siamo impegnati a portare quei cambiamenti e così abbiamo fatto, questo ha avuto un effetto immediato. Abbiamo lavorato spalla a spalla con gli altri azionisti, supportando il management nei suoi obiettivi di cambiamento. Abbiamo anche potuto contare sul forte sostegno del governo italiano nei confronti di questa importante azienda nazionale", ha affermato Hogan riferendosi a Gentiloni.

Tuttavia, ha avuto premura di ribadire che "sarà il management di Alitalia a definire e consegnare il piano industriale, che porterà la compagnia aerea verso il ritorno all'utile".

0 commenti:

Posta un commento