Visualizzazione post con etichetta TOSCANA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta TOSCANA. Mostra tutti i post

Ferrovie: incendio manda in tilt il traffico tra Roma e Firenze


FIRENZE - Traffico ferroviario in tilt nel nodo di Firenze con ripercussioni per la circolazione sulle linee alta velocità e convenzionale. Secondo i primi accertamenti, il principio d’incendio agli impianti che gestiscono la circolazione dei treni è stato causato da un atto doloso ad opera di ignoti. Sul posto sono presenti i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana.

Caso Ragusa: confermati 20 anni a Logli

ROMA - La Cassazione ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione per Antonio Logli, accusato dell'omicidio e della distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa. La donna era scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua casa di Gello, nel comune di San Giuliano Terme (Pisa) e mai più ritrovata. La Suprema Corte ha considerato inammissibile il ricorso della difesa dell'imputato e ha reso definitivo il verdetto emesso il 14 maggio 2018 dalla Corte d'Assise d'Appello di Firenze.

Scheletro di donna trovato agli Uffizi

FIRENZE - Agli Uffizi di Firenze è stato ritrovato in perfette condizioni lo scheletro di una donna, sepolto nell'area adiacente all'aula di San Pier Scheraggio. Come reso noto dal museo, si tratta di uno scheletro rinascimentale, forse risalente alla fine del '400.

Il corpo si trova in un punto dove, prima che fosse eretto l'odierno museo, sorgeva una chiesa, luogo di culto molto frequentato all'epoca, anche dal Sommo poeta.

L'edificio religioso, come era solito fare in passato, veniva utilizzato anche come luogo di sepoltura. Lo scheletro, indicato con codice identificativo 101, verrà ora portato ai laboratori di archeoantropologia della Soprintendenza per essere sottoposto ad esami ed analisi.

Firenze, due scosse nella notte


FIRENZE - Trema il Fiorentino. La Sala di Protezione civile della città metropolitana di Firenze segnala che questa notte, alle ore 00.40, la rete sismica dell'Ingv ha rilevato una scossa di terremoto di magnitudo 2.6 a 6 km di profondità nel territorio del comune di Colle Val d'Elsa, nella provincia di Siena e a ridosso del territorio metropolitano fiorentino. Non sono giunte segnalazioni alla Prociv. 

Una seconda scossa di magnitudo 3.2 a 8 km di profondità sempre nel comune di Colle val d'Elsa è stata rilevata alle 01.03. La scossa è stata avvertita distintamente dalla popolazione. Al momento non risultano danni.

Scoperta maxi-frode su succo di frutta bio: 9 arresti


PISA - Maxi-frode alimentare dal Pisano. Secondo quanto hanno scoperto le Fiamme Gialle spacciavano per succo di frutta biologico quello che in realtà era succo concentrato e sofisticato di mela. Eseguite 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere e il sequestro di sei società e di beni mobili e immobili per un valore complessivo di oltre 6,5 mln.

L'operazione è stata condotta dalla guardia di finanza di Pisa per contrastare una maxi frode in commercio di prodotti biologici diretta dalla procura pisana con la collaborazione di Eurojust ed eseguita dagli ispettori del Dipartimento antifrode del Ministero delle politiche agricole.

Strage di giovani sulle strade italiane: 5 morti


VIBO VALENTIA - Strage di giovani sulle strade italiane. Un incidente mortale è avvenuto sulla Trasversale delle Serre nel territorio di Spadola, in provincia di Vibo Valentia. A scontrarsi, per cause in corso di accertamento, un'auto sulla quale viaggiavano le tre giovani vittime, tutte di Soriano, e un autocarro.

Le vittime sono Salvatore Farina, di 21 anni, un cugino omonimo di 23 e Natale Chiera, di 19 anni. Un quarto occupante della vettura, G.N., ha 23 anni, rimasto gravemente ferito, è ricoverato con diverse fratture all'ospedale di Catanzaro. Ferito in modo non grave l'autista del camion.

I giovani avevano probabilmente trascorso la serata in una discoteca del Soveratese, sulla costa ionica catanzarese. A causa dell'incidente l'arteria è stata temporaneamente chiusa al traffico dall'Anas all'altezza di Simbario e il traffico è provvisoriamente deviato in loco sulla viabilità locale.

L'altro incidente mortale è avvenuto in Toscana. Vittime un 28enne e un 29enne di Empoli (Firenze) ma residenti a Lastra a Signa (Firenze), che hanno perso la vita intorno alle 5, sulla Firenze-Pisa-Livorno, tra Montopoli (Pisa) e Santa Croce sull'Arno (Pisa), in direzione Firenze. Il sinistro ha coinvolto tre mezzi. I due giovani deceduti erano a bordo di una Polo che si è capovolta. Ferita e trasportata all'ospedale di Empoli una persona che viaggiava su una Golf. Illesa una famiglia di quattro persone, straniere, che si trovava su una Megane. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polstrada il conducente della Polo non avrebbe visto fermi, in corsia di marcia, la Golf che aveva tamponato la Megane.

Secondo quanto riferito dalla Polstrada, la causa sarebbe da attribuirsi alla distanza e alla forte velocità.

Scossa magnitudo 3.4 vicino Siena

ROMA - Tre la terra nel Nord Italia. Una scossa di magnitudo 3.4 è stata avvertita nelle scorse ore a Cetona, nel Senese. Nei minuti successivi si è sviluppato uno sciame sismico intorno al 2.2 di magnitudo. Lo rende noto la sala sismica Ingv Roma.

Morto a 96 anni Franco Zeffirelli


ROMA - Scomparso all'età di 96 anni il celebre regista Franco Zeffirelli. "Ciao maestro" si legge sul sito della fondazione Zeffirelli annunciando la scomparsa avvenuta nella sua casa a Roma: "Si è spento serenamente pochi minuti fa Franco Zeffirelli. Era nato a Firenze 96 anni fa. La scomparsa è avvenuta alla fine di una lunga malattia. Seguiranno altre informazioni sul luogo e la data delle esequie. Il Maestro riposerà nel cimitero delle Porte Sante di Firenze". Zeffirelli, sceneggiatore, attore e regista, era un grande fiorentino molto legato alla città dove era nato il 12 febbraio 1923 e la sua fondazione voleva mettere a disposizione di tutti la sua grandissima produzione artistica.

Amministrative: il centrosinistra si conferma a Bari, Firenze e Bergamo. Regionali piemontesi a Cirio

BARI - Le comunali prendono una piega leggermente diversa rispetto alle Europee, con la sinistra che si conferma a Bari, Firenze e Bergamo. Il centrodestra, invece, mantiene la poltrona del sindaco di Perugia e la Lega potrebbe conquistare lo scranno di Potenza. Le regionali piemontesi vanno al candidato del centrodestra Alberto Cirio, mentre esce sconfitto il governatore uscente Chiamparino. 

Bari il sindaco Dem uscente Antonio Decaro si conferma vittorioso, staccando nettamente lo sfidante Pasquale Di Rella (FI) con oltre il 65% e lasciando le briciole ad Elisabetta Pani (M5S). 

A Livorno, fino ad oggi governata dal M5S, ballottaggio tra il candidato del centrosinistra Luca Salvetti e quello del centrodestra, Andrea Romiti. 

Anche a Bergamo il sindaco uscente Giorgio Gori (Pd), sostenuto dal centrosinistra, è riuscito a mantenere la poltrona insidiatagli da un concorrente temibile, l'ex presidente del Copasir Giacomo Stucchi, candidato dal centrodestra. 

A Perugia il sindaco uscente Andrea Romizi (FI) batte senza difficoltà il giornalista Giuliano Giubilei, sceso in campo per il centrosinistra e Francesca Tizi per i Cinque Stelle. 

A Potenza si profila il ballottaggio con il candidato di Basilicata possibile. 

Anche a Campobasso si va verso il ballottaggio tra i candidati del centrodestra Maria Domenica D'Alessandro e M5S Roberta Gravina. 

Bus si ribalta sulla Siena-Firenze: un morto


SIENA - Dramma sulla Siena-Firenze, all'altezza di Monteriggioni (Siena), dove una persona è deceduta nel ribaltamento dell'autobus avvenuto questa mattina intorno alle 9.30. Ci sarebbero alcuni feriti. E' quanto dice Anas: il raccordo autostradale Siena-Firenze è provvisoriamente chiuso in direzione Siena, con uscita obbligatoria allo svincolo di Monteriggioni. Per cause in corso di accertamento il mezzo sarebbe uscito di strada ribaltandosi nella scarpata a fianco dell'Autopalio.

Viareggio: uccide il padre soffocandolo con un cuscino

IAREGGIO - Una lite sfociata in tragedia. E' successo a Viareggio tra un 46enne e il padre che, dopo averlo tramortito, lo ha ucciso soffocandolo con un cuscino. L'uomo, che ha confessato l'omicidio ai poliziotti arrivati nell'abitazione allertati da lui stesso, è stato arrestato. La vittima è il 79enne Roberto Castellari, medico pediatra neonatologo in pensione.

Maltempo: non ce l'ha fatta la donna dispersa nel Pisano


MILANO - Non ce l'ha fatta Maria Grazia Milano. I vigili del fuoco hanno ritrovato il corpo privo di vita della donna scomparsa ieri a Castelnuovo Val di Cecina. Il corpo è stato scoperto in prossimità di un piccolo ponte dove c’è la stazione di rilevamento Idrometrico della Regione. Le ricerche dell'80enne erano riprese all’alba di questa mattina. 

L'auto sulla quale viaggiava con il marito ieri era stata travolta dal torrente Pavone che si era ingrossato a dismisura per le incessanti piogge. Nel tentativo di guadare il torrente, l'auto è stata travolta. Il marito era riuscito a mettersi in salvo aprendo la portiera dell’auto e aveva provato a salvare la moglie senza però riuscirvi. 

La donna era cosi’ rimasta intrappolata nell’auto, anche se dopo alcune ore l'automobile è stata ritrovata ma vuota. La coppia era solita guadare con l’auto il torrente per raggiungere la loro casa di vacanza nella campagna isolata di Castelnuovo.

Pisa, auto travolta da torrente in piena: è dispersa


PISA - Si teme per le sorti di una donna rimasta intrappolata in un'auto travolta da un fiume in piena nel Pisano. L'autovettura con due persone a bordo è stata travolta da un torrente in piena a Castelnuovo Val di Cecina. Moglie e marito stavano percorrendo una strada in prossimità di un ponte quando la vettura è stata inghiottita dall'acqua. 

Le operazioni di soccorso sono in corso e sul posto vi sono anche 118 e forze dell'ordine insieme ai vigili del fuoco. Secondo i vigili del fuoco, a bordo dell'auto sarebbe rimasta intrappolata la donna mentre il marito è uscito.

I vigili del fuoco stanno intervenendo con personale del distaccamento di Saline di Volterra e con la squadra speleo-alpino-fluviale (Saf) inviata da Pisa. Mentre è in piena operatività la ricerca e il soccorso della persona dispersa, accertamenti sono già avviati per stabilire la dinamica dell'incidente.

Morto suicida lo chef stellato Luciano Zazzeri

LIVORNO - Lutto nel mondo della ristorazione toscana. Lo chef stellato Luciano Zazzeri è stato trovato morto nel pomeriggio di ieri, nel garage nella casa dei suoi genitori a Bibbona (Livorno).

L'uomo, 63 anni, proprietario del ristorante 'La Pineta', a Marina di Bibbona, nel 2006 aveva ricevuto la sua prima stella Michelin ed era conosciuto anche per gli ospiti che hanno frequentato il suo locale, da Mick Jagger a Harrison Ford, da Beppe Grillo a Bonolis e Abatantuono.

Secondo quanto appreso Zazzeri si sarebbe suicidato con un fucile da caccia. I motivi del gesto non sono chiari e i carabinieri, intervenuti sul posto dopo l'allarme dato dal padre dello chef, stanno cercando di ricostruire quanto successo.

Zazzeri, vero e proprio self-made man, che nella vita aveva fatto di tutto (cameriere, bagnino, marinaio), nel 1987 iniziò a prendersi cura dello stabilimento balneare e del piccolo ristorante di proprietà del padre, diventando ben presto un punto di riferimento per personaggi di spicco in vari ambiti.

Firenze, tenta di buttarsi dal ponte: salvato da poliziotta-eroe

FIRENZE - Attimi di paura a Firenze, dove numerosi passanti in piazza Puccini hanno assistito ad un vero e proprio “salvataggio al volo” di un uomo ad opera di una poliziotta delle volanti della Questura. Il soggetto, un cittadino rumeno di 40 anni già noto alle forze dell’ordine, secondo le testimonianze raccolte in strada dalla polizia, avrebbe inizialmente danneggiato lo specchietto di una auto parcheggiata in via Baracca; poi, in evidente stato di alterazione, sarebbe salito sul muretto del ponte di piazza Puccini cominciando a gridare frasi incomprensibili. (Courtesy Polizia di Stato)

Sesso con alunno durante le ripetizioni: denunciata insegnante di Prato

PRATO - Storia choc dalla Toscana di presunte violenze su minore durante le ripetizioni private. Arrivano le prime conferme dalle analisi del dna che il figlio di 5 mesi dell'infermiera di Prato di 35 anni, indagata per violenza sessuale su un ragazzo, all'epoca 13enne, appartiene proprio a quest'ultimo. I risultati giungono proprio dopo che per tutto il pomeriggio la donna è stata sentita in procura a Prato. 

La 35enne, sposata e con un altro figlio, venerdì scorso ha subito una perquisizione dopo che i genitori del ragazzo avevano presentato una denuncia. I parenti del ragazzo si erano insospettiti per l'atteggiamento del giovane, oggi quasi 15enne, e soprattutto dopo la lettura di alcune chat che si erano scambiati l'adolescente e la donna, con la quale faceva ripetizioni di inglese.

Revocati i domiciliari ai genitori di Renzi


FIRENZE - Revocati gli arresti domiciliari per Tiziano Renzi e Laura Bovoli. La misura era stata disposta lo scorso 18 febbraio dal gip nell'ambito di un'inchiesta per bancarotta e fatturazioni per operazioni inesistenti. Tuttavia, il Tribunale del riesame di Firenze ha accolto la richiesta della difesa dei genitori dell'ex premier fiorentino, disponendo l'interdizione dall'esercizio dell'attività imprenditoriale per otto mesi.

Botte e strattoni a bimbi in nido: arrestata 52 enne


SIENA - Scoperto a Siena un 'nido domestico' degli orrori. Con le accuse di maltrattamenti a familiari e conviventi è stata arrestata una 52enne. L'improvvisata educatrice maltrattava bambini fra i 6 mesi e i 3 anni.

I carabinieri, dopo la denuncia di due mamme e di una ex collaboratrice della donna, hanno ricostruito numerosi episodi di violenza: da strattonamenti a percosse, con piccole lesioni cagionate ai bimbi, ma anche alimentazione forzata o occlusione del naso per imporre l'apertura della bocca.

Due giorni fa i militari sono intervenuti quando la 52enne ha messo una bimba sul passeggino nel terrazzo. I pianti della piccola e le urla della donna, hanno richiamato l'attenzione dei passanti. Le accuse sarebbero state confermate da intercettazioni ambientali e dalle immagini di telecamere. La donna si trova ora ai domiciliari.

Firenze, incendio al multisala: 1200 evacuati


FIRENZE - Momenti di paura nel multisala di Campi Bisenzio, a Firenze, le cui dodici sale sono state evacuate a causa di un principio di incendio. Le 1200 persone presenti al momento del divampare delle fiamme - che non sono state coinvolte - sono state fatte evacuare in via precauzionale dai Vigili del fuoco.

L'intervento dei pompieri del comando di Firenze e dei distaccamenti di Calenzano e Firenze Ovest, è iniziato intorno alle mezzanotte di ieri e si è concluso dopo circa due ore e mezzo. Le fiamme hanno interessato un locale tecnico adiacente al corridoio di ingresso della struttura. Ad intervenire sul posto carabinieri e personale del 118 che ha preso in carico sette dipendenti della struttura per controlli, a causa dell'inalazione di fumo.

Università. Barni: "Rimuovere il numero chiuso non risolverebbe i problemi strutturali dell’università italiana"

ROMA. "Rimuovere il numero chiuso non risolverebbe i problemi strutturali dell’università italiana, ma peggiorerebbe ulteriormente una situazione già in sofferenza" lo ha sostenuto Monica Barni, Vicepresidente della Regione Toscana, che coordina gli Assessori all’università nell’ambito della Commissione Istruzione e Lavoro della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nel corso di un’audizione sulle proposte di legge di revisione delle norme in materia di accesso ai corsi universitari presso la Commissione Cultura della Camera alla quale ha partecipato anche Maria Francesca Corigliano (Assessore della Regione Calabria).
Nel corso del suo intervento Monica Barni ha riassunto dati e studi che testimoniano la situazione di difficoltà che vive l’università italiana. Ci sono imprese che investono poco in ricerca e innovazione, c’è un ritardo nella disponibilità di risorse umane qualificate con alti livelli di conoscenze e con elevate capacità di apprendimento.
"In questo quadro" ha spiegato Barni "occorre quindi interrogarsi sull’impatto negativo che le proposte di legge in materia di accesso ai corsi universitari potrebbero avere sul sistema. Attualmente ci troviamo di fronte ad una riduzione progressiva del fondo di finanziamento ordinario delle università ed anche l’ultima manovra ne congela quote rilevanti. Sono pochissime le risorse dedicate all’edilizia universitaria, molte strutture vivono situazioni di obsolescenza e carenza strutturali. Basti ricordare che abbiamo pochi laboratori, spesso vecchi e inadeguati. C’è poi la situazione del corpo docente che si è ridotto e che non vive un adeguato processo di turnover. C’è infine – ha proseguito Barni - un problema di approccio culturale che va cambiato. Attualmente i docenti sono valutati soprattutto sui risultati delle attività di ricerca, dimenticando o ponendo in secondo piano le altre due missioni dell’università: didattica e applicazione per valorizzare la conoscenza contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico della società". Tornando poi al tema del finanziamento, la Vicepresidente della Toscana ha ricordato che sarebbe fondamentale arrivare anche per l’università alla definizione di livelli essenziali delle prestazioni (LEP). "C’è un Tavolo di lavoro presso il Ministero, le Regioni hanno già indicato i propri componenti già da un anno, ma questo Tavolo non ha ancora avviato i propri lavori in attesa dell’indicazione degli altri componenti. Mi auguro – ha proseguito la Barni che ha lasciato agli atti della Commissione un documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – che i deputati di questa Commissione possano svolgere sotto questo profilo un’azione di sollecitazione nei confronti del Governo".
"Infine – ha concluso Barni - più che concentrarci sulla cancellazione del numero chiuso, sarebbe invece fondamentale rendere i test validi e affidabili e idonei a mettere in luce conoscenze e attitudini degli studenti".